background img
treviso

PLEBISCITO.EU: IL 50,30% HA VOTATO IL REFERENDUM DI INDIPENDENZA DEL VENETO AD UN GIORNO DALLA CHIUSURA DELLE URNE

marzo 20, 2014

trevisoAlle ore 22 del 20 marzo hanno votato il referendum di indipendenza del Veneto 1.878.071 veneti, pari al 50,30% degli aventi diritto al voto. La maggioranza assoluta dei veneti si è quindi già pronunciata rispondendo al quesito “Vuoi che il Veneto diventi una Repubblica Federale indipendente e sovrana?”.

“C’è una sola cosa da dire – ha commentato Gianluca Busato – giunti a questo punto, domani tutti i veneti siano presenti a Treviso: dobbiamo fare la storia, tutti assieme, per il nostro Veneto.”

In tutto il Veneto l’entusiasmo è già alle stelle, in attesa della giornata straordinaria del 21 marzo 2014.

Ufficio stampa
Plebiscito.eu


Categories
  • Pingback: Alle 12.00 del 16 Marzo hanno votato oltre 150.000 veneti, e i media non ne parlano - Pagina 53

  • SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII
    BRAVISSIMI TUTTI
    CONTINUIAMO A FAR VOTARE COLORO CHE ANCORA NON SANNO DI QUESTO REFERENDUM
    PIU’ VOTI OTTENIAMO E PRIMA SARA’ RICONOSCIUTA L’INDIPENDENZA DAL MONDO INTERO

    stefano 21 marzo 2014 0:19
  • SPERIAMO SI FACCIA FINALMENTE

    STEFANO 21 marzo 2014 0:23
  • Doman ghe ne sarà de pì cussita el referendum el spiana la strada all’indipendensa.
    Sia el consejo regional veneto che bruxelles no i podarà fermar la procedura da seguir par l’indipendensa. Stò primo passo xe stà el pì importante.
    Adesso toca aj’altri pasi par arrivar ad averghe el nostro amatissimo e serenissimo stato Veneto.
    W SAN MARCO EL NOSTRO PATRONO EL NA’ AIUTADO ANCORA E EL N’ AJUTARA’ A COSTITUIR UNO STATO FONDADO SUL DIRITTO,LA FAMEJA L’ONESTA’ EL LAORO E LA CORETESSA DEI RAPPORTI UMANI SENSA MAI DESMENTEGARSE DE DIO E DEL SO EVANGELISTA.
    DE NOVO W SAN MARCO E CHE TUTI I VENETI ADESSO J GABIA FIDUCIA E SPERANSA NELL’AVENIR CHE CON LE NOSTRE MANI SAVAREMO BEN COSTRUIR E PORTAR AVANTI. TUTO EL MONDO EL SCOPRIRA’ COME SE POL AVERGHE UNO STATO GIUSTO E FATO PAR I PROPRI CITTADINI DI NOME E DE FATO.
    I REFERENDUM IN VENETO I DOVARA’ ESSAR SIA PROPOSITIVI CHE ABROGATIVI E PODAREMO ANCA STUDIAR UN SISTEMA DE ISTITUSION VENETE MIGLIORANDO QUANCOSSA DE QUELE CHE GHE GERA NELLA SERENISSIMA.
    DONE,OMENI,VECI,POARETI O SIORI SAREMO UN POPOLO FELICE SE SAVAREMO IMPEDIR QUELO CHE IN ITALIA NO SE PODEA PI’ CAMBIAR..NOJALTRI GAVEMO NA CULTURA MILLENARIA E CHE IN STO’ MOMENTO DE FELICITA’ L’E’ SALTA’ FORA CON PREPOTENSA PARKE’ LA GAVEA VOJA DE RIVIVAR E TORNAR A ESSA PROTAGONISTA ANCA SULLA SCENA MONDIAL COME LA GERA AI TEMPI DELA SERENISSIMA.
    GNISSUN LO DIXE O LO RICONOSE MA SE L’EUROPA LA XE LIBARA LA LO DEVE PRIMA AI GRECI E DOPO AI VENETI CHI GA’ IMEDIO AI PERSIANI E DOPO AI TURCHI DE INVADARLA.
    WSM

    giancarlo 21 marzo 2014 0:23
  • speriamo che roma non ci crei problemi.ma ho i miei dubbi,mi sembra strano che lasci andare il loro salvadanaio.ancge perche’ questa e speriamo indipendenza sara’ solo l’inizio.lombardia e piemonte lo faranno anche loro speriamo cosi gli lasciamo in mutande i politici di roma.pensate che il pil delle regioni del nord messe in sieme potremmo comprare l’italia.roma addio veneto siamo con te.forewer

    cristian 21 marzo 2014 0:35
  • Grandissimi!!!!!!
    ….e pensate che molti non sanno del referendum….a padova i giornali hanno censurato tutto!

    MARCO 21 marzo 2014 0:46
  • Può votare chi è iscritto all’AIRE?

    Marina 21 marzo 2014 0:54
  • @MARINA prova, però non credo si possa fare…comunque tentar non nuoce

    stefano 21 marzo 2014 1:00
  • Per MARINA

    Sì, anche gli iscritti all’AIRE possono votare, io l’ho fatto, ed ho fatto votare anche altri amici veneti.
    Se cerchi nel sito plebiscito.eu, trovi la possibilità di farlo.

    Cesare 21 marzo 2014 1:14
  • Medioevo ADDIO
    Baroni Addio
    Casta Bonanotte

    Benvenuta MODERNITA’ VENETA!
    Benvenuta Repubblica Veneta
    Nasci nel segno della migliore democrazia e della migliore tecnologia Internet

    Grazie a tutti coloro che hanno reso tutto questo possibile,
    Ho pianto
    Sto piangendo
    Piangerò

    Ma di felicità… per una volta

    Davide

    Davide Bonamini 21 marzo 2014 2:17
  • @Marina: Si, si può votare anche come iscritti AIRE, anche mia figlia lo ha fatto; e anch’io e l’altra mia figlia abbiamo potuto votare online, anche se in questo momento siamo tutte all’estero.
    Ottima la procedura online.

    Anna 21 marzo 2014 2:32
  • BOICOTTIAMO la stampa di regime! Non comprate più corriere, giornale di Vicenza, mattino ecc. Al massimo se proprio volete leggerli prendete un caffè in un bar, ma non sovvenzionate in alcun modo questi buffoni venduti.

    gigi 21 marzo 2014 5:57
  • Ragazzi forza e adesso preparatevi che la macchina del fango si sta accendendo. Le istituzioni italiane, la stampa al soldo del padrone e i porci cominceranno a spalare letame su tutto quello che è legato al veneto ed ai veneti. Arriveranno offese e provocazioni, ma come sempre testa basa e tirar drito! E poi visto che tutta italia ci odia perché non fanno loro un referendum per cacciarci? 🙂

    andrea 21 marzo 2014 6:01
  • MI SON VENETO

    Paolo 21 marzo 2014 6:38
  • Vorrei aggiungere che questo è il momento del massimo impegno, non fermatevi e informate tutti del voto. Facciamo uno sprint finale e arriviamo al 60% o più e tagliamo latesta al mas-cio!!!

    Andrea 21 marzo 2014 6:42
  • Ottimo lavoro ragazzi, nonostante la vergogna del silenzio della stampa italiana ce l’abbiamo fatta!

    Niccolo 21 marzo 2014 6:59
  • E par quei che no ga votà, nascondive vergognoxi!

    Albert 21 marzo 2014 7:03
  • Stamatina colazion co la graspa! W el Leon!

    Albert Goodman 21 marzo 2014 7:11
  • VENETO LIBERO DOPO 200 ANNI DI COLONIALISMO!!
    TUTTI A TREVISO!

    manuele 21 marzo 2014 7:19
  • OGGI FACCIAMO LA STORIA! FORZA VENETO!

    Alessandro 21 marzo 2014 8:08
  • Arrivaremo ad averghe dele scole moderne e verte dove se insegnarà la nostra lengoa veneta insieme ale altre, dove se podarà averghe maestri e professori pagadi ben par far ben ansi benissimo el loro laoro che dovarà essa na mission par averghe generasion venete all’altessa del mondo intiero.
    Finalmente gavaremo statali veneti contenti de laorar col merito e no averghe fanuloni assenteisti o che i timbra e dopo i va a ramengo par i fati lori.
    Finalmente gavaremo na università all’altessa dela situasion mondial con ricercatori pagadi ben par aiutar le nostre industrie a innovar e via dixendo.
    Finalmente podaremo non averghe partiti de dx e de sx ma solo persone,cittadini che i vorrà par mission e passion gestir la roba pubblica venete sotto controlo diretto dei cittadini.Finalmente gavaremo programmi diversi da votar e basta.. Se qualchedu’un sgara el paga salado la so disonestà e el và in galera.
    Vedarì come se indrissarà tuto e tuto ne farà dir parkè no l’emo fato prima……..
    W SAN MARCO SEMPRE

    giancarlo 21 marzo 2014 8:08
  • Domanda: in 4 giorni aveva votato il 39% ed in 12 ore ha votato il 12%? Chi ha un minino di senso critico capisce immediatamente che questa cosa insospettisce molto, anzi, moltissimo.

    Claudio 21 marzo 2014 8:28
  • Salve
    vorrei solo capire, ora che il 50% è stato raggiunto, concretamente cosa succederà? E’ molto difficile trovare info a riguardo, nessuno ne parla!

    Elisa 21 marzo 2014 8:38
  • VIVA LA LIBERTA, ME RACCOMANDO…..PENSIONI ADEGUATE E I LAVORATORI RITROVERA VOIA DE LAVORAR…FORZA VENETI A..INTERNET GA DA ESSERE GRATIS PAR TUTTI.

    gianni 21 marzo 2014 8:41
  • Secondo diverse fonti, questo non è un vero e proprio referendum, ma una consultazione. Se fosse così, come mai viene utilizzata sempre la parola “referendum”?
    Vorrei chiedere un’altra cosa al promotore dell’iniziativa! Com’è possibile che la pagina “Le ragioni del no” sia vuota? Questa iniziativa sta avendo molto successo (e giustamente, direi!) ma rischia di barcollare su diversi punti.

    Alessio Bellato 21 marzo 2014 8:54
  • @ELISA: teoricamente niente, perchè questa consultazione non ha valore legale.. Sicuramente potranno prendere in considerazione di fare qualcosa, in base ai risultati, anche se non so quanto i risultati rispecchino il reale pensiero dei Veneti. Ho sentito molta pubblicità per votare “Si”, ma nessuno che abbia promosso le ragioni per cui votare “No”.

    Alessio Bellato 21 marzo 2014 8:58
  • Liberiamo il Leone una volta per tutte !!

    Federico 21 marzo 2014 9:00
  • non è vero Claudio: ho tutte le statistiche sotto mano.
    L’affluenza al voto è aumentata col passare del tempo ma nella fascia mattutina, ad esempio, è sempre stata intorno ai 36-38 mila voti/ora, al pomeriggio 25 mila ecc…
    Se vogliamo commentare i dati è giusto dare quelli esatti!

    NB il giorno con maggior votanti è stata cmq domenica 13,2%. Ieri si è toccato quota 12,5%

    Thomas 21 marzo 2014 9:01
  • un veneto sano di mente secondo voi risponderebbe no ?

    Federico 21 marzo 2014 9:02
  • Alessio la tua domanda e’ stata posta già’ diverse volte e le risposte spaziano da “chiedo a quelli che vogliono il no” a “Viva San Marco”. Francamente questo e’ in assoluto il peggior esempio di consultazione che abbia mai visto in vita mia. Tra i commenti leggo molti che insultano l’ipotetica “stampa di regime” quando si sa che in una regione come quella del veneto si può’ fare un’operazione di informazione capillare molto efficiente se ben organizzata. Questa e’ chiaramente una consultazione solo politica che non ha nessun valore legale, non lo dico io ma i promotori stessi in alcune dichiarazioni. Fra l’altro pare ci siano degli osservatori internazionali a verificare la correttezza delle operazioni ma “stranamente” non rendono noti i nomi. Evviva la trasparenza.

    Claudio 21 marzo 2014 9:03
  • @claudio:ieri ho aiutato a votare 10 persone… Se più di qualcuno ha fatto come me…

    Cri 21 marzo 2014 9:04
  • I cittadini si sono espressi. In democrazia il volere dei cittadini dovrebbe essere al di sopra di tutto. Altrimenti non siamo una democrazia. Se Roma si oppone che succede? manda i carri armati? con che soldi? la benzina per muoverli costa più della nostra libertà. Rispettino il volere dei veneti. Penseranno ad una legge per mangiare il più possibile prima che il sistema crolli.

    Andrea 21 marzo 2014 9:06
  • Cri, cosa intendi dire che hai aiutato a votare 10 persone? Puoi descrivere cosa hai fatto?

    Claudio 21 marzo 2014 9:14
  • @CLAUDIO ascolta qua…prima di gettare fango ti chiedo la cortesia di documentarti!!
    proprio in questo sito c’è una sezione apposita che riporta le dichiarazioni di un’esperta che spiega come funziona il sistema…ti assicuro che è più limpido e sicuro di quando andavi in comune a votare in MATITA!!!!
    Io stesso nella giornata di ieri ho speso molto del mio tempo a scrivere e chiamare più persone che riuscivo per dirgli di votare.

    stefano 21 marzo 2014 9:28
  • Stefano, ti chiedo: e’ legale contattare le persone per mandarle a votare e magari influenzarle durante le operazioni di voto?

    Claudio 21 marzo 2014 9:34
  • Volevo andarmene dall’Italia ma ora sono più fiduciosa sul nostro Veneto! Bravi ragazzi che avete votato!!! 🙂 Ci ho creduto fino all’ultimo a questo referendum e non mi ha delusa. Ciao.

    Claudia 21 marzo 2014 9:39
  • Claudio, ti giro la domanda…è legale cercare di boicottare un referendum del genere oscurando qualsiasi notizia da giornali e televisioni??
    sottolineo che ne parlano in tutto il mondo!!!
    Io non credo sia legale, credo però che informare coloro che ancora non ne sanno nulla non sia solo legale ma anche doveroso.
    Ma se uno usa un filo di cervello capisce benissimo da sé che questo è tutt’altro che un paese libero, e che gli “alti dirigenti” ci vogliono ignoranti come le pecore

    stefano 21 marzo 2014 9:44
  • …certo che è legale, non ti ricordi le campagne elettorali dove tutti i partiti influenzano il tuo voto?

    mauro/1 21 marzo 2014 9:45
  • Grasie a tuti..davero..savevo de podeghe contare!
    Stemoghe soto a sta oportunità..no ea gà ndare persa!!
    Dispresemo quei che lese o varda ancora chel patume de giornai..dimostremo intoeransa pa el compromeso..testa basa e tiremo drito.
    I sercarà de masacrane..in gamba tosi!!
    “DISIME CAN..MA NO ITALIAN!!”

    MAURO 21 marzo 2014 9:50
  • A chi descrive questa iniziativa come poco trasparente, vorrei far notare che non parlare, nei media, un evento che coinvolge 2 milioni di persone è un atto di censura e un offesa alla coscienza sociale di tutto il Veneto.
    Se togli l’informazione pubblica, è chiaro che le uniche informazioni arrivano dal passaparola, e quindi da persone militanti.

    Paradossalmente, il silenzio stampa che mirava a sgonfiare il fenomeno, contribuirà ad accrescere la vittoria schiacciante del si. Un segno del destino?

    Davide 21 marzo 2014 9:56
  • FINALMENTE STAMATTINA HO COMPRATO “IL GIORNALE” NELLA STAZIONE CENTRALE DI MILANO REFERNDUM IN PRIMA PAGINA E VITTORIO FELTRI CHE CI DA RAGIONE EVVAI DAI CHE È PA VOLTA BUONAAAAAA

    Mario Zantedeschi 21 marzo 2014 9:56
  • @claudio: è legale si, visto che non c’è pubblicità è normale usare il passaparola, inoltre “aiutare a votare” significa che si prendono i vecchietti (ad esempio) e li si aiuta ad usare uno strumento come internet che non sanno come funzioni. molti non hanno email, altri non hanno internet….sai com’è senza la pubblicità dei giornale e delle tv questi sono i mezzi che si possono usare: passaparola e disponibilità.
    per quanto riguarda i NO, mi risulta ci sia un comitato parallelo a quello dei si…se poi loro non si interessano di pubblicizzarlo son solo fatti loro no?
    Un plauso generale a tutti gli organizzatori, sperando non sia ora tutto vanificato.

    MatteoP 21 marzo 2014 9:57
  • buongiorno a tutti,stamattina ho letto il giornale di vicenza,venduto di merda.hanno minimizzato la cosa e hanno detto che sembra piu’ una credenza, una fede piu’ che una realta.ma diciamolo i giornali prendono le sovvenzioni statali.i nostri soldi 1 miliardo di euro all’anno da i cittadini italiani.bisogna tener duro e restare uniti perche’ adesso chi si ferma e’ perduto se molliamo non c’e’ la faremo piu’ a uscire dalla schiavitu’ di roma.se vogliamo che torni il lavoro in veneto e avere una crescita esponenziale e tasse spero dimezzate o meno dobbiamo tener duro.forza e coraio veneti uniti.

    cristian 21 marzo 2014 10:04
  • il prossimo passo quale sarà?
    Non credo che con questo referendum ci venga riconosciuta l’indipendenza.
    Quindi, domani cosa dobbiamo fare?

    sandro 21 marzo 2014 10:15
  • @claudio:per esempio un mio collega non ha internet e non aveva ancora ricevuto la lettera… Abbiamo chiamato il servizio che ci ha fornito il suo codice e ha votato…

    Cri 21 marzo 2014 10:16
  • MatteoP 21 marzo 2014 10:22
  • @claudio votare è una scelta come sempre. Tu durante le elezioni non parli con i tuoi amici di politica difendendo il tuo pensiero e magari affermando che andare a votare è un diritto che va sempre rispettato? L’ unica differenza è che in questo caso, forse per la prima volta, 2 milioni di persone di un unico territorio si sono unite con voglia, per cercare di dare un segnale talmente forte che anche i “sordi” lo sentiranno. La cosa che più mi indegna, oltre alle critiche sciocche che si leggono, sono le offese gratuite dei nostri (ex) concittadini. Ho letto di tutto:
    noi rubiamo i soldi di roma …
    noi siamo un popolo di ignoranti …
    noi siamo un popolo di razzisti …
    noi siamo un popolo di ladri …
    Allora dico:
    che siano le altre regioni a fare un referendum per CACCIARCI da questo stato che non ci vuole!!!!!!!

    AndreaB 21 marzo 2014 10:28
  • Se per ogni voto è stato registrato l’indirizzo IP del pc da cui si è votato, e sono state registrate le telefonate al call center fatte per votare, i voti di questo referendum valgono, come espressione della volontà popolare, come se fossero cartacei, eccome se valgono.
    Quanto ai ‘veneti’ esiste un popolo veneto con tradizioni e storia millenarie che è stato usurpato della sua sovranità con l’oocupazione militare dei Savoia e il seguente referendum truffa del 1866, grazie al quale siamo stati annessi al Regno d’Italia (mai evento fu più nefasto).
    E’ comunque ovvio che l’indipendenza del Veneto non potrà mai essere ottenuta per vie ‘legali’ secondo la Costituzione italiana, perché la Costituzione è proprio il regime che si vuole rovesciare: quando mai le rivoluzioni nella storia sono state ‘legali’ secondo il diritto che volevano rovesciare?
    Certamente una Costituzione si può calpestare e stracciare se non incontra più il favore del popolo (con buona pace degli esimi giuristi).
    Con una rivoluzione appunto, come quella (si spera) messa in moto da questo referendum.

    Roberto 21 marzo 2014 10:31
  • Boicottiamo la stampa di regime!!

    erik 21 marzo 2014 10:31
  • Durante la recente rivoluzione islandese le banche avevano comprato i giornali locali per far passare la loro versione, gli islandesi si sono ribellati e NESSUNO ha più comprato i giornali!! (tanto esiste internet)

    erik 21 marzo 2014 10:33
  • uniti abbiate fede e restiamo uniti.adesso cercheranno di dividerci di mettere in dubbio le nostre idee.ma cazzo scusate la rabbia 2 milioni di veneti hanno votato,ci snobbano il resto d’italia.ma avete finito di mangiare sopra le nostre fatiche e famiglie.zaia a detto che ci crede va non e’ valido.non e’ valido?2 milioni di veneti e non vuoi darci l’indipendenza?noi c’e’ la prendiamo e mettete in carcere 2 milioni di veneti?.hahahaha.a non ghe se posto da metterne.avete fatto fare 20 anni di carcere per terrorismo a quesi poveri cristiani che in piazza san marco avevano costruito un finto carro armato e sparato volantini proprio per l’indipendeza.porci romani.pero’ ai mafiosi pentiti li proteggete.invece operai e persone con famiglia gli avete rovinati.sono stanco di leggere anche qui persone che mettono ed instaurano dubbi.ma sapete che la matematica non e’ un’opinione.ricordatevi che la costituzione dice che siamo una republica DEMOCRATICA E LA SOVRANITA’ E DEL POPOLO.DETTO E’ DETTO TUTTO.forza e coraio che ghe a fasemo.

    cristian 21 marzo 2014 10:36
  • Si sente dire che questo referendum non è Legale
    ma la Legalità proviene dalla Legge e la legge in Italia è fatta da Roma
    quindi come può essere Legale un referendum per l’Italia se questo riguarda la sua indipendenza e separazione?
    L’unico ente che può certificare questo Referendum e la sua decisione è la Comunità Europea che ha sempre tutelato l’indipendenza e la sovranità dei Popoli.
    Se stasera vincono i SI comincia il percorso di riconoscimento del risultato presso enti che non posso essere collegati in nessun modo all’Italia in quanto parte in causa.
    Chi parla di legalità mi fa venire il mente lo schiavo delle piantagioni che si lamenta con il proprio padrone bianco del perché non gli consenta di votare e di scegliere se restare schiavo o essere liberato.
    So che la libertà spaventa, ma ne faremo buon uso, sicuramente meglio di tutto quello che abbiamo visto succedere ad oggi in Veneto. Giusto per darvi una nota di cronaca: ieri notte a Pastrengo c’è stata una esecuzione mafiosa davanti al Municipio con diversi colpi di pistola di cui uno alla testa…
    Se aspettiamo ancora del Veneto non resterà che un ricordo.
    Il momento è arrivato, facciamo la STORIA

    Davide Bonamini 21 marzo 2014 10:38
  • Ieri è mercoledi nel primo giornale di Verona parlavano del referendum mercoledì citavano il sito parlamento.eu sarà stato voluto sto sbaglio?!? Mah.. Poi ieri parlavano anche che ha votato zaia a piena pagina… Oggi non sose c’era qualche articolo non ho visto il giornale… spero di si e in positivo! Perlomeno a Verona sto giornale ha fatto qualcosa è penso abbia un po’ aiutato dato che qua a Verona nessuno e ripeto nessuno fino a mercoledì sapeva nulla.. Forse 1 su 20 stando larghi mi dispiace che si sia pubblicizzato tanto in 3/4 provincie e Verona sia stata lasciata un po’ fuori seppur conta quasi 1 milione di abitanti!!! Ma non importa ormai a oggi su 20 lo sanno in 10! È ora di stasera Verona farà la sua parte di voti mi spiace x chi ancora non sa o x chi la appena saputo e magari manco riesce a votar.. Dai poco importa oramai el quorum le passa!!!! W el veneto!

    Simone 21 marzo 2014 10:39
  • @ CRISTIAN QUOTO TUTTO QUELLO CHE HAI SCRITTO.
    Basta prenderci per il *ulo. 2 milioni di persone non sono un nulla. E poi caro ZAIA troppo facile stare sul vago. prima non fate nulla quando siete al governo, adesso vi schierate con i due milioni, ma però non ha valenza. O se con il Veneto o sei contro il Veneto!!!!

    AndreaB 21 marzo 2014 10:41
  • @ANDREAB grazie andrea del tuo commento,se c’e’ da prendere in mano i bastoni se sentimo.qua viene fuori na nuova kiev ma per andare fuori da roma e dall’euro.basta fare il popolo dei pecoroni.ma adesso diventeremo i leoni.hanno avuto il coraggio di dire tante stronzate al governo.ma non hanno mai detto dei suicidi in veneto di inmprenditori e operaio che si sono tolti la vita per colpa dei governati romani.dovremmo denunciarli all’aia per crimini contro l’umanita’.mortis monti avave dichiarata che avevamo la media bassa di suicidi.stronzo maledetto te di certo non ti ammazzi con i tuoi 80 mila euro al mese rubati al popolo italiano.con 40 milioni di euro di capitale.adesso politici romani state buoni e riconoscete la nostra voce,urlo eco.siamo incazzati.io sono del segno del leone.e lottero per il lavoro per tutti e la mia famiglia.

    cristian 21 marzo 2014 10:50
  • THOMAS se domenica hanno votato il 13,2% e ieri giovedi… giorno feriale dove la gente ha anche altro per la testa, ha votato quasi lo stesso numero di persone 12,5% … La cosa è quantomeno sospetta !!!
    Io continuo a sostenere che una votazione protratta per un giorno festivo e 5 giorni feriali è funzionale solo a far votare gli uffici anagrafi compiacenti con a disposizione le carte di identità che difficilmente avrebbero reperito e potuto utilizzare sia per tempo e per

    EMANUEL 21 marzo 2014 10:54
  • luogo nel solo giorno di domenica.

    EMANUEL 21 marzo 2014 10:55
  • caro emanuel i tuoi dubbi possono riguardare alcune persone ma 2 milioni di truffatori come stai dicendo.chi siamo arsenio lupin.fa una bella cosa scrivi da un’altra parte e va a votare.e se otteniamo l’indipendenza e ti restano meta delle tasse in busta in busta paga la sanita’ non avra’ piu’ ticket.il lavoro esplodera’.cosa dirai dopo.avrai ancora dubbi?

    cristian 21 marzo 2014 10:59
  • E dire che il 50% ha votato è una fesseria , non siete neanche furbi !! Avete sparato troppo in alto con i brogli e vi si ritorceranno contro, perchè e’ pura demagogia pensare che uno su due ha votato, dalle mie parti nemmeno sapevano fino a ieri che sono arrivate a casa le buste cos’era sta farsa…. e cmq sono finite nel cestino.. cosi i miei amici, e parenti.. UNO su DUE e’fumo negli occhi. E complimenti per l’investimento ! 4 milioni di buste recapitate con tanto di codice generato e patina argentata da grattare .. vi saranno costate un occhio della testa ! E anche questo sito non dev’essere costato poco. E le notizie (fittizie) che promuovete poi …chissà quale è il vostro vero scopo visto l’investimento che avete messo in atto. scopo che profuma di poltrona in pelle.

    EMANUEL 21 marzo 2014 10:59
  • EMANUEL, cerchiamo di non dire cavolate, se fosse come dici tu risulterebbe dagli indirizzi ip degli ipotetici pc degli uffici anagrafe (come se poi gli impiegati potessero distogliersi dal loro lavoro per votare per altri)

    Roberto 21 marzo 2014 11:01
  • tranquillo EMANUEL, è tutto documentato, sai cos’è un indirizzo IP?

    Roberto 21 marzo 2014 11:02
  • adesso manuel leggi bene quello che ti scrivo.le poltone in pelle sono a roma e 100 anni che ci rovinano.se non ti va vai a vivere da un’altra parte a roma per esempio.e finiscila di mettere dubbi.perche’ da me a vicenza c’erano file di persone ai gazebi con documenti validi.abbi rispetto delle persone venete.quindi vai pure fuori da coglioni a va a leccare il culo a roma.

    cristian 21 marzo 2014 11:03
  • Zaia è andato a Roma dai suoi compari per assicurarli che ha ancora il controllo della situazione. Non so se ho capito bene ma secondo lui il referendum non ha valenza e la regione sta valutando se fare un’altra consultazione ma solo dopo che la Catalogna avrà ottenuto l’indipendenza e se qualcuno lo rassicura che non ci sarà alcuna violazione delle leggi italiche e il conseguente rischio di commissariamento con perdita delle cadreghe..

    Livio 21 marzo 2014 11:04
  • CRISTIAN parli come un pappagallo e ripeti quello che ti ripetono senza ragionare.
    Il lavoro esplodera’ ?? Si, ma nel senso che salterà in aria !! Quale imprenditore italiano o straniero dopo una manovra del genere verrà ad investire nello staterello Veneto che sarà guidato dai promotori di questo referendum in cui hanno già mostrato lacune democratiche (dove sono le ragioni del no, dov’è l informazione alla popolazione di questo referendum) e di metodo cialtronesco , e infine di demagogia imperante sui numeri che non sono per NIENTE reali !?
    Quindi il lavoro salterà in aria…
    I soldi che dicono di voler trattenere , 20 miliardi, tradotti per Veneto sono 300 euro in piu al mese in busta… okey… ma tutto l’apparato centrale che ti manca fondando un nuovo stato dalle forze dell’ordine, al prefetto, a un nuovo centro di potere (governo, monarchia, dittatura?) con quali soldi li paghi ? Vedrai che i 300 euro che ti arrivano in più da subito poi piano piano dovrai restituirli e dargliene forse il doppio, con l’aggravante che nel mentre il lavoro sarà sparito. San Marco illumina le loro menti. Che loro la fan tanto facile.. ma…

    EMANUEL 21 marzo 2014 11:05
  • Sarà una nuova alba? Speremo de si, intanto tutti a votare che femo un paseto aea volta. W el Veeneto

    Emanuele 21 marzo 2014 11:05
  • Mi dispiace ma ho + dubbi di un sistema elettorale basato sulla scheda elettorale che non sul WEB. Sul WEB è tutto registrato e rintracciabile, NSA insegna. Quindi andranno sicuramente certificati i risultati da un organo sopra le parti, dopo di che non c’è più niente da discutere. Vale il risultato del Referendum, Si o No.
    Mi spiegate che differenza c’è tra le Primarie del PD ed il nostro Referendum. Forse ci vogliono ancora una volta far sentire stupidi, dire che non vale niente…. ma attenzione alla fonte, è la voce del padrone che cerca ancora una volta di prenderci per il NASO…
    Le primarie del PD hanno fatto vincere Renzi e Renzi, grazie al grande sistema democratico italiano, è ad oggi il Premier… qualcuno di voi lo ha votato per caso direttamente?
    Avete visto delle elezioni politiche in merito?
    Io no, è la solita presa in giro, ma tanto a me e spero alla maggioranza da stasera dei Veneti non FREGA + NIENTE, è il PASSATO, NOI il FUTURO!

    Davide Bonamini 21 marzo 2014 11:05
  • Caro Manuel… tu non conosci nessuno che ha votato? Io fra famialiari e amici ai quali ho chiuesto su 30 persone in 28 hanno votato. Se ti rode qualcosa mi dispiace per te. Sicuramente questo è solo un altro passo verso l’indipendenza ma è certamente uno dei più importanti perchè è il Popolo che comanda e non 4 politici eletti.

    Luca 21 marzo 2014 11:07
  • ROBERTO avendo masticato informatica, so bene cos’è un indirizzo IP e ci sono decine di siti che ti offrono di cambiartelo in ogni istante.. l’impiegato comunale basta che mandi il database stampandolo o via file con il numero della CI e i dati dei cittadini a un nipote disoccupato che nell’arco di una giornata può inserti tranquillamente voti a nastro senza che questo comporti un’assenza dalle mansioni del suddetto impiegato.. ghe voe tanto ? Goi da spiegarve tutto punto par punto ? E grazie per i continui inviti ad andare fuori dal veneto.. della serie cominciamo bene. Io sono veneto TANTO QUANTO voi ! Non è questo referendum farsa che vi fa diventare piu veneti di me… ma non lo capite ?! Veneto è semplicemente chi nasce in territorio veneto, io come voi, non chi si erge a improvvisato paladino del territorio facendo il cialtrone e sfruttando l ignoranza altrui . San Marco illuminali tu.

    EMANUEL 21 marzo 2014 11:11
  • Emanuel ostinatamente cerchi di fare delegittimare qualcosa di cui nessuno ti ha costretto a fare parte, se il tuo senso di giustizia ti impone di “svegliare” tutti questi credulo (per te) che hanno votato sappi che sono maggiorenni e vaccinati e non hanno bisogno della tua infinita cultura e saccenza per sopravvivere. Se proprio devi sfogarti fallo in altro modo, la tua frustrazione repressa non è qualcosa che devi trasmettere.E’ strano poi notare il tuo palese non accenna alla DISINFORMAZIONE di regime che aleggia intorno a questa CONSULTAZIONE POPOLARE.
    Singolare è poi il tuo nome, etimologicamente dovresti ANNUNCIARE LA BUONA NOTIZIA ( EMA_NUEL ) non prodigarti a deligittimarla.

    Gianluca 21 marzo 2014 11:11
  • emanuel e tu parli come un ignorante.conosci la matematica?e’ 12 anni che siamo nell’euro.ed siamo affondati e retrocessi con i pil veneto di 13 anni.siamo retrocessi in potere di acquisto di ben 28 anni.disoccupazione al 13 %.giovanile al 47 %.allora questi sono dati dell’istat istituto nazionale non veneto di statistiche certificato.secondo te va bene cosi?quindi prima di darmi del pappagallo io sono un leone.non occorre offendere.concludiamo qualcosa rimanendo cosi?siamo al declino.addio emanuel

    cristian 21 marzo 2014 11:12
  • Emanuel TROLL al soldo del regime. Dove trovi tutto questo tempo per scrivere cazzate ed accendere flame qui sul blog?? Disoccupato? Sussidiato? O semplicemente troll pagato?? Sparisci fannullone!
    Adesso capiamo perchè vuoi rimanere in italia, per essere il più possibile accettato per quello che sei, un fannullone buontempone senza arte nè parte.

    gigi 21 marzo 2014 11:16
  • @emanuel Guarda, io sono un moderato piccolo imprenditore, ho a cuore i miei dipendenti e le loro famiglie oltre che la mia ovviamente. Ti chiedi chi verrà ad investire in Veneto? O hai problemi di apprendimento o sei un provocatore, non ti conosco ma vado per la seconda.

    AndreaB 21 marzo 2014 11:17
  • EMANUEL io ho cercato di essere paziente e spiegarti le cose, però ora stai veramente rompendo i @@
    te lo dico in tutta onestà
    se non sei d’accordo vai a votare NO, e poi comunque ti adegui a ciò che decide il popolo.
    Se non ti garba l’indipendenza che vuoi puoi trasferirti in Italia dopo, sei liberissimi di farlo come no. Ma quando ti ho detto che non si vuole fare un’Italia in miniatura mi stai a sentire o fai orecchie da mercante??
    Perché stai sputando merda sul lavoro di tante brave persone, oneste (per la precisione quasi 2 milioni)!!!
    E continuando con questa buffonata che non sono state inserite le ragioni del no, a mio parere, ti stai solo ridicolizzando..
    Hai ragioni per il no?? elencamele!!! sono curioso

    stefano 21 marzo 2014 11:17
  • Emanuel non so se hai la percezione dell’area Pedemontana in Veneto. Comunque ti faccio un esempio: nella mia azienda su 40 impiegati 34 hanno votato (sì, è vero, alcuni li ho presi per sfinimento, lo ammetto!) :p
    La verità è che la stragrande maggioranza delle persone ha saputo del referendum solo in corso d’opera… ed infatti il trend di voto nei giorni lavorativi è nettamente in salita.
    Bisogna saperle leggere le statistiche! Poi se si vuole negare l’evidenza, tutto è contestabile… ma nemmeno il PD Veneto raggiunge simili livelli di cecità!

    Thomas 21 marzo 2014 11:17
  • Ciao Fradei Veneti, sempre mejo… avanti così!!!
    Na informaxion: stasera non posso vegner a Treviso, go el puteo malà… Non xavì mia de qualche television nostrana che fassa veder in direta la FESTA???
    Forsa LEON che magna el LADRON!!

    Stefano 21 marzo 2014 11:18
  • @Emanuel ma ti lavori? no perchè stai tutto il giorno a scrivere contro tutti. Vai da Busato a chiedere spiegazioni invece di commentare. No? mi sembra che sei una di quelle persone che parla e si lamenta sempre. Agisci se veramente pensi questo.

    Andrea 21 marzo 2014 11:19
  • Sarebbe bello avere uno streaming, Emanuel potresti farlo tu, così’ se hai domande da fare più documentarle in diretta.

    AndreaB 21 marzo 2014 11:21
  • La stragrande maggioranza ha saputo del referendum in corso d’opera… sicuramente è colpa dei giornali di regime, o della cialtroneria degli organizzatori… e scusami un’altra cosa… sapere del referendum per te EQUIVALE direttamente a votare , e a votare SI? Bella equazione logica che mi stai facendo…
    A casa mia saputo del referendum le buste sono finite dritte nel cestino… perchè , scusami, chi non è interessato non si rompe le palle per votare NO.. quindi il PLEBISCITO di SI che annuncerete stasera, io devo credere che uno su due è stato veramente convinto in un lampo in corso d’opera… ? Nemmeno al referendum per il nucleare del 1987 (DOPO CHERNOBYL) hanno ottenuto cosi tanto in cosi poco.. sono arrivati al 65 % nonostante i media e la paura del nucleare fosse diffusa… NON – STA – IN – PIEDI. Aprite gli occhi per cortesia !

    EMANUEL 21 marzo 2014 11:24
  • hahahahaha ma daiiiii ma è uno scherzo vero?? 😀 😀

    davidottolo 21 marzo 2014 11:28
  • @AndreaB mi sono già offerto a qualche emittente locale, qualora mi chiamassero, guarda sarà un’enorme piacere smascherare con i numeri la demagogia e con i fatti la mancanza di senso di democrazia che esiste in questa operazione !
    E sicuramente non vado a fare domande all’ideatore di questa farsa… che addirittura ha scritto un articolo pieno di tecnicismi sulla sicurezza estrema che questo sistema di voto non può essere taroccato… nemmeno la NSA (che qualcuno citava prima a sproposito) è al sicuro, e questo qui con termini tecnici da paura… l’ho sentito dire ieri al tg… SCOMPUTANDO… immagino tutti gli anziani quanto c’avranno capito di quello che ha raccontato… avesse parlato in inglese sarebbe stato più comprensibile… ma non sarebbe funzionale alla super operazione fumo sugli occhi .

    EMANUEL 21 marzo 2014 11:29
  • La mia decisione di votare a favore è stata presa dopo aver appreso che qui (ad Atene, dove mi trovo per l’erasmus) la maggior parte dei miei compagni EUROPEI ne parla, e vi si trovano informazioni sui giornali. NON ho mai votato lega, non mi sono mai espresso per qualcosa del genere, sono frustrato da una classe politica che NON mi rappresenta. Tuttavia l’aver studiato 5 anni a Venezia, averne studiato la storia, essere parte di questa identità, viaggiare e trovare tracce di questa identità ben oltre i confini Italiani, e parlo di Croazia Grecia Turchia. Venezia è parte della storia europea con un’identità molto maggiore di quel che tu diresti dicendo Italia. Il europa si parla sempre di RINASCIMENTO, ma nessuno lo riconduce mai alla accezione nazionalistica di ITALIA.
    P.s. La canzone molto bella di Gaber IO NON MI SENTO ITALIANO è una provocazione per farci capire quanto avremmo potuto essere splendidi e vincenti, se solo non ci avessero tolto il sogno di diventarlo.

    Gianluca 21 marzo 2014 11:33
  • Ed è bello che qualcuno noti quanto tengo botta ad uno ad uno , senza mai scadere nelle offese beote o inviti ad andarmene che invece a tratti mi vengono rivolte … Sicuramente non pretendo di farvi cambiare idea.. chi arriva a questo sito più no che si, è perchè è convinto del si.. ma per mettervi il dubbio che forse vi stanno (per l’ennesima volta) prendendo in giro utilizzando i vostri ideali… che finora non ho mai messo in discussione. Sono veneto, amo il veneto. E non mi va che i veneti vengano presi in giro in questa maniera becera e demagogica.

    EMANUEL 21 marzo 2014 11:33
  • @emanuel a risultati pubblicati potrai fare i tuoi conti, comunque:
    se i si saranno > al 50%+1, anche considerando come no tutti i non votanti ti attacchi. Preciso che sono curioso di vedere i risultati, perché:
    non è scontata una vittoria schiacciante dei si
    sono curioso di vedere i tre quesiti sulla’ europa (per emanuel che non ha visto euro, europa e nato ) che risultati hanno dato, perché su un campione di quasi 2 milioni di persone potranno essere la maggiore leva per le prossime elezioni nazionali o le imminenti europee.

    AndreaB 21 marzo 2014 11:34
  • @Gianluca nemmeno io ho mai votato lega e mai lo farò, perché li reputo dei pagliacci, questa è una cosa diversa perché non ha colori. L’ italiano no capisce l’ importanza della libertà di espressione e la libertà di voto che si è manifestata anche con questo referendum

    AndreaB 21 marzo 2014 11:36
  • GRANDE ANDREA hai capito il fine ultimo di questo investimento multimilionario !!! Riporto ciò che hai scritto e che io non ero ancora riuscito ad esprimere bene come te :
    “perché su un campione di quasi 2 milioni di persone potranno essere la maggiore leva per le prossime elezioni nazionali o le imminenti europee.”
    Sottolineo o le imminenti europee !! La tempistica è perfetta e la voglia di poltrone sempre uguale ! sia che tu sia terrone, romano, padano, o infine veneto !!
    E il popolo somaro che li vota pure !

    EMANUEL 21 marzo 2014 11:41
  • E andranno in Europa con la promessa di cambiarti le cose qua in Veneto e invece vedrai che tutto rimarrà tale e quale solo con qualche rappresentante a Bruxelles in più che parla diaeto e che nulla potrà fare, e che continuerà ad insultare l’Europa e l’Italia per dimostrarvi gratitudine e nel mentre farvi fessi e contenti, ma da codeste istituzioni percepirà i milioni alla faccia vostra. Nessuno muove la coda (e i milioni di Euro) senza un tornaconto…

    EMANUEL 21 marzo 2014 11:45
  • Emanuel vanti il tuo confrontarti, ma di molti messaggi che ti ho scritto tra ieri e oggi, a nessuno hai risposto. Spero tu stia tranquillo nel sapere che io, e molti come me credo, alle prossime elezioni probabilmente non voterà lega come ti aspetti, io ad esempio simpatizzo ms5 pur non avendolo ancora votato. I pregiudizi sono più che mai nella tua testa, non nella libertà di esprimersi, sono d’accordo con te per quanto riguardo il confronto in modo civile. Chi ha bisogno di sbraitare è come i matti, bisogna sempre dirgli si

    Gianluca 21 marzo 2014 11:46
  • Pingback: Venneto Indipendente, al Plebiscito.eu "Avrebbero" Votato oltre il 50% dei Veneti Iscritti nelle Liste Elettorali - Rischio Calcolato

  • caro emanuel ti ho scritto dati alla mano dell’istat e non mi hai ancora risposto.o rispondi solo senza dati.?non siamo ignoranti come dici.e porta rispetto alle persone che votano,perche’ cosi facendo ti infanghi da solo.

    cristian 21 marzo 2014 11:54
  • 1) i tecnicismi servono visto che lo strumento è il WEB basato su protocolli di comunicazione ben precisi.
    2) sicuramente il sistema può essere taroccato come è stato taroccato il referendum per la monarchia e la repubblica italiana del dopoguerra o tante elezioni in Italia, mi ricordo di una tecnica usata in meridione per far votare alla gente la DC, sparisce una scheda che viene portata fuori dal seggio bianca, le persone entrano nel seggio con la scheda già votata e quindi ne portano fuori una bianca e via dicendo, quindi il tarocco c’è indipendentemente dal mezzo utilizzato. Solo che ora si possono verificare i voti con nomi e cognomi. Il voto fatto tramite questo Referendum è PALESE. Quindi tutto rintracciabile
    3) sicuramente è molto più facile trovare i taroccamenti nel web che non sulla carta, ci sono sistemi di verifica ben precisi ed esiste anche la certificazione dei risultati fatta in modo tecnico.

    Quindi mi pare che si usino due pesi e due misure. Quello che è stato fatto in Italia ad oggi ha molto poco a che fare con la Democrazia, vedi una serie di presidenti del consiglio che non sono mai stati eletti dal popolo o persone politiche fatte sparire ad arte per cambiare il corso della storia, il mio ricordo più grande ad Aldo Moro!

    La storia democratica italiana è molto poco democratica e lo sua Costituzione stessa parte con un articolo senza senso se lo vediamo ad oggi “L’Italia è una Repubblica Democratica fondata sul lavoro….” ma quale lavoro? Il 40 e + % dei giovani è disoccupato, abbiamo tassi di disoccupazione da paura è questo la dice lunga sulla reale applicazione della Carta Costituzionale italiana ad oggi.

    Il Veneto è un Popolo fondato sul Lavoro, non perché è scritto da qualche parte ma perché è nel nostro DNA. Fare è più importante di DIRE per noi. Abbiamo una cultura che è resistita a lavaggi di cervello ripetuti e costanti. Ora, come per la dichiarazione di Indipendenza Americana, Brasiliana e molte altre è arrivato il momento dell’AUTODETERMINAZIONE.

    Un diritto che ci spetta come POPOLO e chi non rispetta questo diritto, mina il fondamento stesso della Democrazia. Se volete la dittatura alla Putin o l’oligarchia all’Italiana fate pure, io sto per la Repubblica Veneta indipendente e federale.

    Un saluto

    Davide Bonamini 21 marzo 2014 11:54
  • GIANLUCA permettimi tra ieri e oggi avrò postato 50 risposte… scusa se non ho visto i tuoi messaggi ma è umanamente impossibile fare muro a questa orda di indottrinati uno per uno.. quindi … per il resto ora esco per pranzo, ma dopo se ho tempo rispondo pure a te.. perchè io non sbraito, rispondo e documento e provoco nei punti dolenti… quelli che sbraitano saranno altri questa sera… vedrai.

    EMANUEL 21 marzo 2014 11:56
  • Buon pranzo 🙂

    Gianluca 21 marzo 2014 12:00
  • Ciao Emanuel
    abbi rispetto siamo il Popolo Veneto
    non degli indottrinati. La discussione ci sta ma le offese no.
    Grazie Davide

    Davide Bonamini 21 marzo 2014 12:01
  • Io ho votato dallo stesso IP sia per me che per mia moglie. Non capisco cosa centri un indirizzo IP con il voto online. C’e’ qualcuno di esperto che me lo spiega per cortesia? Secondo, la stampa vi boicotta? Diciamo che piuttosto non vi considera e la stampa puo’ non considerarvi rilevanti, e’ assolutamente legale. Una vecchietta che non sa usare internet come Cri ha spiegato lascia a voi la delega del voto? in che modo? e’ documentato? Oppure le chiedete solo il numero del codice della CI e poi procedete voi a crearle un indirizzo email valido e poi una volta avuto il codice votate voi per lei come vi pare? Il sistema associa la CI al nome e cognome mentre rimane ignota la mano di chi esegue il tutto. Sbaglio?

    Claudio 21 marzo 2014 12:01
  • Davide Bonamini, secondo lei e’ più furbo chi il sistema del voto via web lo ha creato e messo in piedi oppure qualche hacker sparso qua e la? quando avra’ risposto in modo obiettivo a questa domanda si renderà conto che non esiste un sistema sicuro, l’urna con la matita e delle persone oneste a controllare le procedure sono molto più’ sicure a mio avviso. Ah dimenticavo, ci vogliono persone oneste e mi rendo conto che non sia semplice nemmeno in Veneto.

    Claudio 21 marzo 2014 12:08
  • E’ andato via Emanuel ora ti hanno pagato te Claudio per rompere inutilmente i coglioni ai veri veneti? Mi fate ridere ci sono documenti che comprovano ma avete visto il sito di voto? Siamo arrivati a 1.993.720 e ancora volete diffondere le vostre cazzate, Italia è nella merda per colpa di persone come voi che non hanno i coglioni di cambiare e state tutto il giorno a lagnarvi.

    cristian 21 marzo 2014 12:15
  • Cristian, nessuno mi paga e sono Veneto da generazioni. Ho il diritto di pensarla diversamente? Per giunta senza usare parolacce? Ho fatto delle domande specifiche, se non sai rispondere puoi astenerti.

    Claudio 21 marzo 2014 12:17
  • Ciao Claudio
    la questione è molto semplice, se uno vuole certificare il voto esistono delle tecniche statistiche di controllo a campione utilizzate in tutti i settori dell’economia. Essendo il voto palese i risultati possono essere confermati o meno. Non può esserlo per il voto segreto fatto con l’urna. Con l’urna i voti possono essere ricontati ma non c’è alcuna possibilità di verificare che quella persona abbia votato quella cosa. In quanto segreto. Ora se ci fosse un furbone, ed in Italia ne abbiamo visti molti, che voglia sabotare il sistema basta sostituire le schede elettorali o farle sparire. Già successo.
    Nel caso di questo Referendum tutto è certificabile come giusto che sia.
    Ciao

    Davide Bonamini 21 marzo 2014 12:18
  • Secondo: le imprese venete che hanno delocalizzato in Romania prima e poi Cina e India adesso sono di proprietà di veneti o di stranieri? Parliamo del nostro modello imprenditoriale basato sul terzismo legato ai grossi gruppi stranieri e che già’ negli anni 90 unindustria lanciava gli allarmi riguardo i mercati emergenti che ci avrebbero soffocato? Tu pensi che gli imprenditori veneti che se ne sono fregati perché bisognava far ore e far schei fossero Veneti doc o stranieri? Un veneto indipendente morirebbe nel giro di qualche anno, se sei così in gamba e così esperto dimostrami che ho torto e senza offendere per cortesia.

    Claudio 21 marzo 2014 12:22
  • claudio ai letto davide cosa ti ha scritto,ed in quanto a risponderti ti dico quello che o detto anche ad emanuel.va a scrivere altrove.qua non sei gradito.hai gia detto che non sei d’accordo bene adesso vattene.

    cristian 21 marzo 2014 12:24
  • Davide, come certifichi che Cri (che ha scritto di aver solo ieri aiutato 10 persone a votare) abbia agito in completa trasparenza? Dimostrami che questa cosa possa essere certificata ed io ti crederò.

    Claudio 21 marzo 2014 12:25
  • Scatta quindi l’espulsione coatta dei Veneti non d’accordo? Perfetto, capisco che state risvegliando quelle tattiche tristemente note negli anni 30. Grazie da parte di un Veneto che a quanto pare vale meno degli altri. Saluti.

    Claudio 21 marzo 2014 12:28
  • gli imprenditori veneti caro claudio,sono andati all’estero strozzati dalle tasse di roma.ma dove vivi?sei tanto informato dove vuoi tu.nessuno e’ felice di lasciare a casa famiglie e lasciare la propria terra natia.se parlo con mio figlio capisce meglio.

    cristian 21 marzo 2014 12:28
  • So contento, ma… No voria far el guastafeste. Posto che no xe dito che tuti gabia votà “SI”, desso vien el difissie, parchè bisogna vedar come che se comportarà i Taliani e el so brasso repressivo de fronte al risultato.
    Ghe sarà acanimento contro chiunque vorà far un passo vanti ancora. Questi no ne assa ‘ndar via come fusse niente, o savè tuti quanti
    Speremo che San Marco no ne fassa mancar a so’ protession.
    Par tera, par mar, San Marco! E viva i veneti sempre.

    Lorenzo 21 marzo 2014 12:37
  • lorenzo hai fatto un giusto commento intelligente.ma penso che chi non era interessato neanche si e’ presentato.io ho molta fiducia del risultato.avanti cosi

    cristian 21 marzo 2014 12:39
  • emanuel . Adesso basta .

    Dario Guidolin 21 marzo 2014 12:59
  • Consiglio: per favore d’ora i poi esprimete quello che vi pare ma non cedete ai provocatori, ignorateli!. Sono preoccupato per questa sera a Treviso, temo di ritrovarmi quelli duri (provocatori) tipo Casarini e compagni, sono capaci di trasformare una sera di pacifica festa in un macello tipo Genova 2001.

    Andrea 21 marzo 2014 13:38
  • Ciao a tutti
    Approvo quanto dice Andrea in pieno, non cadiamo nelle provocazioni. A Genova, io c’ero, hanno fatto vedere nelle televisioni tutta una storia che non esiste. I Black Block c’erano eccome solo che erano l’1% dei partecipanti. Il 99% erano persone normali dove le suore distribuivano fiori e le famiglie passeggiavano per strada. E’ bastato il lavoro violento di pochi per rendere tutto inutile. Non cadiamo nelle provocazioni, non offendiamo chi la pensa in modo diverso e se ci offendono chiediamo rispetto e libertà di parola.
    Quindi Emanuel torna ti prego dal pranzo, sei ben accetto, nessuno ti manda via e chiesa che anche tu alla fine non partecipi alla nostra gioia 🙂

    Davide Bonamini 21 marzo 2014 13:54
  • Caro Cristian, gli imprenditori veneti paghea in nero le ore straordinarie anche quando le tasse erano molto più basse, a quei interessea solche i schei. Appena hanno avuto la possibilità’ di andare in Romania se ne sono fregati di quelli che si ammazzavano di lavoro ed hanno usato la storia delle tasse. Fra l’altro e’ vero che le tasse sono alte ma il vantaggio in Romania e ora in Cina e’ che pagano i dipendenti 10-15 volte meno che qui.

    Claudio 21 marzo 2014 15:26
  • CLAUDIO TI VOGLIO CONOSCERE !
    Bellissimo il telegrafico Guidolin … 🙂 Adesso Basta.
    Eh no… dovete arrivare alla dittatura per far tacere la verità, magari questo era un pre tentativo.. ma per ora posso scrivere quanto mi pare.. non offendo e metto alla luce le discrepanze e nessuno o rari provano a rispondermi su quello che chiedo, invece si divaga, si offende, si invita a lasciare il veneto, si creano patenti da nemico del veneto… la verità è tutta da una parte in questo sito… e mi sto divertendo come un pazzo a vedere quanti pochi argomenti (seri) siano alla base delle repliche alle mie domande.

    EMANUEL 21 marzo 2014 15:30
  • CLAUDIO ti vorrei lasciare la mia email, ma dopo questi sicuramente me la intasano con insulti privati… come fare? 😉
    Infine continuo a ribadire che io sono CONTRO a questa farsa di referendum, ai loro organizzatori e a tutti quelli che ci sono cascati seguendo con il paraocchi il primo che ha paventato una sorta di indipendenza.
    Non ho mai detto di essere contrario a ragionare su una eventuale indipendenza del Veneto.
    Solo che non cedo una tematica cosi importante ai primi cialtroni che passano per la strada. Ed è quello che state facendo voialtri.

    EMANUEL 21 marzo 2014 15:33
  • tutto nel silenzio assoluto di tv e giornali, risultati oltre ogni aspettativa. Ricordiamoci che non è cattiveria, non è razzismo, non è eversione. E’ l’espressione di un desiderio legittimo di vivere in una società giusta, e chi potrebbe negare che il Veneto non ne sia un esempio chiaro ? auguri a tutte le mie sorelle e fratelli veneti, ciao

    ferry 21 marzo 2014 15:34
  • Emanuel non ti preoccupare: se la polizia postale controlla questo sito ci metterà’ due secondo a scoprire l’imbroglio. Per far votare milioni di persone serve una server farm che non avrebbe avuto alcun senso mettere in piedi per 5 giorni, se pubblicassero i nomi dei votanti sono quasi sicuro che scopriremmo che avranno votato sei e no 20 mila persone. Un esempio? due milioni di voti in 5 giorni sono circa 16 mila voti ogni ora per 24 ore al giorno quindi anche di notte. Considerando che un utente, si collega, inserisce i dati e riceve una email per avere il codice di voto come lo spieghi che gli utenti attivi sono mediamente tra 200 e 400?

    Claudio 21 marzo 2014 15:52
  • FERRY , ma perchè dici risultati oltre ogni aspettativa?
    Si quelli pubblicati da questo sito sono effettivamente oltre ogni aspettattiva, MA nulla hanno a che fare con la gente che realemente ha votato.
    Ti stanno entusiasmando con risultati che non esistono.
    Gli manca solo far risultare votanti anche i 500mila stranieri , i minorenni, i degenti in ospedale, gli anziani, coloro che non gliene frega una mazza …
    Fuori nomi e cognomi, mi impegno io ad andare casa per casa a smascherare sta pagliacciata

    EMANUEL 21 marzo 2014 15:54
  • Ho telefonato o mandato messaggi per curiosita’ a diversa gente della provincia di TV che conosco e nessuno di loro ha votato per vari motivi. In Facebook ho fatto la stessa domanda e su una cinquantina di concittadini veneti solo due hanno risposto di si. Se fosse un vero 50% sta cosa non si spiega.

    Claudio 21 marzo 2014 15:56
  • Ma ti poni ancora il dubbio se sia vero o meno il 50%… spero di no… 😉

    EMANUEL 21 marzo 2014 16:04
  • maurizio 21 marzo 2014 16:28
  • Ciao a tutti.
    Ho votato si, un po’ accecato dall’odio senza informarmi di cosa succederà nel dopo referendum.
    Abbiamo bisogno di tutti x quello che se sarà, sarà poi.
    Abbiamo bisogno mi sembra di capire, soprattutto di gente come te emanuel,
    Dobbiamo farci molte domande, non deve diventare una Italia in miniatura, ma la repubblica libera, senza corruzione, leghe nord etc.
    Ben venga il dubbio in questo giorno di festa fra dei veneti

    Filippo 21 marzo 2014 16:40
  • Vi consiglio di dare un’occhiata a questo piccolo elementare check sullo stato di salute del sito web che stiamo utilizzando per votare, la sede del sito e’ in Virginia (USA), il sito vale circa 20mila dollari, i dati relativi la sicurezza del sito sono pietosi, il numero di visitatori giornalieri e’ di circa 13 mila che moltiplicati per 5 giorni fa poco più’ di 60mila altro che 2 milioni. Vediamo se san Marco, che non era veneziano ma palestinese, fa il miracolo di farvi capire una buona volta che vi stanno prendendo in giro: http://mcjonline.com/domain/plebiscito.eu

    Claudio 21 marzo 2014 16:57
  • sono nato a busto Arsizio provincia di varese mia mamma e miei nonni sono di Cismon del grappa e con orgoglio ho votato si x l indipendenza della mia patria veneta ! spero che il mio voto sia valido dato che risiedo in lombardia !

    claudio 21 marzo 2014 17:01
  • Buonasera,io ho trovato la comunicazione in cassetta postale oggi 21/03,al mio rientro a casa.La stessa è datata:Treviso 20 febbraio 2014,come avrei potuto in soli 10 minuti o forse meno,abilitare codice personale e provvedere al mio voto?Non vorrei esagerare, ma mi puzza tanto di boicottaggio.

    CLAUDIO TROIANI 21 marzo 2014 18:19
  • Pingback: VENETO: RAGGIUNTI I 2 MILIONI DI VOTI “DIGITALI”!- QUESTA SERA A TREVISO (ORE19) LA PROCLAMAZIONE UFFICIALE DEI RISULTATI | Catena Umana

  • Ci credo che l’ultimo giorno c’è stato il boom di voti, a saperlo prima che c’era il plebiscito avrei votato prima pure io ! Mi ha avvisato un collega di lavoro che c’era questa cosa, io non lo sapevo, ne giornali, ne facebook: avvisi ZERO ovunque. Altra cosa, proprio giovedì mi sono trovato nella cassetta della posta la lettera con il codice di voto, era datata 20 febbraio !!! (prendo atto che spedire in massa costa, non era affrancata). che dire, ora aspetto notizie !

    mirco 21 marzo 2014 19:47
  • Un mio amico ha detto: se il veneto lascia l’Italia, l’Italia manda l’esercito e riconquista il territorio.

    Daniele 21 marzo 2014 20:15
  • daniele?? posso mandarti a cagare 🙂 in simpatia…..se l’italia fosse + “svizzera”,dove si fa un referendum x tutto noi veneti saremmo ancora tutti “vivi”,nel senso che,quei morti x le tasse,nn ci sono + x aver mantenuto que 2 terzi d’italia che nn fa un c..o ….. ora,metterei anche la frontiera e come fanno in tanti posti puuum!!! 2 pallottole in fronte 🙂 tanto x far capire i “limiti”

    mikela 21 marzo 2014 20:56
  • ai pirla che credono ci sia “qualcosa che nn va” x via dei voti:cari signori,x votare serve o e-mail o un codice identificativo personale….QUA SIAMO IN VENETO NN IN TERONIA SAUDITA,DOVE VOTANO 5,6 VOLTE…..

    mikela 21 marzo 2014 20:59
  • Pingback: Venezianer wollen sich von Rom abspalten | Webprojekt-pforte.de

  • Pingback: Venezianer wollen keine Steuern mehr nach Rom abführen | Presse Rundschau

  • Pingback: Venezianer wollen keine Steuern mehr nach Rom abführen | volksbetrug.net

  • Pingback: Souveränität – Venezianer wollen keine Steuern mehr nach Rom abführen | staseve

  • Pingback: !!! Venezianer wollen keine Steuern mehr nach Rom abführen !!! | Oberhessische Nachrichten

  • Pingback: Venezianer wollen keine Steuern mehr nach Rom abführen | Der Honigmann sagt...

  • Mikela, non è il fatto di votare 5-6 volte e’ che effettivamente al sito si sono stati fatti meno di 100mila accessi in totale per i 6 giorni di elezioni… circa 16mila al giorno,
    Capisci che qualcuno ha gonfiato i risultati senza passare dalle votazioni..??
    Il sito è loro, il referendum pure, le notizie che danno anche…
    E’stato tutto falsamente pilotato al solo scopo di fare notizia.
    E chi non lo capisce è cieco o pensa che a votare ci sono andati tutti i meridionali che lavorano in veneto, i degenti in ospedale, gli extracomunitari immigrati, le persone nelle case di cura e di riposo eccetera eccetera.
    Aprite gli occhi e non affidatevi al primo che passa con la bandiera dell’indipendenza sulle spalle, perchè ve la sta rubando per scopi suoi.
    L indipendenza è una cosa seria, sti signori qua NO per NIENTE.

    EMANUEL 3 aprile 2014 9:29

Love me with a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *