background img
corriere-bugiardo

IL CORRIERE.IT (CHE DIFFAMAVA PLEBISCITO.EU) GONFIA IL TRAFFICO INTERNET “A SUA INSAPUTA”

giugno 6, 2014

corriere-bugiardoPer gli addetti ai lavori, il sorpasso pareva storico, ad aprile il sito del corriere.it superava quello del concorrente repubblica.it, dopo un momento di grave difficoltà seguito al cambio di layout grafico.

Peccato che a scoprire l’inganno sul traffico gonfiato sia intervenuto Wired, che ha scoperto come i dati comunicati dal Corriere fossero in realtà truccati.
Riproduciamo di seguito il video che mostra il “trucchetto” usato dai furbetti di via Solferino per “dopare” i dati delle pagine viste sul sito del Corriere della Sera. La tecnica si chiama “site under” e permette di generare pagine e utenti che non ci sono grazie all’acquisto di clic creati automaticamente. In questo modo si aprono pagine con banner e video in autoplay preceduti dai preroll, gli spot video, che gli inserzionisti hanno commissionato e si presume pagato su Corriere Tv.

Al di là della pratica scorretta, l’aspetto grottesco sta nelle scuse inconsistenti prodotte dal Corriere della Sera, dopo essere stato beccato in castagna. Parafrasando il mitico ex ministro Scajola (quello pazzo per lady Matacena, amicone di Galan e chissà, forse anche di Orsoni e Zaia), il Corriere.it afferma che il falso traffico comunicato sul proprio sito era stato creato “a sua insaputa”. Già.

Peccato però che fosse stato proprio il Corriere del Veneto, sempre dello stesso gruppo editoriale, a ergersi a grande accusatore di plebiscito.eu proprio in merito ai dati di traffico durante il referendum di indipendenza del Veneto del 16-21 marzo. Accuse poi rivelatesi infondate, in quanto basate su fonti inattendibili. E che oggi appaiono ancor più tristi e vergognose, alla luce dei trucchetti messi in campo “a loro insaputa” per gonfiare i propri di dati sul traffico internet.

Per fortuna che con il pieno esercizio di indipendenza della Repubblica Veneta ci lasceremo alle spalle anche i ricordi di questi organi di disinformazione italiani, mantenuti in vita con i sussidi pubblici derivati dal furto dei nostri soldi.

Ufficio stampa
Plebiscito.eu


Categories
  • Dopo gli scandali che stanno accadendo in questi giorni qui in veneto mi domando realmente come il popolo veneto possa avere riserve su un possibile indipendenza. Tutto si può fare, niente è impossibile..

    EDOARDO 6 giugno 2014 16:20
  • …ooooh! Prima o poi tutti i nodi vengono al pettine.
    WSM Sempre!!!

    GIULIANO 6 giugno 2014 16:41
  • AH! AH! AH! CHI LA FA’ L’ASPETTI !!!
    Ennesima vergogna italiota tramite giornale sovvenzionato con i contributi all’editoria, cioè con i soldi dei contribuenti italioti.
    Noi non diamo più soldi allo stato italiota ce li teniamo per vivere decentemente come meritiamo.
    AMEN
    WSM

    giancarlo 6 giugno 2014 18:00
  • Come mai non viene fornito il link della notizia? Ah si perchè le “pecore” devono sapere solo quello che qualcuno vuole e che fa più comodo.
    Vedo che anche che la macchina del fango veneta si muove bene
    P.S. http://www.wired.it/internet/web/2014/06/05/il-corriere-ha-gonfiato-il-proprio-traffico-internet-con-lacquisto-di-click-fraudolenti/

    R 6 giugno 2014 18:15
  • Truccano l’informazione, truccano e nascondono la verità e vorrebbero farci il lavaggio al cervello creandoci falsi ideali e false credenze inventando falsi problemi per sviarci dalle vere questioni che ci riguardano, questo regime Italiano si rivela ogni giorno sempre più simile al “grande fratello” di quel film di fantascienza “Orwell 1984” che consiglio a tutti di vedere.

    Marco 8 giugno 2014 19:27

Love me with a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *