background img
Schermata 2014-03-29 alle 22.42.05

IN ATTIVAZIONE I PRIMI 60 UFFICI PUBBLICI DELLE COMUNITA’ DELLA REPUBBLICA VENETA

aprile 4, 2014

Domani Gianluca Busato interverrà al Consiglio Nazionale del Partito Sardo d’Azione. Cresce il sostegno ai Veneti anche al di fuori della Repubblica Veneta.

Schermata 2014-03-29 alle 22.42.05Mentre anche Il Sole 24 Ore dà atto dello spessore intellettuale del progetto politico di Plebiscito.eu e della rivoluzione digitale in atto che porterà a un nuovo Rinascimento, i primi segnali concreti di esercizio di indipendenza del Veneto vengono dalle prime 65 richieste di attivazione di Uffici Pubblici delle Comunità della Repubblica Veneta.

Tale endorsement segue quello proveniente da tutt’altra sponda ideologica, grazie al comunicato pubblicato sempre oggi dai Centri Sociali Veneti, testimoniando una saldatura bipartisan attorno al riconoscimento della profondità delle ragioni e del progetto indipendendentista veneto moderno messo in atto da Plebiscito.eu.

Il tentativo in corso da parte dello stato italiano di impaurire l’opinione pubblica veneta tramite un procedimento giudiziario farsesco sta quindi ottenendo l’effetto contrario, oltreché dimostrare un atteggiamento da stato di polizia, che incarcera persone pacifiche come Franco Rocchetta, per il solo reato di aver espresso le proprie idee.

Domani mattina inoltre Gianluca Busato, ospite in queste ore in Sardegna, parteciperà al Convegno Nazionale del Partito Sardo d’Azione, presso la Fiera di Cagliari, invitato dal Presidente Giacomo Sanna per presentare il progetto di referendum di indipendenza tramite rete telematica.

Gianluca Busato ha commentato: “Diffondere il metodo, lo strumento e la sostanza della nostra rivoluzione digitale è una delle missioni della nostra organizzazione ed è evidente che  la collaborazione con la forza storica dell’indipendentismo sardo è un passaggio fondamentale per coinvolgere tutti i territori e i popoli oppressi dello Stato italiano. In questo momento inoltre in cui emergono i tratti farseschi di un’azione giudiziaria repressiva che si è già trasformata in un boomerang per lo Stato italiano che invece di diminuire ha aumentato il favore del popolo veneto per l’indipendenza e per  il percorso democratico e pacifico che abbiamo intrapreso con il referendum digitale, è per noi fondamentale riuscire anche a cambiare lo scenario d’azione.

In tal modo espandiamo il virus della rivoluzione digitale anche in altre territori, e credo che l’effetto pandemico sarà inarrestabile, perché lo stato è odiato da tutti i suoi sudditi in ogni dove. Al contrario, l’affetto e la vicinanza ai Veneti sta crescendo di ora in ora anche al di fuori dei confini della Repubblica Veneta”.

Ufficio stampa
Plebiscito.eu


Categories
  • Spero che pubblichino la lista degli uffici pubblici…Spero ne aprano uno a Padova

    EDOARDO 4 aprile 2014 17:42
  • Mi ricorda la nascita del fascismo

    mike 4 aprile 2014 19:29
  • e rovinare 24 famiglie per un reato d’ opinione cosa ti ricorda mike?

    annibale 51 4 aprile 2014 19:39
  • mi chiedo gli avvocati dei 24 martiri spero che si stiano muovendo in fretta.perche’ secondo me e’ un crimine contro l’umanita’.ma dai una ruspa la hanno chiamata tanko.ma l’esercito italiano hanno tutte ruspe modificate in tanko o blindati da guerra?LIBERTA!

    cristian 4 aprile 2014 19:46
  • spero cristian che tu abbia cambiato opinione almeno un po’

    EDOARDO 4 aprile 2014 19:50
  • se fosse successo a napoli non gli avrebbero fatto niente.come vedi che ancora oggi girano in 3 in motorino senza casco.qua da noi se c’e’ lai slacciato ti multano al volo.LIBERTA!l’italia e’ gia divisa,per colpa dello stato italiano.al nord le regole le fanno rispettare anche con la forza,al sud non esistono regole.quindi questa disparita’ lanno creata roma.si lamentano della mafia,ma allora invece di mandare l’esercito in giro per il mondo che lo mandino al sud a ripulire i mafiosi.in un mese il sud sarebbe ripulito.ma non lo fanno perche’ c’e’ un’accordo stato mafia.LIBERTA!

    cristian 4 aprile 2014 19:50
  • edoardo: io sono stato il primo a contrastare il famoso emanuel nei giorni delle votazioni.avete preso un granchio con me.sono sempre stato con voi ho solamente detto,di fare ufficializzare il referendum appena svolto.non serve farne un’altro cavoli.non so solo per questa frase mi avete attaccato in primis carla,crisv.dopo mi sono solo difeso.comunque sempre veneto liberoLIBERTA!

    cristian 4 aprile 2014 19:53
  • io ho sempre basato la vita sulla LIBERTA!,bisogna pensare che milioni di persone sono morte per gridare LIBERTA!.rendiamo onore e merito hai caduti.come farei a non aderire all’indipendenza che vuol dire LIBERTA! da roma assassina di imprenditori i padri di famiglia.ci sono stati piu’ morti per suicidio in italia che in crimea.ma non ne parlano.odio roma evviva il veneto.LIBERTA!

    cristian 4 aprile 2014 19:56
  • ragazzi venerdi’ prossimo tutti a vicenza e fate passa parola.

    mi son veneto 4 aprile 2014 20:43
  • forza veneti tenete duro contro lo stato fascista

    Antonio 4 aprile 2014 20:49
  • Caos totale, sobborghi impazziti
    Si spaccano i negozie vi entrano i banditi
    Le banche incendiate,gioiellerie rapinate
    Computer devastatii carceri assaltati
    Le celle che si aprono
    ho il sangue dentro gli occhi
    Adesso sono liberosarete tutti morti.
    NERONE E’ TORNATOA BRUCIARE ROMA
    LA FECCIA CHE PARLAVAORA HA IL SANGE ALLA GOLA!
    La folla è nelle strade
    baraonde nei quartieri
    Ricorda il vecchio detto
    è vivo come ieri
    Bandiere in alto al ventoun vessillo ed un lamentoSi alza in cielo n cantoBOIA CHI MOLLA!E’ il giuramentoNERONE E’ TORNATOA BRUCIARE ROMALA FECCIA CHE PARLAVAORA HA IL SANGE ALLA GOLA!Le ghigliottine sono alzateper i maghi e gli stregoniI cappi sono prontiper quei luridi buffoniIl Fuoco di Vestasi alza al PalatinoQuanta gente imprecaci si sbronza con il vinoo stato fascista? A me sembrano 4 comunisti di merda!!! Siamo invasi dagli extracomunitari e prendono più soldi loro di noi!!!
    Vicenza tempo fa a stanziato 60.000 € per gli zingari. E ce la gente che lavora onestamente e non tira a fine mese. Io avrei investito 6000 € in benzina piuttosto. Datemi pure del razzista ma sono stanco di questa merda!!! Altro che Italia agli Italiani. VENETO AI VENETI!!! Via tutta la zizzania e lavoro per gente onesta e che si fa il culo in fabbrica dalla mattina alla sera per mantenerli questi 4 bastardi

    Andrea 4 aprile 2014 21:44
  • onore onore onore a tutti quelli che lottano per l,ideale piu alto in assoluto la secessione…viva le patrie di una volta…un grosso abbraccio a tutti gli indipendentisti..ai veneti serenissimi in primis

    alessandrobarbolini 4 aprile 2014 22:08
  • Thomas Alva Edison scriveva: “Il valore di un’idea sta nel metterla in pratica”; allora, mi chiedo: perché fermarla?
    E poi, …i “trattori dei forconi laziali” sono di marca diversa da quelli delle altre regioni?

    VITTORIA :D 4 aprile 2014 22:22
  • Se a Napoli iniziassero a chiedere la secessione, Roma (ormai non ha neppure più senso chiamarla italia, dato che presto non esisterà più) interverrà anche nei loro confronti.
    Al nord in realtà non è che le regole le fan rispettare tanto più che al sud, del nord a Roma interessano solo i soldi.

    GeertWilders4president 4 aprile 2014 22:28
  • W il Veneto libero e indipendente dai ladri politici romani specie dai sinistrati.I più ladri e truffatori della terra.Cristian.Se vuoi essere uno di noi comincia a scrivere:Viva San Marco e processiamo i ladri del pidì e i loro servi deficienti.Mettilo alla fine di ogni tuo messaggio e cominciamo a crederti.

    Carla 4 aprile 2014 22:30
  • Dobbiamo essere orgogliosi di essere VENETI senza nessuna vergogna!
    Teniamo alto il nostro grido: LIBERTA’!!!
    Dobbiamo gridarlo tutti ad alta voce e forte fino a soffocare lo sciocco bisbigliare dei meschini individui che si oppongono a questo processo oramai INARRESTABILE.
    Dobbiamo essere soprattutto consapevoli delle nostre azioni, ed essere prima di tutto SOVRANI DI NOI STESSI!
    Non dobbiamo più far credere allo stato “Italia” ormai marcio, che siamo sotto la sua giurisdizione: non siamo la sua proprietà.
    Noi siamo SOVRANI DI NOI STESSI, NOI SIAMO CITTADINI VENETI!
    La vera rivoluzione parte da NOI e non dalle istituzioni o da qualche sondaggio statistico: se lo vogliamo veramente nessuno ce lo impedirà.
    “La valanga, prima di diventare tale…era soltanto un fiocco di neve!
    Libertà per la Repubblica Veneta! Viva San Marco!

    Sandro 4 aprile 2014 23:43
  • carla:io a te non devo dimostrare niente,ad una persona che mi ha attaccato gratuitamente sbagliandosi su di me.io ho sempre contrastato emanuel e co.nei giorni delle elezioni.anche il cosidetto emanuel te lo puo’ confermare.basta leggere i suoi commenti su di me.quindi se non ti fidi ancora di me sono problemi tuoi.LIBETA!e liberta’ e’ una parola che racchiude tutti gli ideali di onore e rispetto verso il prossimo libero da qualsiasi giogo.LIBERTA!

    cristian 5 aprile 2014 4:21
  • Sig. Busato è trascorsa un’altra settimana e dei conteggi dei voti ancora nulla. Passerà alla storia per aver messo in piedi il sistema elettorale più lento di sempre. Alla faccia del digitale. Aspetto ancora di sapere come incrociate la mia e le identità dei miei concittadini visto che l’ufficio anagrafe del mio comune non ve le ha fornite. Cordiali saluti.

    Claudio 5 aprile 2014 7:40
  • Sono un Veneto fiero e favorevole all’indipendenza, ma sto ancora cercando di capire se quello che stiamo vivendo in questo periodo è solo un gioco/un po’ di fumo, o l’inizio di un vero cambiamento storico. Per esempio, si parla già da diversi giorni di questi 60 uffici pubblici, ma perchè negli articoli di Plebiscito.eu non approfondiscono specificando quali saranno le funzioni e soprattutto dove saranno aperti?

    Carlo 5 aprile 2014 7:45
  • E inutile Il veneto non lo possono lasciare in 7 giorni l’italia e in default faranno di tutto per tenerlo. Al guinzaglio anche azzoppandolo

    graziano 5 aprile 2014 8:20
  • LANCIO UN APPELLO A TUTTI I FRATELLI INDIPENDENTISTI X INFLUENZARE LE VARIE SIGLE O ANIME CHE CI GUIDANO (A VOCE, X MAIL, SUI BLOG) PER INDIRE UNA MANIFESTAZIONE UNITARIA DI MASSA PER ESPRIMERE OLTRE CHE LA SOLIDARIETA’ AGLI ARRESTATI, IL CONCETTO CHE L’AUTONOMIA E’ UNA FREAGATURA DEI POLITICI.Attenzione che al loro cambio di strategia, verso lopinione pubblica veneta, dobbiamo essere pronti ed efficaci. Agire in ordine sparso se finora poteva avere un senso perche’ tutti tiravano al massimo e serviva per sfondare sull’infirmazione, ora che gli schieramenti nemici si stanno formando e reagendo serve che anche noi ci compattiamo e combattiano uniti….dopo ognuno portera’ avanti le propie idee…ma adesso xcortesia UNITEVI!!!!! E’ TROPPO IMPORTANTE!!!Veneti liberi!

    ale 5 aprile 2014 10:21
  • nutile sperare risposte da Busato, lo farebbe solo se fosse tutto vero cio’ che afferma.
    Usiamo la logica :
    Tutti noi quando paghiamo qualcosa otteniamo una ricevuta di avvenuto pagamento.
    I comuni che hanno fatto pagare le loro anagrafiche avranno sicuramente emesso delle ricevute, quelli che hanno ceduto le liste gratuitamente avranno comunque rilasciato qualche specie di ricevuta per avvenuta consegna .
    Pubblicare le fotocopie ( in un PDF ad esempio) di queste ricevute sarebbe un modo per dimostrare che il controllo dei dati identificativi era possibile e che le procedure batch potevano effetivamente scremare i dati fasulli.
    Non e’ ancora la risposta che attendiamo e cioe’ la certificazione dagli enti internazionali , ma sarebbe gia’ un bel passo avanti sulla credibilita’ di tutta la votazione.

    Dal momento che sono dati gia’ in mano a Busato e che non richiedono certificazioni, secondo voi perche’ non viene fatto ?
    La logica direbbe che a parte i cumuni citati sull’ articolo del GIORNALE Busato non ha ottenuto le liste dai 581 comuni veneti e quindi a voi trarre le logiche considerazioni.
    Perche’ sono cosi critico nei confronti di Busato ?
    Perche’ ho votato SI ed ora mi rendo conto di essere stato preso per il culo , usato per scopi personali da Busato che ha gia’ annunciato la nascita di un partito politico( intervista a invasioni barbariche della Bignardi minuto 11:20)

    roberto 5 aprile 2014 10:25
  • Busato a questo punto non conta nulla,e la regione ora che deve approvare un referendum valido a tutti gli effetti per l’indipendenza,il resto non conta

    Giampy 5 aprile 2014 10:49
  • Qua’ vedo tanti commenti, tutti impazienti, volete dare il tempo giusto alle cose, i voti devono essere certificati da un ente internazionale, non possiamo mica presentarci con 2 righe scritte a penna. Per quanto riguarda gli uffici pubblici volete che escano dal cappello magico, ma voi lo sapete che tutto quello che e’ stato fatto fino ad oggi e’il frutto del lavoro di persone VOLONTARIE che dedicano il proprio tempo e i propri soldi alla causa.Pensate forse che noi siamo pagati per fare quello che facciamo. Dimostrate veramente che volete l’indipendenza del VENETO, partecipate anche solo con la “presenza”,quando c’e’ una conferenza, un incontro siate presenti, con o senza bandiera, ma dovete alzare il culo dal divano, c’e’ bisogno di tutti,di tutti!!!!Se tutti i Veneti fossero stati presenti negli ultimi giorni forse saremo gia’ indipendenti. Basta con le chiacchiere metteteci la faccia, come facciamo noi volontari. Per chi non lo sa il prossimo incontro e’ a Vicenza.

    Nino 5 aprile 2014 10:50
  • @Nino
    Per metterci la faccia bisogna avere fiducia di chi chiede di mettercela.
    Ho rispetto per i volontari che gratuitamente hanno lavorato duro.
    Cosa ha fatto Busato materialmente per convincerci che possiamo concedervela ?
    Fino ad ora chiede un atto di fede, di credergli sulla parola , che ha ricevuto gli elenchi degli elettori, che hanno votato oltre 2 milioni di persone.
    Di mettere online i log di accesso al sito ( che ogni server crea automaticamente) o un pdf delle ricevute dei comuni non se ne parla proprio.
    Si insiste a voler mandare la gente in piazza come atto di fede.
    Senza qualche dato concreto vi troverete sempre in pochi alle manifestazioni.
    Se credete che basti far rotolare una piccola palla di neve da un pendio per provocare una valanga vi sbagliate.

    roberto 5 aprile 2014 11:13
  • Su questo argomento ha ragione Roberto,se non darete delle certezze al popolo veneto le piazze saranno sempre piu vuote,e tutta l’italia ci ridera in faccia considerandoci solo dei bigotti pagatasse

    Giampy 5 aprile 2014 11:36
  • Io la fiducia ce lo’. Giustamente ognuno e’ libero di pensare cio’ che vuole. Roberto puoi aspettare il prossimo “messia”, speriamo non sia troppo tardi.L’italia ci portera’ come la Grecia e l’Argentina, auguri.

    Nino 5 aprile 2014 11:39
  • @Nino: pensa che sul sito c’è anche la possibilità di donare con paypal e altro.
    Pensa se busato avesse reso obbligatoria la donazione di 1 euro (UNO) per poter votare. Ora ci sarebbero 2 milioni di euro pronti per essere utilizzati come risorsa per l’indipendenza del veneto!
    Tu pensa.
    Magari il prossimo giro si potrebbe fare così.

    AleD 5 aprile 2014 12:29
  • Non ci voleva moto per capire che i Veneti vogliono in coro l’indipendenza!
    Perfino sondaggi di tempo addietro fatti da rispettabili istituti davano più dell’80% dei veneti per l’indipendenza.
    Noi Veneti saremo anca polentoni ma no semi!
    Gaven capio ben che ghe xe solo do possibilità: o morte con l’Italia o Indipendenza del Veneto.

    Andrea 5 aprile 2014 12:46
  • @aled.Ma io non dicevo in pzza SMarco, ci sono altri posti in Veneto…Magari veniamo a casa tua cosi te e la tua famiglia servite a qualcosa a..sto mondo!!!VENETO LIBERO ANCA DAI DEFICIENTI!!

    ale 5 aprile 2014 13:05
  • @Roberto. Non si “manda” la gente in piazza… la gente in piazza ci viene solo se crede in se stessa e in quello che fa e vuol essere partecipe nel costruire da sè la sua storia, non farsela costruire dagli altri… chi si aspetta che siano gli altri a fare non merita nulla e comunque è un nessuno che ha paura della sua ombra.
    Così sono tutti quelli che qui sopra si lamentano e seminano zizzania, invece che dare sempre più forza con la partecipazione all’azione che ci sta conducendo verso la meta… la LIBERTA’ è nostra, ma dobbiamo essere noi a sapercela prendere…a questo servono le iniziative messe in atto e le manifestazioni in piazza con la nostra bandiera: a far sapere a tutti che ci siamo, e siamo determinati e non siamo disposti a desistere finchè non avremo raggiunto quanto è nel nostro diritto di popolo veneto, che non vuol più accettare di essere schiavo, nè di Roma nè di nessun altro, perchè vuole tornare ad essere l’artefice del suo destino nella pienezza della sua responsabilità.. e della sua dignità di fronte al mondo intiero.
    I pavidi, i denigratori, gli sfaccendati stiano a chiacchierare al bar o a guardare la tv, o a smanettare sul computer o continuino a leggersi i fumetti… tanto non cresceranno mai! troppa fatica alzarsi in piedi e correre alla conquista del proprio futuro in un mondo libero

    caterina 5 aprile 2014 15:23
  • Hai ragione Nino infatti venerdi a vicenza ci sarò!devo fare un pò di chilometri ma stavolta ne vale la pena…..W IL VENETO

    lorenzo 5 aprile 2014 17:00
  • Belle parole Caterina , che contengono anche un fondo di verita’.
    Credo tu sia giovane e non hai ancora subito la dissulusione di tanto impegno e di tante battaglie per poi scoprire che coloro che erano a capo, non erano meglio degli altri.
    Forse e’ il momento di lasciare spazio alla vostra generazione, sperando che non rimaniate con in mano un pugno di mosche come e’ toccato a noi.
    Buona fortuna….

    roberto 5 aprile 2014 17:03
  • Ringrazio Plebiscito per averci fatto esprimere su una cosa tanto importante come il liberaraci dall’Italia. Con i suoi governi di sinistra che hanno costretto al suicidio 200 veneti come noi.
    Al partito di Renzi dico: Se vi fate passare per elettori veneti e chiedete di vedere i voti dimostrate prima i vostri voti alle primarie.La Tv ha dimostrato che la stessa persona poteva votare in più seggi.
    Se ci sono dei bari e disonesti siete proprio voi del PD.

    Franca Rossi 5 aprile 2014 17:04
  • Verrò anche io a Vicenza con tanti amici. E’ ora di finirla con questa sinistra di ladri e di truffatori che vivono deridendo la gente onesta e i malati di cancro.

    Franca Rossi 5 aprile 2014 17:07
  • Calma col dire che l’Italia è stata rovinata dalla sinistra, ha partecipato al banchetto nunziale come tante altre forze politiche. Ma non ci rendiamo conto che i governi dal dopo guerra sono durati così poco apposta per poter dividere la torta?

    mauro/1 5 aprile 2014 17:17
  • Il potere non è in mano alla sinistra o alla destra “illusioni” La sinistra e la destra servono a far votare la gente poi ci pensa la grassa burocrazia e alcuni potenti.

    RICCARDO 5 aprile 2014 17:46
  • E’ verissimo che l’italia è stata rovinata dalla sinistra.la parte più immonda della nazione.Pensavo che berlusconi che mi stava sulle palle fosse veramente colpevole e invece adesso mi fate capire che è tutta una macchinazione.Come ha detto Franca deridete perfino chi muore di cancro con la flebo al braccio.Vi diverte vedere l’agonia dolorosa degli altri è vero esseri schifosi?Troll di M…. se capiterà a voi o a vostra madre vedremo come vi divertirete.A me sono morti sei parenti di cancro tra cui mia mamma.Divertitevi e ridete adesso Maledetti.

    Carla 5 aprile 2014 19:24
  • un gran bell’articolo su di una rivista autorevole:
    http://www.eurasia-rivista.org/secessione-kosovo-ossezia-crimea-e-veneto/21375/

    f.b. 5 aprile 2014 19:36
  • “””@Roberto. Non si “manda” la gente in piazza… la gente in piazza ci viene solo se crede in se stessa e in quello che fa e vuol essere partecipe nel costruire da sè la sua storia, non farsela costruire dagli altri… chi si aspetta che siano gli altri a fare non merita nulla e comunque è un nessuno che ha paura della sua ombra.”””

    BEN DETTO!

    f.b. 5 aprile 2014 19:39
  • @GIAMPY
    “Su questo argomento ha ragione Roberto,se non darete delle certezze al popolo veneto le piazze saranno sempre piu vuote,e tutta l’italia ci ridera in faccia considerandoci solo dei bigotti pagatasse”
    .
    siamo sempre alla solita storia, aspettare uno che faccia tutto per noi mentre stiamo comodamente seduti sul divano.
    hehehe carissimi italiani, siete un po’ troppo fuori strada per il raggiungimento della costruzione della realta’, quella richiede che il cuolo si muova dal divano. DA SOLO, PER SUA VOLONTA’. volonta’… e’ questa la roba che manca ad una pecora.

    f.b. 5 aprile 2014 19:44
  • Invece FB le nostre piazze sono sempre più piene,sono le vostre sezioni del PD a essere sempre più vuote,specie qui in Veneto.Pensa un po’ te.

    Carla 5 aprile 2014 19:49
  • CARLA,
    hai sbagliato mira, io sostengo l’indipendenza del veneto, non sostengo pero’ quelli che, non avendo voglia di far niente, pretendono che faccia tutto qualcun’altro al posto loro.
    per esempio io oggi sarei andato in piazza a protestare contro la galera di quei 24 (non ci sono andato perche’ sono 12 anni che vivo fuori dall’italia} perche’ ritenendomi LIBERO non ho bisogno di uno che mi dica quando e cosa devo fare, quella e’ la figura del pastore e dietro ci stanno le pecore.
    cari amici veneti (cari veramente anche se non siete in grado di sentirlo), dovete alzarvi dal divano OGNI GIORNO per ottenere quello che volete, sempre che lo vogliate veramente e non sia una chiacchiera per far passare il tempo.
    la piazza deve essere piena OGNI GIORNO, indipendentemente da quel che dice la questura, quella va messa fuori dai giochi, VA IGNORATA perche’ fa parte del gioco che non volete. PAURA DI LORO? allora non siete pronti per vivere da esseri liberi… l’essere libero conosce solo il coraggio di vivere, la paura non sa nemmeno cosa sia, quella e’ roba da pecore.

    f.b. 5 aprile 2014 19:58
  • QUESTA E’ GENTE CHE VOLEVA L’INDIPENDENZA E L’HA OTTENUTA:

    http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=3enKBXbbjGc

    quei due pulman di squadre dell’estrema destra hanno avuto una gran fortuna ad avere la polizia che li ha difesi dal popolo.

    f.b. 5 aprile 2014 20:35
  • notizia di oggi:
    Ucraina, i cittadini di Mariupol in piazza a difesa del sindaco arrestato.

    I cittadini della città di Mariupol (sud-est dell’Ucraina) hanno circondato il municipio. Hanno chiesto la scarcerazione del “sindaco del popolo” Dmitry Kuzmenko.

    http://italian.ruvr.ru/news/2014_04_05/Ucraina-i-cittadini-di-Mariupol-in-piazza-a-difesa-del-sindaco-arrestato-5061/

    f.b. 5 aprile 2014 21:21
  • F.B. Io sarei andato anche a Treviso ma con due banbine piccole sarebbe stato complicato,comunque ci siamo organizzati andro a vicenza con molti amici,ed i miei tre angeli rimarranno a casa,spero che chi ha famiglia faccia altrettanto,in questo momento sono sul divano come dici tu ma come vedi sono presente….sarei curioso di sapere cosa farai tu

    Giampy 5 aprile 2014 21:34
  • giampy,
    piu’ che un supporto morale non so cosa fare, vivo in asia da 12 anni e da 11 non torno in italia.

    f.b. 5 aprile 2014 21:43
  • F.B. mi confondo o prma non eri molto convinto del referendum?

    EDOARDO 5 aprile 2014 21:47
  • E un piacere vedere che chi abita lontano dal veneto da molti anni ci supporta moralmente,sono sicuro che vi verra una gran voglia di tornare se arrivera l’indipendenza,e vi aspetteremo a braccia aperte

    Giampy 5 aprile 2014 21:55
  • @F.B.
    quanto ti paga l’FSB per la propaganda che fai a favore della Russia?
    Quelli che tu chiami ‘cittadini’ e ‘popolo’ sono hooligans del ‘nashi’ che vengono pagati 500 rubli a testa per partecipare a dimostrazioni ed agire da pestatori. Bella roba. Dio ci scampi da avere gente come te (e quelli che ti stanno alle spalle) che sostiene la nostra battaglia per la VERA liberta’.

    Davide 6 aprile 2014 0:06
  • se l’indipendenza non c’e’ la danno,l’unico modo e’ di fare in modo che le altre regioni seguino il nostro esempio.facendo cosi saremmo in troppi per l’armata di nerone.l’unione fa la forza.poi non capisco e’ logico che con l’indipendenza ogni regione si gestirebbe il proprio pil ha favore di cittadini,operiai, imprese,servizi.ecc…senza essere costretti a rispettare strozzinaggi da parte di roma e bruxeles.ma allora che cavolo ci sono persone che protestano?non avrebbero piacere anche loro di prendere 500 euro in piu’ in busta paga e quindi di avvicinarci alla media degli altri stati?piu’ soldi,piu’ consumi,meno costi di produzione,e piu’ investimenti.la metematica non e’ un’opinione.se raggiungeremo il nostro scopo,voglio vedere i contrari all’indipendentismo se avranno gli amenicoli di andarsene in un’altra regione non indipendete, ed continuare a prendere gli stessi soldi e a pagare le tasse a roma.un vero un’uomo sarebbe coerente con le proprie idee.ma mi sembra di vedere come quando in fabbrica c’e’ un rinnovo del contratto nazionale,che l’unica protesta democratica e’ lo sciopero e lo fanno sempre i soliti.i leccaculo no.pero’ quando si arriva ad un’accordo i soldi li prendono anche loro.non lo trovo giusto.LIBERTA!

    cristian 6 aprile 2014 10:26
  • DAVIDE
    hahaha anche voi lo fate principalmente per i soldi, guarda alla sostanza e non mentire MAI a te stesso. a voi degli altri ne frega assai poco (per il momento) perche’ cosi’ si e’ evoluta la societa’, nell’espressione dell’egoismo siamo cresciuti.
    cosa leggi anche in questo blog? sciopero fiscale. cosa leggi nei commenti? gente che si e’ stancata di pagare per il mezzogiorno e vedere le proprie aziende che chiudono, ovvero senza soldi.
    non e’ ne male ne’ bene, basta solo prendere atto della rea;ta’, se adesso lo si sente di fare per i soldi e’ ok ma ci si deve sbattere, a me non e’ mai arrivato niente senza muovermi. soprattutto oggi in una societa’ del genere dove ognuno bada a se’.

    f.b. 6 aprile 2014 12:06
  • A Verona ieri manifestazione davanti al carcere di Montorio x liberare i patrioti veneti dietro le sbarre.

    Almeno 200 bandiere di S.Marco, date notizia e passaparola

    WSM

    Boniver 6 aprile 2014 12:53
  • http://italian.ruvr.ru/2014_04_06/Nuove-proteste-di-massa-in-Ucraina-orientale-9861/

    “…hanno espresso sfiducia al nuovo governo e hanno chiesto la liberazione di tutti i leader delle proteste, arrestati durante il mese scorso.”

    f.b. 6 aprile 2014 13:12
  • Sono di un’altra regione ma sostengo comunque l’indipendenza del Veneto! Ogni popolo ha il diritto all’autodeterminazione. Questo vale per i catalani, per i baschi, e deve valere anche per i veneti.

    G.R. 7 aprile 2014 3:23
  • leggetivo questo interessantissimo articolo scritto da libero.
    http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/11587649/Veneto–cosa-succede-all-Italia.html
    .fara’ zitteri quelli che dicono che il veneto deve prendersi parte del debito publico italiano.anzi e’ l’italia che ci deve a noi 500 miliardi di euro.leggeloLIBERTA!

    cristian 7 aprile 2014 4:00
  • Che calma ragazzi!

    mauro/1 7 aprile 2014 10:38
  • Cristian, forse il tuo massaggio ha lasciato il segno. Vedrai che ci sarà cualcuno che dirà: vogliono vedere i numeri, tanto argomenti non ne hanno più.

    mauro/1 7 aprile 2014 11:28
  • sembra che i troll si siano dileguati…

    EDOARDO 7 aprile 2014 13:41
  • Ho visto il filmato di CACCIARI in LE INVASIONI BARBARICHE. Cacciari ha ragione sul federalismo, ma sono 150 anni che la sinistra impedisce qualsiasi riforma di questo stato e tantomeno della costituzione.
    Adesso Renzi sembra voglia cambiare tutto o niente.?? Chi può dirlo. Staremo a vedere. In ogni modo ormai Cacciari deve farsene una ragione, visto che apparteneva alla sinistra italiota. Il capitolo 5 è stato riformato dalla sinistra, da sola, con i propri voti…e allora cosa dice Cacciari? Se la prende con referendum.eu perché ormai i Veneti ne hanno le tasche piene e chiedono l’indipendenza ? Perché dovremmo aspettare ancora cosa? Cacciari pur dicendo cose sensate dimentica che è insensato aspettare ancora e quindi l’indipendenza del Veneto è l’unica via d’uscita per i Veneti per salvarsi dal disastro prossimo venturo dell’Italia. Fare filosofia e insistere su giuste arogmentazioni ma ormai superate dall’ignavia e dall’immobilismo centralista romano porta a certe conclusioni e soluzioni.
    Quindi la supponenza di Cacciari se la può tenere in tasca nei suoi pantaloni perché è ridicolo e risibile prendersela con chi vuole uscire da un tunnel infinito e che non dà soluzioni alcune.
    Questo filmato và tenuto in archivio e tra qualche anno lo tireremo fuori e vedremo come sarà andata a finire.
    Sicuramente il federalismo in Italia non sarà mai fatto.
    Perché non è stato ascoltato Carlo Cattaneo quando disse che solo in federalismo avrebbe fatto l’Italia e gli Italiani? Ma la sinistra da sempre tiene in scacco questo paese e la destra non riesce a fare nulla.
    Quindi caro Cacciari tieniti le tue ragioni ma noi siamo pragmatici e andiamo per la nostra strada.
    W SAN MARCO SEMPRE.

    giancarlo 8 aprile 2014 19:56
  • sono un piccolo imprenditore che lavora per pagare roma e nn mi resta nemmeno i soldi per una serata con la ragazza o amici ….vorrei sapere dove aprono gli uffici pubblici in provincia di vicenza io sono da campiglia dei berici per l’ esattezza……..W EL LEON

    mirko 12 aprile 2014 18:35

Love me with a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *