background img
Schermata 2014-03-22 alle 03.26.08

ARRESTATECI TUTTI: LA RIVOLUZIONE DIGITALE E PACIFICA STA FACENDO TREMARE LO STATO ITALIANO

aprile 2, 2014

Schermata 2014-03-22 alle 03.26.08Lo stato italiano ha perso la testa di fronte al processo democratico e pacifico decretato dall’89,10% degli elettori nel referendum di indipendenza del Veneto

Apprendiamo notizie che stanno già assumendo i connotati del ridicolo e dell’indecenza, a proposito di arresti di patrioti veneti. Sono questi gli ultimi rantolii dello stato italiano criminale, ladro e violento. Esprimo la mia totale solidarietà e vicinanza a Franco Rocchetta, Lucio Chiavegato, Luigi Faccia, Flavio e Cristian Contin e a tutti i patrioti arrestati questa notte con accuse che appaiono fin d’ora risibili.

Lo stato italiano ha perso la testa di fronte al processo democratico e pacifico in corso che ha visto l’89,10% di 2.360.235 di veneti votare sì all’indipendenza della Repubblica Veneta.

La nostra rivoluzione democratica, evoluta, digitale non sarà di certo rallentata dai tentativi puerili e dalle buffonate messe in piedi da uno stato burletta, che non vuole rinunciare ai soldi che ruba dalle nostre tasche senza vergogna.

Prepariamoci per una mobilitazione di Popolo, civile, composta, pacifica e democratica a sostegno della Repubblica Veneta.

E in ogni caso ringraziamoli, perché non potevamo sospettare di avere un aiuto così grande per applicare con successo l’esenzione fiscale totale.

W San Marco! W la Repubblica Veneta!

Gianluca Busato
Plebiscito.eu


Categories
  • Infatti, strategicamente parlando lo stato italiano ha fatto un autogol pazzesco!
    Ci danno visibilità e di fatto ci danno legittimazione e pretesto per nuove azioni.
    Siamo alla fase 3: “ti ignorano, ti deridono, ti combattono… e poi hai vinto!”

    PER ASPERA AD ASTRA!

    Thomas 2 aprile 2014 10:23
  • Ho letto la notizia e sono esterefatta! Solidarieta’,

    Caroline 2 aprile 2014 10:25
  • Penso che un pacifico enorme intervento di massa possa tirarli fuori immediatamente!

    RICCARDO 2 aprile 2014 10:26
  • incredibile! subito modifica art. 5 cotituz.

    mauro/1 2 aprile 2014 10:29
  • …se vogliono una soluzione pacifica!

    mauro/1 2 aprile 2014 10:30
  • non tutti quei che gà votà par l’indipendensa del Stato Veneto gà possibitò de aderire a inisiative de massa (spostarse costa) e bisognaria pensare anche ad altre inisiative … scrivo in veneto parchè i traduttori no funsiona 😀

    marco 2 aprile 2014 10:32
  • Pingback: ARRESTATECI TUTTI: LA RIVOLUZIONE DIGITALE E PACIFICA STA FACENDO TREMARE LO STATO ITALIANO | Referendum per l’indipendenza del Veneto – Plebiscito.eu

  • Il colpo di coda di uno Stato morente.Ho letto di mezzi corazzati a Casale di Scodosia.Si possono vedere queste immagini?Chi le avrebbe fabbricate?Sono ancora i rottami del 1997 che non sono mai stati fusi?

    Carla 2 aprile 2014 10:37
  • Non ci posso credere,anche Franco Rocchetta arrestato,una tra le persone più pacifiche e non violente che esistono.
    Dice bene Giane,hanno perso la testa,contestata anche la costruzione di un carro armato!!!!.
    Ridicolo.

    AldoVi 2 aprile 2014 10:39
  • Questo dovrebbe far capire soprattutto agli scettici dubitosi di che cappella ha commesso roma. Qui si va contro il principio di democrazia. Capite bene che ora lo stato itagliano ha realmente paura delle conseguenze che può portare la secessione veneta… SVEGLIEVE TOSI! ve rendio conto con chi che gavì a che fare?? e voì rimanere in itaglia?? i se caga tuti dosso!!!

    EDOARDO 2 aprile 2014 10:41
  • Applicata solo la legge…voi fanatici estremisti farete la stessa fine…

    decima mas 2 aprile 2014 10:45
  • Ma… ESTREMISTA … è chi arresta persone pacifiche che hanno idee diverse … oppure chi ha idee diverse è vuole farle valere in modo pacifico ???

    DOMENICO 2 aprile 2014 10:54
  • ma di cosa sono stati accusati?

    gian 2 aprile 2014 10:55
  • Ebbene SI, lo stato italiano mostra le unghie imbrattate del sangue dei nostri imprenditori che si sono suicidati per colpa sua e continua a perseguitare il Popolo Veneto. Poniamoci una questione di principio : chi erano gli schiavi? coloro che davano il loro lavoro senza ottenerne un compenso e venivano privati di ogni loro diritto alla vita! Quando la tassazione imposta da uno stato a dei “cittadini” arriva al 60/70% della loro capacità di vivere, quando quei soldi che essi pagano non rimangono nel loro territorio quei cittadini possono ancora definirsi tali o sono diventati schiavi? La risposta é ovvia in quanto un tale stato si oppone ai più elementari principi del “DIRITTO NATURALE” ! Se questa é la realtà, i “cittadini” hanno il diritto di opporvisi con mezzi, preferibilmente legale ! Ma se le leggi le fa lo stato oppressore e le impone con i suoi sgherri armati, rimangono solo due alternative ai cittadini per far valere i propri diritti: (1) l’utilizzo delle leggi internazionali che il resto del mondo si é dato e che , sia direttamente che indirettamente, ha imposto anche agli stati-canaglia, oppure (2) la rivolta in ogni possibile forma. I DIRITTI NATURALI dei cittadini non possono essere violati e il Popolo Veneto ha scelto la prima delle due alternative per farli valere…. fino ad ora !

    Loris Erminio Carraro 2 aprile 2014 10:57
  • Autodenunciamoci! Oppure andiamo a denunciare ai carabinieri TUTTI noi firmatari del referendum! Cosa fanno, ci mettono in centinaia di migliaia in carcere? Infami, infami, infami! Lo stato italiano è delegittimato: facciamoci sentire.
    Dime can ma no’ taglian!

    Francesco Bombieri 2 aprile 2014 10:57
  • @FRANCESO BOMBIERI, se proprio proprio fai una denuncia sul nuovo difetto di giurisdizione delle autorità italiana sul territorio del Veneto Indipendente piuttosto. ha molto piu senso

    pierino 2 aprile 2014 11:03
  • al cittadino italiano che ci ha dato dei fanatici… chiedo delle cose… quali leggi italiane sono state applicate? i capi d’accusa? le prove o le stanno ancora costruendo? hanno votato più di due milioni di persone, ne ha parlato mezzo mondo, e solo dopo una settimana i media anno cominciato ad interessarsi del plebiscito.. arrestate diverse cittadini veneti per reati al limite del ridicolo, e i media nazionali alle sette di mattina dello stesso gg li sbattono in prima pagina… è questa la legge di cui parli? bhe sei degno di essere italiano.

    ales 2 aprile 2014 11:09
  • copio e incollo ”

    “Sono uscito da poco dalla caserma dei Carabinieri di Vicenza – scrive sul suo profilo Facebook Gabriele Perucca, responsabile del presidio di Vicenza del C9D – Sono arrivati alle 5 di stamattina per mettermi a soqquadro la casa, con tutta la famiglia a letto. Hanno spaventato a morte i bambini. Poi mi hanno portato via. Questo è un paese “letamaio” chiamato Italia. Cercavano un TANKO e delle armi. A casa mia.. Mai avuta una pistola, tantomeno un TANKO . Comunque, non riuscivano a capire cosa fosse “el TANKO”. Gliel’ho dovuto spiegare io che poteva stare solo in garage e non in camera di mio figlio Vittorio… Intanto mi hanno sequestrato il cellulare, il computer di casa che usa la famiglia e il mio computer di lavoro. Magari il TANKO è dentro li… Ho saputo poi solo ora dell’arresto di molti patrioti veneti. Rabbia e ancora rabbia. Ma capisco anche che siamo sulla strada giusta. Tutte le notifiche sono state firmate da LEONARDO LESTI, sostituto procuratore delle Repubblica italiota di Brescia. Ricordiamoci di lui come di GIOVANNI VALMASSOI a Treviso”. “

    pierino 2 aprile 2014 11:10
  • Ma sono in carcere? andiamo in massa a manifestare fuori del luogo di detenzione meritano la nostra solidarietà almeno sanno che non sono soli.

    nostromo 2 aprile 2014 11:14
  • Ciao
    da Associato al Commercio Equo e Solidale mi sono recato a Genova ai tempi del G8
    Gli ho capito che la strategia per screditare un’idea forte e dirompente è “falli sembrare violenti”. I Black Block c’erano come no, spaccavano tutto e noi facevamo dei recinti umani per evitare che si infiltrassero nella popolazione civile e pacifica. Il problema è che sti bastardi facevano finta di essere persone normali poi ad un comando si mettevano casco e tiravano fuori le molotov. La polizia aspettava che incendiassero tutto e poi attaccava. Da esperti di guerriglia urbana questi black block tornavo in mezzo alla gente civile dietro di loro e li facevano pestare a sangue. I civili. Fino a qui a parte l’incapacità dei servizi segreti di identificare i Black prima della loro azione, sapevano tutti dove dormivano, niente da dire. Poi la notte è successo il fattaccio della Scuola Diaz dove si le forze dell’ordine hanno volontariamente manomesso la realtà inserendo molotov e coltelli dove non c’erano oltre che pestato a sangue persone inermi, anziani e donne comprese. Fatti che sono stati anche condannati dalla magistratura in modo pensante.
    Tutto questo per dire che la strategia è sempre la stessa, “farli passare per violenti”
    Quindi okkio a quelli che parlando di fucile e bombe, è terrorismo. Senza alcuna discussione, la strada che porta all’Indipendenza deve essere trovata in forme CIVILI. Ho trovato in questo sito un sacco di riferimenti legislativi utili nazionali ed internazionali. Le leggi ci sono. Dobbiamo lavorare per farle riconoscere. Non incappiamo nella violenza e nell’istigazione alla violenza. Ricordo a tutti che solo Gandhi è riuscito a piegare l’Inghilterra, neanche Hitler c’è riuscito. Con la NON VIOLENZA e la richiesta di APPLICAZIONE DELLE LEGGI di Autodeterminazione del popolo.
    Infine a quelli di Plebiscito, attenzione ai proclami. Anche l’istigazione alla violenza è reato.
    Non possiamo perdervi, fate attenzione. Mi raccomando.
    Ciao

    davide.bonamini 2 aprile 2014 11:17
  • Già, facciamo una bella manifestazione così quando i porci servitori dello stato vedranno quanti siamo ovvero le 400 persone che erano in piazza dei signori ,si cagheranno addosso. Andiamo, 2 e passa milioni di persone che votano e solo 100 mila accessi al sito, con il 10% dal Cile. Siete ridicoli. Vi arrabbiate se arrestano gente che progetta azioni violente legate al vostro movimento per l’indipendenza, se invece fossero state arrestate 30 persone legate alle br? Sarebbe andato bene, no? Smettete la di fare 2 pesi e 2 misure.

    Giulio 2 aprile 2014 11:22
  • Giulio è quello che abbiamo fatto. abbiamo smesso di sottostare ai due pesi e due misure che l italia fà da 140 anni. a seguire lombardia toscana sicilia sardegna friuli piemonte (sembra) e tutti quelli con il buonsenso delle cose giuste.

    pierino 2 aprile 2014 11:27
  • La storia dice che queste sono le prime avvisaglie della dissoluzione di uno stato. L’italia, beninteso.
    Anche la lombardia dovrà prenderne atto e scegliere se diventare un indipendente paese del primo mondo o se restare in una micro italietta che terzo mondo rimnarrà.

    GeertWilders4president 2 aprile 2014 11:33
  • Ma scusate cosa vi aspettavate? Certo che la magistratura con cui da venticinque anni a questa parte, governa questo paese con un certa parte politica, si sarebbe mossa, nella vostra bandiera c’è il leone di San Marco… di cosa avete paura? Il leone bisogna farlo RGGIREEEEEEE…
    altrimenti dovete sostituirlo con un pecorone, come avreste dovuto fare anni fa quando furono incriminati dei veneti, per un reato che a confronto a quelli di mafia andati in prescrizione sembra fossero andati a caccia di farfalle. Chissà perché per No Global e Centri Sociali la magistratura non è mai solerte anzi si dimostra comprensiva, e chi ci va di mezzo sono sempre le forze dell’ordine. Auguri e fatevi forti il popolo sembra sia con voi.

    Raffaele 2 aprile 2014 11:38
  • Pierino, in una società che funziona il più forte aiuta il debole. Ci sono regioni ricche che aiutano regioni con un economia meno forte ma anche forniscono aiuti per calamità naturali come terremoti o altro. Questa è la cosa giusta da fare. Ora mettiamo caso che il veneto diventa indipendente, poi che si fa? Escludiamo la provincia di Rovigo perché non riescie ad avere una forte economia? Poi passiamo alla provincia di Belluno perché fattura solo con il turismo invernale? Poi datamo rimasti solo con Treviso,

    Giulio 2 aprile 2014 11:42
  • Strage di legalità è strage di popolo.

    paolo miante 2 aprile 2014 11:44
  • Pierino, in una società che funziona il più forte aiuta il debole. Ci sono regioni ricche che aiutano regioni con un economia meno forte ma anche forniscono aiuti per calamità naturali come terremoti o altro. Questa è la cosa giusta da fare. Ora mettiamo caso che il veneto diventa indipendente, poi che si fa? Escludiamo la provincia di Rovigo perché non riescie ad avere una forte economia? Poi passiamo alla provincia di Belluno che fattura solo d’inverno. Ora che siamo rimasti solo con Treviso e Padova con larga de produzione industriale e Verona con la produzione di vino, Venezia con il turismo che facciamo? Eliminiamo anche i comuni che non producono abbastanza pil dal nostro stato indipendente? Alla fine aiutare il comune di Altivole che non ha grossi impianti produttivi, elevati posti di lavoro ecc è come aiutare la Sicilia, quindi perché non esiliare gli abitanti?

    Giulio 2 aprile 2014 11:48
  • Finalmente lo Stato fa qualcosa contro dei pagliacci ignoranti alcolisti.
    L’Italia ha avuto fin troppa pazienza con voi, dovrebbero mandarvi tutti ai lavori forzati non in carcere a spese degli Italiani.
    Viva l’Italia!

    Francesco Annichiarico 2 aprile 2014 11:55
  • @Giulio : “Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo”. L’ha scritto Johan Wolfgang Goethe

    Loris Erminio Carraro 2 aprile 2014 12:06
  • E’ proprio vero che chi non è d’accordo con la secessione non vuole dire di essere stato bastonato fin d’ora.Probabilmente è mazzochista.Ma non vedete che tutto ciò’ succede perchè i soldi di tutti gli italiani messi a disposizione per aiutare giustamente chi ne aveva bisogno, se li sono pappati in pochi?L’Italia ormai non è più controllabile, e guardate che ce lo stanno dimostrando i magistrati, che solo dopo una sttimana circa, sono riusciti a indagare delle persone che vogliono pacificamente autogestirsi, proprio perchè esasperati.Nel resto d’Italia? A Napoli addirittura è proibito il casco, su Striscia, Le Jene ecc. ti dimostrano ogni giorno quanta corruzione, malavita, disorganizzazione e malessere c’è. Voi pensate che sia il Veneto che usa 2 pesi e 2 misure, o lo stato italiano?

    mauro/1 2 aprile 2014 12:06
  • SONO ESTEREFATTO! ESTEREFATTO! MA ERA PREVENTIVABILE! ORA NON BISOGNA LASCIARLI

    Andrea Duri 2 aprile 2014 12:13
  • ESENZIONE FISCALE! A TUTTI I LIVELLI! A COMINCIARE DA CANONE RAI! IO FACCIO LE PRATICHE IMMEDIATAMENTE! MI VERGOGNO DI AVERLO PAGATO. CHIEDO SCUSA

    Andrea Duri 2 aprile 2014 12:15
  • The final countdown poi rinascerà la repubblica Veneta

    Max 2 aprile 2014 12:27
  • francesco, mi serve un manovale, vuoi venire a lavorare con me nn è forzato devi avere buona volontà io sono astemio, sono laureato o aperto un’azienda in tempo di crisi e sono indipendentista.. se è una colpa bhe all’ora sono colpevole come la maggioranza dei veneti che tu definisci ignoranti e pagliacci.. se ti guardi le altre recensioni tra tutti i “pagliacci ignoranti” che scrivono, l’unico che apostrofa e che calunnia chi la pensa in maniera differente da te sei proprio tu…se tutti gli italiani fossero intelligenti come te saremmo già alla guerra civile, pensaci intelligetone

    ales 2 aprile 2014 12:47
  • Lo stato italiano ha commesso l errore piú grave che potesse fare,ora ha spianato la strada all utilizzo delle leggi internazionali che scavalcano la cartaccia del 48!
    Il mondo da oggi sa che l italia non é un paese in cui vige la democrazia,berlusconi,per quanto possa aver sbagliato e fatto danni,lo aveva gia denunciato mesi fa in Francia!
    Questi sono gli ultimi gemiti di uno stato morente,la storia lo insegna!

    davide 2 aprile 2014 12:47
  • Ci sono i video Che queste personne stavano costruendo un tanko…invece di criticare le forze dell’ordine…domandiamoci se queste personne fanno bene al movimento…

    Simone 2 aprile 2014 12:55
  • caro LORIS ERMINIO CARRARO, preferisco essere schiavo come dici tu con la tua bella citazione colta. Preferisco che ci sia uno stato che mi protegge da gente fuori di testa che si mette a corazzare un cingolato per montarci su un arma da fuoco. Preferisco pagare le tasse allo stato Italiano e avere dei servizi come sanità, scuola e previdenza sociale.
    Ma se fosse successo in america che dei bifolchi del Kentucky avessero costruito un mezzo potenzialmente pericoloso come quello realizzato dai nostri amati indipendentisti, cosa pensi sarebbe successo? Siete solo degli esaltatati che non hanno capito nulla dalla vita. Basta guardare i leghisti, 20 anni al governo a gridare Roma ladrona ma intanto con i soldi tuoi e miei si pagano le lattine di redbull e le mutande verdi, Anni a urlare contro l’europa, però il buon Salvini si prende lo stipendi da europarlamentare.
    Il “referendum” poi, la ciliegina sulla torta, piu’ di 2 milioni di voti e 400 persone forse in piazza. Dove sono finiti gli altri 2 milioni 199mila 600 persone che hanno votato SI? A momenti trovo piu’ gente quando vado dal ferramenta.
    Restate convinti dell’indipendenza, anzi, visto che ci siete perche non vi mettete a zappare lungo tutto il confine regionale in modo da poter fisicamente staccare il Veneto da questa schifosa Italia? poi la spostiamo con i vaporetti

    giulio 2 aprile 2014 13:04
  • Ma il trattore con il cannoncino erano per il prossimo carnevale o per un trattoraduno alternativo?

    Ah, per quelli che hanno tentato di forzare la mia password su libero, mi spiace, vi è andata buca.
    Ma per togliervi la curiosità vi lascio la vecchia password del mio account che non è più valida: mnncuYYu912._

    VOI SIETE PERICOLOSI, MOLTO PERICOLOSI.

    AleD 2 aprile 2014 13:25
  • Viva la Repubblica di San Marco!

    Beniamino 2 aprile 2014 13:33
  • Capisco che più di qualche dubbio ci possa essere sopratutto vedendo il nome di Rocchetta tra gli arrestati, ma i Dieci dovrebbero comunque prendere le distanze e condannare qualsiasi forma di violenza, il percorso è democratico e pacifico. Le persone violente ci danneggiano!

    Stefano 2 aprile 2014 13:34
  • Per busato e gli altri: fate il piacere di lasciare stare San Marco, ineggiate quanto/quanto/come volete alla nuova repubblica veneta, ma con i santi non si scherza.

    AleD 2 aprile 2014 13:39
  • Pingback: Secessione Veneto, 24 arresti. Indagati leader Forconi e un ex deputato - Recent News from World

  • Concordo con la frase che ho letto da pierino;questo stato straniero detto italia é uno STATO LETAMAIO ridicolo illegittimo e nn democratico al 100%…….A Giulio invece chiedo:ma tu sei veneto?se nel caso tu lo fosti cambia paese xk forse credi ancora a babbo natale……

    lorenzo 2 aprile 2014 14:05
  • Certo, solo Ghandi l’è riussi a piegar l’Inghilterra infatti Ghandi predicava il pacifismo ,ma non era mona !
    Lezè i libri o ‘ndeve a rivardar el film, l’era pacifista disendo “se i te spara bisogna che te risponmdi”, solo i comunisti i a interpretà Ghandi come un che no moveva un dito e questo parchè ghe faseva comodo propagandar el pacifismo come passività. In URSS, però i gulag no era tant pacifici pr cuanto fuse “luoghi de rieducazione alla pacifica convivensa”. Ricordeve: nesun stato l’è nato senza guera, nesuna Nazion se a liberà senza combatter. Non bisogna ver paura de le conseguense, bisogna solo essere èiù bastarsi e vinzer.

    Puffo 2 aprile 2014 14:23
  • @PUFFO varda che qua non se tratta de far na nasion o uno stato nuovo. ze semplicemnte ora de chiudere la cattivissima gestion dei ultimi 140 anni e tornare come zera i mille anni prima.

    pierino 2 aprile 2014 14:25
  • AnTuDo fu la parola d’ordine usata dai Siciliani contro gli Angioini il lunedì di Pasqua del 30 marzo 1282 in occasione dello scoppio dei Vespri Siciliani.
    La parola è l’acronimo dei sostantivi latini “An_imus. Tu_us Do_ominus” ovvero “IL CORAGGIO È TUO SIGORE” ANTUDO

    Sbracu 2 aprile 2014 14:26
  • Lorenzo, io sono veneto, nato a TV. Assolutamente fiero di essere cittadino Italiano e cittadino Europeo. Mi sento molto più italiano che veneto, sopratutto ora che un gruppo di esaltati si mette a costruire dei mezzi potenzialmente pericolosi per imporre le loro idee su altre persone. Questa è la vera dittatura, un gruppo risicato di persone che impone la propria volontà indipendentista a persone contrarie. Quelli che mi fanno ridere sono specialmente i fioi del 9 dicembre che fino a ieri sventolavano il tricolore dicendo di voler cambiare l’Italia per il bene del popolo e poi da un giorno all’altro hanno cambiato bandiera. Rivoluzione pacifica e digitale dite? Ma non diciamo cazzabubbole, qua c’è gente pericolosa che si fabbrica in casa mezzi d’assalto. Aprite gli occhi.
    Forse cari amici indipendentisti, dovreste ricordarvi che fu lo stato italiano che negli anni 50 60 promulgò le leggi sulle aree depresse rendendo il nord est la potenza economica che è ora, con il motto “una fabbrica per ogni campanile”. Siamo stati noi veneti che in quel passato non lontano abbiamo colonizzato paesi come il sud america, l’Australia e il Belgio. Ho parenti che sono andati in Brasile per poter scappare dalla pellagra e la fame. Persone a me care che hanno emigrato in Australia con la bici nella valigia per andare a mettere i pali della luce nel bush. Tutto per una paga da fame. 40 anni fa eravamo noi i negri, gli albanesi, rumeni ecc. Come mai questo ve lo siete dimenticato? Ora che abbiamo assaggiato un minimo di ricchezza siamo pronti a rinnegare il nostro passato da straccioni facendo finta di essere superiori. La famosa razza piave che sconfisse l’avanzata dei crucchi il 24 maggio, peccato che il nostro regio esercito fosse composto da popoli di tutte le regioni.
    Voi parlate di rimettere in piedi una repubblica che era una potenza mondiale 600 anni fa, 600 anni fa! Vi rendete conto di quello che è successo nel frattempo? Sapete cosa sia la globalizzazione? Cosa facciamo? Tiriamo su un muro alto 4 metri con sentinelle per tenere fuori il resto del mondo in modo da non intaccare la nostra economia?
    Provate a noleggiare un cervello prima di parlare.

    giulio 2 aprile 2014 14:28
  • Per chi ancora ama l’itaglia, vuole viverci e sentirsi itagliano tutta la vita, consiglio di andare presso Roma, perchè non so per quanto tempo le regioni del nord e del sud ne faranno parte

    GeertWilders4president 2 aprile 2014 14:29
  • Li devono rilasciare immediatamente, altrimenti li libereremo noi. Questa volta si va fino in fondo,a qualsiasi costo, e non si recede dal diritto/dovere di liberare definitivamente noi ed i nostri figli dall’immondo lerciume italico. W la Repubblica Veneta Libera

    Massimo 2 aprile 2014 14:45
  • Giulio la storia è la storia adesso è adesso…..hai detto bene siamo stati una potenza ora nn più xk ci hanno rovinati!sul fatto di quello che hanno costruito vai a leggere quello che ho scritto sull’altro articolo l’ultimo che hanno messo e vedi quanto pericolose sono quelle persone che hanno arrestato!con tutto il rispetto io da un pò di anni mi vergogno essere italiano e diventando Repubblica indipendente nn saremo tagliati fuori anzi.Io ho una figlia e giuro che penso ogni giorno come potrò mai dare un futuro a lei in questo paese come lo è adesso!Ho anche una attività da un anno,ho ipotecato la casa di mio padre per aprire ma mi toccherà gia chiudere x colpa di questo stato mangia soldi quello che tu dici di sentire tuo!

    lorenzo 2 aprile 2014 14:45
  • GEERTWILDERS4PRESIDENT
    Finchè si faranno referendum farlocchi senza senso o legittimità, le regioni del sud e del nord non si staccheranno tanto presto

    giulio 2 aprile 2014 14:45
  • Caro Giulio stai dicendo una miriade di cazzate……
    Informati prima di aprire quella cavolo di bocca.
    Per favore ….
    Mi fai venire il vomito

    pippo 2 aprile 2014 14:50
  • MASSIMO

    Tu e i 399 che erano in piazza dei signori?

    LORENZO
    Se ti fa tanto schifo l’Italia perchè non vai in un altro paese ad aprire la tua attività? Nessuno ti obbliga ad aprirne una qui e pagare tutte le tasse allo stato mangia soldi. Sarebbe stato più semplice e non avresti dovuto ipotecare nulla. Sbaglio? E’ più semplice aprire un attività in Germania, Austria o dove vuoi, oppure fare delle crociate per distruggere lo stato Italiano?

    giulio 2 aprile 2014 14:51
  • PIPPO
    Ti prego illuminami sulle cazzate che ho detto. Dimmi, su cosa dovrei informarmi prima di parlare?
    Aspetto tua risposta

    giulio 2 aprile 2014 14:52
  • Giulio, vista la tua arguta capacità di lettura critica non ti sorge nessun dubbio quando si arrestano persone per conversazioni fatte a gennaio 2012 (non la scorsa settimana) pochi giorni dopo un referendum così eclatante e il giorno dopo della delibera della prima commissione in regione?
    No???
    Ah è vero, sono io che vedo troppi documentari complottistici!!!

    Thomas 2 aprile 2014 14:56
  • (ps scusa gli errori grammaticali :P)

    Thomas 2 aprile 2014 14:57
  • Thomas
    Referendum eclatante senza nessuna legittimità, con dati non veritieri e in cui tutti potevano votare, anche Tony Sugaman.

    Conversazioni del 2012, “carro armato” nel capannone oggi, 2014. Per fare le indagini servono anni e molte prove, specialmente quando si parla di terrorismo. Non è un omicidio in cui il fatto avviene in pochi minuti. Servono anni anche per portare a conclusione le operazioni antidroga oppure antimafia.

    giulio 2 aprile 2014 15:02
  • Pingback: Gianluca Busato e la «rivolta» dei militanti veneti - Giornalettismo

  • Giulio : tu affermi :”preferisco essere schiavo ….preferisco pagare le tasse allo stato italiano e avere dei servizi come sanità, scuola e previdenza sociale”. Bene, se sei contento di servizi tagliani da terzo mondo , pagati al prezzo di servizi da sceicco, é una tua scelta, ma non é né é mai stata la LIBERA scelta del Popolo Veneto. Hai ragione a definirti uno schiavo, per questo ti va bene che vengano arrestati quelli che tu definisci dei “fuori di testa”, senza volerti rendere conto che ogni azione dell’occupante taglian nello Stato Veneto é solo finalizzata a perpetrare la schivitù del popolo che vuole non solo la sua libertà, ma anche la tua… Per ricollegarmi ad un tuo ragionamento, questi disgustosi sgherri taglian hanno cominciato ad arrestare le B.R. solo dopo che é stato ucciso un politico taglian (sia chiamava Aldo Moro), e non prima, quando le B.R. facevano attentati alla gente comune ! Questi stessi sgherri hanno condannato a pene tuttaltro che irrisorie quei patrioti Veneti che nel ’97 hanno fatto soltanto un’azione dimostrativa. Quei nostri fratelli sono stati gli unici in italia a non aver avuto condoni o sconti di pena nelle “non-patrie galere”. Credo che i Veneti si meritino quel rispetto che né tu né i tuoi tagliani ci volete dare.
    Viva la LIBERTA’.
    Par tera, par mar San Marco !

    Loris Erminio Carraro 2 aprile 2014 15:04
  • Ripeto: Ecco il solito Troll!
    Ma non hanno una vita propria? Se non sei d’accordo col plebiscito cambia sito (ce ne sono tanti).
    Se invece sei pagato da qualcuno hai quasi la mia compassione x il lavoro gramo ke fai….

    Thomas 2 aprile 2014 15:13
  • LORIS ERMINIO CARRARO

    La sanità pubblica non mi sembra tanto male, se entri in un ospedale americano per farti mettere un cerotto ti chiedono mille dollari, la gente fa ipoteche sulle case per poter avere un trapianto.

    Istruzione pubblica funziona egregiamente, pur con dei problemi infrastrutturali, l’università ha un costo umano mentre sempre negli usa costa 10 15 mila dollari l’anno. Occupante italiano nello stato veneto? Quale stato veneto?
    Lo stato veneto non esiste, lo stato veneto non paga i servizi, lo fa lo stato Italiano. Chi pagherà la tua pensione? Busato? no lo stato Italiano. Chi paga l’istruzione di tuoi figli? Gentilini? No, lo stato italiano.
    Se fossero stati dei rom a mettere su un “carro armato”? avresti detto le stesse cose? No Avresti detto che gli sbirri hanno fatto bene ad arrestare quei criminali pronti a distruggere la nostra amata terra.

    giulio 2 aprile 2014 15:17
  • Thomas, stessa risposta che ho dato di la
    THOMAS
    Ero in piazza dei signori, la manifestazione era stata sbandierata per settimane. risultato: poca poca gente a fronte di quei 2 milioni di votanti.
    I troll siete voi. Vuoi dirmi che mi sbaglio? eravate di più? migliaia di migliaia in piazza

    giulio 2 aprile 2014 15:20
  • Giulio,
    io invece, come tantissimi, non c’ero. Ero a casa con i miei piccolini ma in democrazia la mia volontà conta sia che vada in piazza, sia che rimanga a casa.
    Ma se vuoi vedere un milione di persone basta fare un concerto gratis in stile primo maggio a Roma… tanto poi qualcun altro paga!

    Thomas 2 aprile 2014 15:25
  • Un’indagine di due anni, si sono fatti intercettare e risultano delle conversazioni inequivocabili. Un mezzo trasformato in carro armato. Ci stiamo rendendo veramente ridicoli agli occhi del mondo.

    Claudio 2 aprile 2014 15:29
  • Thomas, quello che voglio dire è che se fai una votazione rivendicata da un “partito politico” con tanto di manifestazione per comunicare i risultati e affermi che più di 2 milioni di persone hanno votato se poi ti si presentano in piazza lo 0,02% dei votanti un dubbio ti deve venire. Solo a TV pare abbiano votato più di 120’000 persone. Alla fine ne arrivano 400 scarsi. Forse c’è qualcosa che non va, non credi?

    giulio 2 aprile 2014 15:31
  • CLAUDIO
    Sei pure tu un troll?

    Chi ti paga? io sono pagato dalla ANATCIC: associazione nazionale anti trasformazione cingolati in corazzati.

    Oppure sei un comune terrone che non vuole l’indipendenza?

    giulio 2 aprile 2014 15:33
  • Novità dal fronte.

    Scrive Busato “poco fa sono stato contattato dalle forze dell’ordine che mi hanno comunicato il divieto di manifestare per questa sera in Piazza San Marco. Mi hanno anche comunicato che in caso di manifestazione non autorizzata saranno tenuti a reprimerla, anche con la violenza.”
    Questa intendo per occupante taglian che vuole solo schiavizzare il Veneto.

    PAGHERANNO TUTTO !

    Loris Erminio Carraro 2 aprile 2014 15:43
  • Giulio sono una vecchia conoscenza di plebiscito, ci sono voluti 54 arresti per vedere il contatore di questo sito andare sopra i 100 contatti online. Pensavo di trovare almeno 2-3mila persone ed invece il nulla. Stamattina sono andato all’ufficio anagrafe del mio comune (a guida leghista tanto per cambiare) per sapere se plebiscito era in possesso dei miei dati anagrafici incluso il codice della carta d’identità. La risposta dell’addetta è stata la seguente: “quelli di Plebiscito ci hanno chiesto mesi fa le liste elettorali che però non contengono il numero di carta d’identità e nemmeno il numero della tessera elettorale ma solo nome cognome e indirizzo di residenza, ma bisogna pagare una tassa per chiederli. Siccome non l’hanno pagata noi non abbiamo fornito alcuna informazione riguardante i cittadini di questo comune. Non ho idea di cosa se ne facciano del codice della carta d’identità perché, per quel che ci riguarda, solo il comune e la prefettura sono autorizzate a fornire questi dati dietro specifica e motivata richiesta che nel nostro caso non ha avuto alcun seguito”. Il mio comune che fa 5mila abitanti e si trova in provincia di TV, una delle più attive a quanto pare nel prendere parte al referendum. Quando la signora Oliosi dice “Abbiamo passato mesi a raccogliere da ogni singolo Comune i dati degli elettori presenti in anagrafe, nel rispetto delle norme sulla privacy.”, mi chiedo: cosa significa di preciso?

    Claudio 2 aprile 2014 15:44
  • DISCUTEVO TEMPO FA CO ALCUNI CONOSCENTI DEL FATTO CHE CI FOSSE IN PROGRESSIONE UN PROCESSO INNESCATO DALLO STATO CON PROGRESSIVE, INCALZANTI FORME DI LIMITAZIONE DELLA LIBERT’ DEI CITTADINI ATTRAVERSO PROMULGAZIONE DI LEGGI FORMULATE IN MODO CHE SEMBRASSERO DARE MAGGIOR TUTELA MASCHERANDO INVECE UNA SORTA SI RIDUZIONE IN SCHIAVITU’ IN FORMA MODERNA. STAVA TORNANDO IL MEDIOEVO, ADESSO CI SIAMO DENTRO FINO AL COLLO BUONA FORTUNA A TUTTI!!!!!! LAMPANTE IL FATTO CHE DOPO AVER IGNORATO IL RISULTATO DEL RECENTE REFERENDUM ON LINE UNO STATO DEL PRIMO MONDO INVECE CHE ISTAURARE RAPPORTI DIPLOMATICI CON IN RAPPRESENTANTI DEL MOVIMENTO LI VA A PRELEVARE A CASA. NON RIESCO CREDERE CHE LA MIA EX AMATA ITALIA PAESE DI CULTURA E CIVILTA’ DI PRIMORDINE NELLA STORIA DELL’ UMANITA’ ABBIA BRUCIATO TUTTO IN POCHI LUSTRI. LO STATO USERA’ TUTTI I MEZZI POSSIBILI PER MANTENERE UN UNIONE POLITICA ORMAI ZOPPA DEL PAESE, MA NON SI POTRA’ PIU’ PARLARE DI ITALIA IN QUANTO STATO, MA SOLO GEOGRAFICAMENTE DELLA PENISOLA ITALIANA IN STILE MEDIOEVALE. ROMA L’ HAI VOLUTO TU!!! (ROMA INTESO COME POTERE DELLO STATO, NON COME CITTADINI ROMANI VOGLIO SPECIFICARE, MAGARI VENGONO A PRENDERE ANCHE ME SI SA MAI)

    Furio 2 aprile 2014 15:45
  • Ha quindi caro Giulio tu dici che é meglio che scappiamo tutti all’estero x vivere decentemente!ma cosa stai dicendo ti sembra giusto che uno che è nato qua e ha vissuto qua debba andarsene x vivere?pensa bene a quello che dici….

    lorenzo 2 aprile 2014 15:50
  • parte delle intercettazioni: “Ascolteranno anche i veneti… “ma sono veneti armati”… Contro uno stato di merda del genere cosa vuoi fare… c’è da stare solo alla regola del fucile…». E ancora: «Io voglio arrivare a poter dire loro: Andatevene dall’Italia e chiedete perdono per 147 anni di crimini contro la nostra popolazione e di ruberie… andatevene e vivrete… rimanete e morirete… perché noi instaureremo veramente il clima di terrore… sai come ci divertiremo… finalmente la mafia anche qua… finalmente il loro sistema importato anche qua… Ah, tu hai fatto un decreto legge … Cioè tu cos’è? Sei il giudice? Ah tu sei quello che ha firmato il pignoramento… Ah… Io so dove abiti… tuo figlio si veste sempre di rosso… tua moglie prima di andare via gli fa una bella carezzina sulla testina gialla… “io vi denuncio”… Tu cos’è che fai? … Quando semini un terrore del genere e qualcuno lo ammazzi davvero… o per lo meno lo segni bene… allora vedrai che non c’è più nessuno che… lo sai durante il processo di Torino delle Brigate rosse… ci voleva la giuria popolare della Corte d’assise… non ne trovavano, le gambizzavano prima… È storia». Alla faccia dei pacifici e non violenti.

    Claudio 2 aprile 2014 15:54
  • ma non capiso: tutte le merde italiche e italiote che scrivono contro l’indipendensa del veneto su questo sito, non gai niente da fare? almanco de sto forum saremo paroni noialtri !!! pori ital-idioti

    Ale 2 aprile 2014 15:59
  • A PROPOSITO DI CARRI……..SABATO 29 MARZO ORE TRE SEL MATTINO CIRCA TORNO A VICENZA DA PADOVA DOPO UN SERATA CON AMICI. IMBOCCO A4 A PD OVEST IN DIREZIONE MILANO. ALL ‘ALTEZZA DI GRISIGNANO DI ZOCCO VEDO LAMPEGGIANTI BLU NELL’ ALTRO SENSO DI MARCIA IN DIREZIONE VENEZIA . PENSO AD UN INCIDENTE INVECE INCROCIO UNA COLONNA DI TIR 10/15 NON RICORDO BENE IL NUMERO, CHE TRASPORTANO OGNUNO UN CARRO ARMATO VERO NON TANKO O SIMILARI. PENSAVO AD UN NORMALE TRASFERIMENTO NOTTURNO PRCHE’ DI GIORNO CON IL TRAFFICO E’ PIU’ PROBLEMATICO……………..MA MI STANNO VENENDO DEI GROSSISSIMI DUBBI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Furio 2 aprile 2014 16:10
  • LORENZO
    Quello che intendo dire è che non è lo stato italiano che ti obbliga ad aprire un azienda in italia, ma se lo fai sei obbligato a pagare le tasse e quello che ci va dietro. Se tu non vuoi pagare le tasse hai 2 scelte: 1 non pagare e diventare evasore, 2 non aprire la tua azienda in italia. Mi sembra tanto semplice, è inutile commettere un crimine e poi dire che la legge è sbagliata. Lo sappiamo tutti che la pressione fiscale in italia è alta ma purtroppo stiamo vivendo un brutto periodo e quindi tutti devo collaborare per far uscire il nostro paese dal baratro, troppo semplice dire è colpa dello stato, veneto libero e via discorrendo. Anche perchè la maggior parte del profitto che fanno le aziende venete non deriva dalla vendita interna alla regione delle merci ma piuttosto alla vendita a paesi europei ed extraeuropei. Questo grazie ad accordi con l’unione europea ( vedi abolizione frontiere). Se il veneto o l’italia perdessero tali accordi sarebbe la fine. FURIO, secondo te arrestare gente che progetta di usare la forza e le armi contro la popolazione è un atto di limitazione della libertà oppure un giusto segnale contro la criminalità organizzata? Ripeto, se il “carro armato” lo avessero costruito dei rom, cosa avreste detto voi indipendentisti o cosa avrebbero detto i leghisti?

    giulio 2 aprile 2014 16:19
  • Claudio non essere capzioso: i tizi incriminati hanno ben poco a che fare con questa iniziativa (che sicuramente non si può definire violenta) o altre analoghe. Inoltre, leggendo le intercettazioni che hai postato, mi hai ricordato discorsi analoghi che ho sentito fare da persone della più disparata estrazione politica negli ultimi anni. Se hanno effetivamente progettato qualcosa di violento, è giusto che ci sia condanna da tutte le parti. Ciò che si deve evitare, è usarli in maniera subdola come mi sembra taluni stiano facendo: essere indipendentisti non vuol dire essere violenti né tantomeno voler raggiungere l’indipendenza tramite in modo cruento. Invece ho la sensazione che giornali come il Corriere e, commenti come i tuoi, mirino in direzione opposta.

    Daniele 2 aprile 2014 16:27
  • lo volete capire che dobbiamo muoverci con calma e democrazia?vogliamo far ufficializzare sto cavolo di referendum.non occorre farne uno nuovo come vuole fare troll zaia.ma finche non saremo UFFICIALMENTE e ripeto UFFICIALMENTE indipendenti ci romperanno sempre le scatole.il sig busato ha sbagliato mettere in primis non pagare le tasse.in primis bisogna diventare ufficialmente indipendenti.la mia completa solidarieta’ con le persone arrestate per la LIBERTA!sti cavoli di poliziotti dovrebbero stare dalla nostra parte.LIBERTA!

    cristian 2 aprile 2014 16:43
  • Daniele, spero che ciò che scrivi sia vero ma l’ho letto già diverse volte nei libri storici e spesso la storia è andata diversamente. Il titolo del post è “Arrestateci tutti” impropriamente modificato da “Ammazzateci tutti” famoso slogan dei ragazzi antimafia. Uno slogan del genere non induce ad una presa di distanze da certe teste calde, sono certo che dei 54 la maggioranza sarà finita nel gruppo per frequentazioni sbagliate ma quello che si definisce capo politico di un movimento pacifico non reagisce con un post del genere. Oltretutto aveva proposto pure una protesta a venezia ancora prima di sapere le motivazioni e gli sviluppi di queste indagini in corso da due anni in Lombardia. Forse questo pacifismo che ti aspetti non è quello che si aspettano altri indipendentisti.

    Claudio 2 aprile 2014 16:45
  • Claudio e altri = TROLL DEL PARTITO DEMOCRATICO

    Carla 2 aprile 2014 16:45
  • ma finitela con sto gerco troll siete tutti frodo baggins.

    cristian 2 aprile 2014 16:51
  • c’e’ differenza tra concretezza e fanatismo.io chiedo concretezza.voi campate nel fanatismo.LIBERTA!

    cristian 2 aprile 2014 16:54
  • Sono esterrefatto….peraltro per scambiare un tanko con una ruspa dipinta di nero…. lo stato ha paura si vede

    EDOARDO 2 aprile 2014 17:00
  • DEVONO SOLO VERGOGNARSI !!!!
    HANNO PAURA DI PERDERE I NOSTRI SOLDI IN TASSE CON DESTINAZIONE ROMA LADRONA !!!! MA DEVONO ANCHE CAPIRE BENE BENE E ANCORA BENE CHA LA CUCAGNA E’ FINITAAAAAA !!!

    Mattia 2 aprile 2014 18:10
  • Per la questione degli arresti non ho parole per me è un chiaro tentativo di intimidazione!
    Visto che c’è stato un voto regolare e che ci sono 10 rappresentanti del popolo veneto penso che dovrebbero trattare la cosa come un ingerenza politica da parte di uno stato straniero!
    Le manifestazioni di piazza oramai sono convinto che lasciano il tempo che trovano perché non tutti quelli che vorrebbero parteciparvi possono farlo ho per lavoro o per malattia o per questioni di famiglia!
    Io penso che sempre 10 delegati in forza dei due milioni e 300 mila voti che ci sono stati siano legittimati a trattare ogni singola questione da stato a stato e con una posizione preponderante in quanto loro sono legittimati dei due milioni e 300 mila voti dei veneti il governo attuale dello Stato italiano non è stato legittimato da alcun voto!
    Più che la strada della piazza intraprendere la strada della politica e ti cercherei appoggi esteri non solo fra gli stati europei ma anche fra quelli extra comunitari!
    Il fatto è che il tempo oramai stringe perché il Financial contract sta per essere applicato e ciò porterà alla disastrosa fine del Titanic Italia che ci trascinerà inesorabilmente con esso!

    david 2 aprile 2014 18:22
  • Claudio scusa….ma tu in tutto questo tempo hai mai sentito qualche politico dire:ci riduciamo gli stipendi del 50% per pagare una parte del debito pubblico che noi abbiamo creato al posto di chiederlo sempre ai nostri poveri cittadini in particolar modo a quelli del nord est che alla fine sono quelli che pagano?no io nn l’ho mai sentito.
    Quindi io che apro un’attività devo avere la possibilità di pagare si le tasse(oneste)e anche di pagarmi da vivere!Tutto questo ora é impossibile.
    E cmq sul referendum la maggioranza si è espressa x il si in europa e x il si all’euro democraticamente senza far sparire schede elettorali come è abituato a fare lo stato italiano.Quindi non saremo tagliati fuori come dici….

    lorenzo 2 aprile 2014 18:37
  • Lorenzo, la mia risposta è no perché il debito pubblico è ordini di grandezza più grande dello stipendio dei politici. Il problema non è lo stipendio dei politici ma cosa fanno i politici. Io li vorrei pagati bene ed ora sono pagati anche troppo ma sarei disposto a chiudere un occhio se fossero più competenti e capaci. Non sto dicendo che lo status quo vada bene. Sul referendum noi abbiamo solo dei numeri dati da chi lo ha indetto e gestito e come diceva un vecchio politico, non conta chi vota ma chi conta i voti.

    Claudio 2 aprile 2014 19:56
  • @EDOARDO:

    Sono esterrefatto….peraltro per scambiare un tanko con una ruspa dipinta di nero…. lo stato ha paura si vede

    Quindi quando i carabinieri hanno affermato che con quella roba li ci hanno anche fatto prove di tiro (vuol dire che hanno sparato se non si capisce…), stanno mentendo?
    Magari era meglio lasciar fare e intervenire solo quando le prove di tiro te le facevano in piazza da qualche parte?
    Ma vi rendete conto di che dite?
    Volete la guerra civile? Bene! Almeno ditelo chiaramente e morta li senza che ci giriate tanto intorno.
    Siete capaci di parlare potabile? Avete idea di che cavolo volete nel concreto? O andate avanti a slogan ad oltranza? Come fate a proteggere e difendere certa gente?
    O vi schierate dalla loro parte e vi muovete di conseguenza o vi dissociate e vi muovete in altro modo.
    NON POTETE STARE CON UN PIEDE IN UNA SCARPA E CON L’ALTRO PIEDE NELL’ALTRA SCARPA!

    AleD 2 aprile 2014 20:18
  • I Triestini xe con voi!!!!!!!!!!!!!

    Stefano 2 aprile 2014 23:53
  • Potete scriverlo in grassetto, sottolinearlo pure, ma i numeri che date seppur fintamente precisini, sono di una falsità mai vista prima.
    Troverete una manega di coglioni che non sono abituati a pensare e ad informarsi e vi crederanno, ma io no.
    Piu volte vi ho fatto i conti:
    Il sito non avrebbe retto oltre 100.000 contatti.
    E nei gazebo non ci sono state le file interminabili per votare se non in qualche sporadico di cui vi siete ben curati di fare le foto. Gli altri erano deserti.
    Quindi spiegatemi i 2 milioni dove li avete tirati fuori.
    Tra sito e popolazione se avete superato il mezzo milione è già tanto… e invece continuate a usare dati non ancora verificati per attirare a voi i suddetti coglioni che vi credono senza se e senza ma.
    L’indipendenza è una cosa seria, voi no.
    Vergogna.

    DEMAGOGIA PORTAMI VIA 3 aprile 2014 9:12
  • ERA DA ASPETTARE LA ZAMPATA DELLO STATO NON STATO L….,se il veneto se ne va dove vanno a prendere i soldi che rubano a noi

    Beppe 3 aprile 2014 9:43
  • Facciamo un semplice elenco temporale degli avvenimenti:
    1- Parte il 16 marzo un referendum sull’indipendenza del Veneto nella totale indifferenza dei media di stato;
    2- il 22 marzo i media di stato si svegliano preoccupati per il numero dei votanti che semb

    Loris Erminio Carraro 3 aprile 2014 9:48
  • Amici veneti! e’ ora che non si deve mollare.
    riempiamo piazze. facciamo surriscaldare i server.
    venerdi prossimo a Vicenza 10/15/20000 di più 50000 persone. sono il 2% di quelli che hanno votato. come si fà a non farcela? LA VOGLIAMO STA COSA O NO?!

    DURI 3 aprile 2014 10:27
  • Un consiglio ragazzi, oggi andando in garage mi sono preoccupato,
    secondo voi mi arrestano ?
    Vi ho fatto una foto:
    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10202893049841614&set=a.2314912486614.122520.1663512376&type=1&theater

    Roberto 3 aprile 2014 11:23
  • Facciamo un semplice elenco temporale degli avvenimenti:
    1- Parte il 16 marzo i referendum sull’indipendenza del Veneto nella totale indifferenza dei media di stato;
    2- il 20 marzo i media di stato che “xe sta tolti coe braghe in man”, si svegliano preoccupati per il numero dei votanti che sembra superare il milione;
    3- il 21 marzo vengono comunicati i risultati del plebiscito a Treviso, i media di stato cominciano ad attivarsi;
    4- il 25 marzo è reso pubblico il decreto di esenzione fiscale della III Repubblica di San Marco, i media di stato glissano sull’argomento;
    5- dal 26 al 28 marzo Obama é in visita a roma, tutta l’attenzione è posta su questo evento (intanto gli sgherri hanno tempo di preparare il blitz);
    6- l’1 e 2 aprile gli sgherri dello stato occupante si attivano e tutto quello che prima era stato volutamente quasi ignorato é diventato un “complotto ai danni dello stato”.
    Personalmente credo che saranno durissimi con gli arrestati (stavolta hanno anche inventato il “cannone da 12mm che potrebbe uccidere”, ma che non si é ancora visto perchè lo stanno facendo in caserma …), ma credo che anche questo sito e quelli che vi scrivono siamo controllati dai gendarmi tagliani. L’occupante non vuole capire che si tratta di un problema di popolo, infatti insiste nel concentrarsi su temi politici e contesta le posizioni indipendentiste chiedensosi semplicemente come voterà il Veneto alle prossime elezioni europee. L’unica cosa che potrebbe smuoverli é la gente in piazza in una mega manifestazione, ma noi Veneti non amiamo esporci in questo modo. Forse aiuterebbe parecchio promuovere in una città Veneta una manifestazione internazionale per il diritto dei popoli europei che vogliono l’indipendenza ossia, Veneti, Scozzesi, Fiamminghi, Catalani , Baschi ecc., come ne vengono fatte quasi regolarmente a Edimburgo. Questa mossa frenerebbe in parte gli sgherri tagliani che si vedrebbero esposti ai media di tutto il mondo, darebbe una ancor maggiore rilevanza internazionale al movimento indipendentista Veneto, faciliterebbe la partecipazione dei Veneti ad una iniziativa di piazza

    Loris Erminio Carraro 3 aprile 2014 11:32
  • El problema dei Veneti l’è che i à el cor bon. Dighe che i prove ‘ndar in Calabria a far aresti de zente manco che pericolosa ( par i mafiosi ). un par de volte i se à cata co interi quartieri che asaltava le volanti e le questure e menava i Polisioti. E ghe à toca ‘ndar via e domandarghe permesso de farghe el processo e tratar su la pena. Noi inveze no ! Noi ghe scherzen sora…” co i vrà feni de robarne i schei ghe magnaron le zèole come i Noni durante le guera” e zo a rider…
    L’e ora de finirla, l’e ora de far su serio. Dopo secoli che se prova a otener qualcosa co le bone, e non se riese, l’e ora de pasar a le cative… El Veneto no ga mai perso, a volte l’à rinuncia a combater, e quele volte l’à sbaglia !

    Puffo 3 aprile 2014 11:34
  • bravo puffo

    DURI 3 aprile 2014 12:23
  • Scusatemi, ma ci facciamo dare dei “fanatici estremisti” da uno che si firma “DECIMA MAS” che era un esercito indipendente FASCISTA, alleato con i NAZISTI che si macchiò di crimini di guerra?
    Cercate su Wikipedia!

    PAOLO B. 3 aprile 2014 12:54
  • Beh, veramente ci facciamo dare dei “pagliacci ignoranti alcolisti” da uno che si chiama Francesco Annichiarico. Pensa che un suo lontano parente si chiamava Walter Annichiarico, ma suo cognome gli faceva talmente schifo che si é fatto chiamare Walter Chiari, divenuto poi un noto comico e uomo di spettacolo, in passato aderente alla Repubblica Sociale di Mussolini.

    Loris Erminio Carraro 3 aprile 2014 15:18
  • No all’europa della finanza sionista comunista.
    Se avró un poco di tempo vi spiegheró nei prossimi giorni, le connessioni di potere nel mondo in modo che possiate capire chi é il vostro nemico e contro chi dovete lottare.
    Per il momento é chiaro che siete la parte perdente nei nuovi equilibri mondiali, mentre quella vincente é sempre quella sionista, identificata nell’ideologia comunista, sia ben chiaro: da applicare ai goims(bestiame).
    Bisogna unirsi contro quest’Europa della finanza sionista e respingerla, proprio come si respinse a suo tempo il comunismo, che ebbe la meglio in URSS e China con l’aiuto della finanza sionista di Wall Street. Un’altro giorno approfondiremo il concetto.

    Jose 3 aprile 2014 19:39
  • 480.946 !!! Questo è il numero totale dei votanti !!!! Ce l’ho fatta !!!!!!
    Finalmente !!!! Ora lo indirizzerò a tutti i giornalisti per farli parlare un pò di piu sui numeri reali !!!
    Lo sapevo neanche mezzo milione siete !!! AHAHAHAHA!

    VALERIO 3 aprile 2014 22:26
  • Valerio, non so da dove tu abbia ottenuto quel numero ma di certo il numero di identità certificate sarà forse un 10% del totale.

    Claudio 4 aprile 2014 7:53
  • Te lo dico in privato se vuoi… oppure una dritta… sommati le singole preferenze… anche chi votava NO era obbligato dal sito a cliccare su una di quelle facce-pagliacce … come mai sommandole tutte non arriviamo neanche lontanamente ai 2 milioni ?? mmmmmm … suspicious… 😉

    VALERIO 4 aprile 2014 10:30
  • Valerio guarda che se volevi potevi saltare quella fase come potevi saltare gli altri quesiti. Io non ho votato per nessuno perché al momento non li conoscevo…

    EDOARDO 4 aprile 2014 10:48
  • Buongiorno,
    esprimo la mia solidarietà ai Serenissimi arrestati. Spero per la procura che abbiano altre prove oltre alle intercettazioni farlocche, da bar. Se così non fosse, nessuna scusa potrebbe ripagare la privazione della libertà per aver espresso le proprie idee, peraltro senza aver commesso nessuna violenza.

    andrea 7 aprile 2014 13:06

Love me with a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *