background img

IL PARLAMENTO VENETO SI RIUNISCE IL 29 MAGGIO A SILEA (TV)

maggio 27, 2015

Nella seconda seduta dell’organo legislativo della Repubblica Veneta è prevista la costituzione delle “xonte” parlamentari (commissioni) e l’approvazione di una risoluzione di condanna della lega nord

RV_locandina_SILEA_29mag[Treviso, 27 maggio 2015] – La prossima seduta del Parlamento Veneto si terrà Venerdì 29 maggio alle ore 20.30, presso Sala Tamai, in via Roma 81, Silea (TV)

RIUNIONE APERTA AL PUBBLICO

Seconda riunione, dopo l’insediamento, del Parlamento Provvisorio della Repubblica Veneta, che si terrà il 29 maggio 2015 presso Sala Tamai in via Roma 81 a Silea (TV) alle ore 20.30 per discutere e deliberare in merito al seguente ordine del giorno:

– inizio dibattimento su proposte di liberazione fiscale;
– inizio dibattimento su proposte di assetto istituzionale;
– proposte di istituzione di xonte (commissioni) parlamentari;
– varie ed eventuali.

Tra le altre sono previste la presentazione di un progetto di legge per l’istituzione delle commissioni parlamentari, al fine di permettere un più agevole flusso dei lavori di studio ed approvazione delle leggi da parte del Parlamento e di una risoluzione di forte condanna e censura dell’abuso di credulità popolare effettuato nel corso degli ultimi decenni da parte della lega nord nei confronti dei cittadini veneti.

Ufficio comunicazione – Plebiscito.eu


Categories
  • Cronaca di un evento a Milano.
    ——————————
    Chi di noi ha compiuto i 40, o giù di lì, e quindi in età di leggere i giornali e tenersi “informato” su ciò che ci circonda ,si ricorderà forse di un fatto di cronaca grave, accaduto circa 15 anni or sono.
    Un giovane INGEGNERE Romeno, arrivato in italia in cerca di lavoro che gli garantisse un reddito per mantenere la sua famiglia rimasta in Romania,(come purtroppo sta succedendo per alcuni nostri laureati che si vedono costretti ad espatriare) viene letteralmente cosparso di benzina e poi dato alle fiamme, perché aveva osato chiedere al datore di lavoro di essere pagato per le prestazioni resegli.
    Voglio sottolineare il fatto che questo INGEGNERE pur di poter lavorare si era adattato a fare il piastrellista nell’edilizia. Il parallelo anche qui con molti nostri giovani laureati, che lavorano nei CALL CENTER, o distribuiscono volantini pubblicitari etc..etc.. o comunque fanno un lavoro non conforme agli studi compiuti è sotto gli occhi di tutti.
    Perché ora, dopo tanti anni, attorno a questo caso, c’è una presa d’atto di coscienza ?
    Perché un premio Nobel come Dario Fo , assieme alla figlia Florina Cazacu dell’uomo bruciato vivo, hanno scritto a quattro mani, dolorosamente da un lato e con accorato ma deciso appello alla società civile tutta dall’altra, un libro ,dal titolo :
    ” UN UOMO BRUCIATO VIVO”.
    Questo,a testimonianza di quanta certa politica, certa società, certi poteri forti vorrebbero assuefarci a situazioni che diversamente o come questa vicenda accadono in ogni parte dell’italia.
    Voglio augurarmi che i cittadini Veneti siano i primi a dare dimostrazione con il loro impegno civile e responsabile a portare avanti un cambiamento, ormai non più procrastinabile.
    Domani i Deputati Veneti che parteciperanno alla riunione già fissata siano pienamente consapevoli.

    P.S. Chi volesse approfondire e leggere il libro farebbe cosa opportuna.
    Il datore di lavoro summenzionato per Vostra conoscenza è già libero………………….questa la dice lunga sui poteri forti di cui ho fatto cenno nel testo.

    Fil de fer 28 maggio 2015 16:17
  • Mi permetto di fare un appello a tutti gli indipendentisti del Veneto: con la legge elettorale vigente il tuo non voto si riversa sulle quote di maggioranza di chi prende un solo voto in più su questa tornata elettorale; stando così le cose, se come pensabile sarà Zaia a prendere quel voto in più, io non voglio trasformare il mio non voto in un voto a Zaia, colui che davanti ti fa credere di portare per i Veneti e dietro continua a fare i suoi porci comodi con Roma.
    Quindi il mio appello è di andare a votare per l’unica lista indipendentista in corsa e cioè per Indipendenza Veneta di Morosin. Ci siamo tappati il naso fino ad ora della puzza di Roma, tappiamolo un’altra volta per una buona causa. Ciao a tutti e a presto, Roberto da Spresiano.

    Roberto 28 maggio 2015 17:57
  • Qui si stanno facendo troppe chiacchiere.Veneto indipendente?Speriamo.Cari signori quando si dichiara l’indipendenza si fa e basta.Alla faccia di roma e dintorni.

    mauro 28 maggio 2015 18:53
  • aspetto di leggere il protocollo… spero che Berti si sia impegnato anche per i suoi con patti stringenti, cioè dimissioni tout court, per non trovarsi da solo poi in consiglio…

    caterina 28 maggio 2015 19:29
  • Berti? Par carita’ de Dio! El clasico esempio de lista civeta che sa za de no contar un “beep” e vol far bela figura zercando de portarse casa Busato. E pur lo sa che se l parla de indipendentismo a casa sua i ghe da de fasista…ma che acordi voleo che fae un cossi’.

    stropol 28 maggio 2015 19:44
  • STROPOL, perché non aspetti di sapere i termini dell’accordo? chi firma prima legge di solito, e più volte anche, soprattutto se è responsabile non solo per sé ma anche per altri che rappresenta.
    Domani leggeremo anche noi… ma sono sicura che la sorpresa sarà positiva! in fondo i soliti noti finora che cosa hanno combinato? promesse e solo promesse.. che poi non hanno mantenuto… non ricordi? prima il Veneto e siamo qui col … per terra, e gente che si suicida, gente che emigra, gente, anche pensionati e non d’oro che per farcela con le proprie finanze si va a stabilire all’estero… che tristezza lavorare una vita e per farcela dover lasciare con tristezza il proprio paese, giusto perché lo stato non possa trattenersi alla fonte quasi metà della pensione che ti sei sudato…

    caterina 28 maggio 2015 21:31
  • E’ di dominio pubblico che la commissione antimafia comunicherà solo oggi dopo le ore 13:00 i nomi degli impresentabili….. che i partiti nelle liste civetta hanno già presentato. Questa è la prova provata che le mafie italiote governano ormai questo paese.
    Presentano personaggi collusi con la mafia perché hanno i voti di scambio……e quindi i voti prima di tutto.
    Come ho scritto sopra circa il libro UN UOMO BRUCIATO VIVO, anche nel libro si racconta come funzionano le cose sul lavoro nero sia nei confronti degli itliani che degli stranieri. Le mafie sono d’appertutto. Persino alcuni giudici sono sospettabili di essere collusi, altrimenti non si spiegherebbe come fa un assassino italiano condannato all’ergastolo, poi patteggia e gli vengono somministrati 30 annni di galera, poi in Appello la condanna viene confermata ma in Cassazione, poiché in Appello gli viene attribuita un’azione ABBIETTA…., la Cassazione cancella questa parola e tramuta i 30 anni in 15 anni che poi per la buona condotta dell’imputato dopo 10 anni, viene liberato definitivamente. Se non c’è mafia qui dove dobbiamo scoprirla ?! Tornando a noi, la BINDI si arrabbia perché tre nomi sono stati divulgati prima di oggi….ma dove sta la legalità in italia ???
    Ci vogliono 48h al massimo per sapere da un tribunale se il tale o tal’altro sono inquisiti o condannati.
    Adesso cosa faranno gli elettori ? Ci saranno ancora i perfetti nulla-cervello che voteranno lo stesso partito anche se questi ha inserito nelle liste i famosi impresentabili ?!? Roba da 4° mondo…..siamo alla mercè delle mafie per chi non se ne fosse ancora accorto.
    Di questo passo non può esserci futuro per l’italia. Ma per noi Veneti è l’ora della rinascita o della riscossa ???? !!!
    WSM

    Fil de fer 29 maggio 2015 9:47
  • Caterina non illuderti che anche se firmano il protocollo secondo te mantengono quello che firmano? Berti zaia moretti ecc. sono governati da come dice qui sopra fil de fer. Dimmi in tutti questi anni chi ha mantenuto le promesse? io ho sempre visto le tasse aumentare mai scendere per esempio

    veroveneto 29 maggio 2015 10:15
  • usciamo da quest’Italia impazzita, irriformabile, indecente… ritroviamo il rispetto di noi stessi, seguiamo chi ci ha indicato già dallo scorso anno la via per salvarci e rifondare noi la società in cui vivere nella tradizione della saggezza antica della nostra civiltà, fondata sui valori umani e sociali..
    Pensavo fino a ieri che non sarei andata a votare domenica prossima, per la bagarre di protagonismi che si era scatenata a seguito della nostra assenza… ma oggi forse sarà chiaro dove potremo trovare l’appoggio alle nostre istanze… aspettiamo l’ufficializzazione della notizia che da ieri sera rimbalza e, se confermata, sicuramente andrò ad esprimere il mio convinto assenso… ho fiducia nei giovani che sanno partorire idee nuove, le captano perché aperti a un mondo che cambia ed hanno la voglia di essere tra i protagonisti in un mondo nuovo, si sono preparati per esserlo e vogliono spendersi per questo…
    i vecchi partiti? troppe compromissioni…non ce la possono fare ad essere innovatori!
    Il Veneto deve salvarsi, per farlo deve cambiare!
    Viva San Marco! par tera, par mar San Marco!!!!

    caterina 29 maggio 2015 10:24
  • Plaudo, sensa limiti, alla condanna della LN.Partito lombardo che per oltre un ventennio ha sfruttato il desiderio di liberta’dei Veneti impossessandosi, tra l’altro, anche del loro glorioso Gonfalone. Il tradimento peggiore, tuttavia, di quello subito dalla LV, gia’ nel 1252, l’aveva subito l’eroico Azzelino III° da Romano che estese, più di ogni altro, la dimensione in terraferma della Marca Veneta. WSM

    giorgio da casteo 29 maggio 2015 12:03

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: