background img
P1080828

LA NASCITA DELLE POSTE DELLA REPUBBLICA VENETA

luglio 16, 2014

P1080828Affinché esista un’istituzione è sufficiente che vi sia un brand ed un timbro che la rappresenta. Essa poi diviene ancor più rappresentativa ed efficace con la costruzione di una struttura articolata e organizzata, come sta avvenendo oggi grazie all’opera della Delegazione dei Dieci.

Seguendo tale percorso, le Poste Venete, le poste della Repubblica Veneta sono nate il 15 luglio 2014 in forma embrionale. Un team di incaricati dalla Repubblica Veneta si sta adoperando per costruire la struttura logistica, i francobolli, le prime cartoline commemorative, le consegne a domicilio!

Appena pronti si organizzerà l’evento inaugurativo. Dopo 148 anni di colonizzazione italiana, le poste della Repubblica Veneta ritornano a vivere!

P1080822Chiunque sia interessato si faccia vivo per aiutare o per acquistare materiale, contatti il numero 380-3929492. A partire dal mese di Agosto, le poste della Repubblica Veneta inizieranno i primi passi. Passo dopo passo le istituzioni della Repubblica Veneta si sostituiscono a quelle italiane ormai fatiscenti ed inefficienti.

Ufficio comunicazione
Repubblica Veneta


Categories
  • Dovranno essere inaugurati anche degli Uffici Postali suppongo.

    Chris 16 luglio 2014 15:10
  • bellissimo!l’altro ieri in Francia festeggiavano la presa della bastiglia… parate e fuochi d’artificio dappertutto…una data che ha segnato per gli stati e le dinastie del sud dell’Europa un fatale capovolgimento dove prevalenti sono stati i fatti negativi… ma noi Veneti il giorno dopo commemoreremo d’ora in poi un altro avvenimento: l’istituzione delle Poste Venete! un servizio fondamentale nel nostro vivere civile, che ha sempre seguito passo-passo l’evoluzione della tecnologia ed il mutare delle esigenze che prevedono rapidità e interconnessioni un tempo impensabili…
    Primo servizio pubblico: Le POSTE VENETE! per i filatelici digitali e non l’inizio di una nuova collezione da lasciare ai nipoti…

    caterina 16 luglio 2014 15:15
  • l’italia ha aumentato il debito di 20 miliardi di Euro in un solo mese,in autunno nuova manovra da 24 miliardi e sicuramente non basteranno,questo significa che siamo alla fine…comprerò titoli della repubblica veneta invece di pagare tasse inutili senza avere nessun ritorno,aiuterò il popolo del mio paese IL VENETO

    gioakin 16 luglio 2014 15:48
  • Perchè stanno continuando a prenderci in giro? Perchè dobbiamo ancora prostrarci ai loro piedi? E’ un appello quello che faccio: PER FAVORE, CHI PUO’ DIA UNA MANO ALL’ORGANIZZAZIONE CHE VUOLE DIVIDERE IL VENETO DALL’ITALIA!!!Non si può più continuare così. Se c’è da protestare in piazza, CHIAMATECI!!!

    mauro/1 16 luglio 2014 16:01
  • Junker l’alcolizzato,il nuovo capo delle commissione europea dice che se la Scozia voterà a favore dell’indipendenza rimarra fuori dall’europa per 5 anni,ma vi rendete conto quanto sono fortunati?ma cosa stiamo aspettando????

    gioakin 16 luglio 2014 16:22
  • Non vedo l’ora che aprano gli uffici postali veneti! se potrete apritene uno anche ad oderzo, o a treviso, non tarderò ad usufruirne il più possibile, parola di veneto!!

    ALE 16 luglio 2014 17:09
  • ottimo questo e quello che fara la differenza nel tempo. secondo me ci staccheremo dall italia solo quando impareremo a fare da soli boicottando il resto del paese, vedrete che ci caccieranno loro. Le poste Venere sono un ottima realtà e non importa se all inizio avranno qualche problema ma e la strada giusta. intanto io nel mio piccolo non farò piu le ferie in abruzzo ma in Veneto magari con caetoline della posta Veneta. Saluti

    davide 16 luglio 2014 17:09
  • Ok, bisognerà non solo fare obiezione fiscale, ma mattere in condizione il Veneto di essere il più possibile autosufficiente in tutti i servizi, in modo di dare anche più lavoro ai nostri connazionali. Un appello a tutti gli imprenditori, se almeno in questa fase difficile di cambiamento, potessero assumere anche a costi un p’ò più alti personale veneto, avremmo un futuro preparato per i nostri figli, altrimenti cari ragazzi, avremo le solite lobbi, i soliti poteri, ecc.

    mauro/1 16 luglio 2014 17:28
  • Ottima iniziativa!

    erik 16 luglio 2014 17:47
  • Una curiosità, saranno solamente francobolli e cartoline, oppure un vero e proprio servizio con possibilità di inviare pacchi e lettere, magari integrandolo con servizi utili simili alla postepay e ad altri ? se riuscite a farcela sono certo che un sacco di persone vi sosterranno e accoreranno a questo nuovo, incredibile servizio. io per primo, la mia postepay sta scadendo e darei di tutto per poterne avere una veneta invece che italiota ahahah.

    ALE 16 luglio 2014 18:57
  • concordo una postepay veneta sarebbe ottima!

    erik 16 luglio 2014 20:39
  • GIOAKIN te speto par el bond

    GINO 16 luglio 2014 21:05
  • Da Postale itagliotta prego che le Poste Venete siano molto ma molto meno burocratizzate, semplicità e ancora SEMPLICITA’. Partiamo subito con i servizi digitali, la Posta cartacea sta morendo ed è un buco nero. Solo servizi digitali, semplici, funzionali e sicuri, per il residuale che deve viaggiare in forma cartacea solo 2 o 3 linee di prodotto. I francobolli solo per il servizio di Filatelia ci sono piccoli Stati nel mondo che con la filatelia fanno affari d’oro, uno su tutti il Vaticano, i francobolli devono essere semplicemente belli colorati e fatti da artisti e non brutture (non faccio nomi). Per eventuali servizi Bancoposta sarà da discutere nel libro Bianco secondo me dedicato ai servizi Bancari però è da pensarci bene. Ricordate che Poste Italiane si è salvata dal crac con il bancoposta e a tutt’oggi i ricavi di questi servizi tengono su la baracca (parlo di quelli postali).

    MAURIZIO 16 luglio 2014 21:24
  • ciao a tutti,faccio la postina,se avete bisogno vengo subito a lavorare per voi!!!Contattatemi!!!!!!!!!!!! Spero vivamente ke questo progetto vada a buon fine..in bocca al lupo a tutti noi Veneti!!! 😀 ciaoooooooo

    Venus 16 luglio 2014 21:45
  • Che figata le poste venete…
    E’ un altro passo verso l`indipendenza.
    WSM Sempre!!!

    GIULIANO 16 luglio 2014 23:46
  • Questa è una di quelle cose, piccole (neanche tanto) ma concrete, che ci vogliono ora.
    Che danno quel po’ di fiducia che comincia a mancare a molti, che vedono la certificazione dei voti come l’arcobaleno, si allontana sempre e non si riesce mai a raggiungere.
    Un segnale che oggi, a differenza di decenni passati nelle ciacole, si sta concretizzando qualcosa.
    Bene ragazzi, avanti così.

    Basbo 17 luglio 2014 2:08
  • FORZA TOSI CHE GHE SPACCHEMO EL RETTO A RENZI E CHEA CALCA DE MAGNA OSEIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!

    MATTO DA LEGARE 17 luglio 2014 10:57
  • Cari Patrioti,

    E’ con viva emozione che ho appreso, qualche settimana fa, dai responsabili del servizio, di questa nuova, straordinaria iniziativa di Plebiscito.eu ( da sempre, più avanti ).

    Non è un semplice timbro, come l’immagine di copertina potrebbe lasciare intendere, bensì un vero e proprio progetto di ricostituzione delle antiche ed efficienti poste serenissime, leggendarie al loro tempo per qualità e velocità nel servizio.

    Non solo, anche in piena epoca internet, il servizio di corrispondenza è essenziale per monoscritti in originale, per consegne volumininose e perchè ricalca quella tradizione mai abbandonata dal popolo Veneto, soprattutto se anziano e nostalgico.

    Quando si ricostrusice uno Stato, si parte dall’informazione e dallo scambio di conoscenze. Il contatto epistolare tra persone lontane, in assenza di ogni altro mezzo di trasmissione, passa per il servizio postale, come insegnava Kevin Kostner nel film ” l’uomo del giorno dopo ” – ( the postman ).

    Crisvi 17 luglio 2014 11:00
  • Crisvi 17 luglio 2014 11:04
  • Mi raccomando, il giorno 20 luglio ( domenica ), dalle 9.00 del mattino a Padova.
    Presentazioni di importantissime novità VENETO SI – Plebiscito.eu.
    Salvo dobbiate andare in ferie, o per ragioni di forza maggiore, NON MANCATE ALL’APPUNTAMENTO !

    Ad Maiora

    CrisV 🙂

    Crisvi 17 luglio 2014 11:14
  • Grande idea le poste venete! bisogna essere indipendenti in più settori possibili anche perchè se da un momento all’altro l’italia facesse il botto noi per lo meno avremo il salvagente….prima prepariamo tutto…poi stacchiamo la spina…

    mikivr 17 luglio 2014 11:48
  • Naviganti veneziani mettere le macchine avanti tutta, travolgere gli italioti nel veneto solo francobolli veneti e guai a chi riconosce la repubblica italiota!

    amerigo 17 luglio 2014 19:54
  • Dai tosi che pian pianeto riusciremo a uscire dal leamaro chiamato italia

    Venetoinside 18 luglio 2014 11:12
  • Sono state attivate le poste Venete? Muoio dalla voglia di spedire una cartolina con timbro e francobollo della Repubblica Veneta!

    Renzo 13 agosto 2014 16:27

Love me with a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *