background img
cittadella4luglio

[LIBRO BIANCO DEI VENETI]: Infrastrutture e Trasporti nella Nuova Repubblica Veneta

giugno 30, 2014

cittadella4luglioIl gruppo di lavoro Infrastrutture del progetto Libro Bianco presenta:

Dibattito Territoriale
Infrastrutture e Trasporti nella Nuova Repubblica Veneta?
Cittadella 4 Luglio 2014 ore 20:45
presso sala convegni Torre di Malta

Il progetto Conversazione Nazionale Veneta e Libro Bianco nasce per dar voce ai cittadini sui principali temi che riguardano la sfera pubblica. È un progetto scientifico che mette al centro il parere del cittadino.

Il 4 Luglio a Cittadella si tratterà un tema che esaminerà il sistema delle Infrastrutture e Trasporti sotto diversi punti di vista, soprattutto quello dei cittadini che saranno i protagonisti di una serata, prevalentemente concentrata sul dibattito e sul confronto.

  • Cosa ne pensi del sistema attuale delle Infrastrutture e Trasporti? (Strade per i collegamenti, Opere Pubbliche, Porti e Aeroporti, Ferrovie, Canali e situazione Autotrasporti)?
  • Che cosa ne pensi dei costi dell’attuale sistema delle Infrastrutture e Trasporti pubblici?
  • Che cosa cambieresti?
  • Che tipo di modello preferisci?
  • Le scelte per i progetti tipo il Mose, come devono essere decise, con una votazione e consultazione dei cittadini, o mantenendo il sistema attuale?
  • Come risolvere i problemi e la decimazione/distruzione delle aziende di autotrasporto venete?

A questa ed altre domande risponderanno i cittadini durante la serata.

Patrizio Miatello
Direttore capitolo Infrastrutture


Categories
  • Mi sfortunatamente vivo in Argentina, quindi no poso partecipar a tute e riunion ke faxè, ma provarò skrivar qualche idea su e struture e el sistema de trasporti che dovaria aver a republika Veneta.
    Intanto e autostrade bisognaria che e fuse gratis par e machine de tuti i residenti del Veneto, mentre pa i non residenti e pa i camion ghe voria un sistema a vignete come che i fa in Austria, in Slovenia, Slovacchia e in te a major parte de l’europa, digo kusì parkè senò vegnaria un teritorio de pasajo co conseguente aumento de inquinamento. I camion veci (che inquina de pì) se i ga da pasar par quà i dovaria esar trasportai sora i treni merci (come in Austria), e pa i teritori urbani un permeso de pasajo.
    Na volta ke a republica gavarà el xo pien esercixio quindi tute e xo risorse finansiarie, bisognarà slargar e strade statai e provinciai, e far in modo de crear e xone industriai e artigianai distanti dae xone urbane in modo compato da favorir i tragiti verso el lavoro co metropoitane de superfice eletrike pa diminuir l’inquinamento.
    Magari el cambiamento el sarà longo ma pian pian cambiarà facia el nostro Veneto sensa pì quei capanon samenai un poc dapartut.
    Ma ve penseu ke respiro ke a gavarà a nostra economia ko tuti i amodernamenti che gavon da far?
    Sempre viva San Marco e a Serenissima

    BETTO 30 giugno 2014 16:01
  • DOVEMO DIFENDER QUELO CHE STEMO COSTRUENDO CHI CAZZI DE CARABINIER TERRONI I DEVE LASAR LIBERO EL VENETO VOIO LA JENDARMERIA VENETA!

    amerigo 30 giugno 2014 22:22

Love me with a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *