background img
Primo Congresso Plebiscito.eu

PLEBISCITO.EU, I CONDOTTIERI DELL’INDIPENDENZA DEL VENETO DANNO IL VIA ALL’ESENZIONE FISCALE TOTALE

marzo 31, 2014

Grande successo e attenzione mediatica per la prima Convention dei quadri dirigenti della Repubblica Veneta tenutasi ieri a Montegrotto Terme

Primo Congresso Plebiscito.euIeri domenica 30 marzo a Montegrotto Terme si è tenuta la prima Convention Nathional dei quadri dirigenti della Repubblica Veneta, con una massiccia presenza di giornali, radio e tv, che oggi hanno pubblicato copiosi resoconti dell’evento, a suggellare il ruolo esclusivo di condottieri dell’indipendenza del Veneto assunto dai volontari di Plebiscito.eu, che, dopo aver annientato il regime partitocratico con la vittoria nel referendum e i vani tentativi di disinformazione della settimana scorsa, stanno ora costruendo la prima ossatura istituzionale attorno alla Delegazione dei Dieci della Repubblica Veneta. Ne hanno dato e ne daranno resoconto, tra gli altri, Il Gazzettino, Il Sole 24 Ore, Rai 3 Veneto (dal minuto 3:30), Agorà sempre su Rai 3, Sky TG24, La7, L’Arena etc.

conv1Sempre ieri “Il Giornale” ha inoltre pubblicato due pagine intere con una intervista in esclusiva a Gianluca Busato (pagina 1 e pagina 2). Di fatto oramai da due settimane Plebiscito.eu sta avendo una visibilità mediatica continuativa frutto di una straordinaria capacità progettuale che ci ha promossi di fatto a nuova classe dirigente veneta.

A dieci giorni dalla proclamazione dell’indipendenza del Veneto ieri è quindi entrata nel vivo la prima fase di esercizio dell’indipendenza nel percorso che ci accompagnerà all’assemblea costituente della Repubblica Veneta.

Il primo passaggio prevede l’esenzione fiscale totale nel periodo di transizione che si è aperto (decretata una settimana fa dalla Delegazione dei Dieci), che verrà applicata operativamente tramite un’azione di obiezione fiscale che scatterà alla prima scadenza fiscale utile nella quale raggiungeremo una massa critica sufficiente a tutelarci dalle rivalse dello stato occupante.

conv2Al fine di raggiungere la massa critica, nei prossimi giorni prepareremo del materiale informativo con volantini e moduli per raccogliere l’adesione degli imprenditori e dei cittadini che aderiranno al programma di obiezione fiscale.
Le preadesioni saranno raccolte tramite gli Uffici Pubblici delle Comunità della Repubblica Veneta che saranno aperti sempre nei prossimi giorni e che in molti casi troveranno la propria sede negli stessi seggi che erano stati predisposti durante il referendum di indipendenza del Veneto del 16-21 marzo.

Dopo che saremo riusciti a interrompere l’emorragia e il furto delle nostre risorse da parte del peggiore inferno fiscale del mondo, inizieremo ad applicare la fiscalità veneta, che sarà equa e che potrà assestarsi su aliquote umane pari al 20% sia sul reddito delle imprese sia sul reddito dei singoli cittadini, con una fascia di esenzione fiscale fino a 15.000,00 euro di reddito annuo.
A quel punto la Repubblica Veneta inizierà la propria fattiva erogazione di servizi e completerà quindi il proprio assetto e l’esercizio dell’indipendenza con la propria fase costituente.

rep-veneta-sappadaPer aprire gli Uffici Pubblici della Repubblica Veneta basterà fare domanda a partire da subito attraverso il sito internet di Plebiscito.eu dalla seguente pagina: http://www.plebiscito.eu/entra-nella-squadra/apri-un-ufficio-pubblico/

Gli Uffici Pubblici avranno il compito di creare le anagrafiche delle imprese e dei cittadini che aderiranno all’obiezione fiscale (e che godranno di benefici speciali per meriti civili dopo che sarà ottenuto l’avvenuto controllo delle risorse fiscali del Veneto).

Schermata 2014-03-22 alle 03.26.08Sempre ieri è stata annunciata la redazione del libro bianco della Repubblica Veneta, che vedrà la luce attraverso una Conversazione nazionale veneta e che costituirà il documento ufficiale di funzionamento e di proposta costituente. Esso vedrà la direzione scientifica da parte del prof. Paolo Luca Bernardini, che oggi festeggia il proprio compleanno e al quale facciamo i nostri migliori auguri per averci sempre accompagnato in questi anni di battaglia per la libertà. Il prof. Bernardini sarà coadiuvato da Dritan Cami come coordinatore dei gruppi di studio e di circa 170 persone che approfondiranno le tesi per 17 settori di funzionamento della vita pubblica e da Giovanni Dalla Valle per una consulenza generale.

Nei prossimi giorni saranno presentati altri particolari per l’attuazione delle prime fasi di vita della risorta Repubblica Veneta.

Chi ancora non ha aderito come volontario di Plebiscito.eu può farlo scrivendoci da http://www.plebiscito.eu/entra-nella-squadra/.

Ufficio comunicazione
Plebiscito.eu

Contattaci anche su:


Categories
  • Ma prima di prendere decisioni così importanti, non sarebbe un pò più democratico conoscere le persone che stanno lavorando e che stanno già decidendo su cosa fare dei nosti soldi? Non vi sembra che tutti abbiano il diritto di sapere se siamo già legalizzati a decidere per conto nostro? Io personalmente sono entusiasta di far parte del futuro stato Veneto, ma non voglio la RIVOLUZIONEe tantomeno sentirmi dire che la gente non è rappresentata dalle persone che compone questo consiglio.

    mauro/1 31 marzo 2014 17:45
  • No!
    E’ arrivato il momento di prendere le decisioni del buon padre di famiglia.

    Il sistema non è fallimentare , è fallito basta fare il confronto con un qualsiasi bilancio di un qualsiasi stato
    democratico occidentale…. ma anche orientale…
    Non dobbiamo esitare , abbiamo visto che in pochissimo tempo si ottengono risultati incredibili; continuiamo su questa strada.
    Attenzione , abbiamo una enorme responsabilità nei confronti delle nuove generazioni.
    Siamo stati in parte contaminati … non contaminiamo a nostra volta!!!
    Riccardo.

    RICCARDO 31 marzo 2014 18:12
  • l’aliquota al 20% ma con il tempo si può ridure?comunque questo è un grande grandissimo inizio!!forza tutta veneti stiamo uniti che saremo liberi

    veroveneto 31 marzo 2014 18:39
  • Prima di prendere queste decisioni non sarebbe opportuno avere la legittimazione internazionale, ed essere uno Stato a pieno titolo?
    Secondo me dobbiamo pagare le tasse per i servizi che l’italia ci continuerà ad erogherà, non un euro in più! Residuo fiscale pari a zero.
    WSM

    Stefano 31 marzo 2014 19:00
  • I secondo me sono finiti.

    Michele Bendazzoli 31 marzo 2014 19:19
  • E socondo te come si fa ad essere uno stato a pieno titolo se si è ancora dipendenti dall’italia?

    EDOARDO 31 marzo 2014 19:31
  • buonasera a tutti,volevo dire che anche se le mie idee e della mia famiglia sono piu’ che venete indipendentiste,vorremmo piu’ certezze e rassicurazioni,in che senso?facciamo finta che si applichi l’esenzione non penso che lo stato italiano,equitalia e l’agenzia delle entrate se ne stanno buoni e zitti.anche perche’ giustamente come riportato sopra non siamo ancora ufficialmente uno stato indipendente.Vorremmo capire cosa busato e co& cosa farebbero per tutelarci in caso di ripercussioni da parte dello stato.non sarebbe meglio aspettare e pensare a diventare ufficialmente indipendenti?anche se passasse del tempo saremmo tutti piu’ tranquilli.anche perche’ questa esenzione fiscale sarebbe piu’ una rivolta fiscale non ufficiale.almeno cosi’ penso.grazie LIBERTA!

    cristian 31 marzo 2014 19:56
  • Perplessità ce ne sono, e le abbiamo tutti chi più chi meno. Ma questa è l’ultima speranza che abbiamo… Ricordiamoci che abbiamo un potente alleato: SAN MARCO!

    Lele del Gatto 31 marzo 2014 19:56
  • Il titolo di Stato non ci viene dato solo dalla legge, ma da come gli altri ci percepiscono!
    Durante il periodo di transizione si deve ancora collaborare con lo stato invasore.
    Spero di aver chiarito.
    WSM

    stefano 31 marzo 2014 20:00
  • non vorrei che ci venissero a chiedere i soldi delle tasse con gli interessi.poi non capisco come hanno intenzione di applicare questa esenzione ai dipendenti delle aziende.se queste ultime si affidano ai commercialisti che a sua volta applicano la tassazione standard.cosa fanno? vanno dalle aziende una ad una?spero che ci sia piu’ chiarezza perche’ sinceramente ho un po’ di timore a sottoscrivere l’esenzione.LIBERTA!

    cristian 31 marzo 2014 20:04
  • stefano spiega cosa vuol dire collaborare per l’esenzione fiscale.grazie

    cristian 31 marzo 2014 20:05
  • Se dobbiamo arrovellarci il cervello di perplessità…
    Ormai la frittata è fatta. Quando ci sono molti che non pagano allo stato centrale…

    EDOARDO 31 marzo 2014 20:06
  • ragasi mi go na casa con 3 fioiiii.mi toca andar vivere sua ruolute.che no a go me toca andare a rubare.

    cristian 31 marzo 2014 20:08
  • scusate ma non c’e’ tanta chiarezza in questo.ormai e’ da 100 anni che paghiamo le tasse mese piu’ mese meno non cambia nulla l’importante che ci sia trasparenza e sicurezza.se fossimo uno stato indipendente saremmo tutti tranquilli.chi de voialtri ga na roulote?cosi paso a ciavarvea in caso che i me magne a casa.grazie a priori.LIBERTA!

    cristian 31 marzo 2014 20:14
  • Cosa succede quindi nel momento in cui i primi Procuratori invieranno mandate di arresto per violazione di leggi costituzionali, istigazioni vari, ecc, ecc fino a mettere in strada autoblindo e forze armate?
    Siete pronti allo scontro fisico armato?
    Perché chi è al comando dell’organizzazione forse queste cose non le dice. Equitalia invierà cartelle e poi pignorerà come statuto prevede. Chi evaderà le tasse (nel senso che non le pagherà) si vedrà mangiati risparmi ed aziende, nonché sottoposto a processi.
    Come fare per evitare questo?
    Scontro fisico e forza armata autonoma. Altrimenti è tutta solo fuffa, come sempre. E a rimetterci saranno coloro che in buona fede hanno creduto alle sirene dell’autonomia.
    Non si sfugge alla Legge né alla Costituzione. Ovvero, si può sfuggirne ma al solito costo della guerra.
    Se siete pronti a farla, se avete aerei, fucili, missili, tutto ok. Se vi preoccupate per il jeans griffato che potrebbe strapparsi, allora lasciate perdere.
    Non vi è alternativa. Nessuno Stato sano di mente riconoscerà il Veneto come indipendente e il Veneto sarà assediato da eserciti vari fino all’arresto dei capi per eversione e nessuno Stato, né organizzazione interverrà mai per evitare che lo Stato italiano faccia ciò che deve, che piaccia o no.

    Sirio B 31 marzo 2014 20:16
  • L’UNICO MODO PER FARCI RISPETTARE E’ PROPRIO QUESTO: TENERCI I NOSTRI SOLDI! VOGLIAMO CONTINUARE A FARE DA BANCOMAT ALL’ITALIA??… PAGARE DIECI EURO IN PIU’ OGNI IMPEGNATIVA ANCHE PER MIO FIGLIO AD ESEMPIO PER COPRIRE GLI SPRECHI ALTRUI!
    MA UN DIPENDENTE CON TRATTENUTE INPS E IRPEF DIRETTAMENTE IN BUSTA PAGA COME PUO’ ADERIRE?

    FABI 31 marzo 2014 20:18
  • se vaeà…peraltro se l’italia dovesse inviare l’esercito in veneto accadrebbe un pandemonio (violazione libertà popolo-ribellioni varie in italia-stato di allarme in europa)

    EDOARDO 31 marzo 2014 20:19
  • sirio b non sparare cazzate.se lo stato italiano usasse la forza il resto del mondo lo condannerebbe senza mezzi termini.e l’italia che e’ sempre stata il portabandiera della pace e del dialogo che figura farebbe?ci credo di piu’ in quello che ai scritto di pignoramenti e processi.ma la guerra e’ na fantasia.io preferisco continuare a pagare e quando UFFICIALMENTE saremo INDIPENDENTI allora mi aggreghero’ all’esenzione.ma adesso e’ logico essendo ancora sotto lo stato italiano ufficialmente non possiamo rinunciare a pagare le tasse.LIBERTA!

    cristian 31 marzo 2014 20:23
  • il referendum a mio modo di vedere e’ stata un sondaggio di chi vuole l’indipendenza.non e’ stato il referendum ufficiale per l’indipendenza immediata.secondo me busato dovrebbe lavorare in primis per fare ufficializzare questo referendum e poi di seguito portare tutte le belle modifiche che ha detto.LIBERTA!

    cristian 31 marzo 2014 20:27
  • Chi era a Montegrotto ieri mattina dubbi sicuramente non ne avrà. Per gli altri invece a me hanno spiegato che chi è assente ha sempre torto. i carabinieri non potevano entrare da quanto stipato era il centro congressi.

    Carla 31 marzo 2014 20:33
  • Mi piace la definizione. I condottieri dell’indipendenza, contro i parassiti della società.Noi Veneti non abbiamo dubbi da che parte stare.

    Carla 31 marzo 2014 20:35
  • Cristian sono completamente d’accordo con il tuo pensiero.
    Viva l’indipendenza ma calma, ragioniamo, non possiamo sbagliare su nessun punto.
    Durante questo periodo di transizione bisogna contrattare con roma che lo si voglia o no. Tornare liberi ha comunque un costo. Ci obbligheranno a pagare una parte di debito pubblico(anche se non crratobda noi)

    stefano 31 marzo 2014 20:38
  • si ok ma nessuno fino adesso ha risposto alla mia domanda sull’esenzione in maniera esaustivo.spero che qualcuno anche del plebiscito mi risponda.grazieLIBERTA!

    cristian 31 marzo 2014 20:38
  • siamo stati grandi sul voto,ufficialmente i dati sono reali.pero’ speravo che l’idea dell’esenzione che intendeva Busato fosse piu’ concreta basata su forme di leggi a noi sconoscute visto la nostra “ignoranza” nel campo e non una forma di rivoluzione fiscale sottoscritta da ogni cittadino.almeno cosi fa sembrare.stefano grazie del tuo consenso ma io non sono d’accordo con te riguardante dialogare con roma.si deve trovare accordi con gli stati esteri o meglio con regioni che la pensino come il veneto.LIBERTA!

    cristian 31 marzo 2014 20:44
  • CRISTIAN basta reflettere un poco. Se non si paga allo stato in blocco è improbabile che l’italia abbia ancora l’AUTORITA’, la FORZA e CREDIIBLITA'(anche a livello internazionale) per pignoramenti ecc…

    EDOARDO 31 marzo 2014 20:44
  • edoardo ok supponiamo che equitalia o l’agenzia delle entrate mi mandino le cartelle esattoriali di pagamento delle tasse.cosa faccio?le porto al comitato del plebiscito e i loro avvocati mi tutelano o mi arrangio?se io le strappo tempo 60-90 giorni mi arrivano ad pignorarmi la casa.ripeto chi se che ga un camper da prestarme?grasie.LIBERTA!

    cristian 31 marzo 2014 20:48
  • e sensa contare che a prima roba i me porta via a machina non a se na gran machina na 307 del 2004.ma go 30 km par andar a lavorare no go el cavao.!se qualcuno o ga grasie anca de queo.

    cristian 31 marzo 2014 20:51
  • Certo ma tutto si basa sull’autorità che ha il plebiscito e la nuova repubblica veneta. In questo caso non credo sia realistico l’invio di migliaia se non milioni di cartelle esattoriali. Non è realistico multare un’intera popolazione.Come è irreale pignorare migliaia di abitazioni. Al limite Roma cercherà un compromesso perché a questo punto sì che si scatenerebbe un finimondo, scoppierebbe una vera ribellione…
    Comunque è molto probabile che l’esenzione non si faccia in blocco ma gradualmente c’est a dire che in primis gli imprenditori (che sono la ciccia delle tasse) non sborseranno un centesimo. Poi la popolazione. Almeno è quello che mi sembra più probabile.

    EDOARDO 31 marzo 2014 20:57
  • edoardo siamo in veneto non in meridione,che vanno ancora via senza casco.in veneto vengono casa per casa a chiedere le tasse in meridione si prendono na fucilata.forse in questo caso dovremmo imparare a tirar fuori i c……i come i meridionali.LIBERTA!

    cristian 31 marzo 2014 20:58
  • Anche perché dovresti pensare ad una reazione a catena: non penso che le altre regioni “bollenti” a questo punto possano stare immobili.

    EDOARDO 31 marzo 2014 20:59
  • Se venissero casa per casa probabilmente verrebbero bastonati…

    EDOARDO 31 marzo 2014 21:00
  • nessuna resistenza fiscale.
    abbiam votato SI all esser Indipendenti.stop
    nel provocar una reazione violenta dello stato invasore non ne avevate scritto, non avete chiesto in democrazia, non ci interessa. andate avanti da soli.

    mmarco 31 marzo 2014 21:02
  • attendo una risposta da plebiscito per via dell’esenzione.almeno se devo andare a firmare vorrei essere certo di essere tutelato.perche’ capisco che milioni che non pagano l’italia fara’ fatica ecc..ecc.. ma non ci metterei la mano sul fuoco che non facciano nulla.le guerre si fanno per i soldi non credo che lo stato stia a guardare.non ci attacheranno con la forza ma con le leggi che e’ peggio.LIBERTA!

    cristian 31 marzo 2014 21:02
  • mmarco ma stavi scrivendo un telegramma?non si capisce tanto il commento.LIBERTA!

    cristian 31 marzo 2014 21:04
  • Il problema è che se l’italia deve operare in maniera macroscopica (tutto il veneto) non credo non la possa fare. E’ logica.

    EDOARDO 31 marzo 2014 21:09
  • edoardo voglio vedere al momento se ti arriva carabbinieri,guardia di finanza e ufficiale giudiziario se li bastoni.dopo ti fai minimo 5 anni di gatta buia minimo.anchio sono un belligerante ma il mio alfred come per batman e’ la famiglia.sto chiedendo leggi alla mano.non siamo nella preistoria adesso dobbiamo essere ufficializzati.cerchiamo nella costituzione italiana.cerchiamo delle leggi europee se c’e’ un’articolo da usare a nostro favore.e’ cosi che possiamo vincere con la furbizia.e conquistare la LIBERTA!

    cristian 31 marzo 2014 21:10
  • 🙂 e infatti. Non sono io a sparare “cazzate” ma la Legge ad esistere. Lo Stato italiano non invade il “Veneto” semplicemente perché a tutti gli effetti il Veneto E’ già stato italiano, almeno fino a nuovo ordine (leggasi riconoscimento). Quindi nessuno protesterebbe (anzi) quando le forze armate arriverebbero a casa loro (Italia) su ordini superiori a placare ciò che chiamerebbero “terrorismo separatista” (leggasi Paesi Baschi).
    La visione è diversa ma la “cazzata” è considerare il Veneto fuori Italia. Non lo è. Sarebbe bello? Forse. Ma non lo è.
    Quindi tutto va inserito, come dite giustamente, in un percorso “legale” e “legittimo”, che, ovviamente, non prevede l’autoesenzione dai doveri nazionali, a patto di non voler fare la rivoluzione e trovarsi di fronte gli autoblindo. Punto.

    Sirio B 31 marzo 2014 21:11
  • edoardo ma la logica non e’ certezza.LIBERTA!

    cristian 31 marzo 2014 21:12
  • Cristian è irrealistico che carabinieri guardia di finanza e ufficiale giudiziario possano presentarsi a migliaia di persone ( o 2.1 milioni). Per l’italia sarebbe una partita persa. E’ più realistico che voglia scendere a compromessi…ma dico ma è mai successo che una nazione in un paese civile ( e non da terzo mondo)possa multare la popolazione di una intera regione senza che la gente possa fare qualcosa???!!?? a parte che di caccabinieri , guardia di f. ecc non ce ne sarebbe abbastanza…Dovrebbero construire migliaia di carceri…se vaeà tuti coeo sciopo!
    Nella costituzione italiano non troverai un fico secco

    EDOARDO 31 marzo 2014 21:15
  • ciao a tutti buona notte e buona continuazione. a vo in neto co i picinini.LIBERTA!e spero un doman de avere ancora a casa.no a roulote.

    cristian 31 marzo 2014 21:16
  • CRISTIAN nemmeno le PIPPE MENTALI sono certezza!!!!!!!

    EDOARDO 31 marzo 2014 21:17
  • Salve, Mi considero indipendentista da sempre, per esempio son americanista, ma non ho mai sopportato cosa hanno fatto ai nativi “indiani”! Plebiscito mi ha fatto sentire un pò più capito, dopo anni di risatine quando parlavo di Veneto Serenissimo ed indipendente. Di Busato mi è piaciuta la frase:”Mi non vojo lamentarme”.Ma quà femo la fine de quei del campanile, che i xe anca stà lassà soli dopo!Anche oggi un mio “sinistro” collega mi ha detto che ha votato regolarmente col nome:nonna papera.Chiarezza con i numeri e informazione a questi 2.000.000 di Veneti abituati a bersi tante false informazioni(mia tutti xe convinti come voialtri)Se i voti ci sono ,non buttemoli via.Anche io penso che la protesta fiscale sia inopportuna subito, daremo la scusa agli itaglioti per “attaccarci”, e perderemo subito. Aggiungo che il Veneto come lo intendiamo noi comprende anche buona parte del Friuli (Grado è più veneziana di Chiggia)e Brescia e Bergamo.Viva S.Marco e anca Marco Polo!

    Valerio 65 31 marzo 2014 21:29
  • buonasera a tutti..
    essendo del settore spero di poter fare un po’ di chiarezza…ormai siamo ad aprile 2014 e a giugno/luglio si dovrebbero pagare le tasse sulla dichiarazione del 2013. Cosa succede se qualcuno non paga le tasse? Se qualcuno non paga le tasse Agenzia delle Entrate invierà una comunicazione di irregolarità che arriverà fra maggio e agosto 2015 (più o meno le tempistiche sono queste).Una volta arrivata la comunicazione se si decide non pagarla il debito va a ruolo presso Equitalia la quale provvederà a mandare una cartella di pagamento che arriverà verso giugno 2016 (mese più mese meno). Se non si dovesse nemmeno pagare questa cartella di Equitalia, l’ente stesso provvedera a fornirvi diversi solleciti…fino a debiti inferiori a 120.000 euro lo stato italiano (per legge) non può pignorare nulla; nel caso non avessimo pagato grosse cifre, per es. 300.000 euro, Equitalia manderà la prima lettera di pignoramento fra il 2018 (se fanno veloci) e il 2019…
    detto questo io dubito che si inizi subito con l’esenzione fiscale, trovò però corretto che plebiscito.eu dia un segnale forte e cerchi di accorciare i tempi. Accorciare i tempi significa che dobbiamo organizzarci in modo tale che appena verremo riconosciuto possiamo già mettere in atto il nostro “piano”…

    stefano 31 marzo 2014 21:48
  • Ciao a tutti sento dai vostri scritti un mare di dubbi tante paure e incertezze, state tranquilli tra un po daremo tutte le risposte sarà piu facile di quello che si pensa,nessuno è per lo scontro fisico neanche gli italiani
    sul territorio continuano ad esserci degli osservatori europei proprio per controllare le azioni delle forze statali italiane nella repubblica veneta in base al loro comportamento si attiveranno. non fatevi mille domande
    su come sarà la nuova repubblica veneta provate invece ad immaginare come potrebbe essere la situazione tra 8/10 mesi se non cambiasse nulla, dormite tranquilli e rafforzate il cuore di coraggio la libertà non ce la regala nessuno libertà vuol dire responsabilità, serietà
    caratteristiche che non mancano a noi veneti

    gino 31 marzo 2014 22:52
  • SIRIO B da come scrivi ti sei autodeclassato a serie z
    se tu ragionassi evidentemente non è cosi noi saremmo dei fuorilegge almeno da due anni domanda visto che sanno chi siamo perchè non siamo tutti in galera? domanda i dati del referendum sono disponibili al controllo delle autorità italiane perchè non chiedono di visionarle?
    Noi abbiamo fatto il referendum seguendo un percorso europeo rispettando le leggi internazionali,nazionali,
    regionali, tutto perfattamente legale se cosi’ non fosse non avremo diritto a tutela di commissari europei
    che sono sul nostro territorio già da dieci giorni

    gino 31 marzo 2014 23:08
  • LORIS PALMERINI : AIUTO!!!
    SECONDO ME BUSATO E COMPAGNI SONO FUORI DI TESTA!!
    ho votato ed ho fatto aderire amici, famigliari e parenti con molto entusiasmo, ma sento” na strana spussa”…QUESTI FA UN PARTITO E DOPO I FA A FINE DE CHEALTRI!!!! NO GAVEMO BISOGNO DE QUESTO!! MI GO NA AZIENDA MA NO ME SOGNO PROPRIO DE NO PAGAR..! AI primi che lo fará tutto in maniera esemplar, dea serie che un cueo così, no lo gavì visto mai… dae finanse e a qualsiasi ritorsion posibie… BUSATO SEI FUORI DI TESTA! TE ME PARI GRILLO, SOEO che ti no te si proprio
    un cabarettista..!! ti te si soeo fora come un campaneo!!
    Ho sempre seguito LORIS PALMERINI e devo dire che spero che a questo punto provi ad entrare in gioco perche lui é la persona giusta … http://www.palmerini.net potete aggiornarvi su tutte le mosse LEGALMENTE POSSIBILE! PREGO TUTTI DE PERDARE 10 MINUTI PAR LEZARE I NS DIRITTI

    lino zorzi 31 marzo 2014 23:37
  • VARDE’ che quei che xe ndai a San Marco col carro armato de carton I XE ANCORA IN GAERA!!!

    questi qua i fa i proclami, ma che che seriamente ga dei operai come casso fai a no pagarghe i contributi? che te paghi prima dei stipendi????

    VOLETE FARE I PROCLAMI COL CULO DEGLI ALTRI !!!!

    CHE DEUSION CHE SI STAI casso!!!!

    lino zorzi 31 marzo 2014 23:44
  • VISTO che semo drio SVEIARSE, aeora, SVEGLIA SUL SERIO!! Consiglio a tutti de documentarse su http://www.palmerini.net...

    serve intentare na causa internazionale… ultimo passo de un lavoro enorme de Loris Palmerini!

    lino zorzi 31 marzo 2014 23:48
  • a quelli del sito dico che non sono uno che fa propaganda, dato che sono iscritto alla lista dei volontari da prima del referendum. GIUSTO PER PRECISARE.

    lino zorzi 31 marzo 2014 23:50
  • Anca mi penso che dovaria “entrare” anca Palmerini, par quello go cità Grado,Brescia…Veneto inteso come popolo, con più “consenso europeo”

    Valerio 65 1 aprile 2014 0:34
  • gent.mo sig Lino questa poteva risparmiarsela il sig palmerini con le sue idee non potra fare un bel niente se non quello di srivere proclami insignificanti e mai raggiungibili…come quelli di altri movimenti che conosco abbastanza bene…Solo se un popolo sarà unito allora si potra fare l’indipendenza altrimenti se ognuno di noi pensa solo al suo orticello allora meglio lasciar perdere…comunque i codardi ci sono anche tra i veneti

    IVANO FURLAN 1 aprile 2014 7:06
  • lino zorzi te si tuto fora de testa mi non so in carcere da oto ani el to amigo Palmerini el xe un traditor dea causa veneta lino te si un poareto

    gino 1 aprile 2014 8:30
  • mah.. è tutto un po per così dire buttata li, parlo dell’esenzione fiscale, per carità l’iniziativa è lodevole
    il referendum è stato un successo,ma da qui a dire di non pagare più le tasse ce ne corre, non dimentichiamo che dall’altra parte ci sono 1) agenzia delle entrate 2) equitalia 3) forze dell’ordine se non paghi le tasse ti portano via la casa voglio vedere chi si accolla un rischio personale del genere ….solo chi non ha nulla da perdere io sono dell’idea che prima dobbiamo essere legittimati dalla consistente volontà veneta di essere indipendenti e dopo si fa il resto ma in assolute sicurezza così la vedo una boiata pazzesca.

    Claudio 1 aprile 2014 10:20
  • Nessuno vuole la guerra, ma nessuno in questo momento storico deve avere paura di niente, trattare con Roma non ha portato da nessuna parte in questi ultimi 20 anni quindi roma e italia va lasciata stare, in fondo se torniamo indietro nella storia se il trentino ha ottenuto qualcosa è perchè erano tutti uniti e hanno fatto saltare i tralici, e hanno dato prova di forza…senza inescare nessuna guerra, ma ci vuole una prova di forza determinate senza si ma o paure di alcun tipo…si decide una linea e la si segue senza paure…

    Genny 1 aprile 2014 10:39
  • se la dissobidienza fiscale la si fa tutti equitalia non ha ne i mezzi e nemmeno le forze dell’ordine per intevenire in questo momento se poi per paura uno lo fa e dieci no allora si che è un bel casino ma una dissobidienza di massa non posso fare niente se non venire qui a trattare ricordatevi che per avere bisogna dare una prova di forza senza paura perchè è in gruppo che ci si autotutela da soli non si va da nessuna parte.

    Genny 1 aprile 2014 10:43
  • brava genny, e vorrei invitare tutti a riflettere prima di parlare.
    Continuare a parlare di pignoramenti della casa è cattiva informazione!!
    è solo un modo per impanicare le persone…vi invito a leggervi il post che ho lasciato ieri sera appena sopra

    stefano 1 aprile 2014 11:40
  • Concordo con Genny e esorto tutti a recarsi a Venezia il 25 aprile con la nostra bandiera,quella della Serenissima Repubblica Veneta,facciamoci vedere da tutto il mondo.
    WSM.

    AldoVi 1 aprile 2014 11:47
  • Facciamo attenzione amici siamo invasi da troll in questo bog. Cristian scrive in Veneto come io scrivo in aramaico. Penoso! Vengono tutti da Roma e lo fanno a libro paga del PD.

    E’ provato, il Pd utilizza i troll nei social-network
    di Gaetano Rizza

    Quando un cittadino interagisce con altri utenti in un social-network in genere lo fa cercando di essere costruttivo e di non disturbare le discussioni di altri. Su Internet esiste da sempre però il fenomeno dei cosiddetti “troll” (Definizione di troll), che sono account creati apposta per disturbare le discussioni facendole degenerare. Questo è un fenomeno della società, ormai anche internettiana e avviene soprattutto nei social in cui si parla di politica. I troll bravi, si fa per dire, sono quelli che riescono a mandarti in bestia potendo poi indicarti agli altri della comunità come personaggio inaffidabile, che non sa discutere civilmente, etc. Molti si comportano così perché non hanno altri passatempi e non riescono a interessarsi a qualcosa di utile nella vita, altri lo fanno per screditare la parte politica che avversano.

    Già di per sé il fenomeno è sconsolante, ma lo è ancora di più se si pensa che c’è gente che fa questo “lavoro” a pagamento, ovvero commissionata da un partito politico e pagata a cottimo. Per il Partito Democratico questa tecnica barbara e squallida è la normalità. Ultimamente sono venute fuori delle prove inconfutabili di questo comportamento, e con l’avvento del Movimento 5 Stelle il fenomeno si è moltiplicato, anche se era già molto presente nei confronti del Pdl. Infatti difficilmente un cittadino che supporta il Movimento, in Rete, non s’imbatte in qualche troll pagato a cottimo dal Pd.

    Mi direte “Vabbè! Puoi dire quello che vuoi, ma alla fine come si fa a crederti?”. Ebbene so di non dire niente di nuovo per gli internauti scafati, ma per gli altri ecco le prove, il racconto di un pentito nel quale si parla addirittura di un’organizzazione trasversale contro il M5S, e un video di alcuni giovani che mentre svolgono la loro “attività” la descrivono come qualcosa di plausibile in quanto svolta da attivisti del partito (magari però se si presentassero nelle discussioni come ”gente del mestiere” invece che come persone in perfetta buona fede sarebbero, come dire… un po’ più plausibili?). Per contro e a difesa dei troll c’è invece questo post del cui autore abbiamo letto qualche post (compreso quello che ho appena indicato) assolutamente anti “grillino”, ma questo non sarebbe un problema, e abbiamo anche dato un’occhiata alle frequentazioni e ai relativi dialoghi con un gruppetto su Twitter. Direi che non c’è bisogno di aggiungere altro.

    Questo è quanto.

    Quindi sappiate che quando in un social-network incontrate un troll probabilmente è un piddino, e quando il social è di carattere politico lo è senz’altro. Poi basta vedere come i politici del Pd si comportano addirittura tra di loro, un bell’esempio ce lo ha dato il premier in carica Renzi.

    Carla 1 aprile 2014 12:00
  • Tutti a Venezia il 25 aprile e decideremo tra noi indipendentisti Veneti le azioni da compiere sul rifiuto fiscale.E guardandoci negli occhi e non trollando come questi romani di sinistra vigliaccamente nascosti dietro una tastiera.

    Carla 1 aprile 2014 12:02
  • la verita’ e’ che ve la state facendo sotto ma la liberta’ non e’ fatta per i conigli, quelli per loro natura devono stare in gabbia.

    f.b. 1 aprile 2014 13:41
  • Siamo già liberi:
    http://www.opptitalia.org/index.php/cos-e-il-one-people-s-public-trust
    L’Italia a quanto pare risulta essere una società privata sotto il controllo degli U.S.A.
    Leggete, approfondite e diffondete…..

    cris 1 aprile 2014 13:58
  • CARLA:carla sei una che parla senza azionare il cervello.se tu fossi stata attenta ai miei post avresti capito che sono piu’ veneto di te.sono di origine montanare da conco per la precisione.ed io sono il primo che se c’e’ da imbracciare i fucili mi metto davanti o piu’ coglioni di te.l’unica cosa che chiedo e’ prima indipendenza poi’ tutto il resto mi sembra anche logico e chiaro.quindi cara carla prima di giudicare persone che non conosci e sinonimo di pura ignoranza.LIBERTA!

    cristian 1 aprile 2014 15:03
  • Cristian dimmi dove abiti a Conco che ti mandiamo i nostri delegati, abbiamo centinaia di attivisti nell’altopiano, Conco inclusa.
    In ogni caso i fucili lasciali a casa, noi abbiamo le armi della democrazia diretta e del popolo, immensamente più potenti dei fucili a tappo.
    Ad Maiora.

    Crisv:)

    CrisV 1 aprile 2014 17:12
  • crisv.io ho mia mamma a conco,io adesso abito a cassola.poi volevo precisare che il referendum io ho votato per l’indipendenza,contro l’euro,e contro l’onu.quindi chi ha il coraggio di darmi del troll e’ un puro ignorante.perche’ io sono stato il primo ad attaccare gente come emanuel,ecc…ed cara carla se leggevi bene quello che ho scritto sopra in dialetto erano delle battute tanto per ridere e smorzare gli animi.si capisce da come hai capito,che non sai leggere tra le righe.poi ribadisco che io sono prima di tutto per legittimare l’indipendenza e poi arriva tutto il resto.ci siamo capiti?mi sono espresso bene?non sto mettendo i dubbi a nessuno.voglio solo sicurezze.ho una famiglia con tre figli.e un mutuo.scusate se mi preoccupo per il loro futuro.LIBERTA!

    cristian 1 aprile 2014 19:07
  • > Cristian.
    Lascia stare Carla, una delle nostre madrine plebiscitarie, che al momento non la vedo neppure in linea.
    Se ti ha definito troll, avrà avuto le sue valide ragioni.
    La conosciamo bene, da anni e non è persona che parla per nulla.
    Rispondendo al tuo quesito, le tue sicurezze potranno arrivare solamente con un Veneto Indipendente, in quanto questa Italia è al disastro economico e irriformabile, nonchè governata da predoni.
    Come noterai, dagli anni ’70 ad oggi ( verifica i prospetti ) le tasse sono aumentate a dismisura, eppure a parte periodi brevissimi, il debito pubblico è sempre aumentato esponenzialmente.
    Più si paga al centralismo e maggiornmente questo Stato vorace s’indebita e s’impoverisce.
    Nessuno tocca caste e privilegi.
    Notizia di oggi, che praticamente un giovane su due è disoccupato.
    Nell’ultimo anno di governo Letta – Renzi, 1.000 nuovi disoccupati al giorno.
    Proprio una bella nazione quella da cui pretendiamo d’andarcene, per non morire insieme ad essa.

    http://www.affaritaliani.it/economia/disoccupazione-febbraio010414.html

    CrisV 1 aprile 2014 20:23
  • Ciao Crisvi.Non è comunque che mi offenda per le offese di uno zero mentale come questo Cristian.Per me sicuramente un troll e vediamo se minaccia anche me.

    Carla 1 aprile 2014 22:57
  • fatti no pugnette.anchio sono bravo a chiedere la rivolta fiscale alla gente.ma questo non e’ muoversi con democrazie e far valere il referendum appena svolto.pensateci.appena arriva equitalia cosa fate andate da busato che vi tutela?non e’ cosi’ che si conquista l’indipendenza.e’ prendere i voti del referendum ed andare tutti a roma e far sentire il nostro grido di LIBERTA!organizziamo dei pulman,questo sarebbe un bel modo di farci sentire ad roma ladrona.LIBERTA!

    cristian 1 aprile 2014 23:21
  • ma che cavolo dici?

    EDOARDO 1 aprile 2014 23:30
  • carla ma sei crisv?ho scritto a crisv.non a te’.LIBERTA!

    cristian 1 aprile 2014 23:36
  • mi sembra che crisv non ha bisogno di un’avvocata.LIBERTA!

    cristian 1 aprile 2014 23:38
  • organizziamo pure dei pullman magari con la collaborazione del patronato e dell’ACR…ma dai

    EDOARDO 1 aprile 2014 23:42
  • ma lo si capisce che il referendum non e’ stato un referendum ufficiale?per me comunque e’ valido solo se lo si fa valere.da bruxeless o da roma.quindi edoardo sei ancora italiano.altrimenti dovresti cambiarti passaporto se effettivamente siamo indipendenti.LIBERTA!

    cristian 1 aprile 2014 23:49
  • Non è stato un referendum ufficiale per l’Italia che mai riconoscerà, è questo il problema che devi capire. Per chi ci ha creduto lo è (ad ogni modo della sua validità si sta verificando in questi giorni). Sarò italiano nella carta ma di spirito no.

    EDOARDO 1 aprile 2014 23:54
  • in questo giorni si sta verificando?spero che sia cosi .ma non si vive di illusioni ma di certezze su carta che canta.quindi speriamo che questo referendum e non quello che zaia vuole fare sia ufficializzato e che vedro’ scritto adesso siamo un veneto INDIPENDENTE!LIBERTA!

    cristian 1 aprile 2014 23:58
  • Certo. Io sono un venetista convintissimo ed infervoratissimo. Toaria in man o sciopo par a me tera.
    Certo bisogna valutare ogni eventualità. Nella peggiore delle ipotesi (Iddio ce ne scampi)a Busato ghe convien corere parché no respondaria dee mie assioni.

    EDOARDO 2 aprile 2014 0:13
  • GRANDE EDOARDO!!
    son d’acordo con ti… i me fa sempre vegnere in mente Musoini Benito : ARMIAMOCI e PARTITE !!

    E a GINO : me piasaria conosarte par vardarte in facia e vedare quanto poareto che te si ti! rimbambito.. sveiate e lezi ben cosa che go scrito!!

    lino zorzi 2 aprile 2014 8:49
  • E SE VE INTERESSA QUESTA XE A NOTISSIA DE STAMATINA :

    Blitz contro secessionisti veneti: 24 arresti, altri 27 indagati
    Nelle ordinanze di custodia cautelare, emesse dal gip del tribunale di Brescia su richiesta della procura, sono contestati i reati di associazione con finalità di terrorismo ed eversione dell’ordine democratico e fabbricazione e detenzione di armi da guerra. I Carabinieri stanno anche eseguendo perquisizioni a carico di altri 27 indagati.

    lino zorzi 2 aprile 2014 9:14
    • Lino semo terrorisai da lori…ahahhahaahahha!!!!!!!!! lo stato italiano fa pena!!! hanno svuotato le carceri dai delliquenti per mettere dentro i secessionisti ahahahahha!!!!!!!!! RIDICOLI!!!…Rivolta fiscale subito….prova di forza immediata!!! me arrestei tutti!!! forse stemo anca meio i me mantien lori!!! invese che noaltri mantagnere ori!!! me dai el 41 Bis!!! ahahahhahaha!!!!!!!!!!!!!

      Genny 2 aprile 2014 9:18
  • E questo xe naltro articoeo su Libero: A STRANA SPUSSA CHE SENTIVO !!

    Dal referendum al partito “Veneto sì” va alle Europee — dal comitato plebiscito.eu – che a Libero dice di «voler finire il mostro». «Oggi è rantolante», aggiunge, parlando ovviamente dello Stato italiano. «Dobbiamo liberarcene in modo definitivo, evitare che faccia ulteriori danni». La nuova formazione politica potrebbe chiamarsi “Veneto sì”.

    NO GAVEMO BISOGNO DE NALTRO PARTITO!! NALTRA LEGA??? COI RIVA LA I FA TUTI A STESSA FINE !!

    GAVEMO BISOGNO DE ZENTE COMPETENTE ANCA POITICI, MA CHE VOE CAMBIARE SUL SERIO SENSA INTERESSI DE PARTITI . ZA I ZE DRIO SCANARSE ADESSO PAR EL DOPO !!

    SON VENETO E FIERO DE ESARLO ! Son sempre pronto a dare un forte supporto A TUTTO QUEO CHE GA SENSO E LOGICA se questo serve par esar indipendenti o cambiar sta situassion!!
    No posso pensare che anca questi sia drio metermea sul busoeoto come tuti chealtri partiti fin desso!

    Sempre WSW! sperando de vedarla sul serio sta bandiera, ma ufficiae!!!

    lino zorzi 2 aprile 2014 9:45
  • Cristian.Se hai dubbi che io e Crisvi siamo la stessa persona chiedi se è vero quello che pensi alle centinaia di indipendentisti che conoscono lui e me.Ti rideranno in faccia come meriti.Io poi scrivo quello che voglio e mi piace sostenerlo perchè per me e per molti altri è una persona eccezionale.

    Carla 2 aprile 2014 17:05
  • LINO ZORZI TE PREGO de non nominarme LORIS PALMERINI.
    Se te si in contatto con Lù sappi che con Lù non te vè da nessuna parte. El me par un megalomane schizzofrenico chel predica mal e el razzola pexo. Penso chel possa essa dela DIGOS o dei Servisi o se non l’è né l’uno né l’altro l’è sicuramente asservido al poder taglian.
    Secondo lù el mondo el gira intorno a lù e nol sa accorto che i veramente 4 gatti che ghe sta attorno no ja capido gnente de stò qua.
    Se andè a lexar i vari siti…parjè el ghè nà pì de uno xe un coacervo de argomentasioni che dopo vinti minuti che lexè ve vien mal de testa.
    Gò leto ancà la lettera che là mandà al quotidiano IL GIORNALE dove el farnetica numeri e dati del referendum sensa saver che gera soto controlo internasional OSCE e cito anca la persona: BEGLAR DAVIT TAVARTKILADRE che gà visionà e tegnudo tutti i dati della piattaforma del referendum con relativa messa in sicurezza in Svizzera,iralnda e Usa I RELATIVI SERVER ALLOCATI.
    Me piaxù la risposta de VITTORIO FELTRI el qual pur no conossendo el PALMERINI el gà risposto da pari suo sensa darghe tanto bado de quel chel scriveà parkè mi penso el savesse xà tuto avendose informà sul referendum a fonti sicure e magari direttamente da Gianluca Busato.
    Me despiaxe par el PALMERINI e stò LINO ZORZI chel ghè và drio e chel dixe che lù el paga tutto…..ma chi sito? Da dove viento? Cita anca ti dati da poder controlar se la tò dichiarasion dei redditi la xe vera parkè pubblica….par quel che soì mi te pol essa el pì grosso evasor fiscal taglian o Veneto.
    Saludo e scrivemo robe vere e no bale de fragiuli.
    WSMS

    giancarlo 5 aprile 2014 15:10
  • Caro Giancarlo….. go cità Palmerini parchè go trovà scritte tante robe sul sito e me ze sembrà molto più equilibrato lù che altri: attenzione NON SEGUO PALMERINI O CHIUNQUE ALTRO, SIA CHIARO QUESTO; son in grado de comprendere perfettamente queo che lezo e dopo tutto sono in grado de valutare se go da votare o no, se me fido o no, punto e basta! quindi a distanza de un anno rivardo sta serie de interventi e me piazaria proprio savere se si tutti ancora entusiasti come l’anno scorso o se gavì capìo che a storia xe ben diversa al momento: de na roba semo sicuri che anca Renzi el xe naltro chel ga continua a massacrarne de tasse e basta… Indipendensa? me auguro che almanco i me fioi o nevodi possa vedarla: mi go proprio al momento un pensiero negativo specialmente dopo aver riletto tanti interventi dell’anno passà…………….. Comunque sempre WSM!!

    Lino Zorzi 18 maggio 2015 12:02

Love me with a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *