background img
Schermata 2014-12-01 alle 18.24.15

eVENETIA: ON LINE I LAVORI PER IL PROGETTO ISTITUZIONALE DELLA REPUBBLICA VENETA

dicembre 1, 2014

Schermata 2014-12-01 alle 18.24.15eVENETIA, Il progetto istituzionale della Repubblica Veneta, presentato il 9 novembre scorso a Treviso, ora ha un proprio sito ufficiale, nel quale sono già visibili le prime bozze di lavoro. Il sito è raggiungibile all’indirizzo www.evenetia.com.

Per poter essere chiamati a far parte dello staff che sarà chiamato a definire il progetto istituzionale e di funzionamento della Repubblica Veneta, una volta che avrà raggiunto la piena indipendenza, basta proporre la propria autocandidatura dalla pagina seguente.

Le candidature saranno vagliate da un’apposita commissione, alla luce di criteri di merito e competenza.

I primi profili ed ambiti di specializzazione per cui sono state aperte le selezioni sono i seguenti (altri seguiranno a breve):

  • Finanza (strategica e mondo del credito)
  • Media (carta stampata, internet & new media, radio-tv)
  • Relazioni (locali e internazionali)
  • Legale (Diritto societario, Diritto fiscale internazionale, Diritto tributario, Diritto civile/penale, Diritto costituzionale)
  • Magistrati
  • Fiscalità (e amministrazione internazionale)
  • Economisti
  • Tecnici (Architetti, Ingegneri, Medici, Scienziati/Ricercatori, Agronomi, Fisici, etc.)
  • Università
  • Arte e cultura
  • Storici
  • Studi strategici (e sicurezza)

Ufficio Comunicazione
Plebiscito.eu


Categories
  • Benissimo, ci stiamo preparando all’inevitabile. Però C’è sempre in ballo la faccenda della certificazione dei voti, quanto manca? La aspetto come un bambino aspetta la mattina della gita a scuola…..
    WSM

    Cristian 1 dicembre 2014 19:24
  • qui si lavora ad una prossima Repubblica Veneta, ma leggo altrove prospettive diverse…
    spero che l’attesa certificazione non sia l’esito delle prossime delle prossime elezioni regionali…sarebbe la fine di ogni speranza, rinviata a quel famoso sine die che paventavo… morirè italiana, mi devo rassegnare!

    caterina 2 dicembre 2014 14:35
  • Ciao Caterina,
    purtroppo la certificazione dei voti è davvero uno dei punti cruciali. Sinceramente avevo sperato che, come più volte comunicato, sarebbe stata presentata entro Settembre/Ottobre.
    Purtroppo siamo a Dicembre e non se ne è avuto traccia. Vabbè aver fiducia (ed infinita riconoscenza per quanto fatto finora) ma di promesse al vento ce n’è già uno a Roma che le sa far benissimo…
    In mancanza di una qualsivoglia certificazione, per la stragrande maggioranza dei Veneti, IV, Plebiscito, Prima il Veneto sono suppergiù la stessa cosa.
    Peccato, la spinta indipendentista della scorsa primavera è andata scemando… speriamo si riesca a farla rinvigorire presto!

    TI CO NU, NU CO TI

    Thomas 2 dicembre 2014 17:21
  • Io personalmente credo sia andata scemando perché ci si è accorti che è quasi una cosa impossibile sia per come è scritto nella costituzione italiana sia perché “quelli a Roma” non ci lasceranno mai l indipendenza…
    Man mano che la cosa si percepisce più difficile la gente si allontana stremata. Io sono il primo che spera con il cuore che qualcosa possa cambiare, stanco di non essere tutelato da chi pensa solo a gonfiare il proprio conto in banca. Grazie

    Andrea 3 dicembre 2014 10:22
  • L’ennesimo scandalo a Roma…ce ne sono stati per decenni….basta andare negli archivi dei giornali per rendersi conto che non dobbiamo meravigliarci di nulla. Tutto è come sempre, solo che adesso, finalmente, c’è la procura di Roma che dice apertamente che la malavita ( mafia, delinquenti etc..) è contigua alla politica ed alle istituzioni.
    NON E’ COSA DA POCO ! Finalmente quello che tutti sospettavamo.. sapevamo per
    intuizione o meglio per acclarate palesità è finalmente venuto a galla.
    Perché dico questo, perché coloro che osteggiano, criticano, snobbano e via dicendo gli indipendentisti Veneti…non possono essere che dei mafiosi loro stessi. La tesi è semplice. Poiché tutto è acclarato ed i fatti lo dimostrano con il paese alla rovina economica e morale, non è chiaro perché certi italioti, ma anche a certi veneti, piaccia stare ancora dentro il sistema italiota. Coloro che ne vogliono uscire non hanno nulla da spartire con questo sistema corrotto e mafioso. Coloro invece che lo difendono…anche andando contro di noi sono coloro che probabilmente, anzi quasi certamente hanno da guadagnare qualcosa, altrimenti come fanno ancora a difenderlo con le solite argomentazioni ormai stantie,vecchie e ipocrite che normalmente usano ?!?
    Una prova che i politici sono quasi tutti corrotti e mafiosi è che non hanno mai approvato leggi severissime su chi ruba alla collettività in qualsiasi maniera. Ciò perché se vengono,loro, pizzicati se la devono cavare con pochi danni….vedi i patteggiamenti vari etc..etc..
    Se ci fossero pene severissime, come c’erano ai tempi della gloriosa Serenissima, a parte l’esilio e condanne varie, anche molto pesanti…a questi personaggi traditori della Patria venivano rase al suolo le loro abitazioni !!
    Perché in italia anche il governo Renzi depenalizza i reati ?!? Si può rubare..tanto se è la prima volta non subisci galera… e potrei fare un certo elenco !!! Allora mi auguro che questa certificazione arrivi e che chi sta al vertice di PLEBISCITO.EU si decida a dirci cosa succede !!
    La frustrazione si percepisce in tutti perché con questi ultimi eventi accaduti a Roma, ormai è chiaro che per l’italia non esistono vie d’uscita.
    Siamo sempre stati un paese illegale e corrotto. Lo scrissi ancora tempo fa, proprio qui su PLEBISCITO.EU…ancora 45 anni or sono vidi e subii la corruzione che esisteva in tutti gli apparati pubblici italioti. Dico subìì perché a 22 anni non si ha ancora un senso così critico da portarti a denunciare tutto quello che vedi. Inoltre un mio datore di lavoro di allora mi minaccio di censura e quant’altro se avessi osato parlare di ciò che gli andai a riferire…..dobbiamo lavorare mi disse…così andiamo avanti.. altrimenti….insomma lo schifo di adesso.
    Tutto l’apparato pubblico ed istituzionale ha rubato da decenni e se abbiamo un debito pubblico da panico lo dobbiamo a questi fatti accaduti da sempre!!!
    CHI HA IL CORAGGIO DI CRITICARCI SE VOGLIAMO LINDIPENDENZA ?????
    WSM

    Fil de Fer 3 dicembre 2014 11:48
  • nel Veneto i Veneti hanno “votato” a marzo. e questo è un dato certo, come è certo che duemilionitracentoepassa hanno detto SI al quesito posto sulla scheda elettronica…
    Ci pensino i detrattori a dimostrare che non è vero! noi siamo sicuri di quello che abbiamo fatto! l’abbiamo detto all’universo mondo e oltre trenta nazioni si aspettavano di avviare rapporti con la nuova Repubblica Veneta, ed oggi lo confermerebbero e altre se ne aggiungeranno…Russia compresa!
    Che aspettiamo?
    Non è un partito il nostro, non lo sarà mai! non confondiamoci con la realtà italiana e il suo guazzabuglio!
    Noi siamo un Popolo che non vuol sparire, che vuol risorgere, che sa come fare e lo dimostrerà al mondo appena lo decidiamo, noi! non Roma e neppure Zaia 1 o 2, o Salvini, o la Moretti… che aspettiamo! chi aspettiamo…

    caterina 3 dicembre 2014 19:08

Love me with a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *