background img
repvenind

A ZERO BRANCO VENERDI’ 16 MAGGIO SUONEREMO IL GONG ALLO STATO ITALIANO

maggio 12, 2014

Quarta manifestazione di massa in terra veneta in soli due mesi, mentre i primi risultati di adesione alla campagna di esenzione fiscale si preannunciano straordinari

repvenindCari amici veneti,

Venerdì prossimo 16 maggio a Zero Branco (Treviso) alle ore 21, nella piazza del municipio, si terrà un appuntamento straordinario ed imperdibile per la nostra libertà.

Il primo fattore del nostro successo è la consapevolezza degli straordinari risultati fin qui raggiunti, che hanno portato la questione veneta ad essere la questione più importante sul tavolo di discussione, grazie al massiccio voto referendario di marzo che ha messo al tappeto la partitocrazia. Se siamo consapevoli dello straordinario risultato mai raggiunto prima d’ora, allora possiamo capire quanto poco ci manca per concretizzare tutti assieme la vittoria finale.

Sono passati meno di due mesi dalla proclamazione di indipendenza della Repubblica Veneta del 21 marzo scorso a Treviso e dal referendum per l’indipendenza che ci ha portati all’attenzione del mondo intero.

Ora siamo entrati nel vivo del periodo di transizione che ci accompagnerà verso il pieno esercizio della nostra sovranità.

Il primo passo compiuto dalla Delegazione dei Dieci candidati all’indipendenza più votati nel corso del referendum è stata l’applicazione dell’esenzione fiscale totale.

ZERO_BRANCO_16mag PBeuTra pochi giorni avremo pertanto la prima scadenza fiscale e quindi potremo dare i primi risultati dell’adesione fin qui maturata alla campagna di obiezione fiscale: possiamo anticiparvi che i risultati si preannunciano STRAORDINARI.

Venerdì prossimo 16 maggio alle ore 21 a Zero Branco in piazza Umberto I ne daremo l’annuncio in anteprima mondiale, notificando quindi i dati al Fondo Monetario Internazionale, per inchiodare lo stato italiano di fronte alle bugie che costituiscono l’ultima foglia di fico della sua reputazione finanziaria ormai distrutta.

Abbiamo scelto Zero Branco, in quanto è proprio in questo comune che il candidato sindaco Giannarciso Durigon ha riconosciuto ufficialmente i risultati del referendum per l’indipendenza di marzo e la Delegazione dei Dieci, impegnandosi anche per il percorso costituente verso la piena sovranità della Repubblica Veneta.

Portiamo migliaia di bandiere venete venerdì prossimo per dimostrare al mondo la nostra forza, nel quarto evento di massa in soli due mesi nella nostra Terra Veneta, dopo Treviso 21 marzo, Vicenza 11 aprile e Venezia 25 aprile.

Le cose cambiano perché noi ci attiviamo per il cambiamento. La tua partecipazione venerdì è fondamentale per cambiare la nostra storia, portando la speranza di un mondo migliore e di una Repubblica Veneta finalmente libera.

Fallo per te, fallo per chi ti è vicino, non farti trascinare nella rassegnazione verso il peggiore inferno fiscale del mondo: aiuta te stesso e i tuoi cari a riconquistare tutti assieme la dignità che ci meritiamo. Ti aspettiamo!

Viva la Repubblica Veneta!

Gianluca Busato


Categories
  • Mi sembra che in Ucraina i filorussi abbiano deciso di usare modi diversi dai nostri per arrivare all’ indipendenza! Ciao a tutti…W S Marco

    annibale 12 maggio 2014 16:42
  • noi veneti siamo fin troppo pacifici e dialoganti,ma alla fine otterremo ugualmente il risultato cioè l’INDIPENDENSA wsm

    civ1571 12 maggio 2014 17:36
  • Qualcuno privatamente mi fa gentilmente notare, che sono piuttosto assente dal presente commentario da un po’ di tempo a questa parte.
    Sono persone, che a quanto pare, apprezzavano il mio semplice e schietto punto di vista.

    Ho ricevuto incarico da alcuni vertici di Pb.eu, di ottimizzare alcune funzioni interne ed esterne al movimento stesso, compito che mi appresto a svolgere nel miglior modo che mi è proprio, unitamente ad alcuni valenti collaboratori.

    In questo momento si sta respirando un’atmosfera piuttosto ” frizzante “, complice il periodo elettorale, sensazione tuttavia, che non mitiga il grave momento socio-economico-popolare che attanaglia il tricolorito sitema di cartastraccia.
    Un periodo, sia ben chiaro a tutti che non si risolverà con la miseria di 80 euro in busta paga dipendente, immediatamente inficiati dalla selva di aumenti ignobili, prodotti dal governo del PD e dei suoi miserrimi alleati di rincalzo.
    Aumenti che toccano prevalentemente due cose sacre per noi Veneti. La prima abitazione ( la nostra casa ) e i nostri risparmi.
    La prima casa d’abitazione, torna peraltro ad essere pignorabile. GRAZIE DI NULLA SIGNOR ROTTAMATORE DEL MONDO DEI PUFFI !!! 🙁

    Molti di noi non dimenticano che il PD, partito di cui si sente parlare in modo caustico, grazie a scandali e truffe di cui si sono coperti non pochi suoi iscritti con ruoli pubblici, è quello che ci ha scatenato proprio in questi spazi e su FB, una campagna demolitoria senza confini, grazie a trolls stipendiati regolarmente e organizzati in un modo militaresco.
    Una campagna di disinformazione sempre più mirata e subdola, che mirava a mettere in discussione prevalentemente il nostro travolgente risultato plebiscitario, al quale il popolo Veneto, ha risposto con 2.100.000 SI favorevoli alla sua Indipendenza !

    Presto o tardi però, questi trollioni li abbiamo smascherati uno alla volta.
    Molti erano tutt’altro che intelligenti, i tipici servi dementi di partito, facilmente identificabili, dopo pochi posts. Un vero e proprio spreco di denaro pagare loro lo stipendio.
    Alcuni di loro invece, li abbiamo giocoforza, dovuti bannare, erano i più infingardi con lo stile di : ” na onta e na ponta ! ”

    E’ il partito delle tasse, che propone come capolista la Kyenge, un’africana che si è distinta come ministro italiano per la sua inefficienza, incapacità esecutiva e il più alto costo di un ministero inutile come il suo, che non crea nè ricchezza alla SUA Nazione, nè posti di lavoro, ma solo malanimi e ulteriori divisioni.
    Sia chiaro che il colore della sua pelle, non c’entra nulla con il mio discorso, anzi, osteggio e critico con piena condanna chi lancia banane all’indirizzo suo, oppure dei calciatori negri ( ” di colore ” per usare un termine ridicolo, tanto caro alla sinistra ). Ma la signora Kyenge è stata un pieno disastro in campo istituzionale, invadendo anche campi delicatissimi come quelli della famiglia italica, con la scelleratezza di chiamare MAMMA e PAPA’ riduttivamente e ingiuriosamente : GENITORE 1 e 2 .

    Oggi il PD la propone come capolista per il nostro Veneto….per noi è un’ulteriore affronto tra le offese ricevute dall’Italia.
    Come si può proporre in rappresentanza del Veneto, nel consiglio europeo, un personaggio tanto impreparato e politicamente dannoso, che addirittura non risiede e mai ha avuto residenza in Veneto, che nel nostro territorio ha pertinenza, quanto un varano di Komodo in quota alpina ???

    Ecco l’importanza di avere uomini e donne NOSTRI sul territorio, iniziando dai piccoli comuni, come può essere Zero Branco, entità locale, nella quale inseriamo un nostro grande Patriota, un candidato eccellente, assieme a una squadra straordinaria, che una volta insediatasi nella sede municipale, reitererà la dichiarazione d’indipendenza del 21 marzo.

    Ricordate cari amici e Patrioti, che i cambiamenti epocali sono avvenuti anche per mezzo di segnali pacifici ma eclatanti, come la marcia verso il mare di Gandhi, per ridurre l’egemonia inglese delle imposte del sale, oppure del versamento di tonnellate di the in mare, per protesta contro le tasse inglesi, del movimento Boston tea party nordamericano, capitanato da John Hancock verso la fine del 1700.

    Popoli e nazioni……non partiti e malaffare centralista, QUESTO IN REALTA’ HA CAMBIATO IL MONDO !

    Partecipiamo quindi coesi e compatti, alla grande manifestazione di Plebiscito.eu a Zerobranco, per sostenere il NOSTRO candidato sindaco, con la sua valente squadra, per sostenere la LIBERTA’ del popolo Veneto dall’oppressione centralista.

    Ad Maiora

    CrisV 🙂

    CrisV 13 maggio 2014 9:54
  • Il P.D. Partito Deitroll, con seguito di manutengoli ! 😉

    CrisV 13 maggio 2014 10:03
  • purtroppo tutti i partiti italici non vogliono l’indipendenza del veneto perché perderebbero un serbatoio di voti, e sopratutto le nostre risorse,e il pd e il peggior partito perché sn un mix di cattocomunisti,comunque speriamo siano un brutto ricordo cm l’italia e che una volta indipendenti riusciremo a ricostruire uno stato più onesto wsm

    civ1571 13 maggio 2014 17:48
  • giusto per ricordare che il gioco e’ piu’ ampio della sola Italia.
    http://www.liberoquotidiano.it/lettere/11593136/IL-PARTITO-IPNOCRATICO-DI-MASSA.html.

    f.b. 13 maggio 2014 18:22
  • grazie del link ma sn Anke io euroscettico su questo tipo di europa,ma nn mancherà molto al crollo di questa europa perché i popoli europei si stanno svegliando,e poi finalmente si potrà ricostruire un europa democratica e di stati più piccoli e nn di stati nazioni come questa wsm

    civ1571 13 maggio 2014 18:35
  • bisogna solo vedere se il crollo sara’ doloroso o meno. purtroppo i governi hanno anche gli eserciti sempre pronti in funzione. vedremo…
    cmq era per dire che non basta confrontarsi con il governo italiano perche’ sopra di lui c’e’ quello europeo. non e’ cosi’ semplice.

    f.b. 13 maggio 2014 20:19
  • sarà perché la storia si ripete e personalmente sn preoccupato,ma ormai siamo arrivati a un punto di svolta

    civ1571 13 maggio 2014 21:37
  • sarà perché la storia si ripete e personalmente sn preoccupato,cmq avrebbe più forza il veneto in europa perché più coeso e unito che un italia in cui ognugno pensa a se stessa perché nn esistente un vero e proprio popolo italiano ma tanti popoli diversi che nn riusciranno mai a convivere insieme perché abbiamo culture troppo differenti

    civ1571 13 maggio 2014 21:51
  • Guardate che se fosse questione di identità, neanche l’Europa dovrebbe essere unita: lingue diverse, etnie diverse, monete diverse, eppure, magari troppo lentamente, ma stanno cercando di coesistere. La verità è che L’Italia è diventato un paese ingovernabile, pieno di malaffare e ingiustizie, ci manca solo la guerra civile. Noi veneti abbiamo una mentalità completamente diversa dagli italiani, per cui, prima diventiamo stato autonomo, meglio sarà.

    mauro/1 14 maggio 2014 10:17
  • L’Europa è stata stravolta.
    Infatti mi sembra tanto una riedizione dell’Unione Sovietica mascherata da un sistema bancario-finanziario che ha tentato di impossessarsi del nostro futuro facendoci credere che l’EURO fosse la panacea a tutti mali.
    Questa Europa deve finire e al più presto possibile e rinascere per volontà dei popoli che la comporranno su basi federali e con pari dignità politica indipendentemente dai km2 o dal numero della popolazione di ogni singola nazione.
    Quindi non si deve andare a votare per le Europee.
    Si dovrà andare a votare solo per il nostro futuro che è la creazione delle nostre Istituzioni Venete che dovranno essere basate su ideali naturali o meglio ancora guardando sempre al nostro cristianesimo che è l’unico esempio al mondo di una buona e sana religione fondata non da uomini ma da Dio stesso.
    I partiti italioti sono tutti una massa di botteghe oscure e corrotte che hanno portato solo malaffare e pessima politica. Infatti chi ha gestito e diretto i partiti italioti ed anche i sindacati sono personaggi che si sono arricchiti alle spalle degli ingenui ( per voler essere buoni) italioti che anche oggi corrono a quttro gambe a votare. Se la smettesero di andare a votare forse qualcosa cambierebbe…ma a noi Veneti ormai non interessa più nulla di quel sistema italiota e del quale non dovremmo più preoccuparci. Noi dobbiamo sentirci liberi di creare il nostro nuovo futuro che sono sicuro sarà grandioso,radioso e alla soglia della felicità.
    WSM

    giancarlo 14 maggio 2014 11:10
  • http://italian.ruvr.ru/news/2014_05_14/Sale-la-fiducia-degli-europei-nella-UE-3858/
    sempre che la notizia sia vera perche’ non da’ dettagli sulla fonte.

    f.b. 14 maggio 2014 11:19
  • @F.B. hai fatto bene a scrivere…”sempre che la notizia sia vera….”
    Dobbiamo aprire gli occhi…ocio !!!!
    Quasi tutte le notizie riguardanti statistiche, sondaggi, percentuali e via dicendo sono volutamente falsate. Ormai l’informazione italiota, europea ed anche mondiale risente palesemente delle volontà dei soliti figli ignoti di mamma bastarda d’origine bancaria e finanziaria che vogliono governare i cervelli sempre a loro vantaggio e sempre a danno dei popoli.
    Ormai i mass media sono delle autentiche fonti di disinformazione, salvo pochissimi esempi, che sono PAAAAGAAATI ( vedi contributi editoria) per rendere stupidi i lettori o gli spettatori TV .
    La percentuale della disoccupazione in Italia ormai sfiora il 16% ma rimane sempre sui circa 12%…..ma dove li mettiamo i cassa integrati che non saranno più riassunti? Dove li mettiamo coloro…e sono tanti che non si sono nemmeno mai iscritti nelle liste di disoccupazione tanto sono sfiduciati e depressi ?? Dove li mettiamo quelli in mobilità…..”temporanea” che diventerà mobilità definitiva per sfociare in disoccupazione ? E.. per finire dove sono gli extra comunitari che lavorano in nero in Italia o sono clandestini o non lavorano affatto e vivono con la CARITAS e le altre associazioni di volontariato….. e dove sono i poveri in canna che vivono ai margini della società…quelli non sono calcolati tanto che lo si sappia…i loro ( adesso) tagliani poveri non esistono come persone disoccupate…SCUSATEMI…forse ho sbagliato la percentuale penso che sfiori il 18%……
    Qualche italiota vuole iniziare a contare e verificare ????
    Nel VENETO FUTURO PROSSIMO non dovranno esserci disoccupati e se qualcuno vorrà fare il disoccupato di professione lo manderemo in forma coatta a scopare le strade o fare un servizio alla società Veneta.
    Sapete quanti skei si risparmierà come sostegno al reddito nel Veneto ???
    Un sacco e con quei soldi potremo aumentare le pensioni ai ns.vecchi che grazie a loro hanno fatto sì che l’Italia uscisse dalla povertà dove era stata portata dai Savoia e dalle due guerre mondiali per colpa di criminali assurti a padri della patria…..che li mandava a morire per N I E N T E !!!
    Anzi a noi Veneti e alla Venethia, spudoratamente,questi padri della patria..la loro…. vennero regalati i nostri territori dell’Istria e della Dalmazia alla JUGOSLAVIA per colpa dei soliti comunisti dell’ultima ora, tra cui spicca FASSINO che appena nominato ministro corse subito in Slovenia a firmare la cessione definitiva della zona sotto protettorato italiano. BASTA mi deprimo a scrivere e ricordare certe cose…e il PD di oggi non è cambiato per nulla staremo a vedere quali miracoli mirabolandi farà il RENZI.
    A noi non ce ne deve importare più nulla. Grazie per la convivenza forzata e adesso addio per sempre !!!
    WSM

    giancarlo 14 maggio 2014 18:49
  • Bisogna far presto…
    troppi veneti caduti a causa dello stato italiano…
    notizia di oggi:
    Si è ucciso Lorenzo Meggetto, titolare della catena di negozi di calzature “Galuchat”.
    Condoglianze ai familiari

    nicola 16 maggio 2014 9:41
  • spero di poterci essere anch’io questa sera a Zero Branco! è una tappa importante nella roadmap della realizzazione della nostra proclamata indipendenza… un sindaco finalmente potrà iniziare presto la lunga serie degli amministratori del nostro territorio veneto che avranno come obiettivo il bene della propria comunità da cui sono stati eletti e che vorrà essere rappresentata in ogni sede e contare!… basta subire le decisioni che ci piovono dall’alto come una tempesta sulla nostra testa!

    caterina 16 maggio 2014 11:56
  • Pingback: VENETI EVASORI ! | Vivere Veneto

Love me with a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *