background img
vicenza-2

DA VICENZA PARTE L’ESENZIONE FISCALE TOTALE

aprile 12, 2014

Inizia la lotta pacifica tra la legalità veneta vigente e la legalità italiana illegittima

vicenza-2Ieri sera a Vicenza oltre 5000 persone hanno acclamato la partenza del piano operativo per l’esenzione fiscale totale, che libererà la Repubblica Veneta dalla morsa del peggiore inferno fiscale del mondo. La Delegazione dei Dieci ha presentato ufficialmente i modelli di adesione alla campagna di obiezione fiscale, che saranno raccolti in questi mesi dagli Uffici Pubblici delle Comunità della Repubblica Veneta. Dopo il censimento delle imprese e dei cittadini che aderiranno – ha annunciato la Delegazione dei Dieci – sarà inviata al Fondo Monetario Internazionale la notifica della minore capacità finanziaria dello stato italiano per impedire una deriva greca in tema di statistiche falsificate.
Nel corso della serata è stata testimoniata la vicinanza e la solidarietà ai veneti ingiustamente incarcerati per fatti che appaiono del tutto inconsistenti, con grande acclamazione da parte della folla, ancor più significativa oggi, giorno del 67° compleanno di Franco Rocchetta.
vicenzaAlla manifestazione nazionale che si è tenuta nella splendida cornice di Piazza dei Signori hanno partecipato – sia direttamente sia attraverso l’invio di saluti e comunicati – molte rappresentanze di altri Popoli oppressi dallo stato italiano che hanno portato i loro saluti alla Repubblica Veneta, dai siciliani, ai friulani, dai toscani ai sudtirolesi, dai trentini ai triestini e ai lombardi, testimoniando come la Rivoluzione Digitale col sorriso si stia espandendo ovunque, come forma di pandemia contagiosa per la libertà.
Anna Durigon ha quindi letto il Decreto di esenzione fiscale emanato dalla Delegazione dei Dieci, tra l’ovazione della folla. Gianluca Busato ha poi dato voce ad uno straordinario intervento scritto di Paolo Bernardini che ha testimoniato il valore morale della battaglia di liberazione fiscale in corso e la natura dittatoriale dello stato italiano decaduto: “Ogni stato che ponga nei propri principi fondativi, ovvero nella propria costituzione, la non sottoponibilità a decisione referendaria (ovvero sottragga alla decisione del popolo) delle proprie aliquote fiscali, è una dittatura. E come una dittatura deve essere trattato e considerato dal concerto delle nazioni.”
Gianluca Busato ha commentato: “da Vicenza parte la concorrenza istituzionale tra Repubblica Veneta e stato italiano, che come proprio primo obiettivo ha il trattenimento delle risorse fiscali nel territorio. Rispetto al passato, l’esenzione fiscale totale che è partita si differenzia sul piano della legalità perché si basa sulla legittimità sovrana derivante dal voto della maggioranza assoluta dei veneti che ha decretato l’indipendenza della Repubblica Veneta, proclamata a Treviso il 21 marzo scorso e sul piano dell’effettività perché attuata attraverso un piano integrato con la predisposizione di una rete di uffici pubblici nel territorio che ci consentono di raccogliere una massa critica tale da innescare il processo di autentica liberazione fiscale”.

Ufficio stampa
Plebiscito.euscheda A4 EsenzioneFiscale Vers02

scheda A4 EsenzioneFiscale Vers01


Categories

  • perché si basa sulla legittimità sovrana derivante dal voto della maggioranza assoluta dei veneti

    ROTFL, volevate un sorriso? Ecco, è arrivata una risatona!

    AleD 12 aprile 2014 10:49
  • Dalle foto si direbbe mezza piazza, le 5000 persone ci stanno forse più….
    Nessun casino, così si fà!!!!
    Aled, fino a prova contraria, e certificata come dite voi, il referendum lo ritengo valido!!!
    Per cui, WSM!!!
    W el LEON che sbrana el ladron!!!

    STEFANO VI 12 aprile 2014 10:59
  • Anche quà la disputa contabile! Ma boja can.
    Aled ridi, fai bene, stai contento.
    Vuoi che ti dica che eravamo in cinquanta baùchi?
    Bene, qui lo dico e lo dichiaro ufficialmente ad uso del sunnominato Aled affinchè egli possa continuare a ridere felice: ERAVAMO IN CINQUANTA BAU’CHI!
    Contento? Bon, adesso però piantala coi conti! Ieri sul plebiscito, oggi su quanti erano in piazza! Vuoi avere anche un resoconto dettagliato con un grafico su quanti sono i suicidi divisi per provincia!?
    E’Sabato, oggi no se fa conti, chi ga voja fa festa! Perchè ieri sera è stata una grande FESTA!!!

    Alberto Veneziano 12 aprile 2014 11:10
  • http://www.agoravox.it/Il-Veneto-e-la-secessione.html
    un buon articolo con tanti spunti di discussione.

    f.b. 12 aprile 2014 11:15
  • GIANE! Ho scritto questa cosa e l’ho mandata ad Alessio Morosin

    La strada per l’indipendenza
    Ieri sera ero a Casella di Altivole e lei mi ha entusiasmato anche più delle altre volte.
    Non sono intervenuto perchè non ho grossi dubbi se non uno. Io non credo che ci sia una “strada maestra” per l’indipendenza, ho molta stima della sua strada legale e pacifica, che è anche la mia, ma credo che ci siano vari sentieri paralleli e che debbano rimanere tali proprio per non incorrere nel pensiero unico.

    C’è il sentiero leghista: cercavano scorciatoie federaliste e si sono impantanati negli acquitrini della padania per poi finire nella palude romana. Qualcuno, però, spero molti, ne verrà fuori, forse si imbarcherà in ulteriori cause perse della serie “no euro” ma in ogni caso il sentiero parallelo leghista è utile.

    C’è il sentiero della rivoluzione digitale, forse anche quella una scorciatoia, eppure la sveglia che ha dato all’opinione pubblica è stata importante. L dichiarazione di indipendenza, l’esenzione fiscale, possono sembrare operazioni estemporanee, folklore, ma servono.

    E poi c’è il sentiero “ rivoluzionario tankista”. Dopo il 21 marzo, risultati del “plebiscito”, con tutti quelli che ho incontrato era la stessa storia :”Io ho votato, i miei hanno votato, in fabbrica tutti hanno votato ma … E adesso che succede? Non succede niente, non contiamo niente … “Che ne so cosa succede?” rispondevo io, se si ignora un fatto il fatto non esiste, e invece … Le foto del “carro armato hanno fatto il giro del mondo, prime pagine, prime notizie nei Tg, dibattiti.

    Bisogna riconoscere il merito di Luca Busato per come ha reagito. A botta calda, alle interviste Luca rideva di gusto: in quel momento ho capito che vinceremo. Solo le persone veramente serie sanno ridere e così facendo sanno smascherare le buffonate che il potere con la sua ridicola faccia feroce mette in atto. Noi siamo un grande popolo lavoratore ma anche arguto e vinceremo con il buonumore.

    Con tutto il rispetto per chi sta subendo l’infamia dell’arresto insisto: la faccia feroce e una ruspa con delle lamiere saldate non servono a niente! Anche perché, prima o poi, vorrei sapere che intenzioni avevano i tankisti. Sarà perché non sono un magistrato, e una ruspa, per me, è una ruspa anche se la chiamano carro armato, ma, come volevano arrivare a “occupare” Piazza San Marco? Avrebbero caricato la ruspa su un moto-topo? E poi? L’immagine del mega-tanko 2.0, più grande e potente del primo, mi ha richiamato alla mente i turchi del ‘600 che avevano la fissa dei cannoni enormi, ne montarono uno su una nave, talmente grande, che alla prima cannonata, per il rinculo, la nave si cappottò e andò a fondo. Una tragedia, ma io, se ci penso, mi “cappotto” dalle risate.

    Dispiacere profondo per Rocchetta, Bernardelli, Chiavegato, per la signora Maria detta Rita, e per tutti i reclusi, compresi anche i “prigionieri di guerra”. Grande amarezza, ogni giorno, per l’ennesimo imprenditore suicida, eppure, non ho mai riso tanto come in questi giorni. Dopo aver cercato su internet immagini del famoso “cannoncino” mi sono imbattuto nell’immagine del TANKO 2.0 completo di cannoncino montato, ma con crema pasticcera, e poi di tutto e di più, capre venete armate di mitragliatore, gatti blindati col cartone alla conquista di Vicenza … ridevo come uno scemo ma in quel momento capivo che abbiamo già vinto perché su Facebook non ci vanno i vecchiotti che c’erano ieri sera, ci vanno i loro figli!

    Dobbiamo continuare così, ognuno per il suo sentiero parallelo. Cose serissime, come il referendum, ma anche azioni altrettanto serie con in più un pizzico di perfidia. Propongo di costruire una armata di “tanki” in cartone, in scala uno a uno, da tenere in fianco all’orto, ben visibili dai satelliti di google. Ogni villetta delle contee venete dovrà attrezzarsi per la difesa con il suo tanko di cartone e un esercito di nani da giardino guidati dal nano indipendentista: Tankolo. La faccia feroce dello stato deve impazzire a caccia di tanki e quando faranno una legge per vietare di tenere in giardino quello di cartone ce lo faremo di polistirolo.

    Seriamente, ma ridendogli in faccia, ognuno per il suo sentiero mentre i sentieri si intersecano e si aiutano l’un l’altro fino a fondersi in una grande strada ma a quel punto avremo vinto.

    Alberto Veneziano 12 aprile 2014 11:16
  • facio copia ed incolla di quello che scritto di la:

    Ciao Aled….sei di roma vero? espressioni quali pizza e fichi e mo me lo segno sono tipicamente romane….lo so perche anche mia moglie lo e…..cmq se proprio il dato numero non ti va giu e sei impaziente di aspettare tutto il tempo necessario a verificare i voti…leggiti l’intervista di busato sul giornale, la trovi anche in questo sito…poi cerca anche chi e il presidente della commissione di osservatori (ex ambasciatore giorgiano in italia molto affine a shevardnadze)…cerca anche chi e in inglese se lo parli…il suo mestiere e fare l’osservatore internazionale…lo fa anche per la fao..e per altre realta…io ho cercato e considero molto plausibili i dati forniti da busato…senza poi considerare il fatto che gestisco un locale…ed i miei avventori per la maggior parte hanno votato (su circa 1000 persone)…poi chiaramente per i risultati ufficiali bisogna aspettare….ma io sinceramente nn sarei cosi critico come lo sei tu.

    Alessandro 12 aprile 2014 11:16
  • Non date ascolto ai troll stipendiati, ricordatevi che la rivoluzione americana l’ha fatta una minoranza, forse un 10% che ha partecipato attivamente, 10% che stava dalla parte della corona inglese e un 80% che stava a guardare cercando di cavarsela. Lo stesso è successo in tante altre occasioni, anche nella resistenza del 1943-45. Quindi la differenza la fa quel 10% di persone attive che devono lottare e trascinare dalla loro parte la maggioranza passiva. Saluti da un emiliano che oggi vorrebbe essere veneto 🙂

    Renzo 12 aprile 2014 11:19
  • FRATELLI VENETI NON FERMATEVI!! SONO BRIANZOLO DI ORIGINE VENETE, PRONTO A SOSTENERE LA VOSTRA BATTAGLIA DI LIBERTA’! STATO ITALIANO OCCUPANTE, RESISTETE E DIFFONDETE! PACIFICAMENTE E DEMOCRATICAMENTE, LA CONSORTERIA A DELINQUERE DEI PARTITI CHE HA OCCUPATO LE ISTITUZIONI ITALIANE HA I GIORNI CONTATI. VENETO STATO! VENETO INDIPENDENTE! VI PREGO NON MOLLATE MAI

    mattia mantoan 12 aprile 2014 11:22
  • premetto che appoggio l’indipendenza, qui le mie considerazioni:
    si parte dichiarando l’esenzione fiscale, quindi si mette il denaro prima di ogni altra cosa al centro della questione.
    non e’ che il denaro non serva, anzi, pero’ in questo modo si uniscono gli animi intorno al soldo che e’ quello che hanno fatto finora le elite mondiali con la evidente conseguenza di scannarsi gli uni con gli altri per accaparrarsene quanto piu’ possibile.
    e’ il denaro il fine della vita? da indagare ognuno dentro il proprio animo, forse la felicita’ e’ piu’ importante e per averla occorre conoscere come arrivi. questo esula dal denaro ed apre una strada di indagine diversa che ad oggi si e’ tenuta chiusa, una strada che ha permesso agli indiani con Gandhi di riuscire senza violenza, gli unici che lo hanno fatto finora.
    in ogni caso se si mira alla ricchezza materiale occorre tenere presente che essa e’ prodotta dal lavoro dell’uomo e non dal denaro, esso e’ solo un mezzo di scambio. quindi il lavoro dell’uomo al centro, il denaro va lasciato fuori perche’ se diventa il centro della questione allora chi manovra i fili non siete piu’ voi ma chi controlla e crea il denaro.
    fate attenzione a come vi muovete, ieri sera ho guardato un po’ di live streaming e non mi sembra che chi ha parlato sia all’altezza della situazione, la’ fuori ci stanno gli scagnozzi degli illuminati, gli scagnozzi sono dei bambocci ma gli illuminati no, per combattere al loro livello occorre essere come loro, un illuminato, come Gandhi per esempio altrimenti questi vi girano e rigirano come pare a loro, tanta e’ la supremazia che hanno su di voi nella conoscenza dell’animo umano e quindi nel come si muove e si manovra una massa.
    siate prepaarti, siate consapevoli.

    f.b. 12 aprile 2014 11:32
  • “Politica e mafia sono due poteri che vivono sul controllo dello stesso territorio: o si fanno la guerra o si mettono d’accordo.
    Paolo Borsellino

    E poi chiedetevi perchè è stato ucciso.

    Alberto Veneziano 12 aprile 2014 11:35
  • per riuscire in questo intento senza nessuna violenza occorre appoggiarsi su altre basi e non sul denaro, quello fa scannare la gente tra loro.
    io punterei sul valore della famiglia, sul sentirsi tutti parte della stessa famiglia, il veneto, con stessi valori MORALI (che non sono merce ma fanno felici) e con uno stesso stile di vita, di comportamento, di fare le cose.
    nella vostra famiglia amate i figli per quanto denaro vi portano? o c’e’ dell’altro…
    e’ quest’altro che tiene unita la famiglia e la fa camminare insieme, occorre esserne consapevoli.
    io non vedo possibile una indipendenza pacifica che abbia come fine il denaro, le discussioni sul denaro portano sempre e solo a guerre perche’ l’alleato in questo caso non e’ un altro uomo ma il denaro. quindi preparatevi e siatene consapevoli.

    f.b. 12 aprile 2014 11:39
  • vi faccio un esempio:
    se un vigile multa vostro figlio quanto vi arrabbiate, anche se vostro figlio secondo voi ha ragione? poco, in fin dei conti si tratta solo di pagare una multa.
    ma se invece il vigile mette in galera vostro figlio, come reagite?
    multa e galera, denaro e violazione della liberta’ individuale, non sono la stessa cosa.
    quei 24 che hanno messo in galera se fossero stati vostri figli piccoli li avreste lasciati la’ dentro o avreste reagito in modo diverso?
    da qui si vede come percepite il rapporto tra di voi veneti, se quei 24 in galera li sentiste come figli vostri avreste fatto il finimondo e adesso sarebbero gia’ fuori.
    la capite la differenza tra una relazione tra individui basata sulla convenienza economica ed una basata sull’AMORE?
    la seconda ha tutta un’altra potenza… Gandhi insegna e gli illuminati lo sanno, per questo bombardano i media con qualsiasi cosa che metta il denaro sopra tutto e tutti, per far dimenticare la seconda, quella contro la quale nessuno puo’ far niente.

    f.b. 12 aprile 2014 11:47
  • “”qui le mie considerazioni:
    si parte dichiarando l’esenzione fiscale, quindi si mette il denaro prima di ogni altra cosa al centro della questione.””
    F.B.
    L’obiezione fiscale va MOLTO oltre il denaro ed è una pratica molto antica per rispondere ad una altrettanto antica pratica di estorsione.
    Quando gli Achei mandarono Teseo a uccidere il Minotauro, praticarono l’obiezione fiscale contro un paese mostro che si mangiava come schiavi i loro giovani. I giovani mandati schiavi non erano denaro ma erano tasse.
    Vuoi che ti scriva 200 pagine di esempi? Non serve, ci sono i libri ma bisogna leggerli.
    L’obiezione fiscale è la madre di tutte le rivoluzioni, cruente o pacifiche, non si tratta di scegliere.
    L’oppressione è un fatto ben preciso e va combattuta con fatti altrettanto precisi.

    Alberto Veneziano 12 aprile 2014 11:53
  • F.B. ciao…capisco il tuo ragionamento e lo condivido…ma devi considerare che in fondo i soldi sono la traduzione del nostro lavoro e del nostro impegno su quello che facciamo quotidianamente….poniamo la cosa in un altro modo…magari banale…ma efficace per capire…se tu lavori 10 ore al giorno e lo stato si prende il 70% di cio che produci….allora 7 ore al giorno le hai dedicate per qualcuno che dovrebbe fornirti una situazione sociale di tutto rispetto….cosa che guardandomi attorno sinceramente non riconosco…queste ore al giorno sono rubate alla sfera degli affetti, della cultura personale, del tempo libero, della crescita individuale….il denaro e un paramentro se vuoi cinico ed impersonale ma che sintetizza tutte queste cose…

    Alessandro 12 aprile 2014 11:55
  • i 24 e come tirarli fuori.
    per cambiare lo stato delle cose (i 24 in galera) occorre usare una forza travolgente che modifichi la situazione.
    ci sono due tipi di forze, una violenta e una pacifica basata sul bene, sull’amore, entrambe raggiungono lo scopo, sta a me scegliere cosa voglio usare.
    nel caso scelgo la seconda devo agire totalmente fuori dagli schemi, devo essere folle nel bene.
    mi metterei davanti a dove sono incarcerati e regalerei dei pasticcini a chi li ha incarcerati, organizzerei una mensa gratis per il loro pranzo di lavoro e per chiunque passi di li’, stamperei delle foto enormi con le persone in galera ritratte assieme alla loro famiglia, ai loro figli in momenti felici. gli farei vedere insomma cosa hanno rotto, cosa stanno impedendo. poi li sosterrei dicendogli vi capisco, conosco il motivo per cui lo fate (i soldi) e capisco la paura di non averne abbastanza. ecco vedi, questa paura puo’ essre vinta, come ho fatto io, come vedi ti sto offrendo parte della mia ricchezza senza la paura di non averne abbastanza e lo faro’ ogni giorno senza chiedere niente in cambio, nemmeno la liberazione dei miei figli, quella la deciderai tu usando la tua coscienza, in fondo anche tu sei un essere libero e ti piace rimanerlo.
    io dico che dopo qualche giorno/settimana di questo trattamento, anche l’animo piu’ duro si smuove e comincia a chiedersi cosa sta facendo perche’ anche lui non puo’ ammirare il mio operato, il mio coraggio, anche lui ha una famiglia, una moglie e dei bambini.
    e non puo’ non crollare, non puo’ per sempre mettere il denaro davanti all’amore perche’ il denaro ad un certo punto gliene dara’ di meno di quanto ne riceve dalla mia azione. ad un certo punto anche lui non avra’ piu’ paura e decidera’ in proprio e non da robot, sotto l’effetto del narcotico denaro.
    questo sarebbe un cambiamento, non c’e’ bisogno di tanti, basta una sola persona, poi altri si aggregheranno perche’ nel bene nemmeno la legge ti puo’ dar contro, non esiste nessuna legge che mi vieti di regalare tutti i giorni ai poliziotti un cabaret di paste, nessuna legge che vieti di sostenerli nel loro operato e fargli comprendere che in fondo io li capisco, capisco la loro paura e le loro decisioni basate su di essa. nessuna legge che mi vieti di amarli, nonostante abbiano incarcerato i miei figli.
    poi lascio immaginare i media mondiali cosa diranno di fronte ad un’azione del genere… questa si’ sarebbe rivoluzione, una cosa mai vista.

    f.b. 12 aprile 2014 12:06
  • O la tassa è un contributo volontario e cosciente per il bene comune o è una estorsione.
    Estorsione significa lesione del diritto INALIENABILE DI PROPRIETA’.
    Punto primo IO SONO MIO, nessuno può modificare la mia vita senza il mio consenso.
    Punto secondo, ciò che io produco utilizzando quello che c’è dentro di me o cio che intorno a me non viene rivendicato da nessun altro è MIO e nessuno può privarmi di ciò che è mio senza il mio consenso.

    Alberto Veneziano 12 aprile 2014 12:07
  • “”conosco il motivo per cui lo fate (i soldi)””
    Magari lo facessero per i soldi, i giudici, magari.
    Lo fanno per fede e non c’è niente di più pericoloso della fede cieca.

    Alberto Veneziano 12 aprile 2014 12:10
  • @Alberto Veneziano
    capisco e condivido anche questa scelta, si tratta pero’ di essere consapevoli che in questo caso lo scontro sara’ violento e sai perche’?
    perche’ chi hai contro non vede come nemico una persona, un’anima ma un numero sul conto corrente, un qualcosa di inanimato e come tale ti trattera’, senza nessun rispetto per la tua persona ma solo quello per il denaro che rappresenti. sara’ una lotta di lui non contro di te ma contro lo stipendio che puo’ perdere se non ubbidisce agli ordini, non avra’ nessuna pieta’ di te perche te non gli interessi, a lui (come a te) interessa solo il denaro.

    @Alessandro
    il tuo discorso e’ perfettamente condivisibile, solo che allora quando si pongono le questioni lo si deve fare nei termini corretti.
    per esempio “Esenzione fiscale” non e’ corretta ma sarebbe corretto “riappropriazione del 70% del mio tempo libero e forza creativa” che come dici se non lavorassi in tutto quel tempo che mi rubano potrei fare tante altre cose, potrei essere piu’ libero.
    putroppo oggi la tv ha fatto il danno, la gente capisce solo di soldi (matematica da prima elementare) e non e’ focalizzata su cosa potrebbe fare se lavorasse meno o lavorasse in maniera piu’ libera. come vedi i problemi saltano fuori quando sono gia’ marci, nessuno ha posto la questione in precedenza, nessuno ha previsto il problema perche’ NESSUNO HA CHIARAMENTE IN MENTE COSA VUOL FARE NELLA PROPRIA VITA. segue il torrente e ad un certo punto si trova che ormai annega e cerca di non affogare, ma possiamo chiamare questa cosa VITA? e’ vivere questo, dannarsi l’anima per risolvere problemi? che poi risolto uno ne arriva subito un altro e cosi’ fino alla morte?

    f.b. 12 aprile 2014 12:19
  • @ F:B:
    “Non avra’ nessuna pieta’ di te perche te non gli interessi, a lui (come a te) interessa solo il denaro.”
    Con il tuo apparente pacifismo sai essere offensivo in modo velenoso.
    Chi ti ha detto che a me interessa solo il denaro?
    Lascio stare perchè io sono veramente pacifista e non intendo personalizzare come hai fatto tu.
    Non esagerare però, io non sono particolarmente baùco.

    Alberto Veneziano 12 aprile 2014 12:25
  • @VENEZIANO
    “Punto primo IO SONO MIO, nessuno può modificare la mia vita senza il mio consenso.”

    PERFETTO, QUESTO E’ IL CENTRO DELLA QUESTIONE! e fanculo le leggi e tutto il resto che sono provvisori e modificabili alla bisogna, tu sei inviolabile, devi essere il padrone della tua vita perche’ la vita E’ SACRA. non si e’ padroni se una legge ti dice che lo sei, in quel caso sei succube della decisione della legge.
    condivido il tuo pensiero, e’ questa la strada, SE VI MOVESTE IN QUESTA DIREZIONE AVRESTE TUTTI I VERTICI RELIGIOSI AD APPOGGGIARVI E A QUEL PUNTO I VARI STATI NAZIONI SAREBBERO IL NULLA.
    dovete porre la questione morale al primo posto, dovete dire: ma ha senso vivere in questo modo? ha senso che la mia vita SACRA debba essere sciupata dietro a questa gabbia di leggi che non sono basate su nessun senso morale?
    questa e’ la strada…
    mettiti fuori dalla galera e regala tutti i giorni il pranzo a chi ti ha incarcerato i figli e vedi come si muovera’ il Papa… quello e’ uno potente, mica quei bambocci la’ al governo, quello e’ un Illuminato, di quelli che contano.

    f.b. 12 aprile 2014 12:25
  • @Veneziano
    il mio era un esempio ed il “te” era inteso in senso generale, riferito ad ognuno e non a te in particolare perche’ in fondo ognuno di fronte agli altri diventa solo, te contro loro e non sai se ci saranno altri te a supportarti. non era un attacco alla tua persona della quale condivido il pensiero, io cerco solo di approfondire le questioni e cercare di porre il mio aiuto nella relazione tra di voi e gli altri, conoscendoli io assai bene gil altri.
    per questo dico da giorni: siate folli nel bene, e’ il bene che manca oggi e il primo che lo usera’ per ottenere cio’ che vuole sara’ quelo che otterra’ il maggior successo.
    il “male” non e’ preparato ad affrontare il bene portato all’eccesso, in questa direzione il successo e’ assicurato.
    vedi, quando i DIECI dicono di essere pacifici e’ corretto, e’ la strada, solo che poi a tale affermazione vanno fatte seguire le azioni del bene.
    l’esenzione fiscale non e’ un’azione del bene, il bene richiede che tu dia tutto cio’ che hai al prossimo, solo cosi’ lo farai scoppiare di ingordigia (sua, nel suo male) mentre tu vivrai nel massimo della felicita’ avendo trovato il coraggio di dare tutto cio’ che potevi.
    se volete agire nel bene dovete fidarvi del vostro io perche’ quello vi parla per camminare solo nel bene, E’ LA PAURA (quella di chi ha paura della magistratura o di perdere i soldi) CHE FA SCEGLIERE AZIONI PER CAMMINARE NEL MALE, LA PAURA E’ MENTALE, IL CORAGGIO E’ DEL CUORE E NON HA REGOLE, OGNI ISTANTE TI DICE COSA E’ GIUSTO FARE.

    f.b. 12 aprile 2014 12:34
  • credo che in fondo quello che F.B. riguarda piu un consiglio da parte sua inerente alla forma piu che alla sostanza….e chiaro che se si vuole l’indipendenza e per reazione ad un sentimento di liberta privata…altrimenti nn ci sarebbe un sentimento di ribellione allo stato italiano che viene visto e che e’ oggettivamente tiranno e miope nei confronti dei propri sudditi….il fatto di mettere il denaro e facilmente contestabile….anche se poi come si diceva e solo la traduzione di tutto quello che riguarda la vita di ognuno…

    ALESSANDRO 12 aprile 2014 12:38
  • Eh te pareva sulla tribuna di treviso invece c’è scritto che c’erano solo 500 manifestanti….ha inizio la gogna mediatica…proprio come il M5S

    FABIO 12 aprile 2014 12:45
  • non date troppa importanza alle regole e alle leggi, queste devono essere applicate da PERSONE e sono queste che decidono le azioni. le leggi non hanno vita propria e non vi toccano, sono inoffensive di per se’, solo una scritta su carta.
    le persone si muovono secondo le loro scelte, una regola/legge non fa automaticamente muoverle in una direzione, alla fine ci deve sempre essere una loro scelta personale e in questa scelta CIO’ CHE DECIDE E’ LA SCELTA TRA CORAGGIO O PAURA, FARE O MENO QUEL CHE SI SENTE DI FARE.
    l’animo umano e’ l’attore principale ed e’ attraverso l’analisi e l’uso di questo che si ottengono o meno i risultati.

    per essere chiari, volete staccarvi dal resto dell’italia e ci sara’ il governo che non ve lo lascera’ fare.
    dovete quindi cercare la soluzione, o convincere il governo oppure trovare un’alleanza che convinca il governo.
    per convincere voi da soli il governo dovete agire in modo potente, non da polentoni e ci sono le due vie sopra elencate, con la forza o con l’amore.
    1- CON LA FORZA vi trovereste a scontrarvi con l’apparato del governo che la usa, ovvero polizia e militari nonche’ con le nazioni estere che appoggiano la forza contro di voi.
    2- CON L’AMORE vi trovereste voi + il resto degli italiani che vi appoggia a lottare contro un governo non attrezzato in tal senso, non ha un reparto speciale nel fare piu’ bene di quello che fate voi, non saprebbe cosa fare. se usa la violenza contro di voi e’ spacciato, avrebbe tutto il mondo contro, diventerebbe un tiranno.
    con l’amore avreste tutti i vertici religiosi mondiali dalla vostra parte nonche’ tutto il resto del mondo che supporta azioni verso il bene.

    c’e’ una bella differenza tra i 2…. solo che occorre essere precisi nelle azioni, il denaro va lasciato da parte, e’ lo sterco del demonio e con quello ci gioca lui ed i suoi simili. secondo me non avete speranza di aver successo se continuate con azioni improntate sul denaro e sul materialismo perche’ sono questi i 2 principali problemi del mondo d’oggi. dovete lasciarli perdere adesso, verranno presi in considerazione in una fase successiva ma saranno sol parte dei dettagli, non il centro della questione.

    f.b. 12 aprile 2014 12:52
  • il centro della questione siete VOI, LIBERI DI FARE CIO’ CHE SENTITE DI FARE E NON CIO’ CHE E’ SCRITTO SU DI UN PEZZO DI CARTA. quello lo esegue per benino gia’ il robot, la vita da Umano e’ tutt’altra roba.
    IL DENARO solo uno dei dettagli che userete nella vita di tutti i giorni assieme a tanti altri dettagli ma l’obiettivo, senza girarci troppo intorno, e’ la FELICITA’, ovvero avere quanto piu’ AMORE possibile e il primo passo per arrivarci e’ la soppressione della paura, cosa che si puo’ solo fare da dentro, da fuori con leggi/regole varie e’ impossibile.
    per questo occorre essere ben consapevoli di se’ stessi, altrimenti si segue questo o quello senza capirci un tubo, senza che arrivi mai la tanto agognata FELICITA’.

    non abbiate paura di parlare in questi termini, lo so che i media hanno fatto un buon lavoro, infatti gli italiani sono tra i popoli del pianeta che piu’ di tutti si oppongono ad affrontare questa questione, quella dell’IO.
    c’e’ come una specie di vergogna le parlarne.
    nonostante quello che adesso vi sembra normale, cio’ che voi siete ed il raggiungimento della felicita’ saranno sempre con voi tutta la vita, non potete sfuggirgli.
    oppure potete far finta di farlo ma con i conseguenti risultati che vedete attorno a voi, massimo egoismo e guerra di tutti contro tutti, infelicemente insieme nella ricerca quotidiana della soluzione ai mille problemi.
    ma e’ vita questa? e’ l’unico modo possibile di vivere?
    NO e dentro di voi lo sapete, quello che manca e’ il coraggio di cambiare, coraggio che nessuno da fuori puo’ inserire dentro l’animo di ognuno di voi, e’ un traguardo personale.
    vi lascio e vi faccio i miei migliori auguri.

    f.b. 12 aprile 2014 13:09
  • Boicottare alle prossime europee il PD e i suoi ALEDtrolls.Serrata campagna d’opposizione alla campagna politica di questo partito che economicamente
    ha distrutto l’Italia e ora vorrebbe distruggere il Veneto tramite il milione di email a nostra disposizione.Informare casa per casa ogni Veneto per non cadere nella loro disinformazione di regime.
    http://vivereveneto.com/2014/04/12/a-vicenza-una-conferma-siamo-nazione/

    Carla 12 aprile 2014 13:31
  • Ieri sera a Vicenza ho visto e sentito Veneti decisamente determinati a perseguire la strada gandiana per arrivare all’indipendenza che non chiederemo all’Italia ma alle organizazioni internazionali preposte a tali scopi.
    L’arresto dei 24 veneti è stato un autentico autogol di uno stato impazzito e che ha letteralmente perso la testa e sa solo usare che la forza e l’illegalità.
    Persino le forze dell’ordine presenti si sono sentite a loro agio con noi ben sapendo che se lavorassero per istituzioni Venete non verrebbero prese in giro da uno stato che dopo i loro sacrifici per consegnare alla giustizia i veri delinquenti,mafiosi, ladri etc… vengono poi liberati da una magistratura che quando gli fa comodo interpreta le leggi come vuole Lei e quando gli fa comodo pure le interpreta nella maniera più restrittiva possibile con i normali cittadini.
    La cosa importane è che tutti devono sapere che il processo iniziato con plebiscito.eu non si fermerà e nessuno riuscirà a fermarlo.
    E’ iniziata una battaglia culturale che stà già cambiando i Veneti e che cambierà la faccia di questa Italia ormai perduta e senza speranze ormai perché ancora in mano ad una classe politica ignorante, inetta e prevaricatrice e collusa con la malavita.
    Chiediamoci tutti ma RENZI da dove viene? Chi la messo dov’è adesso ? Perché l’idra continua a cambiare teste ma non succede mai nulla o magari produce solo fumo degl’occhi ma tutto serve a mantenere l’apparato statale vero sistema succhia risorse e distruttore per antonomasia delle capacità private e della meritocrazia?
    Volete altre domande…ce ne sono a centinaia ma il risultato delle risposte non cambierebbe nulla di nulla.
    L’Italia non è più riformabile è troppo compromessa con sé stessa e con coloro che ci campano e si arricchiscono a suo interno.
    WSMS

    giancarlo 12 aprile 2014 13:50
  • Ieri sera ero a vicenza, per la prima volta ho avuto la sensazione di far parte di qualcosa che sento mio, che ho nel sangue: il popolo veneto. Vicentini veneziani bellunesi padovani tutti assieme sotto lo stesso simbolo, con gli stessi valori….
    Grande plebiscito avanti cosi

    michele 12 aprile 2014 14:03
  • ” il denaro va lasciato da parte, e’ lo sterco del demonio e con quello ci gioca lui ed i suoi simili. ”
    F.B.
    http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2014/02/04/Papa-se-denaro-idolo-e-equita_10011426.html
    Papa: se denaro è idolo non c’è equità.
    Il Papa Francesco ha detto la cosa perfetta. Lui è papa e gesuita non a caso e sa quello che dice nel dettaglio. Basta conoscere il significato delle parole.
    Denaro, da denario, in origine un disco di argento coniato dai romani, oggi definisce una varietà infinita di cosiddetti “mezzi di pagamento”. Fra il primo, il disco di argento, ovvero una merce di facile scambio, e il secondo “mezzo di pagamento”, sostanzialmente carta ma oggi “bit” che vagano per la rete in misura quantificabile in migliaia di trilioni di dollari, esiste un mondo, la storia, la differenza fra realtà e follia. Per semplificare userò un semplice trucco, distinguerò fra denaro, la merce e “denaro” i “segno”, l’immagine.
    La seconda parola è “idolo” e il significato è più semplice, idolo significa immagine, figura. Da sempre usare un oggetto per farne l’immagine di Dio è considerato infinitamente blasfemo per cui il termine idolo è diventato sinonimo di oggetto blasfemo.
    Quindi, se denaro è idolo, ovvero se al posto del denaro si usa e si adora l’immagine del denaro quindi il “denaro” non c’è equità.
    Terza parola, equità, da equo, ovvero giusto, non secondo il rigor della legge ma secondo natura e convenienza, vale a dire con una certa moderazione e mitigazione ragionevole.
    Le virgolette, oramai è quasi una fissazione, scava e scava la truffa è sempre sulle parole, basta stravolgerne il significato per ribaltare il mondo e vivere in un mondo sotto-sopra, se ho una speranza è perchè conto sull’importanza dirompente delle virgolette.

    Alberto Veneziano 12 aprile 2014 14:18
  • http://www.vicenzatoday.it/cronaca/indipendentisti-in-centinaia-in-piazza-a-vicenza-per-la-disubbidienza-fiscale.html

    qui c’e’ una foto dall’alto ma considerate che e sicuramente ad inizio serata perche non c’e’ nessuno sul palco a parlare…quindi penso dopo ci fosse piu gente di quanto si vede in questa foto…

    ALESSANDRO 12 aprile 2014 14:28
  • F.B.
    Parli di denaro ma è evidente che non sai di cosa parli. Forse vorresti parlare di “denaro” ma devi chiarirti le idee.
    Il DENARO, quello vero, è uno dei mezzi con cui, nella storia, gli uomini sono riusciti a diventare tali attraverso lo SCAMBIO. Conchiglie, pecore, dischi di metallo, DENARO. E’ anche per il DENARO quello vero, per scambiarselo, che gli uomini si PARLANO. E’ per PARLARE, SCAMBIARE, che gli uomini hanno inventato la piazza e la piazza è diventata una città e la CITTA’ a dato origine alla CIVILTA’.
    LA CIVILTA’ senza CITTA’, senza PIAZZA, senza SCAMBIO, senza DENARO non esiste. Non “denaro”, studia F.B. , non emissione fasulla di stati fasulli, non carta colorata o BIT ma prodotto della creatività che è L’UOMO.

    Alberto Veneziano 12 aprile 2014 14:33
  • Buon giorno, ieri sera a vicenza ho visto una bella festa…pensare che Garibaldi cambiò la penisola italica con sole 1000 persone!…alt..non fraintendete, noi dobbiamo fare uno sforzo ed essere pacifici e non violenti. Ciao a tutti, particolarmente ai 24 W S Marco

    annibale 51 12 aprile 2014 15:36
  • DISINFORMAZIONE DI REGIME.
    Con Grillo iL giornalE DI VICENZA dichiara:”Torna Grillo e trova un terzo della piazza..duemila persone”.Noi come testimoniano le foto avevamo occupato quattro quinti della enorme piazza dei signori e ci danno per 500 presenti.Ma solo quelli del PD possono crederci per fortuna,quelli da perfetti boccalones si bevono qualsiasi fandonia gli dicono i loro padroni di partito.Dalle due colonne alla loggia del capitaniato la piazza era strapiena.
    http://www.ilgiornaledivicenza.it/stories/Home/511702_torna_grillo_e_ritrova_un_terzo_di_piazza/?refresh_ce

    Carla 12 aprile 2014 16:14
  • Pingback: Speciale Rivolta Fiscale in Veneto: Il Funzionamento della Rivolta Fiscale - Rischio Calcolato

  • Il giornale di vicenza e un giornale comunista,ieri nessun articolo a rigurdo ed oggi solo menzogne,lo acquistavo ogni giorno ma da domani basta….fatelo anche voi

    Giampy 12 aprile 2014 16:53
  • Mio papà ha detto che disdice l’abbonamento e anche mio suocero.Io lo leggo solo al bar prima di andare al lavoro e adesso eviterò di leggerlo anche lì.Il comune di Vicenza ha partecipazioni nel giornale e in comune comanda Variati del PD, quello che regala 165.000 euro ai nomadi per riscaldare 20 roulottes secondo lui. Neppure la casa bianca paga quella bolletta.

    Carla 12 aprile 2014 17:40
  • E non va bene l’obiezione fiscale perché mette al centro lo sterco del diavolo, e non va bene questo, e neanche quest’altro… quante seghe mentali! Voi Veneti avete, a quanto pare, la memoria corta – ecco perché pagate, tra l’altro, fior di sussidi alla stampa: perché ve la rinfreschi!
    Dunque, per ripassare la materia “nord-est egoista & i benefici del centralismo”, leggete:
    http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/le-analisi/la-secessione-dovremo-farla-noi-meridionali-no708603

    Se, invece, avete bisogno di un bignami su giustizia&doppiopesismo, quanto segue fa proprio al caso vostro:
    http://www.lastampa.it/2013/01/07/edizioni/alessandria/assolti-anche-se-affiliati-alla-ndrangheta-ecco-perche-NgubYvlrDIm6mSWj1GheyK/pagina.html

    In sintesi: basta con ‘ste cazzate, e andate avanti come caterpillar, ché quanto è stato detto ieri sera è vero – la libertà di decine di milioni di persone in tutto lo stivale è legata all’indipendenza del Veneto!

    Albert1 12 aprile 2014 18:04
  • Ma qua c’e un esperto di economia…perché il Mio commercialista e avvocato mi dice Che non ci sono vie legali per fare quello Che dice Busato…e Io senza certezze legali non rischio Che mi arrivi equitalia poi minimo deve aderire un 20 %, solo il 5% come parla Busato sarebbe un flop…

    Beppe 12 aprile 2014 18:20
  • ho guardato il giornale di vicenza che scrive di 500 persone ,io ieri sera c’ero e le persone erano molte di piu’ quasi tre quarti di piazza , io non so’ quante persone possa tenere la piazza dei signori ma penso che ieri alle 21 eravamo in 4000 forse piu’.comunque x capire della dissinformazione statale italiana quardate la foto sul giornale di vicenza fatta ancora con la luce ,sicuramente quando c’era poca gente.busato ha ragione quando dice di non comprare piu’ questi giornali perche’ per me’ dovrebbero fallire tutti compresi i loro giornalisti di parte.

    mi son veneto 12 aprile 2014 18:41
  • Volevo fare i complimenti per la serata di ieri a Vicenza. A mio parere non c’erano 500 persone ma neanche 5000, ma non è un problema. Chi c’era ci credeva e teneva alta la bandiera di San Marco.
    Però ieri sera mi aspettavo una spiegazione più dettagliata sul post no tasse. Nel senso, è stata proclamata l’esenzione fiscale ma nel volantino distribuito è riportato che è solo dilazionamento con i dovuti interessi. Non mi sembra un’esenzione totale.
    Qualcuno potrebbe daemi dei chiarimenti?
    Grazie

    jerry 12 aprile 2014 18:51
  • gli interessi dovuti, le cartelle equitaglia …

    ermanno 12 aprile 2014 19:23
  • @beppe
    ‘esperto di economia’, cambia commercialista…e pure avvocato, che il tuo è una chiavica… tutto vero, si chiama ravvedimento operoso e dilazione dei debiti tributari.. ma quanti troll ci sono?!

    mattia 12 aprile 2014 19:25
  • buonasera a tutti,ho letto il volantino per l’obbliezione fiscale.un’esempio sull’imu cominci a non pagare,dopo un’anno il comune ti manda un sollecito con il pagamento del 30% in piu’.passa un’altro anno e ti arriva equitalia con il 30 % in piu’ ed il 3% con gli interessi.c’e’ scritto per tutelarti chiedi aiuto al TUO consulente fiscale,in poche parole arrangiati.e gia questo non mi va.poi ho letto che irpef ipotetica che si andra’ ha pagare al veneto e’ del 30%.ma busato non aveva detto che era al 20%.questo mi ricorda un giochetto politicante.ed anche questo mi ha lasciato molte perplessita’.ho letto che busato stava lavorando con avvocati e commercialisti per l’obbliezione fiscale,quindi mi aspettavo qualcosa di piu’ serio.attendo risposte che non siano offese del tipo troll romano e bilbo baggins.questa non e’ una provocazione ma solo una domanda.grazieLIBERTA!

    cristian 12 aprile 2014 19:29
  • La disobbedienza fiscale,se si vuol fare consiste nel dichiarare quanto dovuto allo stato italiano nelle varie dichiarazioni che ognuno fa,ma non si paga. Cosa succede? La macchina burocratica italiana,tramite l’agenzia delle entrate impiegherà circa 3 anni prima di accorgersi e inviare una raccomandata dove chiederà spiegazioni e il pagamento. Non pagando ancora,dopo circa 1 anno e mezzo arriverà equitalia. Praticamente non pagando le tasse dopo 5 anni circa arriverà equitalia con la cartella del primo anno,mandando in crisi il sistema economico italiano… Cmq ieri sera mi aspettavo molta più gente,sono molto più eccitati nelle altre regioni…. Non eravamo sicuramente 5.000 persone,e non riesco a capire il perché. Vicenza è a mezz’ora di strada da parecchie città,in più i vicentini potevano farsi una passeggiata in centro ed ascoltare…. Mha…

    Stefano 12 aprile 2014 19:34
  • ma busato la sua obbliezione fiscale e’ quella di dilazionare il debito per 3 anni.ma che soluzione e’?in piu’ si paga anche na botta di sanzioni.ma secondo voi e’ na soluzione?alla fine dei 2/3 anni si paga con gli interessi,allora cosa serve a farci tirare fuori piu’ soldi?ripeto io aspetto l’indipendenza ufficiale.poi si vedra’.busato sta sperando nell 5% di adesioni.ma intanto quei 5% alla fine pagheranno salato il conto.ma che aiuto e’?un’esempio io per il canone rai sono tutelato dal clirt.ma tutte le lettere che mi arrivano da torino sede della rai le porto a loro e si arrangiano con i loro avvocati a sistemare il tutto.cosi’ e’ tutelare la gente.LIBERTA!

    cristian 12 aprile 2014 19:37
  • Verità o favola, la vita di Gesù che conosciamo per tradizione narra di un “errore di fondo” commesso, o di una imperdonabile trascuratezza se si preferisce, che consistette per l’appunto nel tralasciare di considerare il denaro. Vedere i 30 denari, ecc. Volendo si può ritenere che il tutto sia stato com’è noto per ottenere la storia utile a costruire l’impalcatura che tuttora perdura; chiesa cattolica “impostolica”, ecc. Sempre preservandola, ecco però che l’obolo per sacrificare l’agnello rese famosa la fondamentale figura del giuda, ecc., al contempo dando inizio all’attesa del ritorno dell’immolato, ma non più come agnellino… Senza troppo uscire da nocciolo del tema fiscale, e in breve, il ritorno è da leone e signori miei, le grandi anime agiscono tramite i loro affini che fungono da terminali nei vari mondi; ovvero è meglio uscire dalla visione fuorviante di un soggetto singolo che ritorna in veste di messia. Alias non a caso ci sono i leoni veneti e ruggiscono, benché pacifici… Credeva qualcuno che gli avvenimenti di risonanza mondiale iniziassero sempre altrove, ad esempio, per dire, in america?

    Giorgio 12 aprile 2014 19:48
  • LA PARTITA E’ PERSA PRIMA ANCORA DI COMINCIARE A GIOCARE.
    perche’?
    – punto primo: volete scontrarvi sul denaro, sia chiaro che questa cosa dell’esenzione fiscale e’ uno scontro vero e proprio e non un’opera di bene pacifica come si va dicendo. chi riceve l’esenzione (lo stato) non la percepisce come un’opera di bene per cui reagira’ di conseguenza.
    in definitiva avete scelto la guerra invece della pace.
    – punto secondo: state scontrandovi contro i migliori esperti del denaro del pianeta. al governo ci sono solo bambocci, non penserete mica che il potere passi da una mano all’altra per decisione popolare e ogni 4 o 5 anni?
    il potere sul denaro (quello vero) e’ detenuto da famiglie che se lo tramandano da generazione a generazione, le piu’ giovani da centinaia di anni. hanno in mano tutto, dalla massima comprensione del suo funzionamento, alla rete fisica su cui si muove fino (cosa piu’ importante) alla completa conoscenza della massa nella relazione con esso.
    questi vi mangiano di traverso mentre si bevono uno spritz, in questo ambito voi rispetto a loro siete una mosca.
    – punto terzo: AVETE PAURA.
    sapete qual’e’ la piu’ importante funzione del denaro? quella di MEDIATORE, OVVERO DI FIDUCIARIO NEGLI SCAMBI. voi avete fiducia nel denaro mentre avete PAURA degli altri, per questo vi serve il denaro, perche’ con esso siete convinti di poter portare a buon fine uno scambio, quello del vostro lavoro in cambio di altro (beni/servizi). CON IL DENARO VI SENTITE DI AVERE MENO PAURA. sottolineo il meno…
    LORO lo sanno e usano la vostra paura come arma contro di voi, tenendo stretto il controllo del fiduciario (denaro) che voi ritenete necessario per gli scambi e quindi per la vita di ogni giorno.

    pertanto, ogni qual volta mantenete focalizzata la vostra attenzione sul denaro non fate altro che ALIMENTARE LA VOSTRA PAURA e quindi la vostra sudditanza nei confronti di chi vi da il modo di diminuirla (il denaro, quindi LORO).

    siete spacciati, ricordatevi queste parole che vengono scritte dal Cuore, non avete nessuna possibilita’ di riuscire in quello che state facendo perche’ mantenere il denaro al centro dei discorsi significa mantenere la paura al centro dei discorsi e con la paura addosso non avete scampo, siete gia’ sconfitti ancora prima di partire.

    l’idea della rivolta pacifica e’ quella giusta ma dovete capire in cosa consiste, il denaro non ha niente di pacifico, attorno a lui genera solo guerre.
    aprite gli occhi e lo vedrete ovunque attorno a voi, dal vostro rapporto familiare fino alla sua massima estensione geopolitica nel rapporto tra gli stati.
    non appena si parla di denaro saltano fuori litigi, risse, denunce e guerre. siate consapevoli e state svegli, non occorre che leggiate queste mie parole per capirlo, e’ sufficiente analizzare cio’ che vedete attorno a voi, quella e’ la realta’, non quella che vi raccontano gli altri, me compreso.

    f.b. 12 aprile 2014 19:56
  • F.B. Sono completamente d’accordo. Tengo solo a dire che la disobbedienza fiscale è un’arma che,se fatta in maniera massiva,porta a sedere su una sedia questi poteri forti che governano l’Europa e l’Italia. Ricordo che se fatta in certi termini non comporta violazioni del codice penale o civile ma è solo uno spostare di 5 anni il pagamento. A Vicenza il 12 marzo c’è stata un’incontro con 6 docenti universitari che hanno spiegato molto bene il tutto,compreso l’impatto devastaste sull’economia italiana.

    Stefano 12 aprile 2014 20:04
  • Salve, buongiorno, apra il portone: ho un mandato di perquisizione Mi spiace tanto, ma lei è indagato, deve seguirmi dal magistrato Non so nemmeno qual è la ragione, eseguo gli ordini del mio padrone Non so nemmeno qual è il reato, ma le consiglio un buon avvocato!» «Entra pure che mi fai pena, entra pure servo del sistema, Ma non sperare di vedermi strisciare o di vedermi piagnucolare Io lo so bene qual è il mio diritto: soltanto quello di restare zitto, Ma voglio dirti solo una cosa: “Contro di voi nessuna resa!”» Sei un patetico, finto democratico! Mi fai il solletico, sei un patetico! «Dov’eri ieri e che cosa hai fatto? Con chi eri e cosa ti ha detto? E dimmi i nomi di tutti i tuoi amici e passerai giorni felici Adesso siediti che devi parlare, racconta tutto, ti voglio aiutare Poi se confessi non verrai arrestato ed avrai un amico magistrato!» «Non so, non c’ero e se c’ero dormivo, e non vedevo e non sentivo Non mi ricordo che cosa ho fatto, probabilmente ero distratto E mi potrà anche arrestare, ma lei per sempre si dovrà ricordare Che io vi dico solo una cosa: “Contro di voi nessuna resa!”» Sei un patetico, finto democratico! Mi fai il solletico, sei un patetico!

    Andrea 12 aprile 2014 20:06
  • volete rendervi conto che ci sono imprenditori che si suicidano per le tasse? ora vogliamo passare alle famiglie?
    ps: nessuno mi ha risposto in maniera esauriente alle mie domande.LIBERTA!

    cristian 12 aprile 2014 20:16
  • FB: grazie tante belle parole ma intanto tu sei all’estero ed i problemi sono i nostri.e’ facile pulirsi il culo con la camicia degli altri.LIBERTA!

    cristian 12 aprile 2014 20:18
  • Stefano,
    l’esenzione fiscale e’ una scelta condivisibile, si tratta solo di essere consapevoli che e’ una scelta che avra’ come sbocco uno scontro violento con lo stato, tutto qui.
    non dovete illudervi che sia una passeggiata, ci sara’ da penare anche dal lato fisico e non solo morale, vedi i 24 in galera.
    scelta che portera’ in ogni caso (come ogni scelta) a determinati cambiamenti, alcuni saranno “positivi”, altri rimarranno invariati a meno che il Veneto non diventi anche proprietario di una sua moneta.
    ma anche la proprieta’ della moneta per un numero cosi’ esiguo di persone non porta a cio’ che in teoria si potrebbe ambire, ovvero alla eliminazione della truffa sugli interessi impagabili a vita.
    troppo grandi gli squali e troppo esperti dell’animo umano, anche se il pesce piccolo e’ un genio nulla puo’ di fronte alla potenza dello squalo, alla prima boccata andata a segno lo divora.
    senza tenere conto dei dazi, ecc…
    no no, sul discorso denaro non c’e’ scampo. l’uscita e’ dal lato opposto, ovvero unitevi come famiglia nella moralita’, lasciate perdere il materialismo perche’ il materialismo oggi e’ perdente e lo state vedendo attorno a voi, la crisi attuale e’ la crisi del materialismo, nient’altro che questo.
    MANCANO CERTI VALORI CHE SONO ALLA BASE DI UNA FELICE INTERAZIONE TRA GLI INDIVIDUI. avere come valore il denaro ha portato a dove siete oggi, mantenere ancora il denaro come principio di base non fara’ altro che peggiorare ulteriormente la relazione tra di voi.

    l’ho scritto piu’ sopra, vostro figlio piccolo lo amate per quanto denaro vi porta?
    C’E’ DELL’ALTRO NELLA VITA, IL SIGNIFICATO DI VIVERE NON STA NEL FARE I SOLDI.
    LA FELICITA’ NON LA COMPRATE AL MERCATO.
    andate al sodo della questione, riguarda voi stessi e nessun altro, non mentite MAI a voi stessi, fatelo agli altri ma mai a voi stessi perche’ voi stessi siete l’obiettivo di questa esperienza di vita, se vi dimenticate di voi stessi siete degli zombie che camminano senza nessun signiicato di esistere.

    non vergognatevi di cominciare a parlare di certe questioni morali, nessuno ha il diritto di giudicarvi, mai e in nessun luogo perche’ ognuno di voi e’ UNICO e perfetto cosi’ com’e’. il cambiamento e’ necessario all’esperienza, tutto e’ in continua evoluzione, niente e’ mai come un attimo fa.

    f.b. 12 aprile 2014 20:30
  • Cristian,
    “volete rendervi conto che ci sono imprenditori che si suicidano per le tasse? ”

    sii consapevole ed osserva la realta’ per cio’ che e’, stare nei luoghi comuni rende ciechi.
    l’imprenditore si suicida perche’ in quel momento ha deciso di farlo e la decisione la conosce solo lui dentro di se’.
    la tassa non uccide nessuno, le azioni sono degli uomini, il denaro da solo non si muove e non fa male ad una mosca.
    quando avrai chiaro che sono le sensazioni interne (emozioni) e relative decisioni che muovono le azioni degli uomini allora avrai capito come controllarli, come controllare se’ stessi in primis.
    quell’imprenditore ha ceduto alla paura, quando la paura diventa troppo grande allora porta ad atti estremi, relativi alla grandezza della paura.
    hai notato come ho da sempre posto l’accento alla questione PAURA?
    non e’ il governo e nessun altro il vostro nemico, e’ solo LA PAURA CHE AVETE DENTRO DI VOI E NIENTE E NESSUNO PUO’ FARLA ANDARE VIA, E’ COMPLETAMENTE SOTTO IL VOSTRO CONTROLLO, CONSAPEVOLE O MENO.
    quando chiedete un altro tipo di governo lo fate per adattarlo meglio alla vostra paura, cioe’ cercate qualcuno che ve la tenga quanto piu’ bassa possibile.
    in questo modo siete schiavi di chi vi da’ questa illusione.
    illusione perche’ in realta’ ognuno puo’ controllare ed azzerare la propria paura, completamente, nessuno da fuori puo’ toccarla perche’ la paura e’ sempre e solo personale, un qualcosa di misterioso ed inteangibile.

    credere che la soluzione stia fuori e’ un sinonimo di bassa consapevolezza. non c’e’ niente di sbagliato in questo, sia chiaro che ognuno ha i propri tempi per arrivare a capire, e’ tutto al suo posto, occorre avere fiducia in se’ stessi. per eliminare la paura bisogna sostituirla col coraggio, solo con questo e con l’esperienza delle azioni basate sul coraggio si puo’ avere la certezza che le decisioni basate su di esso portino sempre al meglio per se’.
    senza esperienza rimangono solo parole, pura informazione che non rende ne liberi ne felici.
    il discorso come vedi e’ un po’ piu’ ampio della semplice esenzione fiscale.

    f.b. 12 aprile 2014 20:45
  • BOICOTTARE ALLE PROSSIME EUROPEE IL PD E I LADRI DI GOVERNO !!! ALLE PROSSIME EUROPEE LA SINISTRA CHE HA RIDOTTO L’ITALIA A UN POPOLO DI STRACCIONI A CASA.IL VENETO E’ STUFO DI FARSI SFRUTTARE.

    Carla 12 aprile 2014 21:12
  • Purtoppo niente è facile o a “costo zero”.
    Sarebbe meglio che gli organi della Veneta Repubblica stessero vicini agli imprenditori ed ai cittadini che vogliono confermare il loro voto con l’adesione all’esenzione fiscale.
    Bisogna considerare che la paura diventa un alibi per aspettare di vedere cosa succede. Ci sono sicuramente parecchie persone che non sono disposte a mettersi in gioco in prima persona, ma quando tutto sarà fatto, e ci sarà da raccogliere i frutti dei sacrifici fatti, saranno li, in prima fila per chiedere la loro parte.

    Fausto 12 aprile 2014 21:40
  • Il sistema più semplice e veloce per far partire una seria ed efficace obiezione fiscale è fare come ha fatto la FIAT, creare una sede all’estero. Domiciliazione presso un commercialista locale, intorno ai 500 EUR/anno e 2000-3000 EUR per la costituzione della società. E poi far fatture dalla nuova sede, parcheggiando all’estero i capitali, nel pieno della legalità. Non serve licenziare. Non serve impazzire. Non serve arrabbiarsi e fare la guerra.
    Basta solo togliere ossigeno al mostro, tirando un pochino la cinghia qui.
    Quando il Veneto sarà libero, potrete ricominciare ad investire qui, l’atmosfera sarà completamente diversa.

    Giorgio 12 aprile 2014 22:47
  • @F.B.
    Stima per la valenza intrinseca in quanto scrivi.
    Perdona la stringatezza di questa mia, ma il mix di argomentazioni che proponi è notevole per estensione e meglio si collocherebbe in altro contesto, ovvero l’evoluzione individuale e/o collettiva procede come sempre per gradi e diversi tempi, a seconda di vari fattori e condizioni. Cionondimeno esistono elementi immateriali, psicologici ed inconsci che andrebbero considerati, ecc. Certo “qui è luogo” poco idoneo ad accogliere esternazione della propria comprensione delle cose, quasi fossero obbligatoriamente da considerare come la scoperta dell’acqua calda anche per tutti gli altri. Potremmo disquisire di Illuminati, come di Bildenberg, del mitico miglio quadrato, di Rotschild o di signoraggio e aggiungere anche un po’ di trattazioni sulla matrice che tutto include e su tutto illude, come anche sulle paure fondamentali dell’essere umano, ivi compresa la paura della paura (che è la peggiore delle paure). Freud, Jung, Steiner, Wilcock, Ike, Braden, ecc. Ripeto e annoio, forse, ma il tutto pare fuori luogo.

    Se non è atto di gran coraggio quello che ci fa essere qui a scrivere, cosa sarebbe mai stato finora, una mossa banalmente dettata dalla paura? Dubito.

    Coraggiosa è di per sé l’azione intrapresa e agita, senza la certezza della sua riuscita, altrimenti è semplice sfoggio esibizionista di vanagloriosa insulsaggine.

    Forza e corajo e… an cin pì de fiducia nel prosimo,
    che anca se no pararie, no l’é insemenì come podarier sembrar su le prime 😉

    Giorgio 12 aprile 2014 23:01
  • io pensavo ieri sera…ma quando la repubblica di venetia sarà indipendente quale sarà la lingua ufficiale? Il veneto di belluno, di vicenza , treviso o padova?

    annibale51 12 aprile 2014 23:45
  • @Annibale51
    Qual’e’ sara’ la lingua ufficiale?
    Certamente la stessa che veniva utilizzata dalla Veneta Serenissima Repubblica, da Bergamo a Corfu’.
    L’italiano!!!
    Per tanti sara’ una sorpresa. Ma l’italiano e’ sempre stato la lingua ufficiale della nostra Patria Veneta!

    Davide 13 aprile 2014 1:01
  • Un corno: la lingua ufficiale della repubblica veneta sino a napoleone è sempre stato ed esclusivamente il veneto, a riprova nei documenti ed atti ufficiali dell’epoca e della sua influenza nei territori dominati extra-veneti. In veneto l’italiano (se si poteva chiamare così il toscano del XVIII secolo ) era conosciuto vagamente solamente delle élites, figurarsi la popolazione. Il concetto di italiano attuale è nato dall’ esigenza di una lingua comune che manifestò nei primi decenni dell’Ottocento quando iniziò a diffondersi l’idea di un’Italia unita.

    Comunque puoi approfondire la questione tranquillamente in internet od in libreria dove c’è ampio spazio a storia e cultura locale almeno a Padova.

    EDOARDO 13 aprile 2014 1:15
  • @Edoardo, non so di quali ‘documenti’ parli. Probabilmente le favole per bambini. Vatti a leggere il codice criminale della Repubblica, od il codice della marinamercantile veneta. E poi dimmi in che lingua sono stati scritti!

    Davide 13 aprile 2014 1:22
  • @Edoardo. Oppure vatti a leggere l’encomio dato dal Doge ad uno dei capitani di Perasto per atti eroici (tenuto dentro alla cattedrale di Perasto). Mi pare che l’encomio fosse del 1720 o giù’ di li’. Scritto in italiano!!!

    Davide 13 aprile 2014 1:25
  • @Edoardo.
    Stiamo parlando di lingua ufficiale della Veneta Serenissima Repubblica. Non della lingua utilizzata dalla popolazione nella vita di ogni giorno. Ti ripeto, senza timore di smentita, che la lingua ufficiale – quindi quella usata in tutti gli atti della Repubblica – era l’Italiano. Anch’io ne sono rimasto molto sorpreso inizialmente e non volevo crederci.

    Davide 13 aprile 2014 1:28
  • Davide, rileggendomi ritiro il “vagamente” che avevo scritto. Ma riconfermo quello che ho scritto. Veneto latino e toscano erano le tre lingue usate comunemente nella repubblica. Il concetto di italiano non era neppure nato. Comunque http://it.wikipedia.org/wiki/Lingua_veneta

    EDOARDO 13 aprile 2014 1:33
  • Giuramento di Perasto 1797:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Giuseppe_Viscovich

    E’ in veneziano…ma zio billi va perché non vi informate prima?? ma secondo voi a cosa è nato il veneto? tanto per bellezza? ma vi pare che in uno stato preunitario dove il concetto di italia fosse solo embrionale e si stava sviluppando l’italiano fosse una lingua comune??
    Peggio quando vai indietro secoli trovidocumenti o solo in latino o solo in veneto scieto!

    EDOARDO 13 aprile 2014 1:39
  • @Edoardo.
    Purtroppo l’affidabilità’ di wikipedia e’ pressoché’ zero. Senza arroganza, ne’ senza voler insultarti, ma usare wikipedia a sostegno delle proprie tesi e’ ……..
    Tagliamo la testa al toro. Vai a leggere il codice criminale Veneto E poi mi fai sapere. OK?

    Davide 13 aprile 2014 1:42
  • @Davide, leggo solo ora il to 3 messaggio che non avevo letto in quanto stavo componendo il mio ultimo: no le tre lingue utilizzate erano il veneziano, latino e toscano. Bisogna poi precisare a quale epoca. Il toscano si è cominciato ad utilizzare nella fase ultima di vita dell repubblica come lingua per le relazioni internazionali e anche come lingua letteraria. D’altro canto il veneto era la principale lingua ufficiale utilizzata per ovvi motivi: era la lingua che conoscevano tutti, non c’era bisogno di utilizzarne un’altra, nemmeno negli atti pubblici.

    EDOARDO 13 aprile 2014 1:44
  • @Edoardo.
    Per quanto riguarda il discorso di Viscovich. Si’, era in Veneto. Sono d’accordo che fu fatto in Veneto (anche se purtroppo c’era un’associazione alcuni anni fa che propagandava la nozione che fosse stato fatto in slavo!). Ma vedi, torniamo a quello che ho detto prima. Viscovich stava parlando alla popolazione di Perasto, e nell’uso di ogni giorno si usava il Veneto. Ma se avesse dovuto redarre un documento pubblico al Doge od al senato lo avrebbe fatto in italiano.

    Davide 13 aprile 2014 1:46
  • Guarda il giuramento di perasta in veneziano te lo trovi in altri siti scritti in veneto non solo wikipedia.Il codice criminale veneto non significa nulla perché ti ripeto che le lingue utilizzate erano 3 quindi ti troverai sicuramente documenti scritti in italiano, toscano e latino.
    Almeno io tesi le propongo tu non stai proponendo un bel niente a favore tuo

    EDOARDO 13 aprile 2014 1:49
  • @Edoardo.
    Ripeto. Prendi in mano un documento della Repubblica del periodo 1700 e rotti. Ne trovi parecchi dentro alla biblioteca Universitaria, e poi mi dici in che lingua sono scritti. E ripeto, senza arroganza. Stiamo parlando di lingua ufficiale della Repubblica, non della lingua usata dalla popolazione. Era l’italiano. Te lo posso assicurare, perché’ ho dovuto studiare parecchi documenti del 1700. Se parli dei secoli precedenti, allora no. Ma dal 1700 in poi la Repubblica aveva ormai adottato l’italiano come lingua ufficiale. Un po’ come l’Austria ha adottato il Tedesco dalla Germania.

    Davide 13 aprile 2014 1:52
  • DAVIDE non sto negando che i documenti non fossero scritti anche in toscano, ti sto solo dicendo che nei documenti si utilizzava ANCHE il veneto ed ANCHE il latino. Non lo scrivo perché mi guardo a guardare wikipedi ma perché per motivi di studio ho dovuto tirar fuori scartoffie all’archivio di stato a Venezia ed alla marciana

    EDOARDO 13 aprile 2014 1:53
  • Ma è quello che ti ho detto prima! Se rileggi bene ti ho scritto che se prendi in considerazione l’ultimo periodo di vita della repubblica li trovi in toscano! ma prima molto difficilmente!

    EDOARDO 13 aprile 2014 1:55
  • FB:caro fb tu parli di coraggio ma te ne sei scappato via all’estero.quindi non mi sembri un prototipo di coraggio.e poi ricordati che il coraggio viene meglio se si e’ da soli,ma quando hai una famiglia con 3 figli ed arrivi a fine mese a stento,non riuscirei neanche a dormire se mi arrivasse una cartella esattoriale.qua si sta parlando di dilazionare il pagamento dovuto con mora ed gli interessi.questa non e’ una soluzione son capace anchio di dilazionarmi i pagamenti.speravo in uno studio piu’ approfondito del problema,visto che il signor busato stava lavorando con avvocati e commercialisti.noi siamo in prima linea tu sei nelle retrovie dei generali. fb:ripeto e’ facile pulirsi il culo con la camicia degli altri.LIBERTA!

    cristian 13 aprile 2014 10:01
  • X Edoardo e Davide: allora scusatemi, io ho letto che Marco Polo scrisse il milione in francese. E’ vero o non è vero?

    annibale 51 13 aprile 2014 11:02
  • Marco Polo fece tradurre seduta stante il suo milione in lingua d’oil (cioè il francese antico del nord della Francia) perché nelle corti europee era diffuso, così per una sua maggiore diffusione.

    EDOARDO 13 aprile 2014 11:48
  • CRISTIAN come ti scrissi tempo fa non fasciarti la testa se tu non hai una partita IVA non c’entrai niente. Tu le tasse le continui a pagare. Sono gli imprenditori la base delle entrate dello stato in questa manovra e quindi sono loro che decidono se pagare le varie tasse a roma.

    Comunque concordo , se F.B. è all’estero significa che non è direttamente coinvolto in questi avvenimenti, le sue parole perdono di consistenza. E come se io volessi fare la morale ai catalani.

    EDOARDO 13 aprile 2014 11:55
  • @Annibale51
    Sembra (dico sembra perche’ non si e’ mai trovato il testo originale) che il libro fu scritto nel 14imo secolo in Francese Antico (lingua romanza derivata dal latino volgare) mischiato ad Italiano, da Rustichello da Pisa che lo redasse utilizzando appunti presi in carcere, scritti in un miscuglio di francese ed italiano. Spagnolo, Francese, Italiano, Portoghese e Rumeno sono le maggiori lingue romanze parlate oggigiorno.
    L’editore Veneziano, Giovanni Battista Ramusio, che preparo’ un’edizione in Italiano nel 1559 basata su testi del 1300 da lui raccolti, si disse convinto che il testo originale fu preparato dallo stesso Marco Polo in Latino. Non esiste accordo quindi, sebbene gran parte degli studiosi ritengano piu’ probabile che la versione originale fu quella in Francese Antico.

    Giulio 13 aprile 2014 12:46
  • F.B.
    Continui a parlare di denaro ma non sai di cosa parli.
    Al massimo parli di “sterco del diavolo” dal che si desume che il tuo approccio è sostanzialmente bigotto.
    Sulle mura di Treviso c’è un lunghissimo mercato, altro luogo che tu disprezzi, c’è gente venuta da tutta Europa per SCAMBIARE, merci ma anche sorrisi, conoscenza.
    La gente però cammina guarda e tira via, perchè?
    Perchè i soldi che vorrebbe usare come pretesto per SCAMBIARE sono stati sottratti e buttati in un buco nero dall’arroganza del potere.
    Per te queste sono bazzecole, dall’alto della tua stucchevole predicazione le consideri “cose da piccola gente che pensa ai schei”, e invece sono cose importanti, LE PIU’ IMPORTANTI.
    Il denaro che le persone generano dal nulla con la loro creatività e che nessuno ha il diritto di espropriare è da sempre un simbolo potente di libertà, alla faccia tua.
    Per essere liberi bisogna affermare questo principio: TU, CHIUNQUE TU SIA, NON HAI IL DIRITTO DI PRENDERTI QUELLO CHE E’ MIO PERCHE’ SE COSI’ FOSSE POTRESTI FARE ANCHE UNA LEGGE CHE TI CONSENTA DI PRENDERTI LA MIA VITA.

    Alberto Veneziano 13 aprile 2014 13:02
  • Cari Patrioti,

    Noto con piacere, che vi siete accorti da soli che il nostro sito di discussione è inquinato da una serie di personaggi equivoci, mendaci, pressappochisti, alquanto ignoranti di storia e lingua Veneta, dell’identità del nostro popolo e delle sue tradizioni.

    Questi straniti elementi, sono peraltro incapaci di scrivere come noi in lingua Veneta, in quanto parlano esclusivamente il loro dialetto italiano, farcito d’espressioni tipicamente romanesche.
    ” Pizza e fichi ” : nun se po’ sentì ner Veneto, me state a capì onnò fraciconi de Roma ???

    Chissà che parlando la loro lingua, il trasteverino, mi comprendano, perchè una cosa è certa : “…..a romani piddisti, annoi nun ce fregate !!! ”
    Patetico peraltro, chi pretende di spacciarsi per ” Very Brithish magnaccion “, in quanto non è bastevole un server londinese, per giustificare la propria origine Veneta, specie quando non dimostra di scrivere una sola riga in lingua Veneta in modo credibile.

    In realtà sono tutti membri del ” comitato trolls PCUS, anzi Piddì “, gente grottesca, sfruttata molte ore al giorno, dal loro kaporione, che guadagna il triplo di loro, sul loro servizio, solamente organizzando qualche briefing demenzial-motivazionale.
    Non sanno i tapini, che il karma è una ” bruttabbestia ” e se le cose, nella loro vita vanno tanto male, è proprio a causa di questo lavoro da Giuda, che tradisce e infanga il popolo lavoratore in quiescenza e vessato, per mere questioni di convenienza partitica e di privilegio.
    Dovreste conoscere la storia personale di ognuno di loro, per comprendere quanto miserrima possa risultare l’esistenza di questi sventurati, di un range d’età che arriva persino ai 70 anni.

    I danni macroscopici e la strategia da affamatori, che ha causato questo partito-catorcio, ebbro di inquisiti e condannati, a quegli italiani che afferma di voler ” salvare “, sono sotto gli occhi di tutti.
    Ridicolmente vorrebbero farci credere, loro, ” i PreDones “, che sono gran lunga peggiori dei berluscones, che noi possiamo ancora credere alle bubbole del puffo fiorentino ( prime azioni di governo : aumento tasse sulla casa per 4,6 miliardi e aumento prelievo sui risparmi del 35% ), oppure agli orpelli di quel disgustoso personaggio coi baffini, che ha vissuto solamente di privilegi politici e vuole riottenere ( come ? ) la proprietà e il controllo assoluto del partito.

    In questo spazio di discussione, sono visti come dei lebbrosi contagiosi, che pretendono di essere abbracciati dal nostro popolo, mirando in realtà a infettarlo a loro volta.
    Noto però con piacere, che nessuno dei numerosi miei Patrioti, con il quale scambio opinioni epistolari, c’è minimamente cascato, anzi, aumenta l’odio e il disprezzo, verso la partitocrazia governativa.
    Non sono riusciti a portare un solo nostro lettore, dalla loro parte viscida e purulenta.

    Stiamo varando un piano di controinformazione e rappresaglia informatica.
    Obbiettivo : Nessun candidato Veneto di questo asfittico carrozzone politico, deve salire a Bruxelles.
    Non sarà un compito facile, ma ci impegneremo e qualche risultato arriverà certamente.
    Poi vedrete che piangeranno il morto : ” noi miseri, noi tapini…..avevamo tutti contro “….e vorrei vedere il contrario, con la scia di muco che lasciate al vostro passaggio.
    Non è escluso che i grillini, un tempo aggrediti dalla disinformazione trollista ( o trolliona, come la chiamano alcuni di voi fratelli Veneti ), a loro volta nei loro blogs, possano diventare nostri alleati per questa precisa iniziativa.

    http://www.linkiesta.it/sites/default/files/busta_paga.jpg

    Le cose che ci uniscono nell’intento ci sono.
    Prime tra tutte, la democrazia diretta, la libertà del web, la libertà dei popoli e il loro supremo diritto all’autodeterminazione, sancito a New York con il documento 881/1977 e sottoscritto dai delegati italiani, con accettazione integrale della clausola che impone questo accordo prioritario, rispetto qualsiasi tipo di regolamento, statuto, o legge nazionale incluso il famoso articolo 5 della costituzione italiana .

    ” Come tutto il diritto internazionale, il diritto di autodeterminazione viene ratificato da leggi interne, per esempio in Italia la L.n.881/1977, e vale come legge dello Stato che prevale sul diritto interno (Cass.pen. 21-3 1975). ”

    Mi spiace piddisti, ma siete metaforicamente dei fuorilegge, quando affermate il contrario ! 😉

    Castebrando, sede del futuro Governo Veneto, stabilirà l’eventuale formalizzazione sottoscritta di alcuni accordi.
    Tra cui la controinformazione del popolo, per debellare la disinformazione di regime.

    http://www.qelsi.it/2013/il-pd-di-roma-cerca-100-troll-che-facciano-propaganda-su-internet/

    Ad Maiora.

    CrisV 🙂

    CrisV 13 aprile 2014 13:31
  • X Edoardo e Giulio…grazie.

    annibale 51 13 aprile 2014 13:36
  • “per eliminare la paura bisogna sostituirla col coraggio”
    F.B.
    Stavo per scrivere “sei un venditore di aria fritta” ma non sei un venditore, il venditore fa una parte troppo importante. Tu spacci le tue “perle” a gratis e questo è sommamente deprecabile.
    Il tuo non è uno SCAMBIO (catallaxi) tu predichi dall’alto di un pulpito ridicolo che ti sei costruito.
    Cosa cavolo vuol dire “per eliminare la paura bisogna sostituirla con il coraggio” chi credi di prendere per il chiulo? I soliti polentoni che pensa sol ai schei e che no vede ora de sentir le to prediche?
    🙂 Va a farte un giro, trova un marcà, e fate insegnar a viver dal primo venditore de caroboe che te trova, te ha sol da imparar.

    Alberto Veneziano 13 aprile 2014 13:45
  • Comunque se ti interessa puoi trovare autori che scrissero in veneto come goldoni ruzante casanova ecc..ecc..

    EDOARDO 13 aprile 2014 13:48
  • ALBERTO ma ti leggi pure tutte le pappardelle che molla ogni volta F.B.? Ogni volta che vedo sti lenzuoli scritti passo al commento successivo

    EDOARDO 13 aprile 2014 13:50
  • esenzione fiscale e indipendenza non vanno d’accordo.
    se ti dichiari indipendente non hai bisogno di dichiarare anche che non paghi piu’ le tasse al governo italiano perche’ se lo fai significa che sei ancora parte dell’italia. se sei indipendente le paghi al tuo governo e stop.
    se sei indipendente significa che hai anche una tua banca centrale con una tua valuta oppure anche con l’euro ma sempre se la BCE accetta di dartelo.
    se volete incidere sul discorso denaro dovete essere precisi, che valuta volete usare? se l’euro, sapete di certo che la BCE ve lo lascera’ usare, ovvero e’ disposta a prestarvelo?
    esenzione fiscale nel modo applicato non significa indipendenza, significa una protesta nei confronti del governo italiano ma sempre sotto di lui vi ponete, ovvero state cercando una miglior forma di tassazione per voi come regione autonoma. siate chiari nei vostri discorsi…

    f.b. 13 aprile 2014 13:53
  • “”il potere sul denaro (quello vero) e’ detenuto da famiglie che se lo tramandano da generazione a generazione, le piu’ giovani da centinaia di anni. hanno in mano tutto, dalla massima comprensione del suo funzionamento, alla rete fisica su cui si muove fino (cosa piu’ importante) alla completa conoscenza della massa nella relazione con esso.””
    F.B. DIXIT
    Non ce l’ho con F.B. non so nemmeno se sia una persona o un sintetizzatore di testi a caso ma basta scorrere le sue prediche per trovare qualsiasi scemenza.
    Qui siamo al complottismo totale, mancano solo le scie chimiche, i savi di Sion e i templari.
    Questo s è spaccio di PAURA. Questo è spaccio di ossessioni complottiste, “le famiglie che detengono i sodi da secoli … IL BABAUU che comanda il mondo.
    E poi dice che non bisogna avere paura!?!
    Dillo a te stesso F.B. sei tu che hai paura, ti cachi sotto dalla paura e vuoi predicare il coraggio? A chi?
    🙂

    Alberto Veneziano 13 aprile 2014 13:58
  • Alberto,
    non c’e’ problema se capisci o meno o se e’ corretto o meno quello che ho scritto, il futuro dira’ cosa e’ giusto e cosa e’ sbagliato. non sono io il tuo problema, stai centrato sul problema vero se lo vuoi risolvere. quello che scrivo se non ti va non lo leggi, liberta’ come dite sempre qui dentro.

    f.b. 13 aprile 2014 14:03
  • F.B. è un troll..

    mattia 13 aprile 2014 14:05
  • F.B.
    Come ho già detto, mentre io sono un Nome, un Cognome e una foto che mi ritrae, tu, per il momento non esisti per cui non puoi essere un problema per me. Il problema sono le considerazioni che semini in giro, che non sono necessariamente un prodotto tuo, anzi, ma sono in ogni caso perniciose. Per questo motivo io le leggo e metto a disposizione di chi lo desidera le mie contestazioni.
    Nessuno me lo ha chiesto ma questo è uno spazio pubblico dove io LEGGO QUELLO CHE MI PARE E CRIVO QUELLO CHE MI PARE senza bisogno del tuo permesso.

    Alberto Veneziano 13 aprile 2014 14:17
  • “se sei indipendente significa che hai anche una tua banca centrale con una tua valuta”
    F.B. DIXIT
    Ti pagano per diffondere stupidate?
    I popoli hanno vissuto per millenni liberi e indipendenti senza avere bisogno di avere una Banca Centrale. La Repubblica Veneta ha fatto la storia senza una Banca Centrale.
    COSA CAVOLO SCRIVI!
    Studia prima, impara e poi se hai qualcosa da dire dilla.

    Alberto Veneziano 13 aprile 2014 14:28
  • bene, con o senza banca centrale a me sta bene, potresti cortesemente dire come farete nella pratica?
    userete l’euro? avete la certezza che la BCE ve lo lasci usare?

    f.b. 13 aprile 2014 14:31
  • non è veneto

    EDOARDO 13 aprile 2014 14:32
  • Mi chiedi una profezia? In merito a quale futuro? Fra un mese? Un anno? Un secolo?
    Noi siamo inseriti in una situazione che si sta creando e modificando, giorno per giorno, fino a pochi mesi fa io non sapevo dell’esistenza del plebiscito, adesso lo so ma non so quasi niente di quello che sta succedendo.
    Non ho un PIANO? Naturalmente no! I piani li lascio ai gonzi che ci credono e li temono. Io credo che la realtà sia la sommatoria delle azioni umane di 7 miliardi di persone. Io credo nella forza delle idee che spuntano miracolosamente e cambiano la storia, l’idea di Rocchetta, l’idea di Padovan, l’idea di Gianluca e le idee di tutti quelli che le stanno creando in questo preciso momento.
    Bisogna vederle però, le idee, coglierle al volo e farsi coinvolgere con fiducia.
    HOMO HOMINI LUPUS, hai presente? Nel seicento Hobbes avev una sua idea dei lupi, io oggi conosco i lupi meglio di lui e mi basta guardare in faccia la mia “lupa” per capire che faccio bene a fidarmi e a non avere paura.
    La BCE? L’Euro? Qualcosa faremo, Marco Polo è partito per la Cina senza Bancomat e ci è arrivato lo stesso.

    Alberto Veneziano 13 aprile 2014 14:47
  • Quasi un mese, nessun risultato ufficiale, i soliti noti che discutono su questo forum, 40-50 persone in linea nonostante i presunti 2 milioni e passa di voti. Idee strampalate vi tengono incollati ai PC. Contenti voi.

    Claudio 13 aprile 2014 15:15
  • FB: fb (che non si capisce niente come ti firmi.le inizalei).ti sei contraddetto.mi hai sempre detto che bisogna combattere anche con l’obbliezione fiscale,e sopra hai detto che se siamo indipendenti questo problema non dovrebbe esserci.e’ una provocazione.quindi non si sa bene chi sei puo’ darsi che ti anno mandato a fomentare gli animi,per esempio insistevi tanto sul lottare per la liberazione dei 24 martiri.come ti anno gia risposto se non abbiamo un esercito l’unica strada che abbiamo e’ la democrazia.fa schifo invece come e’ vista l’italia nella comunita’ europea ,come un paese pacifico e democratico.pero’ nella carcerazione di innocenti nessuno della comunita’ internazionale ha mosso un dito.e’ un crimine contro l’umanita’.MALEDETTI GOVERNI E I LORO POTERI COMANDATI DAL DIAVOLO.LIBERTA!

    cristian 13 aprile 2014 17:43
  • l’italia si e’ fatta portatrice di pace in iraq,libia,siria,negoziati di pace in iran.si fa bella con altra gente e con il proprio popolo lo arresta per una ruspa messa a carnevale.MORITE TUTTI POLITICI ITALIANI MANGIONI DI MERDA.stranamente tutti anno ville da paura e macchine.se tanto prendete poco a me non sembra.comunque come e’ scritta nella bibbia gesu’ ha detto che l’uomo fara’ grandi cose ma non riuscira’ mai a sconfiggere la morte.una volta morti LA PAGHERETE PER L’ETERNITA’.LIBERTA!

    cristian 13 aprile 2014 17:54
  • i politici si vantano di essere cristiani,balle dovrebbero seguire i voleri di dio scritti nella bibbia.invece loro affamano il loro popolo,lo perseguitano sempre con tasse nuove e usano i burattini delle forze dell’ordine per proteggersi.se uno ha la coscenza pulita girerebbe tranquillamente senza scorta.e poi mr renzi si prende 40.000 mila euro al mese e ti viene a raccontare che ha il mutuo.si un mutuo di 5 milioni di euro di un villone da paura,o lo ha pagato in 3 mesi.MALEDETTI.LIBERTA!

    cristian 13 aprile 2014 18:01
  • Cari Patrioti,

    Noto con piacere, che vi siete accorti da soli che il nostro sito di discussione è inquinato da una serie di personaggi equivoci, mendaci, pressappochisti, alquanto ignoranti di storia e lingua Veneta, dell’identità del nostro popolo e delle sue tradizioni.

    Questi straniti elementi, sono peraltro incapaci di scrivere come noi in lingua Veneta, in quanto parlano esclusivamente il loro dialetto italiano, farcito d’espressioni tipicamente romanesche.
    ” Pizza e fichi ” : nun se po’ sentì ner Veneto, me state a capì onnò fraciconi de Roma ???

    Chissà che parlando la loro lingua, il trasteverino, mi comprendano, perchè una cosa è certa : “…..a romani piddisti, annoi nun ce fregate !!! ”
    Patetico peraltro, chi pretende di spacciarsi per ” Very Brithish magnaccion “, in quanto non è bastevole un server londinese, per giustificare la propria origine Veneta, specie quando non dimostra di scrivere una sola riga in lingua Veneta in modo credibile.

    In realtà sono tutti membri del ” comitato trolls PCUS, anzi Piddì “, gente grottesca, sfruttata molte ore al giorno, dal loro kaporione, che guadagna il triplo di loro, sul loro servizio, solamente organizzando qualche briefing demenzial-motivazionale.
    Non sanno i tapini, che il karma è una ” bruttabbestia ” e se le cose, nella loro vita vanno tanto male, è proprio a causa di questo lavoro da Giuda, che tradisce e infanga il popolo lavoratore in quiescenza e vessato, per mere questioni di convenienza partitica e di privilegio.
    Dovreste conoscere la storia personale di ognuno di loro, per comprendere quanto miserrima possa risultare l’esistenza di questi sventurati, di un range d’età che arriva persino ai 70 anni.

    I danni macroscopici e la strategia da affamatori, che ha causato questo partito-catorcio, ebbro di inquisiti e condannati, a quegli italiani che afferma di voler ” salvare “, sono sotto gli occhi di tutti.
    Ridicolmente vorrebbero farci credere, loro, ” i PreDones “, che sono gran lunga peggiori dei berluscones, che noi possiamo ancora credere alle bubbole del puffo fiorentino ( prime azioni di governo : aumento tasse sulla casa per 4,6 miliardi e aumento prelievo sui risparmi del 35% ), oppure agli orpelli di quel disgustoso personaggio coi baffini, che ha vissuto solamente di privilegi politici e vuole riottenere ( come ? ) la proprietà e il controllo assoluto del partito.

    In questo spazio di discussione, sono visti come dei lebbrosi contagiosi, che pretendono di essere abbracciati dal nostro popolo, mirando in realtà a infettarlo a loro volta.
    Noto però con piacere, che nessuno dei numerosi miei Patrioti, con il quale scambio opinioni epistolari, c’è minimamente cascato, anzi, aumenta l’odio e il disprezzo, verso la partitocrazia governativa.
    Non sono riusciti a portare un solo nostro lettore, dalla loro parte viscida e purulenta.

    Stiamo varando un piano di controinformazione e rappresaglia informatica.
    Obbiettivo : Nessun candidato Veneto di questo asfittico carrozzone politico, deve salire a Bruxelles.
    Non sarà un compito facile, ma ci impegneremo e qualche risultato arriverà certamente.
    Poi vedrete che piangeranno il morto : ” noi miseri, noi tapini…..avevamo tutti contro “….e vorrei vedere il contrario, con la scia di muco che lasciate al vostro passaggio.
    Non è escluso che i grillini, un tempo aggrediti dalla disinformazione trollista ( o trolliona, come la chiamano alcuni di voi fratelli Veneti ), a loro volta nei loro blogs, possano diventare nostri alleati per questa precisa iniziativa.

    http://www.linkiesta.it/sites/default/files/busta_paga.jpg

    Le cose che ci uniscono nell’intento ci sono.
    Prime tra tutte, la democrazia diretta, la libertà del web, la libertà dei popoli e il loro supremo diritto all’autodeterminazione, sancito a New York con il documento 881/1977 e sottoscritto dai delegati italiani, con accettazione integrale della clausola che impone questo accordo prioritario, rispetto qualsiasi tipo di regolamento, statuto, o legge nazionale incluso il famoso articolo 5 della costituzione italiana .

    ” Come tutto il diritto internazionale, il diritto di autodeterminazione viene ratificato da leggi interne, per esempio in Italia la L.n.881/1977, e vale come legge dello Stato che prevale sul diritto interno (Cass.pen. 21-3 1975). ”

    Mi spiace piddisti, ma siete metaforicamente dei fuorilegge, quando affermate il contrario ! 😉

    Castebrando, sede del futuro Governo Veneto, stabilirà l’eventuale formalizzazione sottoscritta di alcuni accordi.
    Tra cui la controinformazione del popolo, per debellare la disinformazione di regime.

    Ad Maiora

    CrisV 😉

    CrisV 13 aprile 2014 19:45
  • http://www.qelsi.it/2013/il-pd-di-roma-cerca-100-troll-che-facciano-propaganda-su-internet/

    Credono di essere furbi, sempre più furbi di tutti gli altri, esattamente come i romani di suburbio. La parte più infima della romanità.

    CrisV 13 aprile 2014 19:49
  • Secondo me qui bisognerebbe parlare solamente veneto per capire chi non lo è…. veramente

    Crisv ma tu collabori con plebiscito? avresti la stoffa tu che sei di grande favella

    EDOARDO 13 aprile 2014 20:34
  • @CRISV.
    Pare di leggere i proclami comunisti del dopoguerra, dal tipo di espressioni retorica attacchi etc che usi. Ma sei sicuro di non esserti drogato? Perche’ se non sei drogato, e fai parte ‘del futuro governo veneto’, qua siamo messi male. Meglio scappare all’estero. Non per causa degli italiani, ma a causa tua e di gente come te che pretende di voler comandare nel futuro!

    Giulio 13 aprile 2014 20:47
  • Ciò’ tosi ….ne ghemo cata’ n’altro: GIULIO (CESARE?)
    Pin pianeo i vien Tuti fora al scoverto!!!! WSM!!!!

    Cesco 13 aprile 2014 22:11
  • Giulio e Edoardo.State zitti infami zecche di partito di delinquenti.Immondi scarafaggi che rotolate lo sterco dei vostri padroni che ridacchiano di voi a vostra insaputa.

    Carla 13 aprile 2014 23:37
  • FINALMENTE CRISV !!!

    Quindi TU, che vedi gli IP dgli utenti, sei l’ amminstratore di questo sito!( l’ unico che puo’ vedere gli IP).
    Quindi TU puoi mettere in linea il report di GOOGLE ANALITICS, come mai non lo fai ?
    Sei l’ unica persona qui che conosce realmente quante persone si sono collegate in quei giorni.
    _
    PS : e se la persona che si collega dal server londinese lo facesse tramite la rete TOR mentre fisicamente si trova a Padova ?

    roberto 14 aprile 2014 6:33
  • A proposito !!
    Trovo una strana rassomiglianza tra gli scritti di CARLA e CRISV , che frequentino lo stesso corso universitario ?

    roberto 14 aprile 2014 6:35
  • Crisv e Carla, uomini o donne che siano sono evidentemente istruiti per disturbare la discussione e metterla sempre sul piano personale sconfinando spesso verso le offese. Sta storia che se non sei d’accordo con l’indipendenza sei un troll, un coglione di sinistra o di destra non ha nessun senso. Nel frattempo da quando era stato promesso un “breve report tra qualche giorno” sono trascorse oltre 2 settimane. La presa in giro continua e gli attori stanno solo recitando.

    Claudio 14 aprile 2014 7:34
  • TREDICESIMO GIORNO
    Ai giornalisti, che 24 persone vengano prelevate dalle loro case alle 5 di mattina e poi SPARISCANO, evidentementa, NON INTERESSA.
    L’argomento non esiste, non si sa che cosa hanno fatto, di cosa sono accusati, NON SI SA NIENTE

    Alberto Veneziano 14 aprile 2014 8:53
  • Ci sono persone innocenti in prigione.
    Al confronto le beghe, gli insulti e i tentativi di censura che leggo qui fanno solo pena.

    Alberto Veneziano 14 aprile 2014 8:57
  • Ci sono persone che la prigione la vivono fuori dalla galera tutti i giorni, certi commenti sono penosi e sono un insulto all’intelligenza di milioni di Veneti che ogni giorno si danno da fare senza giocare con i trattori trasformati in carri armati e senza programmare un clima mafioso come si evince da centinaia di intercettazioni telefoniche. Dispiace per chi è dentro e che con tutto questo centrano poco o niente ma a volte capita di essere coinvolti in cose più grandi di quelle che si pensava. L’intelligenza è anche saper evitare certa gente.

    Claudio 14 aprile 2014 9:55
  • “ravvedimento operoso e dilazione dei debiti tributari” ??!?
    ma siete fuori?

    pagare in ritardo ma pagare tutto e per di piu con sopra gli interessi???
    scrivete chiaramente di dare ALTRI soldi a uno STATO ESTERO dopo aver proclamato l indipendenza e titolare “esenzione totale”?????

    no comment.

    pierino 14 aprile 2014 10:30
  • Pagare in ritardo … il fattore tempo è fondamentale.
    Certo, può costituire nel lungo periodo una perdita, ma può essere un investimento. Se uno crede nella indipendenza ci investe tempo e soldi, se non ci crede si compra dei BOT e aspetta. Almeno, però, non rompa i coglioni a chi ci crede.

    Alberto Veneziano 14 aprile 2014 10:54
  • o credi nell indipendenza proclamata quasi un mese fa e ti comporti di conseguenza o accetti d esser italiano e ti pieghi a 90 a equitaglia. ed è la seconda che è suggerita qui sopra.

    pierino 14 aprile 2014 10:59
  • Io venerdì sera c’ero: bellissima serata ed eravamo in circa 1.000 persone. Con celere e carabinieri circa 1.500!!!

    agneo 14 aprile 2014 12:06
  • cos’ha sta carla? il granchio nel culo? io sono apolitico

    EDOARDO 14 aprile 2014 12:10
  • E poi sono più indipendentista ti te

    EDOARDO 14 aprile 2014 12:12
  • Se sapessi quanta propaganda ho fatto io per il referendum mi ringrazieresti

    EDOARDO 14 aprile 2014 12:13
  • Claudio.La tua banalità e mancanza d’intelligenza dimostrano solamente la tua totale servitù ai vostri padroni di sinistra.Voi siete i mafiosi e i cammorristi della politica le ignobili zecche che infestano il popolo.Infettano noi che vi manteniamo con i rimborsi politici.
    Edoardo.Tu se sei veramente veneto sei solo un rinnegato.Uguale ai giacobini che favorivano napoleone per uccidere-derubare-stuprare la gente Veneta.Gente come te è il materiale di scarto che rischia di infettarci perchè al nostro passaggio rischiamo di pestarlo.E se hai veramente fatto propaganda positiva per plebiscito presentati a Treviso con la tua faccia e non con altre parti del corpo o con la voce romana di quelli che servi.

    Carla 14 aprile 2014 15:33
  • Carla, il tuo problema più evidente è la frustrazione. Sorvolo sul resto. Buona giornata.

    Claudio 14 aprile 2014 15:37
  • Carla ma scusa dove cazzo hai letto che sono contrario all’indipendenza del Veneto?? guarda che non ho scritto proprio un tubo stai sbagliando persona! ho sempre sostenuto tutti i nostri ideali e mi sono scagliato sempre e dico SEMPRE contro i troll o chi era contrario alle nostre iniziative. Se guardi i miei vecchi post, specialmente quelli dopo il referendum o sempre mandato a fanculo tutti i rompicoglioni troll che sono venuti a farci visita… Ho votato sì per il referendum e ho fatto votare tutti i miei familiari oltre al fatto che ho convinto mio padre ad aderire all’esenzione fiscale. Anzi dopo tutto questo fervore e tutto questo amore per la mia patria veneta ci rimango male che qualcuno pensi male di me

    EDOARDO 14 aprile 2014 18:11
  • Oltre al fatto che dopo il referendum sono andato al corteo della fiera per le strade di padova gridando per l’indipendenza dio cane!!

    EDOARDO 14 aprile 2014 18:15
  • Evvai, la degna conclusione di una discussione di alto profilo. Siamo alla frutta.

    Claudio 14 aprile 2014 18:27
  • No scusa è che esplodo guarda è la prima volta che bestemmio quasi mi vergogno

    EDOARDO 14 aprile 2014 18:30
  • Il tuo problema più grande è che scrivi la parola “quasi”. Ecco li dentro ci sta tutto ciò che ti rappresenta. Saluti.

    Claudio 14 aprile 2014 18:39
  • Il tuo problema più grande invece è che da quando abbiamo cominciato a scrivere su questo sito te e & ci rompi i coglioni e ti lagni e fai la pettola invece di farti i cazzi tuoi ed andare fuori dalle balle. Ecco nella tua perseveranza ci sta tutto quello che ti rappresenta.

    EDOARDO 14 aprile 2014 18:44
  • Ne vado orgoglioso della mia perseveranza in questa faccenda.

    Claudio 14 aprile 2014 18:45
  • Inutilmente! Sei nella tana del lupo…evidentemente ti piace che gli altri ti mandino a fanculo! romano!

    EDOARDO 14 aprile 2014 18:47
  • E questo te lo avevo detto anche tempo fa più gentilmente

    EDOARDO 14 aprile 2014 18:47
  • Nella tana del lupo o nella gabbia di matti, a seconda dei punti di vista.

    Claudio 14 aprile 2014 19:48
  • Se ti piace venire evidentemente lo sei anche tu

    EDOARDO 14 aprile 2014 19:57
  • Non ci trovo nulla di divertente anzi, è piuttosto faticoso ma per un Veneto libero da certe forme di demenza ci provo.

    Claudio 14 aprile 2014 20:00
  • fatica sprecata: il tuo zelo filantropico purtroppo non attecchisce. Va a fare proselitismo casa per casa come i testimoni di ieova che magari avrai più successo

    EDOARDO 14 aprile 2014 20:26
  • > CARLA.
    Carissima, sai che la mia stima nella tua persona, è praticamente incommensurabile. 🙂
    Suppongo tuttavia, che tu abbia preso un abbaglio con Edoardo.
    Leggendo i suoi interventi in questa pagina, non ho riscontrato nulla di infausto nei nostri confronti.
    Sei sicura di non esserti confusa con Aled ?
    Al-ED e ( EDoardo ); l’assonanza potrebbe averti indotta in errore.
    Se comunque mi è sfuggito qualcosa, ti prego di notificarmelo in questa sede, anche per far comprendere a Edoardo, se si sia trattato di un’incomprensione, o meno.
    Grazie e un abbraccio.

    CrisV 🙂

    CrisV 14 aprile 2014 21:12
  • Perché dalle mie fauci giammai echeggiarono parole contre.
    Grazie Crisv, lo apprezzo.

    EDOARDO 14 aprile 2014 21:48
  • > Edoardo.
    Dovrò far cancellare il tuo intervento blasfemo.
    Ti prego per il futuro d’evitare questo tipo d’eccessi.
    Certo nella tua comprensione, ti saluto ringraziandoti anticipatamente.

    > Claudio.
    Hai il nome di un illustre imperatore romano, ma neppure un milligrammo della sua cultura e saggezza.
    La tua calata in questa sede è risultata piuttosto idiota, oltrechè inconsistente.
    – Idiota perchè non aggiunge nulla di più, rispetto alle banalità precedentemente esposte i tuoi amici-Giuda troll, che scrivono da Roma, dalla vostra ormai ridicolmente famosa sede partitica di sinistra, utilizzando anche server esteri.
    – Inconsistente, in quanto non sei riuscito a convincere nessuno qui dentro, della concretezza dei tuoi dubbi veicolati, o incertezze indimostrate e indimostrabili, finalizzate a demolire con concretezza la struttura informatica e politica nostro plebiscito digitale.
    Dimostrazione che la tua supponenza, è seconda solamente alla tua esistenza banale e infelice.
    ” Ma tu, non mi conosci “, dirai…..vero, ma mi bastano poche tue righe di stesura, per comprendere il tipo di personaggio bieco e derelitto, che pretenderebbe di affrontarci con sussiego, sul nostro stesso terreno identitario.
    Supponiamo : ammesso e MAI CONCESSO, fossero i nostri anche dati gonfiati, NOI ABBIAMO COMUNQUE GIA’ VINTO, in quanto il popolo Veneto ha preso un’enorme coscienza, sul fatto che presto raggiungeremo la nostra agognata Indipendenza.
    La gente qui ci crede e ne parla ovunque e comunque e non teme nessuna azione repressiva, che, anzi, aumenta la rabbia popolare.
    Ormai, nonostante il PD e i suoi servi sciocchi, noi abbiamo ottenuto lo scopo !
    In ogni caso, ti comunico che i dati plebiscitari dichiarati sono reali e che presto dimostreremo al mondo, quanto affermiamo con asseverazioni internazionali di illustre livello e terzietà garantita.
    Naturalmente siamo già preparati al fatto, che i tuoi padroni contesteranno il tutto. Voi vorreste che questi dati fossero confermati dai vostri ciarlatani di sinistra, gente che dai tempi di Lenin depreda il popolo, umiliandolo e violentandolo, per favorire la vostra nomenklatura di subdoli servi di regime e corrispettivi manutengoli, fino via, via, ad arrivare ai tuoi pari di suburbio, da 900 euro al mese, quale ignobile mercede per diffamare un popolo e chiunque non la pensi con la vostra stessa pervicace e cervellotica infamia.
    Altro non aggiungo, perchè sarebbe comunque darti troppa importanza e tu, il carisma personale, non lo detieni neppure nella ristretta cerchia dei perdenti della tua risma. Adieu ti ho degnato di fin troppa considerazione, ma io sono un generoso persino con le nullità, questo è risaputo.
    Ad Maiora

    CrisV >:(

    Ecco come vedo te e il tuo drappello di falliti, altro che Leonida e i suoi 300 :

    CrisV 14 aprile 2014 21:48
  • Crisv, il fatto che tu sia patetico oltre ogni senso del limite non mi impedisce di farti notare che stamattina qui ne parlano 7 utenti e nel pomeriggio se va bene ce ne saranno si e no altri 20. Se i numeri risulteranno gonfiati, ma temo non lo sapremo mai visto l’andazzo, dovrete prendere atto che siete in minoranza quindi la faccenda si chiude.

    Claudio 15 aprile 2014 7:47
  • Io sarei patetico ?
    Proprio tu mi definisci patetico, che fai il Giuda di professione, per 900 miseri euro al mese, erogati da gente viscida della tua specie ? Almeno la paga di Giuda era in argento, metallo prezioso che aumenta di valore.
    Ti rendi conto, quanto ti castigherà la vita, per il male che stai cercando di fare, a un popolo che rivendica il suo sacrosanto diritto all’autodeterminazione ?
    Noi non contiamo i commentatori di un web, ma la presenza di un popolo all’appello, un appello da 2.103.000 SI all’Indipendenza !
    Nonostante i tentativi di disinformazione, che orchestrate nelle vostre sinistre sedi di potere e partitocrazia a Roma, da noi Veneti considerata ormai, impero della corruzione e del malaffare. Da servo, riferisci pure ai tuoi satrapi di partito, che il Veneto NON MOLLA !!!
    Ci fai immensamente pena, Claudio o chiunque tu sia, dietro questo falso nome.
    La pena che proviamo per te, è seconda soltanto al nostro immenso disgusto per il lavoro da boia, che cerchi molto malamente di compiere.
    Del resto, a quella mercenaria paga da fame, possono trovare solamente inintelligenti del tuo infimo profilo. Per questo non siete mai riusciti a restare al governo che per brevi periodi, non superiori ai due anni.
    I vostri governi delle mortadelle, hanno solamente impoverito grandemente quel popolo, che solamente a parole, dite di amare.

    CrisV 🙁

    CrisV 15 aprile 2014 10:18
  • Si.Credo di essermi sbagliata Edoardo.Con Aled o con l’altro quello che si fa chiamare roberto.Scusami e ritiro quello che ti ho scritto.

    Grazie a Crisvi che me l’ha fatto notare.

    Carla 15 aprile 2014 19:20

Love me with a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *