background img
venetia

PLEBISCITO.EU: LA VALANGA DI VOTI NEL REFERENDUM DI INDIPENDENZA DEL VENETO TRAVOLGE LA PARTITOCRAZIA ITALIANA

marzo 21, 2014

MENO DI 7000 VOTI AL SUPERAMENTO DELLA SOGLIA DEI DUE MILIONI. GIANLUCA BUSATO: “CI SOSTIENE TUTTO IL VENETO E ANCHE GRAN PARTE DELL’ITALIA. LA RIVOLUZIONE DIGITALE TRIONFA”

venetiaAlle ore 11 del 21 marzo, ultimo giorno di votazione del Referendum di indipendenza del Veneto, i votanti registrati sono 1.993.780, corrispondenti al 53,41% del corpo elettorale. L’affluenza al voto sta quindi per superare la barriera psicologica dei 2 milioni di voti e ha abbondantemente superato la maggioranza assoluta degli aventi diritto al voto.

Le procedure batch notturne di incrocio e verifica dati hanno inoltre consentito di scomputare finora 3.412 voti risultati come abusi del sistema e di mettere in quarantena 1.324 voti per verifiche puntuali sugli elettori, in corso di completamento. Tali arrotondamenti costituiscono lo 0,12% del totale dei voti.

In queste ore stanno arrivando al comitato referendario Plebiscito.eu messaggi di sostegno e di entusiasmo da tutto il Veneto e non solo.

“Tutto il Veneto e anche gran parte d’Italia ci sta sostenendo. Anche dalle altre regioni sta emergendo la consapevolezza che la strada del diritto di autodeterminazione che in Veneto sta trionfando è l’unica soluzione per liberarsi dal peggiore mostro burocratico del mondo occidentale. La bestia sanguinolenta dello stato italiano è odiata da tutti i suoi sudditi in ogni dove.”

“Metteremo a disposizione la piattaforma di voto digitale e il know-how strategico acquisito anche a tutte le altre regioni che la vorranno utilizzare, per realizzare referendum di indipendenza delle proprie regioni, attraverso l’indizione da parte di comitati referendari apartitici e trasversali che dovessero nascere. La rivoluzione digitale è in atto e nessuno la può fermare, perché la volontà del Popolo è legge.”

Questa sera a Treviso, in piazza dei Signori a partire dalle ore 19 saranno proclamati i risultati del Referendum di indipendenza del Veneto, si insedierà il Consiglio dei Dieci delegati per l’indipendenza del Veneto e, se vinceranno i Sì, sarà proclamata l’indipendenza del Veneto, stabilendo la roadmap con il concreto esercizio della stessa, fino alla stabilizzazione delle istituende strutture della Repubblica Veneta, libera, indipendente, federale e sovrana.

Ufficio Stampa
Plebiscito.eu


Categories
  • La storia verrà riscritta finalmente

    Mario Zantedeschi 21 marzo 2014 11:28
  • forza veneto in c..o a roma.e tutte le altre regioni ci seguiranno.i politici andranno a spalare letame.con i milioni di euro rubati ai veneti.

    cristian 21 marzo 2014 11:30
  • C’è solo il Leone! Avanti tutta

    MARCO 21 marzo 2014 11:34
  • L’emozione più grande me la regalata il mio Veneto. IO SONO VENETO, NON SONO ITALIANO!!!!!

    RiccardoV 21 marzo 2014 11:45
  • GRAZIE Plebiscito2013, che ci hai reso possibile concretizzare il nostro sogno! bisogna riconoscere il merito al vostro impegno e alle vostre capacità, che sono riuscite a trascinare l’entusiasmo di tanti volontari della libertà
    Grazie a tutti!!!

    caterina 21 marzo 2014 11:48
  • Dico qualcosina anche qui tanto per …
    Votazioni da verificare il numero perchè non è possibile avere un risultato equiparabile visto il poco tempo in cui si è diffuso al referendum sul nucleare post Chernobyl.
    Le votazioni sono state fatte senza un minimo di informazioni sulle ragioni del si, e del no, quest’ultime in questo sito, ancora in attesa di pubblicazione.
    Le votazioni sono state eseguite in una domenica e successivi 5 giorni feriali. Domandatevi il perchè o lo trovate in altri miei commenti di altri articoli.
    Articoli tra l’altro che sembrano giornalistici e imparziali invece sono sempre scritti dalla solita mano con enfasi di dati e termini che sono ligi a uno stile demagogico prossimo la perfezione.
    Infine chi è veneto davvero e ama il veneto non mette in mano alla prima occasione di paventata indipendenza il suo territorio a questi cialtroni.
    Ci si confronta per un bel pò di tempo e poi si vota compatti con senno.
    Qui è fatto tutto di pancia, e si sa dalla pancia cosa può solo uscire…
    Buona festa.

    EMANUEL 21 marzo 2014 11:51
  • Sono entusiasta del traguardo raggiunto e soprattutto sono fiero di essere Veneto.
    E’ ora che l’Italia smetta di ammutolire 1000 anni di storia (storia peraltro studiata all’estero e non in italia), ascolti le nostre volontà e si metta da parte.
    Spero solo che tutto questo, almeno questa volta, sia possibile perchè l’unico dubbio a questo punto è che l’Italia cerchi con ogni mezzo di non riconoscere il nostro voto.

    francesco 21 marzo 2014 11:54
  • GRANDI!!!

    Riccardo 21 marzo 2014 11:55
  • @EMANUEL Perché offendi dando dei cialtroni? non puoi argomentare senza offendere?

    AndreaB 21 marzo 2014 11:55
  • Forza Veneto, tutti uniti ce la faremo!!!

    LUCA 21 marzo 2014 11:58
  • Pingback: Alle 12.00 del 16 Marzo hanno votato oltre 150.000 veneti, e i media non ne parlano - Pagina 54

  • Emanuel TROLL al soldo del regime. Dove trovi tutto questo tempo per scrivere cazzate ed accendere flame qui sul blog?? Disoccupato? Sussidiato? O semplicemente troll pagato?? Sparisci fannullone!
    Adesso capiamo perchè vuoi rimanere in italia, per essere il più possibile accettato per quello che sei, un fannullone buontempone senza arte nè parte.

    gigi 21 marzo 2014 11:58
  • Emanuel, di indipendenza del Veneto se ne parla da anni e visto la voglia di cambiamento del popolo Veneto tutti questi voti non possono passare inosservati a Bruxelles.

    LUCA 21 marzo 2014 12:01
  • Stasera tutti a Treviso, si sta scrivendo un capitolo di storia !!!

    LUCA 21 marzo 2014 12:05
  • Buongiorno Emanuel, non riesco a capire perchè non accetti quello che sta accadendo in Veneto.
    Perchè bisogna continuare per una strada che è fallita ?
    Lo sai che ogni anno il veneto lascia a Roma 20.000.000.000,00 di €, per poi vederli sprecati soprattutto al sud, pensioni baby, pensioni d’oro, stipendi ai dirigenti pubblici ec…..ospedali mai aperti, guardie forestali siciliane
    Non ti sembra che sia ora di cambiare ? e a cambiare chi sono in questo momento? non mi pare di vedere il resto d’Italia sopratutto al sud con la voglia e il desiderio di una radicale reforma dello stato, già nel 2006 con il referendum sulla Devolution proposta dalla Lega Nord si era notato la differenza tra i votanti del nord italia e il sud italia, perchè il nord e in questo caso i veneti devono sottostare allo stile di vita-sociale-economico dei meridionali?
    Aspetto con interesse la tua risposta
    Ciao

    roberto 21 marzo 2014 12:06
  • Lasciamo perdere il mentecatto di Emanuel.

    TUTTI A TREVISO!

    Thomas 21 marzo 2014 12:07
  • X Manuel…………..ma ancora dobbiamo parlare e discutere? Se ne parla da anni ed anni, tu doveri?
    Dobbiamo fare come i soliti politici/burocrati a parlare di aria fritta, o è ora di agire?!
    Grazie e grazie a chi ha organizzato CONCRETAMENTE tutto questo. Siete GRANDI!!!

    Rosanna 21 marzo 2014 12:09
  • sono felice!!! un giorno bellissimo!!!!lo dissi 5 giorni fa ….che il popolo veneto si e svegliato!!!!ormai gli sporcaccioni , incapaci e corrotti di roma si devono rassegnare!!!!! abbiamo ritrovato la voglia di vivere in liberta’!!!!! saluti a tutti i veneti!!!! w il veneto stato w san marco!!! franz.

    franz 21 marzo 2014 12:10
  • @Emanuel, non ho capito e non ho il tempo di cercare nei vari post qual’è il problema dei giorni di votazione.
    Ti dirò che sinceramente ho pensato a quali possano essere le ragioni del NO ma non mi è venuto in mente nulla di valido.
    I numeri non mi stupiscono affatto, anzi, se ne avessero parlato nei vari TG ora saremo vicini ai 3 milioni. Personalmente non mi aspetto nulla ma spero che qualcuno a livello nazionale cominci a parlarne, poi si potrà indire un referendum vero e proprio e li staremo a vedere!

    DIEGO 21 marzo 2014 12:11
  • Nonostante abbia genitori stranieri sono nato in veneto e mi sento pure io un veneto e sono fiero di esserlo ! GRAZIE

    Antonio 21 marzo 2014 12:12
  • IMPORTANTE
    STASERA TUTTI A TREVISOOOOOOOOOO
    LA NOSTRA FESTA DELLA REPUBBLICA SARA’ IL 21 MARZO

    stefano 21 marzo 2014 12:12
  • Mi dispiace solo per una cosa: tutte le persone che hanno dato la propria vita per l’Italia dai morti delle 2 grandi guerre ai poveri imprenditori che hanno deciso di farla finita.
    Ma questa è a mio avviso una nuova pagina della storia, giusta e sacrosanta.
    Spero non sia l’ennesima illusione perché francamente IO non mi sento più italiano ma VENETO.
    A tutti quei politici, sanguisughe, oratori da strapazzo, corrotti e corruttibili voglio solo dire una cosa: E’ FINITA PER VOI, ADESSO PAGATE LE CONSEGUENZE E SOCCOMBERETE.
    W IL VENETO LIBERO!

    Michele 21 marzo 2014 12:15
  • Viva la repubblica viva san marco

    daniele 21 marzo 2014 12:19
  • 09 novembre 1989
    Lech Walesa: “Siete pronti per la caduta del Muro?
    H.D. Genscher: “Sarebbe bello, ma è Impossibile. Cresceranno i cactus sulle nostre tombe prima che il Muro cada”.
    Il Muro di Berlino sarebbe caduto da lì a poche ORE…

    Dario 21 marzo 2014 12:21
  • @EMANUEL
    1- cosa c’entra Chernobyl?? Sono passati quasi 30 anni!!
    2- Sono decenni che il sentimento indipendentista matura nelle coscienze dei veneti e non solo, decenni di ragionamenti e discussioni, perciò penso che chi ha votato lo abbia fatto di testa e non di pancia. Tu dov’eri in questi anni?? Non te ne sei accorto??
    3- siamo sul blog del movimento, è chiaro che gli articoli siano di parte, se vuoi sentire le ragioni del NO vai a leggerle sui blog della controparte.
    @FRANCESCO
    Gli anni di storia sono più di 2000 visto che la civiltà “Paleoveneta” è pre-romana e anche successivamente all’assorbimento da parte dell’impero ha goduto di notevole autonomia in quanto i Veneti erano stimatissimi allevatori di cavalli e per questo molto rispettati.

    Giulia 21 marzo 2014 12:24
  • Indipendentemente da quello che ne pensa EMANUEL o gli altri io dico una cosa: Si sta procedendo a trovare una identità sociale e storica del Popolo Veneto…Identità che lo stato italiano ha tentato, tenta e tenterà di insabbiare distruggere e annientare in tutti i modi..perchè come ci stanno insegnando i media in questi giorni il popolo va bene muto, disgregato e ignorante, come polli in un allevamento pronti da caricare sui camion, ammazzare spennare.Questo è il più grande risultato al di là della futura indipendenza..che crediamo fermamente la mattina quando ci svegliamo che noi siamo Veneti e siamo liberi radiosi e indipendenti dentro…qualsiasi stato baro ci possa imprigionare… La rivoluzione avviene dentro ognuno di noi non unicamente nella carta. Studiamo e diffondiamo la nostra Storia unica che tutti ci invidiano e diffondiamola come se fosse Vangelo…eravamo una CIVILTA’…ritorniamo a esserlo…

    DANIELE 21 marzo 2014 12:28
  • Per tutti quelli che “questo plebiscito è una troiata” OH YEAH, per tutti quelli che sono solo capaci di lamentarsi e non fanno un cazzo per tentare di cambiare OH YEAH, per tutti che dicono “non ho visto le ragioni del no” OH YEAH, per tutti quelli che…. OH YEAH.

    Andrea 21 marzo 2014 12:34
  • Non voglio passare per il grammar nazi della situazione ma, PER FAVORE, cercate di scrivere in italiano corretto. Siamo veneti, dovremmo tutti conoscere il veneto, ciascuno con la propria specificità, ma leggere strafalcioni in quasi tutti i messaggi ci fa veramente passare come un popolo di ignoranti.

    Fabio 21 marzo 2014 12:39
  • Non dimentichiamoci che i politici nemici del Popolo Veneto, non sono tutti a Roma, siedono in quasi tutti i Comuni, Provincie e anche in Regione del Veneto

    Andrea 21 marzo 2014 12:41
  • Per Roberto! Sono un siciliano che vive in veneto ormai da 15 anni, e senza nessun problema ti dico che ho votato si ! Ma non per i motivi che hai elencato tu! Se ho dato il mio si e stato per evitare ancora e ancora un abuso da parte dello stato nei confronti di noi cittadini! Con tasse tesse e tasse! Qui non centra niente l adattarsi alla vita socio economica dei meridionali.. Anche se da quello che leggo non ne sai niente ! E volevo comunque ricordare che le migliori truffe verso di noi semplici cittadini sono state fatte qui al nord! Basta pensare alla Parmalat.. Monte Paschi di Siena! Senza tralasciare poi anche impolitico della lega nord come il tesoriere… Il figlio di Bossi che hanno pensato bene anche loro di fare i furbi come gli altri! Quindi io direi di lasciare fuori queste idee che le cose. Che nn vanno bene sono al sud! Sono i nostri politici … Tutti… Che nn vanno bene!!

    salvo 21 marzo 2014 12:43
  • Sono d’accordo con Emanuel.
    Questo è soltanto un sondaggio basato sulla disinformazione, o meglio sulla malainformazione. Che se ne parli da anni può essere, ma che se ne spieghino anche le ragioni, tutte le ragioni, proprio no.
    Sondaggio propagandato come “non politicizzato” e poi si nota che il principale organizzatore/candidato è un esponente di Indipendenza Veneta.
    Sondaggio nato su un sito dal nome eloquente (plebiscito.eu), come se i risultati fossero già noti a priori.
    Sondaggio falsato dalla campagna populista che vede gli organizzatori tutt’altro che superpartes; le ragioni del “No” non sono così evidenti come le ragioni del “Sì”, non perchè non ce ne siano ma soltanto perchè esiste la volontà da parte degli organizzatori di far votare il “Sì”. Il “Sì” a una serie di problemi di cui non si è nemmeno fatto cenno, il “Sì” implicherebbe: nuova politica energetica, affrontare il mercato internazionale come nuovo stato, uscire dall’euro (come succede con l’indipendenza della Catalogna in Spagna, l’Europa ha già avvisato che essa uscirà dall’euro), introduzione di una nuova moneta, istituzione di una banca centrale quindi, riorganizzazione dell’istruzione, della sanità, istituzione di un esercito e costi correllati e per ultimo ma non meno importante l’introduzione dei dazi doganali.
    Sono sicuro però che la maggior parte dei votanti “sì” non abbia pensato a queste conseguenze, sono sicuro che questi non abbiano nemmeno pensato a chi ha dato la propria vita per difendere il nostro territorio, quei soldati non erano soltanto veneti. Questa sarebbe la risposta quindi? Mettiamo da parte la storia e votiamo di pancia?
    Se non ci fosse stata la crisi che ci ha travolto, i risultati (ovviamente palesati da questa campagna di sponsorizzazione), i votanti “Sì” sarebbero stati la maggior parte? Se non ci fosse stata questa crisi, questo spirito dell’ “essere Veneto” sarebbe stato così forte in voi?
    Non credo proprio. Per come la vedo io si tratta di mera ipocrisia.

    Sono sicuro che ora verrò insultato perchè ho espresso il mio parere contrario alla massa. A quel punto vi accorgerete però della scarsità delle vostre argomentazioni e di ciò che vi sta portando a votare in un certo modo.

    Matt 21 marzo 2014 12:43
  • Per chi dice che il referendum è incostituzionale vi ricordo che nella costituzione c’è anche scritto che l’Italia è una repubblica democratica e invece abbiamo re Giorgio e governi eletti da non si sa chi!

    luka 21 marzo 2014 12:47
  • Questo plebiscito / referendum è più legittimo e corretto di quello che è stato fatto per la nostra annessione all’italia..dove andavi a votare con i carabinieri con il moschetto che ti controllavano e c’erano due file una per il si e una per il no, dove c’era scritto sopra a caratteri cubitali che se votavi no (=voglio restare indipendente) Dio non ti amava più. Questo è ingannare la gente questi sono erano i presupposti della nostra annessione e della neonascente italia.. E come se non bastasse adesso siamo completamente oscurati dai media nazionali che ci boicottano.Siamo il motore dell’italia e ci fottono in tutte le salse. W SAN MARCO E LA REPUBBLICA SERENISSIMA

    DANIELE 21 marzo 2014 12:50
  • Correva l’anno 44 a.C. e la ROMA di Cesare , cadde alle idi di marzo per mano del figlio. Nell’anno 2014 il primo giorno di primavera, ricade l’egemonia di ROMA questa volta ad opera del figlio PRODUTTIVO, il Veneto

    Enrico 21 marzo 2014 12:52
  • Mi ciamo Marco, mi son Brasilian e mi gò fato anca la me parte par la independensa veneta: mi gò votato SÌ.

    Marco 21 marzo 2014 12:54
  • Pingback: Veneto Indipendente: per gli organizzatori si sarebbe superata la soglia dei due milioni di voti » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti

  • Buongiorno a tutti, rispondo a chi è contrario.
    Io non sono leghista, non sono contro il sud e non sono razzista. Semplicemente dobbiamo riorganizzare l’ economia che lo stato centrale non vuole riorganizzare. Io ho parlato con un promotore e lo stato veneto non vuol dire il 100% dei soldi al veneto, ma una ripartizione piu equa che permetta di avere un rientro in servizi proporzionale alle tasse pagate, e una parte sarà comunque rivolta allo stato centrale. Facendo cosi se avvenisse tutti si incazzeranno e ben venga, la risposta per gli incazzati sarà : Ora che avete meno dovete sprecare meno e chi era abituato a buttare i soldi salterà lasciando il posto a chi con capacità e competenza provera’ a risollevare la propria terra, e noi a quelle persone saremo vicini e dovremmo essergli vicini. Dobbiamo mandare tutti a casa e dare il potere a chi fa’ gli interessi di tutti partendo dai piu’ deboli economicamente e non il contrario come “non dite che non è vero” ad oggi è.

    Non sono leghista non sono razzista e non sono contro il meridione.

    DIAMO IL POTERE AGLI ONESTI E TOGLIAMOLO A CHI PENSA SOLO AI SUOI COMODI.

    alessandro 21 marzo 2014 12:56
  • Ognuno dice la sua…… quindi perchè no!

    Domanda: Ciao! Tu hai votato il Referendum?
    In linea di massima tutti coloro ai quali l’ho posta, sapevano di che referendum stessi parlando senza che avessi messo il soggetto nella domanda .
    Questo di per se è già un buon segnale considerando che fatto salvo i sistemi “social” e due articoli di Libero e poco più il Gazzettino, i Media Italiani non l’hanno considerato.
    La dimostrazione che i numeri dei votanti sono plausibili!
    Alcuni però hanno risposto:

    Tanto non serve a nulla, oppure; Ma dove vogliamo andare fuori dall’Italia, ormai siamo nel mondo Globalizzato, oppure ancora: Tutta demagogia per quattro ciarlatani che vogliono fare carriera politica e “ciavarne” ncora schei!

    Essendo uno di coloro i quali ha votato SI consapevole di cosa stavo facendo ho dato le mie ragioni, che credo siano obbiettive, e non dettate dalla “pancia”

    1° Sono consapevole che questo voto NON HA alcun tipo di valenza GIURIDICA
    2° Sono certo che questo Referendum solleverà la “QUESTIONE NORD EST”
    3° Spero da Veneziano che questo Referendum ( Favorito dal momento contingente ) risvegli ( anche se per mere questioni economico sociali ) la coscienza identitaria dei Veneti
    4° Mi auguro che la STORIA del Veneto e di Venezia venga ripresa in mano dopo anni ed anni dove alle “greggi” di scolari è stata solo ed esclusivamente indottrinata la storia dell’Impero Romano…… ( bellissima ed interessantissima, ma non l’unica storia! )
    5° Confido almeno che questo “Movimento Democratico” venga preso in seria considerazione ed aiuti a trovare soluzioni per un Federalismo fiscale.
    6° La globalizzazione non è detto che sia il giusto sistema di sviluppo, cosi come non è detto che la democrazia e/o la cultura economico sociale attuale sia oggi la più giusta! In un momento di “cambiamento” epocale come quello attuale è plausibile se non addirittura auspicabile che si torni ad un passato rivisitato, dove l’auto gestione territoriale incentrata nello sviluppo delle proprie risorse economico sociali riusciva a creare prodotti e servizi peculiari che creavano peculiarità uniche e quindi identità.

    Altra piccola considerazione lo status attuale della democrazia è anacronistico specialmente nella logica della centralizzazione, questo sistema arruginito dalla burocrazia è logoro e lo si evince in modo evidente nella “lungaggine” che esiste per promulgare e rendere effettiva una legge, oggi in un mondo dove una multinazionale decide tramite 1 consiglio d’amministrazione di spostare capitali ingenti da A a B lo stato e la democrazia sono diventati dei “fardelli” non più sostenibili ergo Meno grande sei più facilmente ti puoi muovere, per cui metti caso che… se per pura fatalità, caso, fortuna, convinzione, determinazione a questo Referendum seguisse l’insperabile ed “utopica” reale “secessione” bhe….. sarebbe poi cosi male????

    Detto questo perchè non votare SI?

    Roberto 21 marzo 2014 12:56
  • A Matteo… mi so veneto… e credo benissimo che noi veneti sappiamo i fatti nostri.. se tu vuoi appartenete ad uno stato: ladro, mafioso, corrotto e vuoi sprofondare insieme all’italia, mi sa che hai qualcosa che nn va… intanto a mestre abbiamo la raffineria di petrolio, le condutture russe del gas prima passano da noi e poi al resto del paese, abbiamo un pil da far paura ( peccato che tt va a roma) abbiamo centrali elettriche e un territorio vario dv poter coltivare qualsiasi prodotto…. turismo nn manca, poi che altro aggiungere… mi sembra che abbiamo tt i requisiti e i fondi per cambiare moneta e far concorrenza al mondo… 3000 anni di storia ci sn qui nn lo dimenticate!!!

    Cristian Borella 21 marzo 2014 12:57
  • 2 milioni grazie quasi solo alla POTENZA del passaparola e di aver quasitutti uno smartphone in tasca!!

    è andata di lusso vista la carenza di distribuzione d informazioni e le cartoline mai viste. alle altre Regioni: organizzatevi meglio

    pierino 21 marzo 2014 12:57
  • FA MOLTO PIACERE CONSTATARE CHE EMANUEL ED UN CERTO MATT USUFRUISCONO DELLA DEMOCRAZIA E LIBERTA’ VENETA PER GETTARE FANGO.
    LI RISPETTO COMUNQUE MA SE NON SAPETE LE COSE ANDATEVELE A STUDIARE OLTRE CHE IGNORANTI SIETE ANCHE ARROGANTI E PRESNTUOSI.
    MA, COME ERA PREVEDIBILE DEL FANGO ARRIVA ANCHE DA IL GIORNALE DOVE VITTORIO FELTRI HA SCRITTO UN BELLISSIMO COMMENTO AL NOSTRO REFERENDUM. UN’ALTRO RAOUL PONTALTI SCRIVE CHIARAMENTE CALLUNIOSE E SARA’ IL CASO DI PRENDERE IN ESAME UNA BELLA QUERELA AD PERSONAM.
    COMUNQUE NON RISPONDIAMO PIU’ A QUESTI SIGNORI I QUALI SONO NESSUNO E TROVANO SFOGO ALLE LORO INQUIETUDINI O FRUSTAZIONI DELLA LORO VITA SCRIVENDO FANGO E PROVANDOCI NE SONO SICURO… GUSTO.
    freghiamocene tanto de stà gente qugavemo bisogno, ansi quando saremo indipendenti i vegnarà a chiedar qualcossa parkè adesso i gà forse qualcossa da perdar.
    W SAN MARCO SEMPRE

    giancarlo 21 marzo 2014 13:00
  • @Emanuel
    Forse tu sei meridionale ? O forse sei Comunista ?
    Questa non è terra che ti appartiene. Torna da dove sei partito.

    Graziano 21 marzo 2014 13:03
  • MATT: non usciremo dall’unione europea, né dall’euro, ma ci staremo da stato indipendente, ti dimentichi la Slovenia? Fa parte dell’eu e dell’euro, pur con una popolazione la metà del Veneto.
    Quanto alla sicurezza non cambia nulla, semplicemente il personale farà capo al Veneto, mentre per la difesa resteremo comunque nella Nato.

    Roberto 21 marzo 2014 13:05
  • grande cristian borella.ps: hai anche un bel nome.hai racchiuso in poche parole il succo del discorso.le tv russe ci stanno guardando con molto interesse.perche’ vedono che abbiamo idee uguali.via l’europa i russi arriveranno ad investire solo in veneto.e poi diciamala tutta la manodpera veneta e’ rinomata in tutto il mondo.e parlo in tutti i campi.come tiremo su e case noialtri non lo fa nessuno.e poi le nostre universita’ del veneto e se e meio.peccato che poi scappano tutti all’estero per colpa di roma.forza uniti e via.liberta’ parola usata da grandi condottieri.william wallace,spartaco,leonida ecc..

    cristian 21 marzo 2014 13:06
  • Sogno il giorno in cui quello che si sta facendo oggi in Veneto si ripeterà in ogni regione.
    Sogno in tutta la penisola la libertà dalle caste, dai mafiosi, dai massoni, dagli speculatori, dai truffatori e dai delinquenti nei posti di potere.
    WSM

    Lorenzo 21 marzo 2014 13:06
  • non badate all’Emanuel che cerca solo pubblicità perchè spera di essere il sosia di quello che c’è alla Zanzara che sa tutto lui e deve contestare tutto…

    caterina 21 marzo 2014 13:08
  • Caro MATT se quello che scrivi sai che è vero devi solo fare una cosa prenderti la briga di denunciare eventuali irregolarità e siccome il comitato del NO esiste vattelo a cercare altrimenti ti becchi una querela se non dimostri quello che scrivi.
    CAPITO MI HAI ?
    WSM

    giancarlo 21 marzo 2014 13:08
  • Io la mia parte penso di averla fatta facendo votare i miei clienti, viva El Veneto …. Che torni libero come 158 anni fa

    Stefano 21 marzo 2014 13:10
  • Che successo! Grazie a tutti gli organizzatori! Purtroppo non riuscirò ad essere a Treviso, c’é speranza di vedere la manifestazione di stasera in streaming o su qualche rete locale? Viva San Marco!

    AndreaC 21 marzo 2014 13:10
  • ROBERTO: questo referendum HA VALORE LEGALE eccome!
    Ma ovviamente non secondo la Costituzione italiana, che vogliamo rovesciare, ma secondo il principio insopprimibile dell’autodeterminazione dei popoli, e il Veneto E’ UN POPOLO!

    Roberto 21 marzo 2014 13:10
  • Per Matt, sei patetico ti scandalizzi perché il Presidente è un rappresentante di Indipendenza Veneta, ma per essere credibile poteva farlo D’Alema?, Renzi?, la Rosy Bindy?, Berlusconi?, La Russa?, forse volevi indirlo tu…, Ti rendi conto che l’Italia è fallita? lo sai che il Procuratore Fallimentare consegna la contabilità al Tribunale quando il presupposto è che l’azienda non riesce a pagare i propri debiti? Non abbiamo un momento da perdere, la nave sta affondando, permetti che la parte sana si possa salvare o preferisci che muoia Sansone con tutti i Filistei?

    Andrea 21 marzo 2014 13:13
  • grande andrea

    cristian 21 marzo 2014 13:14
  • @Graziano, meridionali e comunisti sono cittadini veneti come tutti gli altri, indipendenza non fa rima con xenofobia e intolleranza. Forza veneti, noi lombardi siamo con voi.

    AndreaMI 21 marzo 2014 13:18
  • @matt immagino tu non sia veneto?! … io sono più che consapevole di quali possano essere gli svantaggi se diventassimo LIBERI … e probabilmente quelli che hai indicato tu non sono neanche tutti … però …. l’esercito? e a cosa mi serve se non siamo un popolo di guerrieri? ah si a buttare soldi …. l’euro… mmmhhhh … i più furbi non sono entrati e stanno meglio di noi …. e perché dazi doganali? che centrano? e anche se fosse mica li paghiamo noi veneti … li pagheranno coloro che vorranno entrare a casa nostra …. sicuramente c’è da lavorare e non sarà semplice … ma a noi veneti il LAVORO NON FA PAURA …. il problema si presenterà per il resto dell’italia (cioè dal po’ in giù) … perché ci seguiranno a ruota Piemonte lombardia Friuli trentino … e quindi al resto della vostra italia toccherà cominciare a lavorare … dura dopo non aver fatto nulla per secoli …. PER CONCLUDERE …. le motivazioni per il no sono tante … ma quelle per il SI SONO DI PIU’ E PIU’ FORTI

    Mirco 21 marzo 2014 13:19
  • Cvd, la maggior parte delle risposte si sono rilevati insulti.
    Stimo chi è stato disponibile ad aprire una dialettica, sintomo di democraticità e intelligenza.

    Mi dispiace per tutto il resto di individui che hanno saputo avvalorare le loro tesi solamente con improperi ed insulti, ma dubito che ci si potesse aspettare altro.
    Non ho mai detto di aver ragione, ho espresso una mia personale opinione, mi dispiace di dover rimembrare che dovrebbe esserci una certa libertà di opinione e di pensiero, specialmente in questi casi.
    Ah, sono venetissimo come italianissimo.
    W il Veneto, W l’Italia.

    Matt 21 marzo 2014 13:22
  • @GRAZIANO, il commento delle 13:03 ad emanuel te lo potevi risparmiare. Io ho votato per l’indipendenza della terra in cui sono nato e cresciuto, ma sapere che c’è gente come te mi fa un po’ vergognare. Veneto libero, in tutti i sensi, gli altri popoli non sono nostri nemici, chi la pensa diversamente non è nostro nemico. Non farci fare figure di merda, che l’indipendenza non centra nulla con la Padania.

    Francesco 21 marzo 2014 13:23
  • Caro gigi e luca vi appoggio e spero che anche voi come me venite a treviso oggi per festeggiare il trionfo della libertà!forza veneto viva la serenissima

    veroveneto 21 marzo 2014 13:25
  • @ AndreaMI
    Le tue idee da Milano mi lasciano indiferente, pensa al tuo Bossi e ai tuoi amici della Lega Lombarda.
    Esortali a restituire il mal tolto che non gli competevano.
    Lascia stare le idee del Veneto.

    Graziano 21 marzo 2014 13:25
  • ps l italia ha al governo il mr. renzi che dovrebbe avrer dalla sua piu o meno 2 milioni di voti presi in tutt italia. giusto ?
    chi gli twitta i risultati del plebiscito sottolineandolo?

    pierino 21 marzo 2014 13:27
  • Sentirsi veneti e non italiani non giustifica il non saper scrivere e/o parlare italiano….

    lucia 21 marzo 2014 13:28
  • BEN!!!
    Anca me mojere la gà votà!!!!
    L’è Brasiliana e pì indipendentista de mì… La ga dito che jera ora che se desimo da fare par molare i ladroni….
    Forsa LEON che magnemo el ladron!!!!
    X EMAUEL: Ok che non sei convinto ma ora basta!!! Hai espresso la tua opinione, mo và a lavorare!!!!

    Stefano 21 marzo 2014 13:29
  • @MATT
    “Ah, sono venetissimo come italianissimo.
    W il Veneto, W l’Italia.”

    Contento te, contenti tutti.

    Domanda: se o quando il Veneto diventerà indipendente, tu che farai? Rimarrai qui o emigrerai in Italia?
    Domanda senza alcuna intenzione polemica, solo per capire.

    Lorenzo 21 marzo 2014 13:30
  • @Graziano, di Bossi e della Lega non me ne frega niente. Sei una vergogna, ciao ignorante.

    AndreaMI 21 marzo 2014 13:30
  • Consiglio: per favore d’ora i poi esprimete quello che vi pare ma non cedete ai provocatori, ignorateli!. Sono preoccupato per questa sera a Treviso, temo di ritrovarmi quelli duri (provocatori) tipo Casarini e compagni, sono capaci di trasformare una sera di pacifica festa in un macello tipo Genova 2001.

    Andrea 21 marzo 2014 13:31
  • @ Francesco

    Veneto libero a tutti sono d’accordo ma a quelli che insultano non mi sembra giusto, e io contrattacco. Il dialogo deve essere fatto rispettando la persona non insultando, pertanto io rispondo come la penso io non come la pensano i veneti. Poichè i provocatori ci sono e mi sembra giusto rispondere a chi si permette di dare dei “cialtroni” agli organizzatori e a tutti quelli che hanno votato per l’indipendenza del Veneto.
    Ecco perche penso che solo quelle due categorie siano contrarie all’indipendenza.

    Graziano 21 marzo 2014 13:38
  • @MATT,ti informo che la comunità europea stà lavorando per non far uscire la Catalogna dall’ europa, perchè se esce chi ci perde è l’unionee europea. E farà altrettanto con noi, anche perchè dentro l’unione europea non ci stai GRATIS, ma devi versare dei contributi, e pensi che essa voglia perdere quelli della Catalogna, del Veneto, della Scozia e poi probabilmente quelli del Begio(che anche lei vuole dividersi).Mi sembri che tu sia come un altro contrario che affermava prima del voto che i veneti non chiederanno mai di rendersi indipendenti perchè altrimenti non arrivano più soldi alle sue azinde sotto forma di contributi!!! ALLUCINANTE

    flavio 21 marzo 2014 13:41
  • Grande PIERINO, è una vera e propria consultazione questa del referendum. Vinceremo con i SI e procederemo nel riprenderci la SOVRANITA’
    Come hanno citato i Padri fondatori nella dichiarazione d’indipendenza d’America, qualche anno fa,precisamente il 4 luglio 1776″ quando una lunga serie di abusi e usurpazioni, che perseguono invariabilmente il medesimo obiettivo, manifesta il disegno di ridurli sotto un assoluto Dispotismo, è loro diritto, è loro dovere rovesciare un simile Governo e provvedere nuove Garanzie per la loro futura sicurezza. Tale è stata la paziente sopportazione di queste Colonie; e tale è ora la necessità che la forza ad alterare i loro precedenti Sistemi di Governo.”
    Avanti Tutta
    GUIDO

    Guido 21 marzo 2014 13:44
  • Caro LORENZO,
    credo rimarrò in Veneto, ma ci sono moltitudini di incognite che giocano a favore o contro della permanenza in un certo territorio. Non credo sia questo il punto.

    Non vorrei che la mia presa di posizione a favore del “No”, tutt’altro che dura, passi per una provocazione. Noto comunque che la maggior parte di voi sono persone che capiscono e accettano l’esistenza di un’altra opinione.

    Qualcuno mi ha minacciato di querela, non sapevo che per costoro fosse così grave sentire qualcuno di opionine diversa. Non mi sembra di aver diffamato alcuno.

    Sappiate che io sono il primo ad essere a favore del federalismo fiscale, la domanda del referendum era un’altra però. Noto però che molti hanno votato di “Sì” come voto di protesta, per far capire l’allarmante situazione in cui stiamo. Li capisco, qui però si parla d’altro. Se la domanda del referendum fosse stata “Vuoi tu avere il federalismo fiscale” avrei sicuramente risposto di sì, ma non era questa.

    Volevo rispondere anche a chi diceva che in Veneto abbiamo i gasdotti provenienti dalla Russia e le centrali elettriche. Premettendo che comunque il gasdotto che entra in Veneto non è l’unico che arriva in Italia, non penso che uno stato possa liberamente chiudere i “rubinetti” ad cazzum senza conseguenze. Per quanto riguarda le centrali elettriche c’è una grave non conoscenza di fondo; le centrali elettriche sono centrali di potenza, dispensatrici cioè di corrente elettrica ad alto voltaggio. Non confondiamole con le centrali termoelettriche (di proprietà dell’Enel). Quest’ultime hanno bisogno delle materie prime ed essendone privi bisogna importarle stringendo nuovi trattati.

    Matt 21 marzo 2014 13:52
  • E’ bello vedere come invece di argomentare le opinioni del no, riportati tra i commenti, li si chiama ignoranti arroganti e presuntuosi..

    la persona X veneta 21 marzo 2014 13:53
  • Ciao a tutti lasciate perdere ,non rispondete a quello che scrivono gli antiveneti STASERA TUTTI A TREVISO POSSIBILMENTE CON LA BANDIERA DI S MARCO. P.S cercate di arrivare in treno, perchè in auto sara dura W IL VENETO W SAN MARCO…

    Davide 21 marzo 2014 13:53
  • AndreaB 21 marzo 2014 13:53
  • Forsa tosi vanti

    AndreaB 21 marzo 2014 13:54
  • Cari Amici,evviva la volontà popolare! finalmente è stata fatta la cosa giusta,cioè chiedere ESPLICITAMENTE al popolo cosa fare del suo futuro e credo nella buona fede e onestà degli organizzatori.Non illudiamoci che ci venga regalata L’indipendenza…la volpe è troppo furba! ma almeno questa volta, la voglia di cambiamento ha fatto breccia! e la via è segnata.Mi raccomando, insegnamo sempre la nostra storia e la nostra lingua ai nostri figli, senza vergogna; siamo un popolo, di fronte alle altrui-menzogne possiamo e dobbiamo opporre la nostra millenaria cultura e civiltà, la ricchezza è importante ma è l’identità la vera forza di un popolo! VIVA SAN MARCO

    mauro 21 marzo 2014 13:55
  • caro Busato
    anche se sei un scissionista professionale devo ammettere che questa volta hai fatto un capolavoro.
    Da domani mattina però devi lavorare per rimettere insieme i vari pezzi di indipendentismo e così riparare a tutte le scissioni che hai provocato.

    pono 21 marzo 2014 13:58
  • Io anche se sono di origine pugliese ho votato SI, e.. spero in futuro di non pentirmene, però.. mi piacerebbe in merito, avere informazioni più dettagliate; Ovvero: Se otteremo l’indipendenza dopo.. possiamo uscire da questa farsa di cooperativa europea? Ci sarà poi una banca centrale? Ci sarà una nuova moneta che io chiamerei cosi, Euroliraveneta o semplicemente Liraveneta, e.. nel caso specifico e.. già pronto anche una costituzione veneta? L’inflazione calera? Sù tasse, bollette varie, carburanti ed altro ecc.. ecc… avremo, delle agevolazioni concrete? spero di avere delle risposte concrete e serie; Buon impegno a tutti.

    Emanuele. Leon. 21 marzo 2014 14:05
  • @matt non capisco perché quando in questo paese molte persone riescono ad esprimere un pensieri comune tutti deve essere etichettato come voto di protesta. Basta con sta storia perché la definizione di voto di protesta è il metodo più semplice per sminuire ogni pensiero

    AndreaB 21 marzo 2014 14:12
  • @graziano capisco che si contrattacchi ai provocatori, ma farlo tirando in mezzo stereotipi leghisti che hanno rovinato la nostra reputazione per vent’anni è il peggior modo per farlo e ti mette al loro stesso livello. Se vuoi convincere uno scettico fallo parlando civilmente dei vantaggi e dimostrando una mentalità aperta, non chiusa e retrograda. Alla fine la serenissima era una civiltà aperta, multietnica e multiculturale. Se dobbiamo riscrivere la storia facciamolo nel modo migliore possibile.

    Francesco 21 marzo 2014 14:13
  • @Andrea MI
    non provocare Andrea se io sono ignorante tu sei un analfabeta.
    Io non mi faccio mettere i piedi in testa da nessuno, e chi mi insulta rispondo per le rime. Visto questo caso sembra che tu abbia la “coda di paglia”. Certo le mie affermazioni ti toccano da qualche parte. Io non ho niente contro il meridione e nemmeno contro i comunisti onesti. Siccome certe affermazioni possono essere fatte solo da certe persone che provengono da quelle due categorie. Categorie composte da persone poco rappresentabili.
    E con questo chiudo.
    Nessun rancore da parte mia, esigo solo rispetto, e rispetto sarà corrisposto da parte mia.

    Graziano 21 marzo 2014 14:19
  • penso che in un primo momento uscire dall’euro sia controproducente, si incasinerebbe di non porco gli accordi commerciali con il resto della penisola. ricordiamo che questo non deve essere un reboot. non si riparte da zero, ci si stacca e si segue una nuova traiettoria, migliore e che favorisca il popolo veneto. Poi in futuro non è escluso che si ritorni alla sovranità monetaria, come nome della valuta proporrei “scheo”, quanto costa? “do schei e medo”. bomba!!

    Francesco 21 marzo 2014 14:19
  • @matt
    beh, io credo che la domanda è semlpice “vuoi l’indipendenza”, sta alle persone informarsi correttamente e non accettare quello che gli viene detto.
    Per quanto mi riguarda credo che le ragioni del no non siano cosi evidenti come quelle del si e comunque tutti sono stati a chiamare per votare, ed essendo libero il voto, si poteva tranquillamente votare no.
    Per quanto riguarda la politica energetica, credo che con i soldi che non saranno sperperati per l’Italia, di possibilità ci ne saranno tante ed uscire dall’euro sarebbe anche meglio.Per i dazi doganali, ben vengano, cosi si riuscirà a controllare le importazioni cinesi e che porta la produzione all’estero.

    Io penso a chi dato la vita per difendere il NOSTRO territorio, ma non per questo significa che prendere un’area con una storia millenaria e un idelogia e costringerla a far parte di uno stato che non la considera se non per rubargli soldi, non lo considero giusto come non considero giusto cancellare dalla storia Italiana 1000 anni di storia veneziana. Se siamo Italiani e siamo considerati tali, perchè siamo trattati diversamente?perchè la nostra storia non viene studiata?la lingua tramandata?
    Facciamo parte di un Italia e di un Europa che invece di cercare di appianare le differenze tra regioni e stati, le evidenziano ancora di più. Perchè se siamo tutti uguali lo stesso servizio in italia ha un costo e nel resto dell’europa ne ha un altro per sempio?

    E si, la crisi è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso perchè la gente è stanca ormai.

    francesco 21 marzo 2014 14:28
  • @FRANCESCO

    Si è vero quello che dici Francesco, ma è anche vero far capire che quello che stiamo per fare lo faciamo perchè ci crediamo fermamente, non posso tollerare un insulto diretto, posso capire la critica anche la più insistente, ma fatta con rispetto della persona, senza insultare. Io credo che l’indipendenza del veneto sia fondamentale per la nostra economia e la nostra libertà, il veneto è e sarà sempre libero a tutti, ma a quelli che mi insultano dico che se non gli va bene il veneto sono liberi di andarsene, non si devono pòermettere di insultare. No se diss che esser bon al va ben, ma do volte bon te se an mona. Me sone spiegà.

    Graziano 21 marzo 2014 14:29
  • la cosa che mi sorprende di più al di là del risultato, è l’assoluto menefreghismo di Roma e dei politici. Invece che prenderne atto e dire, parliamone, pensano alle auto blu,agli F35, che poi non hanno i soldi per farli volare, al bottone della giacca di Renzi. Prima o poi la corda si spezza, anzi è già quasi rotta. Dimostrano l’incapacità di risolvere qualsiasi problema, dai Marò, abbandonati, al debito pubblico che continua a salire. Allora è giusto che la gente voti si. Non mi ascolti, faccio quello che voglio senza interpellarti, visto che tu l’hai sempre fatto nei miei confronti.

    Andrea 21 marzo 2014 14:29
  • Vergognosamente non un giornale a tiratura NAZIONALE dà rilievo a questo STORICO evento….nemmeno il TG3 regionale… MA QUANTA PAURA HANNO…

    claudia 21 marzo 2014 14:30
  • Se qualche onesto intellettuale pur appoggiando questa campagna leggesse i commenti rivolti a me da parte dei sig. Giancarlo e Graziano , li trovate facilmente uno scrive a caratteri maiuscoli l’altro gli sta sotto…
    Comunista ignorante arrogante meridionale e torna da dove sei partito… e io mi ostino a chiamarvi “signori” seppur fate di tutto per screditare questo titolo. Questi sono i vostri argomenti che anteponete ai miei tutti ben spiegati filo per segno… questa è la base della vostra nuova democrazia, della quale anche se veneto, grazie ma io ho un’altra idea di veneto, non per forza devo sposare la vostra che mi sembra la tipica da osteria … !
    Purtroppo so che qua molti non possono neppure fare lo sforzo di comprendere a quale inculata vi siete piegati … eppure ci provo , perchè il veneto è la terra dove vivo anch’io e se non supporto questa pagliacciata facinorosa e demagogica non vuol dire che sono meno veneto di voi, anzi, semmai il contrario.

    EMANUEL 21 marzo 2014 14:34
  • il sogno si avvera, non sismo piu’una colonia

    guido 21 marzo 2014 14:36
  • Non sono Veneto. Ma sono con voi spero che vinciate alla grande. Sarete il nostro faro!!!

    Claudio 21 marzo 2014 14:38
  • E torno a fare le solite domande :
    50% dei veneti avrebbe votato : siamo sicuri?
    Perchè non è stata fatta una campagna di informazione prolungata pre-votazione?
    Dove sono le ragioni del no?
    Perchè si è votato in un giorno festivo e 5, dico cinque, giorni feriali ?
    Chi ha investito e quanti soldi sono stati investiti in questo sito, nei manifesti dei gazebo, e nelle buste recapitate casa per casa con tanto di codice e patina argentata da grattare ?
    Perchè tutta questa fretta che sembra un colpo di spugna comparso dal nulla?
    Come mai a due mesi esatti prima delle europee?
    Perchè chiamarlo referendum quando non ci sono nemmeno le basi per tale titolo?
    Perchè non si dice chi sono i candidati comparsi letteralmente dal nulla e che intenzioni hanno ?

    EMANUEL 21 marzo 2014 14:39
  • Ed infine anche se scritti come articoli di giornale perchè vengono continuamente riportate notizie scritte dal solito GIANE piene zeppe di termini e argomentazioni non equilibrate, non oggettive, alcune non veritiere, ma il tutto orientato a fare demagogia per lavare (ancora di piu) il cervello alle persone ?

    EMANUEL 21 marzo 2014 14:41
  • DAI CHE GHE FEMO!!!!!!!! FORA TUTTI DA QUA!!!

    ANDRE 21 marzo 2014 14:44
  • @Emanuel, l’unica cosa che posso dirti a mio parere riguardo alla disinformazione è che ci vogliono soldi e tanti per fare una campagna elettorale come quelle che facevano i partiti PD, PDL….. loro usavano finanziamenti pubblici. fin troppo facile. Qui i finanziatori sono privati, quindi visto il periodo di crisi avranno un budget limitato. Forse anche perchè, se vero, non si aspettavano questo risultato. Molte persone i primi giorni non hanno ritenuto veritiero il sondaggio, o pensavano fosse uno come tanti, ma visti i risultati la gente si è interessata e ha deciso di votare. Questo è il mio parere. Per le altre domande chiedi a Busato

    Andrea 21 marzo 2014 14:45
  • Finora sono stato equilibrato e cordiale, scusate a questa frase qui presa da Panorama però devo cedere in una fragorosa risata, non posso farne a meno :

    “Lui, (Gianluca Busato) che già accarezza l’idea di sedersi al tavolo del prossimo G20 tra Putin e Obama,”

    Mppppppffffffff ……
    AHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAAHAHAAHAHAAHAAHAAHAHAHAHAAHAHAHA !!!!!!!!!!

    EMANUEL 21 marzo 2014 14:46
  • Sono Toscano. Ho capito da tempo che l’unica soluzione per superare la cosidetta “crisi italiana” è l’istituzione di entità territoriali autonome. Non credo che l’indipendenza di ogni regione italiana sia la strada giusta. Piuttosto delle macro aree ancora da stabilire. Potrebbe essere valida la divisione proposta da Gianfranco Miglio l’ideologo della Lega scomparso nel 2001. E’, comunque, un discorso da aprire.

    MARCELLO 21 marzo 2014 14:47
  • EMANUEL, spiegaci le ragioni del tuo no…

    ANDRE 21 marzo 2014 14:48
  • Emanuel…. KOPATE KE TE GHE FE DEL BEN AL MONDO!

    Thomas 21 marzo 2014 14:48
  • Ridi-ridi che a mama ga fato i gnochi…

    marco 21 marzo 2014 14:50
  • EMANUEL….solo domande e fragorosi risate… spiegaci ed illumina noi signori con la s minuscola le ragioni per cui dovremmo votare NO o comunque non volere un’eventuale separazione da questa Repubblica?! Democratica?!

    ANDRE 21 marzo 2014 14:51
  • @emanuel
    Ti esorto a leggere questa pagina, sperando che ti faccia capire le nostre ragioni.
    Quello che non capisco è perchè ti accanisci tanto. Se quello che dici è vero allora non ha senso visto che non succederà niente, al contrario la maggioranza deciderà. Semmai trovo più corrette tutte le tue critiche nel momento in cui tutta questo non avrà portato a nulla di concreto, ma non adesso!
    Su alcune cose potresti anche aver ragione, ma perchè tanto accanimento?che senso ha?Sembra che tu voglia illuminare tutte quelle persone che hanno votato si spiegando loro che non hanno capito niente..

    francesco 21 marzo 2014 14:52
  • Andrea… “ma visti i risultati”… ancora… ma di cosa stiamo parlando ?? Di un sito che si autogestisce con dei codici suoi , non possono a rigor di logica aver votato una persona su due !! Pensaci un attimo… anche due se non c arrivi subito !!! Sono dati fasulli inventati per fare notizie e creare consenso !!!!
    Potevano spararla più bassa e un pò più credibile ma si son fatti prendere la mano, quello che poi faranno se gli concederemo il potere non è nemmeno immaginabile… !!
    Da dove vengono?
    Chi sono?
    Cosa realmente vogliono?
    E per il budget limitato… non mi pare proprio sai !! Se per una semplice consultazione (continuarlo a chiamare referendum è un insulto ) hanno messo in campo tutto questo teatro costosissimo (tra questo sito, i gazebo, i manifesti, e le lettere patinate con codice univoco casa per casa persona per persona) AIUTO. Io ho PAURA ! Mussolini per mistificazione e demagogia in confronto era un agnellino.

    EMANUEL 21 marzo 2014 14:53
  • RITROVIAMOCI IN TANTISSIMI STASERA A TREVISO A FESTEGGIARE!
    SARA’ LA MIGLIOR RISPOSTA A TUTTI GLI SCETTICI E A TUTTI I BOICOTTATORI E DISINFORMATORI DI PROFESSIONE!
    NESSSUNO POTRA’ PIU’ IGNORARCI!

    Roberto 21 marzo 2014 14:54
  • Scusi Sig. Manuel,
    lei mente ed è in mala fede. Lei individua gli articoli che le fanno comodo per supportare la sua teoria ma evita di citare la maggioranza degli articoli faziosi e di parte che vengono pubblicati da pseudo giornalisti (o che si ritengono tali) infangando i Veneti senza dar loro possibilità di replica. La stessa identica strategia utilizzata nei servizi televisivi.
    Si tranquillizzi, l’agonia per lei di vedere i voti salire finirà tra qualche ora: potrà tornare alla sua vita ma consapevole che i Veneti nel frattempo avranno preso un’altra strada, quella della libertà che hanno sempre desiderato.

    Il 21 marzo 2014 sarà ricordato come il giorno della Nuova Indipendenza Veneta.

    ALBERTO 21 marzo 2014 14:54
  • se è come dici tu Emanuel, Busato è un genio assoluto!
    Caricando dati a caso su un server ha scomodato BBC, CNN, TIMES, POST…

    Ma infondo il cretino sono io che sto qui a rispondere a un troll!

    Thomas 21 marzo 2014 14:56
  • Le ragioni del mio NO sono a questo “Referendum”, come è stato concepito, realizzato, portato avanti.
    Non è un NO all’indipendenza del Veneto.
    Possibili che non riuscite a scindere le due cose?
    NON E’ POSSIBILE CHE IL PRIMO CHE PASSA PER STRADA E VI SBANDIERA IN FACCIA L INDIPENDENZA, VOI SALITE SUL CARRO SENZA CHIEDERVI ZERO DI CHI SONO QUESTE PERSONE, PERCHE LO FANNO, I VERI MOTIVI, E A CHI VI STATE AFFIDANDO ?
    Il referendum così come è impostato parla chiaro di chi vi state mettendo in mano, e non lo capite, accecati da questa vana speranza di indipendenza!!!
    Non è un NO all indipendenza, ma un NO a questi a tutti gli effetti cialtroni che ci stanno marciando sopra e non poco !!
    NON FARANNO I VOSTRI INTERESSI !! MAI.
    SVEGLIATEVI PORCO GIUDA !!!
    E ve lo dice un veneto nato e cresciuto e da sempre residente in veneto, e che se non appoggia questa farsa non si sente per niente meno veneto di VOI ! ANZI !! Io difendo la mia terra da questi pagliacci .
    Di indipendenza se ne puo parlare, ragionare, e creare una cosa seria! non strattonandola con un referendum nato dal nulla !
    VERGOGNA

    EMANUEL 21 marzo 2014 14:59
  • ma fare un sito del genere cosa può costare? fare delle carte patinate con codici univoci cosa può costare? 30/40 aziende che mettono 1000/2000 euro a testa in tutto il veneto fidati che le trovi… Mi pare sia il tuo un insulto nel dire … “hanno messo in campo tutto questo teatro costosissimo…” CON TUTTO QUELLO CHE SPENDONO CON I NS SOLDI i partiti per le loro campagne… NON sono queste le cose costosissime EMANUEL… Te me pari uno che fa i ragionamenti da Grillino… che se lamenta perchè i parllamentare spende 40 EURO par magnare invesse che 20… non sono questi gli sperperi….

    ANDRE 21 marzo 2014 15:00
  • Alberto ! I voti salgono è vero.. ma non sono le persone che votano, quindi non sono proporzionali ai voti che stanno salendo. Nessun matematico di buona volonta qui che può aiutarmi a spiegare loro cosa sta succedendo… !??

    EMANUEL 21 marzo 2014 15:02
  • “BELLISSIMO”! Su tutti gli interventi che ho letto sento sempre di più un flusso magico che aleggia. Sarebbe sconcertante non avere persone contrarie, perchè saranno proprio loro l’ago del benessere della nostra economia, i veri controllori della giustizia. Guai dunque a chi, dopo che saremo indipendenti non lotterà per il benessere di tutti, perchè sarà anche chi non è d’accordo a beneficiane. W LA DEMOCRAZIA (giusta).

    mauro/1 21 marzo 2014 15:02
  • ehm, non so quanto reputi legali le votazioni normali carta e matita però, visto che gli scrutinatori sono selezionati da politici, quindi hanno interessi.. ah te lo dico perchè ho fatto lo scrutinatore e non sai neanche quante ne ho viste di cose irregolari. Quindi vuoi abolire tutti i voti? se sei però a favore dell’italia perchè sono 3 governi, dal 2010 che non votiamo e ci impongono il primo ministro? democrazia?
    mi rispondi a questo? visto che a tuo parere è tutto fasullo, quello che succede a Roma è tutto regolare?
    Se fosse tutto fasullo fai presto a sputtanarti e capire con la votazione online.
    Ah Monti chi era? da dove veniva? cosa realmente voleva?
    La tua risposta al budget limitato? non mi pare proprio sai. che cazzarola di risposta è? affermi di rispondere a tutto, rispondi solo a quella. non mi pare proprio non è una risposta. Dimmi i soldi dove li trovano, visto che sono privati e non pubblici.

    Andrea 21 marzo 2014 15:03
  • A metà degli anni 90 la Lega che propugnava l’indipendenza dell’Italia del Nord, nel Veneto aveva ottenuto il 30%. E quelle furono elezioni regolari

    MARCELLO 21 marzo 2014 15:04
  • questa caro ANDRE è una campagna da milioni di euro !! Fai due conti per cortesia solo per il semplice spedire a 5milioni casa per casa una busta, poi calcola il costo della busta, della carta lucida, della creazione del codice, della patina argentata da grattare !
    Anche fossero 1.000 euro ad azienda come dici tu (sicuramente in questo periodo di crisi si stracciano le vesti per dartele.. servono 5.000 aziende !! 10 per ogni comune (siamo in 597 comuni, lo sapevi ivi compresi i comuni montanari da 200-300 persone…) Prendete sta cavolo di calcolatrice !!! La matematica NON mente !!!

    EMANUEL 21 marzo 2014 15:05
  • lo sappiamo bene tutti che anche se votano i 3 ilioni non ci sarà l’indipendenza del VENETO!!! LO SAPPIAMO TUTTI QUESTO! MA QUESTO è UN MODO PER DIRE CHE CI SIAMO ROTTI I MARONI!!!! O NO?? NON TI SEI ROTTO I MARONI DI DARE IL 55% DEL TUO STIPENDIO A ROMA? NON TI SEI ROTTO I MARONI DI DARE IL 40% DEL TUO UTILE DELL’AZIENDA A ROMA? E DOPO CHE HAI PAGATO IL 40% DI TASSE SULL’UTILE DELL’AZIENDA…TI TIRI FUORI QUEL 60% PER TE….E LI CI DEVI PAGARE ANCORA IL 40%… NON TI SEI ROTTO I MARONI??? ALLORA VOTA SI! FAGLIELO SAPERE! O NO TOSI???

    ANDRE 21 marzo 2014 15:05
  • Molto bene amici, adesso si è raggiunto l’obbiettivo sperato, il raggiungimento della quota necessaria per dimostrare che tutto il veneto è stanco di soggiacere alla tirannia del potere romano e finalmente a ragione veduta può reclamare a piena voce e con diritto la sovranità del proprio territorio, ma siamo appena all’inizio e le difficoltà arriveranno in men che si dica, il potere romano contrasterà con tutte le armi a loro disposizione che il volere veneto debba fallire. E’ questo il vero punto di partenza per fare si che si avveri il sogno di ogni cittadino veneto e ancora più uniti dovremo essere per affrontare le difficoltà concrete che ci verranno poste. Per il momento dico , con pazienza aspettiamo per capire cosa faranno contro di noi per fermare questo cammino verso la sovranità e se sarà il caso ribatteremo colpo su colpo in maniera del tutto legale ogni azione contraria al volere del nostro popolo veneto.

    franco 21 marzo 2014 15:07
  • Andrea caschi male nuovamente !!! Gli scrutinatori sono selezionati da politici ? Boh io lo sono e non sono stato selezionato da nessuno , mi sono messo a disposizione, e sono il più equilibrato possibile nell’interesse di tutti , tanto che ho preso i complimenti dal presidente di seggio per la mia professionalità e precisione nel validare o meno certi voti da ambo le parti !!

    EMANUEL 21 marzo 2014 15:08
  • Emanuel…semo drio parlare de politica..no de tecnica…. TE SARE’ INGEGNIERE… E RIPETO INGEGNIERE CON LA I…QUINDI UN INGEGNIERE CHE VOTA GRILLO! ti prego sono trooppo curioso…dimmi se è così… 😀

    ANDRE 21 marzo 2014 15:11
  • Torno a dire comunque che copierò incollero tutti questi commenti e a breve ne farò un libro di barzellette per diventare ricco… lascerò anche i miei interventi… perchè la cecità con qui rispondete con il paraocchi, è la cosa in assoluto più spassosa.!!

    EMANUEL 21 marzo 2014 15:11
  • @Emanuel, scusa ma vedi che non sai le cose. le lettere sono state spedite in parte. molte sono state consegnate da volontari. Capisco il tuo dissenso, ma stai perdendo un pò il filo del discorso. Comunque vedremo cosa succederà, però rifletti su quello che scrive la gente. La gente non è stupida, vota perchè ci spera, se davvero è na pagliacciata, penso si incazzerà parecchio. se non lo è, però chiedi scusa uno ad uno. Scherzo. Buona giornata

    Andrea 21 marzo 2014 15:12
  • @EMANUEL
    come mai rispondi solo a certe cose..

    Ti esorto a leggere questa pagina, sperando che ti faccia capire le nostre ragioni.
    http://blog.plebiscito.eu/news/towards-the-independence-of-veneto-region-we-are-the-heirs-of-the-most-serene-republic/

    Quello che non capisco è perchè ti accanisci tanto. Se quello che dici è vero allora non ha senso visto che non succederà niente, al contrario la maggioranza deciderà. Semmai trovo più corrette tutte le tue critiche nel momento in cui tutta questo non avrà portato a nulla di concreto, ma non adesso!
    Su alcune cose potresti anche aver ragione, ma perchè tanto accanimento?che senso ha?Sembra che tu voglia illuminare tutte quelle persone che hanno votato si spiegando loro che non hanno capito niente..

    francesco 21 marzo 2014 15:12
  • Sempre a far proiezioni, magari sono un mancato IngegnIere… boh .. comunque NO, nn lo sono… ma non cado nell’errore e trappola di portare la discussione sul personale… Io ti sto argomentando tutto filo per segno e nessuno che riesca a fare altrettanto !
    E voi siete centinaia, e io solo uno.. e non perchè solo io la penso cosi, ma perchè in questo sito ci accede chi accecato dalla propaganda viene per votare… e poi trova me.. OPS!

    EMANUEL 21 marzo 2014 15:14
  • ECCOLO..HAI VOTATO GRILLO!! Cmq..non voglio portarla sul personale non mi permetterei mai.. ero curioso.. Renditi conto che non stai rispondendo ad una mazza…stai solo facendo congetture e basta. Come quelle che stiamo facendo noi per te…

    ANDRE 21 marzo 2014 15:17
  • @ Emanuel
    http://www.qds.it/14988-elezioni-regionali-accertati-voti-falsi-a-catania.htm
    questa è solo 1, ce ne sono tantissime. Dai non viviamo nel mondo dell favole. Sappiamo tutti i tramaci che fanno 🙂

    Andrea 21 marzo 2014 15:18
  • Ma Francesco , ma hai visto cosa hai scritto ?
    “Semmai trovo più corrette tutte le tue critiche nel momento in cui tutta questo non avrà portato a nulla di concreto, ma non adesso!”
    Ma secondo te io posso aspettare che la mia terra vada in mano a dei cialtroni quali sono gli organizzatori di questa farsa, per poi sollevare le mie obiezioni ?
    Devo attendere che la mia donna vada a cena con un altro uomo, e poi solo poi se scopro che vanno a letto sollevo le mie obiezioni ? Ma ghe sito o ghe feto ?!
    L’accanimento è perchè qui è TUTTO palesemente FALSO e PILOTATO per creare notizia e consenso sul nulla !
    Non sono contrario all’indipendenza, ma no fatta dal primo che capita in maniera cialtronesca quale ne è forte rappresentazione questo pseudoreferendum !

    EMANUEL 21 marzo 2014 15:18
  • Andrea se hai i poteri magici e da non so che cosa dichiari che ho votato Grillo, per cortesia mi spari sei numeri cosi se prendo il superenalotto potrei anche andarmene fuori dal veneto come molti , in vista della nuova democrazia veneta mi hanno invitato a fare ? Grazie li attendo (tanto qui a dare i numeri non mi pare sia solo tu) . 🙂

    EMANUEL 21 marzo 2014 15:20
  • “è tutto palesemente falso”, forse..ma lo devi dimostrare però.
    non puoi dire che tua moglie ti ha tradito solo perchè lo pensi ho hai paura che lo faccia, devi esserne sicuro e dimostrarlo!!Cosa fai, la lasci anche se non hai le prove che è andata a letto con un altro?

    francesco 21 marzo 2014 15:22
  • E’ innegabile Emanuel, che il sentimento che accomuna chi ha espresso il suo consenso votando si, sia un segnale di insofferenza verso le attuali istituzioni di governo. Verso tre Presidenti del consiglio non eletti dagli italiani ( e non solo dai veneti ) dove tutti fanno i propri interessi, dove tolgono una tassa e ne fanno un’altra uguale con un nome diverso. Personalmente io ho scelto la famiglia, e come tanti veneti ed italiani, vivo momenti abbastanza difficili. Preferirei per i miei figli ( dato che io non so se mai prenderò la pensione, ma sono sicuro che loro di 14 anni e 2 anni e mezzo NON la prenderanno mai ) che restassero qui, a casa loro e che non fossero costretti a fare come tanti giovani, ovvero trasferirsi all’estero. I dati alla mano parlano di una nazione ricchissima, sfruttata però in malo modo. Io sono uno di quelli che avrebbe preferito un referendum sull’entrata in Europa e sull’uso di una moneta unica, cosa non avvenuta. I media italiani tacciono di fronte a questa manifestazione popolare via web, ma sono conscio che qualcosa si è mosso comunque vada a finire. Da Vespa un intervento diceva ” se il veneto diventa indipendente l’Italia chiude in sette giorni”, io non sono così disfattista, ma un fondo di verità del perchè nessuno ha detto nulla su questo referendum ci deve essere. Rispetto chi è a favore del NO se me lo può motivare, non per partito preso, poichè guardando l’Italia di oggi non riesco a trovare motivazioni sufficienti a far si che non voti SI come ho fatto.

    Mauro 21 marzo 2014 15:22
  • Il giochetto è semplice: hanno prelevato i dati anagrafici dai comuni e li stanno riversando sul portale, all’insaputa di molti.
    Se davvero due milioni si fossero collegate in 5 giorni il sito non avrebbe retto.
    E se anche fosse vero,il voto digitale è carta straccia: se qualcuno vuole andarsene deve fare un referendum con tutti i crismi e prepararsi alle conseguenze, visto che è vietato dalla costituzione.
    Inoltre, il principio di autodeterminazione non si applica per voi: non avete i requisiti; lo stesso principio, infatti, privilegia i confini geografici alle ragioni economiche: non penserete mica di cambiare la geografia scaturita da due guerre mondiali e milioni di morti solo con una tastiera, vero?
    Se poi fate sul serio dovrete prepararvi a versare sangue ad ettolitri e vedere distrutto tutto il vostro caro veneto dalle bombe: basta sfogliare qualche libro di storia.
    Buona fortuna, “patrioti”

    Mario 21 marzo 2014 15:23
  • basta rispondere a ‘sto imbecille di emanuel, è stato ingaggiato per sabotare e disinformare e voi dandogli corda state facendo il suo gioco

    Roberto 21 marzo 2014 15:24
  • ma quanto caxxo scriveo questo????? 😀

    Thomas 21 marzo 2014 15:24
  • Caro Mario, questo non è un referendum. Plebiscito e referendum sono due cose distinte. E’ evidente però che un plebiscito può portare ad un referendum.

    Mauro 21 marzo 2014 15:27
  • MARIO.. dalle bombe di chi? 😀 senti questo ciò… E’ ovvio che un plebiscito non porti ad una separazione..ma sicuramente si ha qualcosa in mano per dire a Roma o all’europa “qui c’è qualcosa che non va…” Ma pensito che semo tutti insemenii che pensa che con un voto ONLINE possiamo separarci dall’italia?? Ma comunque MAURO..per cortesia..dimme delle bombe che son curioso..! 🙂

    ANDRE 21 marzo 2014 15:33
  • Lo sapete che ho votato almeno 5 volte? lo sapete che tra i votanti ci sono anche : Tony sugaman, Joanin Visentin, Bepi sbregamudanda e pure poenta musat?
    Lo sapete che chiunque può votare mille volte se vuole? lo sapete distinguere tra referendum e consultazione? votate via telefono? lo sapete che all’altro capo del cavo ci può essere una signorina che vi ha fatto magicamente votare più volte? Ma vi rendete conto che presa per il culo è questa? ma volete capire che se veramente vogliamo contare qualche cosa così facendo ci deridono e basta? Lo paragonate a quanto accaduto in Crimea, ma dimenticate che la crimea ha scelto di annettersi non di essere indipendente. Comunque bella iniziativa goliardica, complimenti veramente.

    Hammed 21 marzo 2014 15:33
  • correggo! MARIO****!!

    ANDRE 21 marzo 2014 15:33
  • Bene, continuate così. La classe politica Verrà votata democraticamente, ma a voi che volete continuare a vedere i vostri cittadini o addirittura voi stessi, bastonati da Roma, ebbene andateci e restateci!

    mauro/1 21 marzo 2014 15:34
  • Salve a tutti spero che questo voto sia utile a tutti noi veneti e italiani già ho letto delle cose assurde ma voglio ricordare a qualche persona che noi siamo italiani e che i nostri nonni hanno dato la vita x l Italia e in veneto abbiamo molti luoghi che dovrebbero farcelo ricordare …questo deve essere un voto x allontare i ladri e i tiranni che nn sono solo a Roma ma pure dentro le regioni compresa la nostra e in tutta l europa

    Marco 21 marzo 2014 15:35
  • Annessi con una truffa, Indipendenti con orgoglio !

    Sandro 21 marzo 2014 15:36
  • Certo che siamo presi male se si cita Vittorio Feltri come fonte autorevole, quello che più’ di tutto ha rappresentato la stampa di regime e che pagato da Berlusconi ha inaugurato l’epoca dei dossier di sputtanamento più celebri diventati noti come “metodo Boffo”. Fra l’altro a Feltri non gli frega una mazza del Veneto, come non gli frega una mazza della Crimea citata a sproposito visto che in quel caso non si tratta di indipendenza.

    Claudio 21 marzo 2014 15:36
  • Caro Mauro,
    diciamo che è più un sondaggio, palesemente, falsato.
    E, ricordate: la costituzione italiana consente la massima libertà di espressione; ecco, perché si è consentito di fare questo puerile giochetto. La polizia postale ci avrebbe messo un attimo a chiudere il sito.
    Comunque, stasera a treviso, aspetteremo i “due milioni di veneti” pronti a tutto.
    Poi spiegatemi una cosa: come mai hanno votato due milioni di persone e su facebook e twitter ci sono quattro gatti?
    E sullo stesso sito sono collegate 200 persone?
    Forse oltre a separare il veneto, nei sogni, hanno inventato una nuova matematica……..

    Mario 21 marzo 2014 15:38
  • mavaffanculo hammed, i pseudovoti che dici sono cancellati dal sistema durante le procedure notturne, eccone un altro che spara cazzate a vanvera senza sapere nulla di piattaforme digitali, ma non avete niente di meglio da fare? vi rode veramente questo inaspettato successo… ops… sto facendo anch’io il gioco di questo scemo

    Roberto 21 marzo 2014 15:38
  • diocandiocandiocandiocandiocan porco dio allah magna merda dio can

    diocan 21 marzo 2014 15:38
  • @ HAMMED ,e te lo sai che i tuoi 5 voti vengono confrontati con le liste elettorali e quindi vanno nel mucchio dei quasi 4mila idioti che han dato dati falsi??

    Sandro 21 marzo 2014 15:38
  • Finalmente uno che ragiona, ottimo Mario. Ho chiesto ad un sacco di parenti ed amici e NESSUNO di loro ha votato, quei 2 milioni hanno un nome e cognome “Broglio” termine, guarda il caso, che deriva dal veneziano La moderna espressione italiana deriva da un analogo termine veneziano:
    “Nell’antica Serenissima era infatti consuetudine per i membri della nobiltà impoverita riunirsi in uno spazio antistante il Palazzo Ducale di Venezia per far commercio dei propri voti in seno al Maggior Consiglio che reggeva la città e nel quale sedevano per diritto ereditario. Tale spazio era allora noto col nome di Brolio dal latino Brolus, cioè “orto”, retaggio del fatto che la terra su cui tuttora sorge piazza San Marco era in antico proprietà agricola del vicino monastero di San Zaccaria.”

    Claudio 21 marzo 2014 15:41
  • Mauro/1 Fa piu male una bastonata da Roma o una da Venezia ?
    Se mandi i fautori di questa consultazione a fare quello che dicono di voler fare con la stessa professionalità con cui si stanno beando dei voti (che non esistono in realtà) … Ne prenderai di bastonate da Venezia !!! Perchè Venezia e Roma sono concetti astratti, le persone che inviamo li invece no !!! E guarda caso non ci stiamo nemmeno ponendo il problema dei cialtroni che questo referendum supporta… e quindi poi non stupiamoci se come per Roma , anche a Venezia che non è un luogo santo dove la gente magicamente si converte, ci saranno le solite storie gia viste riviste straviste.
    Svegliatevi ! Andate al cuore delle cose, non ragionate sempre per astratto o per ideali o per sentito dire.

    EMANUEL 21 marzo 2014 15:42
  • Può essere Mario, per carità, io non sono un “estremista” del si, ma ho espresso un’opinione favorevole perchè l’animo di insofferenza è palese nei confronti del governo attuale e non. Può essere che non si arrivi a nulla, tuttavia un segnale è arrivato in ogni caso.

    Mauro 21 marzo 2014 15:44
  • Gentile Andre, a proposito di bombe,legga sulle secessioni nella storia, anche recente: avrà di che riflettere.
    Basta andare su wikipedia………..

    Mario 21 marzo 2014 15:45
  • CLAUDIO sei peggio di me! Pure le citazioni mi fai… wowoowoowo !!
    Guarda che qui tre quarti non riescono nemmeno a leggere ciò che scrivi !! 😉 😉 🙂 🙂

    Hammed sei un pò scemo… i tuoi voti palesemente non reali verranno cancellati e usati per fare vedere che il sistema antifrode funziona !!

    Invece non funziona quando, con codice di CI e nome e cognome il sistema autovota , perchè se può confrontare tali dati vuol dire che già li ha incorporati !!

    Vi prego fate un elenco dei due milioni di votanti , vado casa per casa a chiedere se hanno effettivamente votato (o se erano a conoscenza del referendum) e allora si ne vedremo delle belle !!

    Avete sparato troppo in alto con i Brogli !

    Anche un cretino c’arriva, ma qui… non ci si arriva ancora.. boh.

    EMANUEL 21 marzo 2014 15:48
  • Forse qualcuno non lo ammette per orgoglio …
    AZZ ho votato, e quello ora dice che è una fregatura… mannaggia.. che faccio?
    Rinnego la mia azione? GIAMMAI !!! 🙂 🙂 🙂

    EMANUEL 21 marzo 2014 15:50
  • MARIO…. Ma per favore dai… bombe… Parla de roba seria! Eccoeo quà…n alro che vota Grillo…!!!

    ANDRE 21 marzo 2014 15:51
  • bravissimo emanuel, mi complimento con te che sei l’unica persona che ragiona prima di fare le cose, sei l’unica persona che usa il cervello…
    davvero complimenti
    dalle mie parti quelli che come te si credono più furbi degli altri i ghe ciama mona…
    fra parentesi: hai ripetuto a più riprese che nessuno è in grado di controbattere a quello che dici, be io avrò scritto almeno 4-5 messaggi in cui ti chiedevo spiegazioni ad alcune tue affermazioni..peccato non sia arrivato nulla…

    stefano 21 marzo 2014 15:52
  • grande STEFANO! EMANUEL…non rispondi mai ad una mazza..mai! Assurdo! hahaah Continua a votare Grillo!!!

    ANDRE 21 marzo 2014 15:54
  • Al mio omonimo: EMANUEL el xe soeo un furbo chel vuol continuar a far el furbo e dae me parti coi furbi xe furbimo el cueo.

    e basta darghe retta che el xe un….. (aggettivo da definire ma che ne tanti … mona podaria essere riduttivo e offensivo pai mona)

    stefano 21 marzo 2014 15:57
  • Stefano , non so se hai visto quante risposte precise ho elargito in questi giorni.. e scusa se non sono riuscito a rispondere ANCHE a te, ma sai, se i messaggi che NON ho visto sono dello stesso livello di quest’ultimo dove gratuitamente mi dai del mona .. e null’altro trovo in questo messaggio… guarda non perdo neanche tempo ad andarli a cercare per risponderti, ti può bastare questo.

    EMANUEL 21 marzo 2014 16:00
  • E da Stefano1 a Stefano2 il risultato non cambia … 😉 Siete forti.
    Solo offese. Argomentazioni ZERO.

    EMANUEL 21 marzo 2014 16:01
  • @hammed …quando riportano il numero di votanti riportano anche quelli scartati….probabilmente non è stato nemmeno validato il tuo vero voto visto che probabilmente, dal nome, non sei nè Veneto nè Italiano….

    MatteoP 21 marzo 2014 16:04
  • Emanuel dalla pancia non esce solo Me.da come sostieni tu ma anche la vita. E’ questo che vogliano noi. una nuova vita, perchè quella che abbiamo ce la stanno togliendo.

    anna 21 marzo 2014 16:05
  • Vorrei aggiungere un’ultima cosa.
    Innanzitutto, non discuto le ragioni dell’insofferenza del veneto e della parte produttiva del paese:è sotto gli occhi di tutti che l’italia ormai non regge più e deve essere riformata in profondità.
    In senso federale, ad esempio, consentendo la più ampia autonomia e privatizzando molto.
    Ed è sotto gli occhi l’incompetenza della classe politica.
    Però, se non si avvia un discorso costruttivo e serio, e ci si lascia andare a questi giochetti puerili che fanno comodo solo a qualcuno, non solo non cambierà nulla, anzi.
    Parlare di secessione in un mondo di giganti economici è anacronistico: inoltre, non mi sembra che il Veneto abbia riserve di materie prime tali da giustificare un autarchia: infatti, ha una dipendenza totale dall’estero.
    E gli stessi imprenditori non avrebbero nulla da guadagnare: c’è molta differenza tra vendere il made in italy e il made in veneto.
    Sarebbe un disastro: chi mastica di economia capirebbe che i millantati 20 miliardi di surplus ci metterebbero un attimo a diventare 100 miliardi di deficit.
    In più, come già detto anche da altri, non bastano ragioni economiche per giustificare una separazione. Il diritto internazionale non lo consente.
    Inoltre uno stato non deve riconoscersi dall’interno per essere legittimo: anche gli altri stati devono riconoscerlo e all’unanimità, altrimenti resta sempre in possesso dello stato di origine.
    Quindi, io capisco benissimo le ragioni dell’insofferenza però, vederle strumentalizzate, senza avviare un discorso serio, a beneficio dei soliti noti è un affronto per gli stessi veneti…….

    Mario 21 marzo 2014 16:05
  • questo thread dovrebbe essere chiuso, ormai sono solo flames

    Roberto 21 marzo 2014 16:05
  • non abbassarti a discutere con un’idiota, ti porterà al suo livello e ti batterà con l’esperienza

    vara dopo tante parole sprecate per discutere con te mi sono anche stancato..e quindi la chiudo qua..invito anche tutti a riflettere sulla frase che ho scritto

    stefano 21 marzo 2014 16:06
  • @EMANUEL leggi sopra :
    “3.412 voti risultati come abusi del sistema
    1.324 voti per verifiche puntuali sugli elettori”
    i primi sono i mona come hammed
    i secondi son gruppi di voti fatti dallo stesso computer su cui indagheranno se è un seggio, un pc aziendale o cosa.
    NON puo votare tutto dallo stesso pc, altrimenti il primo giorno nel primo minuto l italia avrebbe votato 3 milioni di NO e fine dei giochi. se non ci son riusciti i ‘talgiani a far milioni di voti falsi NO non ci riescono nemmeno i Veneti a farne di SI. accendi il neurone e rileggi con calma

    Sandro 21 marzo 2014 16:07
  • @Emanuel saranno anche tutti voti farlocchi, come vuoi dire tu, tuttavia nel mio piccolo e con le mie poche amicizie in 3 giorni siamo arrivati a circa 200 persone votanti, SI o NO azzi loro….quindi non so quanto realmente falsi siano…attento perchè se tutti i voti risulteranno veri, fatte da persone reali con documenti reali…te tocca magnarte non solo i dei…..

    MatteoP 21 marzo 2014 16:08
  • @Mario e allora non rompete e lasciateci andare in pace! moriremo di fame ma moriremo veneti

    MatteoP 21 marzo 2014 16:09
  • E’arrivata la poetessa ANNA.
    Scherzi a parte, ritengo veramente bellissima la cosa che hai scritto… Ma provo a risponderti senza scadere.. dalla pancia quotidianamente produciamo Mer.da. Sei d’accordo?
    E fare un voto di pancia equivale a fare un voto …. completa tu.
    Invece per fare scaturire la vita dalla pancia c’è bisogno dell’incontro di due entità profondamente differenti quali sono un uomo e una donna…
    Parafrasando se ci si fosse confrontati per bene sulle ragioni del si, e sulle ragioni del no, e si fosse ragionato in tal senso , sicuramente ora staremo parlando di tutt’altro referendum , sicuramente piu serio e piu profiquo .
    Io non sono contrario all’indipendenza, ma a chi usando questa bandiera, cialtronamente cerca di accappararsi potere alle prossime elezioni europee.. lasciando qui tutto com’è nonostante il fumo degli occhi promesse e quant’altro.
    Vedrai se non è cosi..
    Quindi confrontiamoci quando vuoi.. e mi dispiace se hai votato di pancia pensando di fare del bene.

    EMANUEL 21 marzo 2014 16:09
  • SAN MARCO PER SEMPRE.

    andrea 21 marzo 2014 16:10
  • Risolvete questo piccolo quesito di matematica: due milioni di voti in 5 giorni sono circa 16 mila voti ogni ora per 24 ore al giorno quindi anche di notte. Considerando che un utente, si collega, inserisce i dati e riceve una email per avere il codice di voto come lo spieghi che gli utenti attivi sono mediamente tra 200 e 400?

    Claudio 21 marzo 2014 16:11
  • SANDRO ammettere che ci sono dei voti che verranno cancellati grazie alle verifiche del sistema, non EQUIVALE a dire che il sistema è perfetto e sta eliminando tutti i voti non validi !! Anzi, è solo una notizia per provare a tacciare chi sta rilevando il contrario… e in effetti i numeri che mi esponi mancano di qualche zero .

    EMANUEL 21 marzo 2014 16:13
  • Vi consiglio di dare un’occhiata a questo piccolo elementare check sullo stato di salute del sito web che stiamo utilizzando per votare, la sede del sito e’ in Virginia (USA), il sito vale circa 20mila dollari, i dati relativi la sicurezza del sito sono pietosi, il numero di visitatori giornalieri e’ di circa 13 mila che moltiplicati per 5 giorni fa poco più’ di 60mila altro che 2 milioni. Vediamo se san Marco, che non era veneziano ma palestinese, fa il miracolo di farvi capire una buona volta che vi stanno prendendo in giro: http://mcjonline.com/domain/plebiscito.eu

    Claudio 21 marzo 2014 16:15
  • Claudio, il conteggio degli utenti sono quelli del blog…
    Per votare bastano 2/3 minuti (ed infatti i collegamenti medi al sito sono di circa 1500 utenti).

    Vabbè, cmq se avete tutti sti dubbi andate a Bassano, Cittadella, Castelfranco e chiedete alla gente se ha votato: vedrete che più di 3/4 vi diranno di sì!

    Thomas 21 marzo 2014 16:18
  • Claudio vabbè, mi fai concorrenza così . Sono arrivato prima io eh !!! Ma tu sei ancora piu preciso pignolo puntuale e dicendo la verità, fastidioso di me !!
    Vamooossss in due ne stiamo accucciando 70-80 … 😉 😉 😉 che non possono far altro se non rispondere con offese…

    EMANUEL 21 marzo 2014 16:18
  • ma se è tutto finto, che cacchio vi scaldate tanto, se non porta a niente che ve ne frega… lasciate che la gente vota e faccia quello che vuole, tanto non porta a niente. oppure avete paura di qualcosa? non capisco. Cioè se è tutto falso, non ha nessuna valenza perchè incazzarsi? perchè insistere?
    Domani indico un referendum per la gnocca. quelli saranno tutti voti veri

    Andrea 21 marzo 2014 16:19
  • Sto tentando di seguire le notizie sul plebiscito ma GLI UNICI due canali A3 NEWS (sia sul CANALE 13 che sul 119 del digitale) sono molto disturbati qui a BELLUNO..

    claudia 21 marzo 2014 16:19
  • @CLAUDIO, la matematica è una scienza esatta, sei tu che la poni in modo schifoso.
    fuori strada come il quesito sul resto di millelire …

    Sandro 21 marzo 2014 16:19
  • Andrea la risposta e’ semplice: fra due ore si inventeranno che il 90% dei votanti ha votato si e diranno che ci sono stati oltre due milioni di voti. La strategia e’ chiara: indurre nelle persone prive di altri strumenti che questa messa in scena sia seria e quando uno non sa e lo convinci con l’inganno allora finisce male e quando finisce male ci rimettono tutti, sia i favorevoli che contrari.

    Claudio 21 marzo 2014 16:21
  • Andate a Rovigo, Montagnana, Legnago, Portogruaro, Campagna Lupia, Possagno, Recoaro, Thiene, Stanchella e vedrete che alla domanda se hanno votato il referendum vi risponderanno …
    “eh? Cossa ? quae referendum ??”
    🙂 🙂 🙂 🙂 🙂 ahahaha !!!

    EMANUEL 21 marzo 2014 16:24
  • ma che te frega, ci hanno preso per il culo per tanti anni su tutto.. siamo noi rincoglioniti che ci siamo cacciati in questa situazione.. Evidentemente allora Busato è JUVENTINO.. ahah scherzo eh.. torno a lavoro, buona serata
    Vero o no, è venerdì, via di prosecco sta sera.

    Andrea 21 marzo 2014 16:24
  • bene. si faccia festa. e cosa si pensa di ottenere adesso? che da domani facciamo il parlamento veneto? che facciamo la polizia veneta? che non si pagano le tasse? aprite gli occhi. il referendum o lo si fa perche’ si raccolgono firme e ricordate che e’ solo abrogativo (tra l’altro senza una legge e’ anticostituzionale), e allora si valuta il quorum e tutte le cazzate che vengono dietro, o e’ un goliardico momento di aggregazione. ok, la meta’ dei veneti vuole andarsene, e allora? imbracciate i fucili se da roma vi fanno una pernacchia? attenzione che i quattro poveracci he hanno scalato il campanile sono ancora in galera…. per cui si feteggi ma da omani a lavorare!

    fabio 21 marzo 2014 16:25
  • Sandro, di matematica me ne intendo abbastanza per lavoro quindi non serve che tu mi dai lezioni a tal riguardo. Guardati le statistiche del sito ma la cosa più interessante guardati il livello di sicurezza. Non mi sorprenderebbe fra un po’ ricevere per email messaggi pubblicitari gestiti da questo server della Virginia. Io abito all’estero ragazzi ma sono veneto fino nel midollo e zio cantante stasera a treviso prendete i 4 caproni che hanno organizzato sta cosa e fatali un mazzo tanto anche per me. La presa in giro più’ colossale che esista, solchi noi veneti potevamo cascarci.

    Claudio 21 marzo 2014 16:25
  • Recoaro….pochi km prima c’è il gazebo, precisamente a Valdagno….hai chiamato la nonnina all’ospizio? (poverina)
    Nella valle di qua di Valdagno han votato in tanti, compreso alcuni sindaci….MAH

    MatteoP 21 marzo 2014 16:27
  • Ed infine andate a Cortina, Falcade, ed Asiago, e chiedete loro per il referendum che ne pensano di entrare sotto Venezia lagunare che sono decenni che che non vedono l’ora di passare di là in Trentino e di liberarsi della nostra beneamata regione… sicuramente anche li vi dicono quanto è vero che uno su due ha votato… APRITE GLI OCCHI , E LE ORECCHIE, O CONTINUATE AD UBRIACARVI COL PROSECCO DI ANDREA E A CREDERE NELLE FAVOLE CHE VI RACCONTANO.

    EMANUEL 21 marzo 2014 16:27
  • non offendere il mio prosecco. è ottimo eh…

    Andrea 21 marzo 2014 16:29
  • @Emanuel, io sono di Thiene, qui hanno votato in molti, te lo assicuro. Nel mio ufficio il 100%

    DIEGO 21 marzo 2014 16:30
  • MATTEOP già uno su quattro basterebbe a giustificare orde barbariche ai microgazebo, uno su due non è concepibile . E’ vero che qualcuno ha votato.. su un comune di 10.000 persone se hanno votato metà vuol dire 5000 persone, te le immagini mille persone al giorno al gazebo, quasi 125 all’ora ?? 2 ogni minuto senza mai fermarsi ? Anche fossero un decimo una caciara di 1000 persone la noti facilmente, però tutti fanno l errore di pensare che siano tante… bah.. beati voi che non sapete la matematica e ci credete a tutto quello che viene scritto.. .
    Se domani scrivessero che hanno votato il 100% ancora ci credete… boh..

    EMANUEL 21 marzo 2014 16:31
  • Allora chi è a Treviso a manifestare?

    Andrea 21 marzo 2014 16:31
  • che discorso del caZPIo stai facendo? è ovvio che attualmente voglio diventare trentini….perchè? perchè a differenza del veneto hanno ben altre tasse e introiti in Trentino…..quindi….grazie al caZpio….

    MatteoP 21 marzo 2014 16:31
  • Come spiegate il fatto che molta gente ha potuto votare con profili e numeri di documenti fasulli, come per esempio Toni Sugaman?
    http://www.oggitreviso.it/veneto-indipendente-ha-votato-anche-toni-sugaman-83524

    Probabilmente (e sono sarcastico) questo referendum è una farsa assoluta. DOvreste mettere le vostre energie per contribuire alla rinascita del paese unito, non a queste cazzate.

    mario 21 marzo 2014 16:31
  • @ CLAUDIO ecco ancora peggio se te ne intendi per lavoro siamo apposto…
    fra due ore daranno i risultati del plebiscito , voti dei aventi diritto di voto residenti in Veneto, validati con confronto con le liste elettorali e distribuzione dell ip.
    se proprio vuoi esser mona dentro restaci, se vuoi dire una minchiata escitene con L ITALIA HA MESSO 3 MILIONI DI NO FALSI. saresti piu credibile, ma sarebbe altrettanto impossibile

    Sandro 21 marzo 2014 16:32
  • CLAUDIO SEI IN MALAFEDE E SAI DI ESSERLO!

    Non date retta a sti 2 cretini:
    la media dei visitatori unici è 3397… ma è una media ANNUALE!!!
    Ovviamente il sito ha avuto pochissimi contatti fino a 5 giorni fa… e quindi se si fanno 2 conti sono circa 248.000 contatti unici al giorno negli ultimi 5 giorni!

    Tenete presente che più persone possono votare dallo stesso pc.

    Questo è sola una delle sciocchezze che dicono sti due trolls.

    Detto questo… d’ora in avanti semplicemente io li ignorerò!

    Thomas 21 marzo 2014 16:32
  • Manuel, te l’ho detto prima, si deve lottare per cambiarle le cose, chiaro che ci sono ladri dapertutto, ma se li lasci fare…
    Io vivo a Cavallino-Treporti ultimo nuovo comune d’Italia. Secondo te perchè ci siamo separati da Venezia? MUngeva e ritornava poco.Ora il nostro è uno dei pochi comuni italiani che ha utili in bilancio, ma grazie all’ITALIANO patto di stabilità non può spendere. Anche questo è uno dei motivi che spinge gran parte di popolazione a dividersi. Sai cosa dicono all’estero commentando le nostre vicissitudini? “TIPICO ITALIANO” e si mettono a ridere.
    Tu per me sei il tipico italiano che si lagna sempre e non aiuta a cambiare le cose. Non è mica difficile sai copiare le cose migliori, basta solo volerle.

    mauro/1 21 marzo 2014 16:33
  • ah, mercoledì ero a Recoaro, gli operai hanno fatto il turno per votare nei PC degli uffici…. questo solo perchè hai detto tu “Andate a Rovigo, Montagnana, Legnago, Portogruaro, Campagna Lupia, Possagno, Recoaro, Thiene, Stanchella e vedrete che alla domanda se hanno votato il referendum vi risponderanno …”
    Quindi una risposta ce l’hai

    DIEGO 21 marzo 2014 16:34
  • Per arrivare a due milioni, in ogni comune hanno votato per 8 ore al giorno 100 persone ogni ora domenica lunedi martedi mercoledi giovedi ed oggi.
    Piu di una al minuto ! Ininterrottamente. Ogni ora 100 persone per comune !
    Ragionateci ! Per favore.

    EMANUEL 21 marzo 2014 16:34
  • Io per fare una prova ho votato come Tony Bigarella residente in via del Menga ma poco cambia, ci credo che si possano eliminare i profili fasulli. Il sito e’ una porcheria, quei due milioni di voti non esistono. Ho già dimostrato sopra con le statistiche del sito che sta cosa non si regge.

    Claudio 21 marzo 2014 16:35
  • DIEGO la tua esperienza a meno che la tua azienda non rappresenti tutta Recoaro , è solo un’esperienza tua personale. Sto dicendo che ci sono zone dove tutt’ora non si sa (grazie come lamenta qualcuno, alla stampa di regime)che c’è questo referendum in corso, quindi qualche mago mi spieghi come è possibile che uno su due abbiano votato. E cmq guardate il mio ultimo commento. Quello è ancora più chiaro. UP

    EMANUEL 21 marzo 2014 16:36
  • Mi fermo anche io dal commentare i troll, dico solo che in 15 minuti ho, con un solo pc e uno smartpohone, aiutato a votare i miei dipendenti e familiari (circa 20 persone) MAH

    MatteoP 21 marzo 2014 16:38
  • @ Emanuel oh ma te l immagini le politiche italiane che votano 30milioni di persone in DUE giorni ?!? impossibile, tutto finto. il cucchiaio non esiste. TU non esisti.

    Sandro 21 marzo 2014 16:38
  • Poi capiamoci, se volete tutti farvi uno spritz in piazza perché’ e’ venerdì non ci sono problemi. Divertitevi pure. A me basta che non veniate a dirmi che 2 milioni di veneti hanno votato Si, sarebbe una balla e di questi tempi le balle informatiche hanno vita breve.

    Claudio 21 marzo 2014 16:39
  • @Sandro, si 30.000.000 in due giorni, ma il dispiegamento di forze, di cui faccio parte anch’io, è “leggermente” superiore 10 seggi in ogni comune con 3-4 persone per seggio… mmmmmmmmm questo refendum è presente solo nei comuni compiacenti… qui dalle mie parti per esempio non ce n’è traccia e nemmeno nei comuni limitrofi… Avanti il prossimo ! 🙂

    EMANUEL 21 marzo 2014 16:41
  • Me lo vedo il pensionato del mio comune che prende l’auto per farsi 15 km per mettere un Si… Si Si Si… o magari prende PC si collega a Internet e vota… mmmm che scenario verosimile…

    EMANUEL 21 marzo 2014 16:43
  • Emanuele quindi non hai proprio idea che si può votare con lo smarphone bevendo il caffe ma vivi in un mondo tutto tuo dove per votare si deve andar a far la fila al seggio…

    prendi le pastiglie che ti ha dato il dottore

    Sandro 21 marzo 2014 16:46
  • sono nato e vivo a busto Arsizio provincia di varese mia mamma e i miei nonni sono nati a Cismon del grappa e con orgoglio ho votato si ! patria veneta ! spero che il mio voto sia stato valido dato che risiedo in lombardia !

    claudio 21 marzo 2014 16:51
  • MatteoP guardati le statistiche del sito e poi fai il tuo ragionamento. http://mcjonline.com/domain/plebiscito.eu

    ci hai messo circa un minuto per ogni voto, sei stato veloce. Per reggere il tuo ritmo e raggiungere i due milioni altre 500 persone come te e nello stesso minuto dovevano fare la stessa cosa e continuare a farla per circa 16 ore al giorno (magari di notte ci si riposa un pochino vero?) per 5 giorni. Ci credi davvero?

    Claudio 21 marzo 2014 16:52
  • Sandro, il mio messaggio per MatteoP può’ valere anche per te.

    Claudio 21 marzo 2014 16:53
  • Vabbè, può essere che sia tutto falso, allora a Treviso stasera non ci saranno più di 2 o 3 mila persone, staremo a vedere. Se poi ce ne saranno più di 100mila allora qualcosa di concreto potrebbe esserci, che dite?

    DIEGO 21 marzo 2014 16:55
  • @Claudio puoi ripeterlo mile volte il conteggo stralunato, chiama pure mistero e adam kadmon, nulla cambia sei del tutto fuori strada.

    Sandro 21 marzo 2014 16:57
  • @ Diego io dico che i veneti stan casa loro

    Sandro 21 marzo 2014 16:59
  • DIEGO 100.000 non sono DUE MILIONI !!!!!
    Ma qui la matematica alle elementari l’avete fatta come materia facoltativa??
    Sandro, ti riporto ancora l’esempio dell’anziano che vive in un comune non raggiunto dal referendum … okey giustamente come tu suggerisci, usera lo smartphone, eh già , perchè noi, soprattutto qui in veneto, abbiamo i nonnetti supertecnologici!

    EMANUEL 21 marzo 2014 16:59
  • Dalla stupenda Valsugana a Busto Arsizio… che sfiga!
    Purtroppo Claudio non sarai registrato… ma hai la mia comprensione… la vita a volte è dura.
    PS se torni a Cismon ti consiglio 2/3 posticini per lo spritz (o la birra visto che sei vicino al Cornale)… così capirai in quanti davvero hanno votato qui. Ciaooo

    PS ne

    Thomas 21 marzo 2014 16:59
  • Ho partecipato al referendum e votato si, però condivido i dubbi di Manuel, vivo a Londra e Oh veramente non ho un amico a Padova che abbia votato, ho amici abbastanza inseriti nell’ambiente imprenditoriale e nessuno sapeva niente.

    Ma mi rimane sempre il dubbio del senso di tutto ciò, è ovvio che bisognerà controllare e che lo stato italiano vorrà controllare che la votazione sia stata regolare, se si rivelerà una pagliacciata il primo a rimetterci sarà proprio il movimento indipendentista

    Alessandro 21 marzo 2014 16:59
  • PS… nessun commento sui numeri VERI del sito che da cui hai “valutato” il dominio? No???? come mai? :p

    Thomas 21 marzo 2014 17:01
  • state commentando il nulla

    fabio 21 marzo 2014 17:02
  • Emanuel credo che tu sia una persona ragionevole e intelligente.
    Cerca di metterti per un attimo dalla nostra parte, noi non siamo terroristi, ma persone che lavorano, pagano tasse, fanno crescere famiglie e cerchiamo di fare crescere il futuro per la prossima generazione.
    Ma ti sembra che siamo tutti stupidi o sprovvisti, perchè non cerchi di vedere qualcosa di positivo con questo referendum on line…….alla fine ci siamo semplicemente espressi……che male c’è, mi pioacerebbe incontrarti a Treviso questa sera e bere un caffe assieme……parlarci e ragionare sicuramente troveremo un incopntro con le tue e le mie idee
    Ciao

    roberto 21 marzo 2014 17:02
  • E Sandro, i conteggi di Claudio sono la cosa più giusta che mi sia capitata di leggere in queste giornate di infinite discussioni…
    I dati te li ha messi li con tanto di link per informarti, e ancora non li accetti dicendo che è fuori strada…

    La moglie chiama Sandro suo marito e le dice : Attento attento c’è un pazzo che sta percorrendo l’autostrada contromano, so che la stai percorrendo anche tu , quindi stai attento a quel pazzo-
    Sandro: Amore guarda che ti stanno informando male, qui in autostrada a parte me, tutti stanno andando contromano… !!

    EMANUEL 21 marzo 2014 17:03
  • Ti leggo Thomas, esprimiti e spiega il tuo ragionamento.

    Claudio 21 marzo 2014 17:05
  • @MANUEL, probabilmente di matematica ne so più di te, laureato in ingegneria a Padova da autodidatta, sicuramente non puoi aspettarti che TUTTI quelli che hanno votato prendano l’auto al venerdì, dopo il lavoro, per andare a TV

    DIEGO 21 marzo 2014 17:07
  • ROBERTO tu sei una delle persone che pur avendo votato si sa rendere disponibile al dialogo, e in questi giorni, di persone come te le ho contate sulle dita di una mano!
    Io non sto discutendo sull’indipendenza o sul motivo che vi ha spinti a votare…
    Un veneto indipendente potremo anche ragionarlo assieme !!
    Sto criticando e non mi stancherò di farlo questa farsa di iniziativa che paventando la indipendenza e pubblicando numeri inverosimili sta attraendo consensi a favore di persone mai viste prima, e per come hanno strutturato il tutto sicuramente cialtrone e approfitatrici dell’ignoranza altrui non tua che magari ti sei documento, ma di chi come Filippo ha votato giusto per protesta senza sapere chi e cosa ci sta dietro a tutto questo.
    Dico NO alla validità di questo referendum che è sbagliato anche chiamarlo tale, è una semplice consultazione, gonfiata nei numeri e nei modi e nelle notizie che in questo sito stesso dove si vota circolano.
    STOP.
    Non mi sono mai esposto CONTRO l’indipendenza, ragioniamone pure. Ma non partendo da queste basi. E con questi chicchessia personaggi.

    EMANUEL 21 marzo 2014 17:08
  • DIEGO conosco decine e decine di Laureati che a mente non sanno fare neanche 12×12 … Avevo una collega laureata in economia che appena apriva il pc andava in pallone solo se le veniva fuori ogni qualsiasi pop-up… ovvero, il pezzo di carta certifica solo ciò che in un dato momento sapevi… non la tua cultura, non la tua capacità logica, non il tuo modo di ragionare.
    Quindi appendila pure in bella vista, è il ricordo di un momento storico. In cui sei stato valutato per quello che sapevi in quel momento, nient’altro.

    EMANUEL 21 marzo 2014 17:13
  • Emanuel, meglio lasciar perdere. Mi rendo conto che sognare sia bello ed entusiasmante ma qui dentro i sogni sono stati costruiti con la menzogna. Nemmeno un server serio in veneto sono stati in grado di mettere in piedi per questa operazione. Sono andati a pescare un server in virginia. Poi si lamentano della stampa di regime e inneggiano a Vittorio Feltri come eroe. Ci sono ottimi motivi per non essere contenti dello status quo. Un veneto indipendente oggi sarebbe il suicidio finale, passare da un suicidio lento ad uno affrettato può far felice qualcuno ma io conto che con un suicidio lento si possa ancora salvarsi le chiappe.

    Claudio 21 marzo 2014 17:16
  • La cosa più bella che mi ha regalato questo avvenimento è vedere il Popolo Veneto unito e che lotta assieme invece di farsi la guerra…il cambiamento inizia da qui…non importa che sia falso o vero sto referendum…Ci ha legato come popolo con buona pace di chi è contro…EMANUEL e gli altri…io avrei votato a favore solo per la censura mediatica che l’italia ha fatto nei confronti del Popolo Veneto di cui tanto vi chiamate a fare parte… xe ora che te lassi da parte i numeri e te te xerchi on ideale par quae combatare perchè sta italia voda de ideali e de storia comune ea xe finia…
    SII FELICE PERCHE’ IL POPOLO VENETO SI STA RITROVANDO!!

    DANIELE 21 marzo 2014 17:19
  • Io Claudio, non lascio perdere, perchè non c’è niente che mi faccia piu infervorare di chi si approfitta dell’ignoranza altrui per fare i poci comodi suoi.
    E spero tanto che qualche giornalista abbia preso spunto dai nostri interventi per parlare di quanto nulla in realtà è questa operazione !
    Mi dispiace per coloro che animati da buone intenziali e ideali veri hanno votato questa farsa, essendo cosi facile strumento per gli ideatori di questa pseudoconsultazione.
    In ogni caso non sono DUE MILIONI ! E mi auguro che nessun giornalista serio si azzardi a dire questo in ogni TG o testata … non si può prendere per vero un dato solo perchè qualcuno , schierato pro, lo dice.

    EMANUEL 21 marzo 2014 17:21
  • La Laurea la considero solo come esperienza personale, tanto è vero che l’ho fatta lavorando, come lavoro faccio l’analista/programmatore, difficilmente potrai dire che non applico la logica. 12×12 per me è aritmetica non matematica e di certo non è che se uno fa i conti come una calcolatrice possa definirsi intelligente, altrimenti il mio PC sarebbe un genio assoluto. Ho solo detto che, anche se avessero votato 2milioni di persone, non puoi aspettarti che tutti vadano a TV.

    DIEGO 21 marzo 2014 17:21
  • I giornali lo sanno già’ che e’ una presa in giro, fatto salvo Feltri ma lui non fa testo. Di boiate false ne ha già pubblicate parecchie in passato.

    Claudio 21 marzo 2014 17:22
  • ah, il certificato di laurea non l’ho nemmeno ritirato, non posso nemmeno metterlo in bella vista…. prima o poi dovrò farlo, adesso che mi ci fai pensare

    DIEGO 21 marzo 2014 17:23
  • DANIELE a proposito di censura, lo sai cosa mi torna in mente… le donne che per simulare uno stupro si strappano i vestiti e poi vanno a denunciare il malcapitato di turno…. Ovvero questo fatto che nessuno ne ha parlato è in primis colpa degli organizzatori che dal giorno alla notte hanno indetto questa consultazione non facendone parola a quasi nessuno !! Se partivano da gennaio a dire, “guardate che a marzo si voterà” , e facevano incontri e comizi in giro per il veneto, stai sicuro che ora non staremo parlando di questa censura, che non esiste !
    Il fatto è che i giornalisti, sapendo che qui è tutto fazioso ben si guardano dal poter dare un giudizio e fare un servizio su numeri che non si ha la certezza se siano reali o meno… onestamente tu lo faresti? Daresti spazio nel tuo giornale a una cosa che puzza di farsa? O aspetteresti ?
    Io la seconda. Perchè poi mi renderei complice della mala informazione.

    EMANUEL 21 marzo 2014 17:25
  • DIEGO prima dici che se a TV ci sono 100mila persone qualcosa di concreto potrebbe esserci… poi io ti rispondo se ci sono 100mila persone a TV, il fatto rimane che ci sono 100mila persone a TV, non che hanno votato DUE milioni, poi mi paventi dici che hai una laurea, poi mi dici che non importa ma sei progammatore, e infine dici che non posso aspettarmi che tutti vadano a Treviso, che in effetti è quello che ho detto io all’inizio.. hai presente il DO LOOP..? Ecco, se vuoi riparti a leggere…

    EMANUEL 21 marzo 2014 17:30
  • Però Emanuel, è anche vero che i giornali esteri hanno riportato la notizia giorni prima di quelli italiani, non sono un complottista e credo che sia dovuto al fatto che semplicemente il veneto è sempre stato ai margini e non gliene frega a nessuno di quel che accade qui, rimane il fatto che i giornali italiani hanno cominciato a parlarne e anche poco solo dopo che la stampa internazionale si è interessata

    Alessandro 21 marzo 2014 17:30
  • Emanuelle va in mona e molaghe de rompare i cojoni. Se non ti va bene quello che si fa qua prendi e vai.

    AndreaB 21 marzo 2014 17:30
  • Un giornalista è pagato un tot ad articolo, vi risulta?
    Se un giornalista italiano fa un articolo e si espone con dati che poi verranno giudicati fasulli, ne va della sua credibilità e chi vorrà ancora comperare suoi articoli per pubblicarli??
    Se invece un giornalista estero prende uno spunto e riporta a grandi linee ciò che sta succedendo, anche se sbaglia la portata di quello che scrive, chi andrà mai a contestargli qualcosa?
    Suvvia….
    Per AndreaB grazie ancora per testimoniare il tuo livello di tolleranza a chi prova a informare senza insultare il prossimo. Sei il mio preferito.

    EMANUEL 21 marzo 2014 17:36
  • ciao emanuel e claudio.hai detto emanuel che vorresti conoscere claudio,per me sarebbe un’ottima idea.sareste una bellissima coppia.e se andate fuori dall’italia potete anche sposarvi.comunque dati alla mano prima che continuate a sparare cazzate,perche’ voi dite che noi sbagliamo e voi perche’ non potete sbagliare voi?dopo i controlli di voto non ci saranno piu’ dubbi.e spero visto che continuate a ribadire che siete persone educate e date anche le vostre scuse.

    cristian 21 marzo 2014 17:37
  • In 4 giorni stiamo facendo ciò che in anni non siamo riusciti! Pure all’estero parlano di noi. La nostra forza e unione è un esempio per tantissime persone! Dobbiamo continuare così. Non siamo mai stati più uniti di ora! NEMO GENTE! SEMO EL MASIMO!

    Eleonora Zaupa 21 marzo 2014 17:37
  • Quoto andreab

    Marco 21 marzo 2014 17:37
  • Grazie Marco ghe vol poco a capirlo. P.s emanuelle rivà in mona

    AndreaB 21 marzo 2014 17:37
  • Tolleranti si è con le persone non con i somari. Senza offesa somaro

    AndreaB 21 marzo 2014 17:39
  • “Se un giornalista italiano fa un articolo e si espone con dati che poi verranno giudicati fasulli, ne va della sua credibilità e chi vorrà ancora comperare suoi articoli per pubblicarli” No Emanuel son laureato in econmia non hai idea di quante boiate e quanti dati sono sparati a caso continuamente dai giornalisti e nessuno perde il posto di lavoro

    Alessandro 21 marzo 2014 17:39
  • e’ meglio andrea se lo mandi in culo gli piace di piu’

    cristian 21 marzo 2014 17:40
  • DIEGO: “Se poi ce ne saranno più di 100mila allora qualcosa di concreto potrebbe esserci” ho usato il condizionale se non l’hai notato (IF THEN)

    MANUEL: “DIEGO 100.000 non sono DUE MILIONI !!!!!
    Ma qui la matematica alle elementari l’avete fatta come materia facoltativa?” lo so anch’io ed è per questo che ti ho risposto

    DIEGO: “probabilmente di matematica ne so più di te, etc” e ti ho fatto capire che qualcosa di elementare ho studiato

    MANUEL: “DIEGO conosco decine e decine di Laureati che a mente non sanno fare neanche 12×12 ” e parli di logica, quindi ti ho fatto capire che qualcosa di logica ne capisco

    forse mi sono perso il LOOP finale, ti chiedo scusa ma non ho letto tutto

    DIEGO 21 marzo 2014 17:40
  • CRISTIAN, vedi che chi non la pensa come te è un nemico da espellere? io invece vi sto parlando e rispondendo quasi uno ad uno, senza offendere e con dati che sono piu veritieri di quelli fasulli pubblicati in questo sito…
    Si vorrei proprio vedere a che controlli verrà sottoposto sto sito… se come dice Claudio interviene la Polizia Postale lo chiudono in un batter d’occhio… Le scuse per cosa? Per aver detto la pura sana e semplice verità su questo referendum farsa?
    Io non sono contro l’indipendenza, ma chi la usa per farne un uso personale a scapito di tanti che votano senza sapere cosa e soprattutto CHI.
    E non torno a dire non sono DUE MILIONI i votanti.
    Aprite gli occhi e buona festa provvisoria!

    EMANUEL 21 marzo 2014 17:41
  • Comunque è un discorso sterile, lasciamo perdere

    DIEGO 21 marzo 2014 17:42
  • Propongo di eleggere emauelle diversamente veneto dell’ anno.

    AndreaB 21 marzo 2014 17:43
  • TOSI…viva la mona e speriamo che sia quella bona delle nostre venete che per festeggiare se cava doso…Ah ah ah 🙂

    GENESIO 21 marzo 2014 17:43
  • Non capisco…se a qualcuno non interessa ciò che si sta facendo, se ne stia fuori oppure se è cittadino veneto voti per il no. Il referendum e quanto di più democratico possa esistere. Alla faccia dei burocrati e dei falsi democristiani perbenisti

    Marco 21 marzo 2014 17:43
  • Vabbè Diego se non hai capito l’ironia del DO LOOP e mi rispondi con IF THEN passando ogni passo di quello che ci siamo scritti, scusa il consiglio ma fatti vedere da uno bravo…

    EMANUEL 21 marzo 2014 17:44
  • scusa emanuel ma stai meglio con i governi attuali o con noi?ti o spiegato i dati dell’istat istituto italiano certificato di statistiche.vatti a rileggere quello che o scritto.sembra che il governo italiano roma ci fa vivere BENE CON 2000 EURO AL MESE E CON 20% DI TASSE SECONDO TE.ti ripeto ma du cazzo vivi?

    cristian 21 marzo 2014 17:45
  • PAR TERA! PAR MAR! SAN MARCO!
    Lo saveo che el Leon no gera morto! le nostre raixe xe masa fonde par giazare! ancò primo jorno de primavera xe nato on buto da sototera!
    GRANDI!

    Claudio 21 marzo 2014 17:45
  • Con tutte ste schifo di discussioni avete dimostrato ancora una volta che ne veneti ne italiani ne altri sono pronti per essere veramente liberi…
    Non c’è dialogo da nessuna parte ragazzi…
    Poca umiltà e tanta voglia di discutere… tutti pronti a dire chi a torto e chi non ce l’ha..
    perché semplicemente non prendete atto delle posizioni di ognuno e vi fate la vostra? orgoglio o no, siamo sempre tutti sulla stessa barca..ma per quanto belle siano le parole che potete trovare, non ci CREDE mai nessuno..
    Ci sono cascato anche io sapete..nel leggere i vostri battibecchi.. guardo l’ora e mi sono accorto di aver sprecato mezzo pomeriggio, quando potevo usarlo per far qualcosa di più piacevole e produttivo…
    Qualsiasi cosa succeda dopo questo referendum (o quel che è) accettate il consiglio di infervorarvi di meno e di godervi di più quel che avete..

    Salvo 21 marzo 2014 17:46
  • Forza VENETO!!! E forza indipendenza, purtroppo per motivi di salute non potrò esserci a Treviso stasera, ma ci sarà il mio cuore!!! Forza e avanti tutta…

    Alice 21 marzo 2014 17:48
  • salvo non e’ che si discute ogni giorno.e dopo e’ anche bello contrabbattere.siamo in democrazia e nessuno ti ha puntato una pistola tutto il pomeriggio per stare nel forum

    cristian 21 marzo 2014 17:50
  • ora però Manuel sei offensivo, io non lo sono stato con te, peccato, apprezzavo il tuo spirito critico e combattivo anche se su molte cose non la pensiamo allo stesso modo.
    Scusa se non ho colto l’ironia

    DIEGO 21 marzo 2014 17:50
  • Salvo nell ultima parte hai una ragione inopinabile ! 🙂
    Cristian, non sono i promotori di questo referendum che ti salveranno da Roma, e dell’Istat …
    L’indipendenza non si fa con un referendum farsa di cui nessuno sapeva nulla o quasi.
    La si ragione nel tempo e con la partecipazione della popolazione che non deve mettere un semplice SI o un NO e senza sapere poi cosa faranno questi qua e soprattutto CHI sono questi qua. Un ultima cosa.. il verbo avere alla prima persona contiene l’acca (H) … scusami ma una te la perdono, ma due volte no eh… 😉 E non offenderti lo dico perchè tu possa migliorare ! CIAO !

    EMANUEL 21 marzo 2014 17:55
  • Sta per finire questa boiata del “referendum” per l’indipendenza del Veneto. Parlano di oltre 2 milioni di voti in 5 giorni quindi oltre il quorum. Vorrei fare un ragionamento e poi una piccola dimostrazione. Mue milioni di voti in 5 giorni sono circa 16 mila voti ogni ora per 24 ore al giorno quindi anche di notte. Considerando che un utente, si collega, inserisce i dati e riceve una email per avere il codice di voto non si spiegherebbe come mai il sito web veda collegati costantemente una media di 200-300 utenti, secondo quale server potrebbe reggere un affluenza così alta senza mai dare segno di carico eccessivo? Ho deciso di indagare un attimo ed il sito in questione si chiama Plebiscito.eu, i fanatici veneti ne parlano come di un sistema a prova di hacker ecc… secondo voi dove si trova il Server? In veneto? No, si trova in Virginia (USA) ed i livelli di sicurezza del sito come sono? Pietosi. Il sito vale circa 20mila dollari e il numero di visitatori giornalieri e’ di circa 16 mila persone. Il che mi fa presumere che quei due milioni siano il frutto di un bell’inganno. Il tutto può essere verificato qui: http://mcjonline.com/domain/plebiscito.eu
    Ho gia’ pubblicato questo semplice strumento per mostrarvi che potete fare i vostri conti da soli senza se e senza ma. Poi se la volete buttare in vacca dicendo che io ed emanuel facciamo coppia vi posso dire che sono già’ sposato ed a settembre divento anche papa’. Se volete credere a quelli che dicono che i voti sono veri non sono io a fermarvi, ho visto gente credere agli ufo quindi non vedo perché’ stupirsi più’ di tanto. Buona festa.

    Claudio 21 marzo 2014 17:58
  • Scusate ma questo Enanuel e dalle 14 di questo pomeriggio che scrive….ma non ha un c…o da fare?o forse e un dipendente pubblico?

    Giampy 21 marzo 2014 18:05
  • CLAUDIO. Perché? Attendiamo l’esito finale che come tu ed Emanuel insegnate e scontato. Ma secondo voi non si può partire da qui per una diversa presa di coscienza della questione? Ribadisco che ognuno può decidere in Pina autonomia cosa fare

    Marco 21 marzo 2014 18:07
  • Certo Certo, se questo referendum non è valido allora NON è valido neanche il plebiscito con cui siamo stati annessi. Il risultato sarà lo stesso.
    PS NESSUN VENETO HA MAI APPROVATO LA COSTITUZIONE ITALIANA!!!!!!

    Luigi Cifra 21 marzo 2014 18:07
  • I veneti, noi veneti, come sempre per primi, hanno e abbiamo dimostrato che sappiamo fare comunita’ ed essere uniti per il bene comune. Chi non e’ d’accordo torni vs il proprio paese d’origine anche se io sospetto che chi non d’accordo per il Veneto Stato indipendente e’ perche’ in qualche maniera e’ inciuciato con Roma.

    TONI 21 marzo 2014 18:11
  • ciao a tutti questo voto esprime tutta la rabbia di noi veneti da sempre popolo di gran lavoratori che sempre ha lavorato sodo e senza lamenti per poi vedersi portar via tutto e mantenere una nazione che vive di assistenzialismo . ADESSO BASTA SIAMO STANCHI!!!!!!!

    aldo 21 marzo 2014 18:13
  • W San Marco

    emanuel 21 marzo 2014 18:13
  • Marco, nessun problema da parte mia. Parliamo dei problemi del veneto e del motivo perché c’e’ così tanto risentimento. Lo possiamo fare io e te e qualche altro, poi arriva uno come Luigi che ti dice che nessun Veneto ha approvato la costituzione quando al referendum per costituire la repubblica italiana del 1946 votarono oltre 2 milioni di Veneti (tra quelli sopravvissuti alla seconda guerra mondiale) e scelsero di optare per la costituzione della repubblica Italiana. Di cosa stiamo parlando?

    Claudio 21 marzo 2014 18:14
  • HO PURTROPPO MOLTI DUBBI SULLA FATIBILITA DELLA NOSTRA INDIPENDENZA PERCHE L ITALIA NON VORRA PRIVARSI DEI NOSTRI SOLDI ALTRIMENTI FALLISCONOOO

    aldo 21 marzo 2014 18:16
  • Scusami Claudio con tutto il rispetto della tua opinione,quando e stata firmata la costituzione le cose erano ben diverse…..sono 20 anni che devono fare le riforme e non ci sono ancora riusciti….. Che cosa dovremmo fare secondo te aspettare all’infinito?

    Giampy 21 marzo 2014 18:22
  • Sono 20 anni che quelli della lega vi prendono in giro caro Giampy e guardando i numeri riguardanti le statistiche del sito plebiscito.eu la presa in giro continua solo che ha proporzioni epiche stavolta. Possibile che vi convincano i numeri? Fra mezz’ora vi diranno che il 90% dei dei due milioni ha votato si, ma quei due milioni non esistono. Se li sono inventati. Farla grande sono 50 mila ma esagero. Se vuoi parliamo del fatto che qualche decina di migliaia di persone vorrebbe un veneto autonomo, ok ma non andiamo oltre per cortesia.

    Claudio 21 marzo 2014 18:29
  • emanuel sei una persona che vuole sempre aver ragione ed in tutte le domande specifiche tipo sui dati non hai mai risposto direttamente sempre vagamente.per quanta riguarda la mia grammatica signor perfettino non siamo a scuola o 39 anni e sono molto bravo a dare calci culo.se vuoi te ne do talmente tanti che poi parlerai cimbro

    cristian 21 marzo 2014 18:31
  • Caro CLAUDIO. Dopo la guerra votare la costituzione italiana significava scegliere tra fascismo, monarchia o repubblica cioè il meno peggio.SE QUALCUNO AVESSE PROPOSTO ALL’EPOCA ANCHE L’INDIPENDENTISMO CREDO CHE I VENETI AVREBBERO VOTATO PER QUELLO. Sono stato in Brasile ed ho trovato molte comunità VENETE, figli e nipoti di VENETI IMMIGRATI perchè in ITALIA all’epoca morivano di fame. I loro bisnonni si ricordano come si stava qui con il RE. Hanno tramandato loro la LINGUA VENETA (alcuni la parlano ancora molto bene). Per i veneti restare in ITALIA significherà ricominciare ad EMIGRARE. CIAO

    luca 21 marzo 2014 18:36
  • Se vuoi dei numeri e molto semplice….mio padre e mia madre 82 anni entrambi hanno votato mie sorelle anche e tutti quelli che conosco anche forse ti sfugge qualcosa sai

    Giampy 21 marzo 2014 18:37
  • Cristian come riesci a giustificare il fatto che nelle statistiche del sito plebiscito.eu risultino esserci un numero di visitatori giornalieri pari a 13588 fino 2 ore fa che significa meno di 1000 visite all’ora se lo confronti con il fatto (da dimostrare) che per ottenere 2 milioni di voti in 5 giorni ci dovrebbero essere 400-500 voti al minuto per 16 ore al giorno per 5 giorni? se vuoi parlare di numeri mi trovi a tua disposizione.

    Claudio 21 marzo 2014 18:37
  • Giampy, mia mamma e mio papa’ di 76 anni, i miei fratelli di 48 e 44 anni, le loro mogli, un paio di cugine e amici che ho contattato per pura statistica non hanno votato. Come la mettiamo? Se hai qualche nozione di statistica non ti sto a spiegare come si elabora un campione.

    Claudio 21 marzo 2014 18:39
  • perchè li hai plagiati tu

    mauro/1 21 marzo 2014 18:42
  • claudio ma come fai a trarre queste conclusioni ancora prima della verifica finale?.ma rompevi cosi anche con le altre elezioni nazionali e regionali?stranamente solo su queste.come vi hanno gia detto a te e emanuel se non vi piace il veneto emigrate.non e’ che non vi vogliamo ma da come parlate state meglio con i governanti romani.

    cristian 21 marzo 2014 18:42
  • Io guardo la mia realta di questa settimana….hanno votato anche chi ha dovuto partire per lavoro all’estero…..comunque ricordati che se il cane non abbaia i ladri continuano ad entrare

    Giampy 21 marzo 2014 18:47
  • caro emanuel e claudio voi sperate che sia tutta una bufala invece e’ tutto vero.andate roma che li troverete appoggio.

    cristian 21 marzo 2014 18:49
  • Cristian, io non traggo conclusioni. Mi baso sui dati esposti da plebiscito e li confronto con il traffico del sito che genera i codici di voto. Puoi controllarli da te: http://mcjonline.com/domain/plebiscito.eu

    Claudio 21 marzo 2014 18:49
  • Alla fine della lettura di tutti i messaggi capisco perché l’Italia stà…scusate è affondata.
    La colpa è sicuramente dei politici ma anche i cittadini italiani non possono tirarsi fuori. Con la scusa che ognuno vuole avere ragione abbiamo imparato bene le lezioni che i partiti italiani ci hanno imposto per 150 anni. Litigare, essere divisi e tenere fermo tutto. Bravi siamo stati. Orbene non scriverò più dopo questo commento perché mi sono accorto di non appartenere a questo genere di società italiana.
    Voglio il Veneto libero e lo otterremo.
    Se ciò non sarà possibile e faccio contenti i vari bastian contrari vorrà dire che andremo in malora tutti felici e contenti.
    Il sistema per salvare l’Italia c’è ed è proprio quello di scollare una regione alla volta dall’Italia in modo che qualche regione salvandosi dal disastro economico possa un domani, se ci saranno le condizioni aiutare le altre…..coloro che non vedono di buon occhio lo scollamento del Veneto dall’Italia sappiano che dal prossimo anno l’Italia dovrà abbattere ca.50 migliardi di euro del debito pubblico per 20 anni…dove pensate che andranno a prenderli i governi che ci saranno in Italia…se ce ne saranno ancora ?
    Pensateci, ciò che accade oggi non è nulla rispetto a quello che ci aspetta…saranno costretti a licenziare centinaia di migliaia di statali, farci vendere la casa per sopravvivere, dimezzeranno le pensioni e moltissimi altri industriali se ne andranno dall’Italia e molti dovranno andarsene se non vorranno morire di fame.
    Catastrofismo ? No Realismo. Ci sono persone che non vedono al di là del proprio naso e a costoro il futuro in Italia riserverà icuramente le più amare sorprese.
    AUGURI A TUTTI COLORO CHE VOGLIONO L’ITALIA COSI’.
    AUGURI INVECE A NOI VENETI PERCHE’ CE NE ANDREMO FIANLMENTE e poi molti vorranno venire da noi a vivere per poter mangiare. Noi Veneti abbiamo sempre lavorato intensamente e i migliardi che qualcuno mangia per non fare nulla è la prova provata che bisogna spaccare questo andazzo malefico in qualsiasi modo possibile.
    L’O.N.U., BRUXELLEX, cosa ci stanno a fare?
    W SAN MARCO SEMPRE

    giancarlo 21 marzo 2014 18:52
  • non rispondi alle mie domande.continuate te e emanuel ha rispondere con domande e non con risposte.questo mi puzza di bruciato.almeno noi siamo sempre stati sinceri.e ormai i giochi sono fatti addio emauìnuel e claudio vi auguro una buona luna di miele a roma.ve la consiglio

    cristian 21 marzo 2014 18:52
  • Claudio, è vero che i conti non tornano ma TUTTI i conti, anche i tuoi, non credo siano più di 2 milioni ma le statistiche del sito probabilmente si riferiscono agli IP che si sono connessi, ovvio che è impossibile stabilire il numero di persone. Ad esempio dal mio PC e dallo stesso IP hanno votato 8 persone

    DIEGO 21 marzo 2014 18:58
  • mamma mia torno dal lavoro e chi mi ritrovo qui? emanuel…non so i giorni precedenti ma tu di ieri ed oggi sei onnipresente,ma di la verità ti pagano per star qui a far pesare a tutti la tua frustrazione incompresa?

    matteo 21 marzo 2014 18:59
  • Diego, gli IP connessi sono i 3397 fino ad oggi alle 16. Quanti voti avranno potuto esprimere quei 3397? una media di 5 forse? Tu 10, io 2 e molti 1 solo?

    Claudio 21 marzo 2014 19:10
  • 3397 significa una media di poco più’ di 200 connessioni all’ora. tra questi devi tenere conto di quelli che nei centri organizzati si sono collegati da soli con un solo IP ma con i tempi di uno che si mette li e si arrangia, non tutti riescono a fare tutto in un minuto. Le immagini che ho visto in tv mostrano qualche persona che vota senza frenesia. Come 200 connessioni all’ora possono diventare 400mila voti in una giornata per me rimane un bel mistero.

    Claudio 21 marzo 2014 19:14
  • Matteo e un dipendente pubblico ha tutto il tempo che vuole

    Giampy 21 marzo 2014 19:16
  • cari tutti, ho notato con piacere che esiste dibattito. l’unica cosa che io spero fervidamente è il passaggio ad una vera democrazia, in cui ogni cittadino vota veramente ed indirizza lo stato nel verso che ritiene più giusto, e magari possa perfino proporre soluzioni. non certo come accade ora con l’italia che, diciamocela, possiede un’inerzia politica e mentale disarmante in cui il cittadino è censurato e messo a 90 ogni volta che capita l’occasione.

    spero che ogni veneto non abbia votato il si per la sola idea dei soldi, ma che abbia coscienza che si debba creare uno stato sempre più rivolto ai bisogni e benessere dei cittadini e che sia d’esempio per tutti (gli altri).

    presumendo che in futuro si possa scindere la regione dall’italia, non auspico che gli organizzatori del referendum diventino dei “leader” dello stato. spero invece che si insedino persone che possano proporre con senno le vie di sviluppo del veneto. ingegneri, commercianti che hanno avuto esperienze di successo, ricercatori. insomma: non politici, ma persone che sappiano e possano ragionare su quello che dicono e mostrarne i contenuti.

    ovviamente questo richiede un’organizzazione spettacolare che di certo dev’essere ben ponderata.
    ma in una realtà abbastanza compatta come una regione credo si possa fare.

    ** per i maledetti fanatici: moderate i toni e siate gentili. a me, da veneto votante al si, mi da fastidio vedere i compagni favorevoli al si attaccare le ragioni del no in maniera così barbara. le polemiche devono essere sempre rispettose.

    N 21 marzo 2014 19:21
  • si ma mancanza di rispetto e con belle parole i signori del no ci hanno dato degli ignoranti.ci scusi per l’incazzatura mai la mia vita lo sempre basata sull’onore ed il rispetto.

    cristian 21 marzo 2014 19:28
  • Pingback: VENETO LIBERO! | ICONICON POST

  • Claudio scusa se ti rispondo solo adesso. Sicuramente erano altri tempi, con meno informazione e meno coscienza del mondo circostante. Ripeto che ognuno può decidere in piena autonomia anche non condividendo le opinioni altrui ma rispettandole come è giusto che sia. La lega è stata forse la delusione scatenante per questa ” consultazione ” e di questo credo che la possiamo solo ringraziare. Ci ha aiutato a capire. E giustamente si sono prese le distanze da un mondo politico che pretende di cavalcare un destriero non suo. Credo che, se verificato, questo voto possa essere un principio per un domani più sereno non solo per il Veneto, ma per tutti gli italiani che forse mancano un po di consapevolezza nelle loro possibilità, IMMENSE.

    Marco 21 marzo 2014 19:30
  • Uè novità? qualcuno di voi riesce a connettersi in diretta streaming?

    GENESIO 21 marzo 2014 19:30
  • Qualcuno sa dirmi se si puo vedere in diretta Treviso?

    Giampy 21 marzo 2014 19:31
  • niente streaming errore su “diretta_1”

    pierino 21 marzo 2014 19:31
  • ECCCCOOOOO qualcuno adesso dirà…ve l’avevo dettoooo sono scappati tutti coi scheiiii 🙂

    GENESIO 21 marzo 2014 19:33
  • non so se è capitato solo a me ma la busta con i codici per votare mi è arrivata l’ultimo giorno (pensate che sono fuori tutto il giorno per lavoro e torno a casa alle 18:30) e quindi non sono riuscito a votare cosi come me la mia compagna e i miei suoceri….se è successo questo a molta gente vi pensate quanti voti non sono stati dati?mha sarà una mia impressione ma qualcuno secondo me sta scomoda sta cosa e ha ritardato le consegne delle buste

    SIMONE 21 marzo 2014 19:35
  • Pensa ti che le poste italiane jera drio brusarle le schede se i fioi no ghee cavava dae man…

    GENESIO 21 marzo 2014 19:36
  • sto guardando RAI 3 Veneto, e nemmeno un accenno a questo successo storico !!! Il comunismo statalista mostrerà i propri artigli, ma di fronte ci sarà il Leone di San Marco !!! Viva San Marco libero !!!

    borraxudo 21 marzo 2014 19:42
  • SIMONE qua in tutto il paese non sono arrivate le buste. ci siam iscritti e abbiamo votato lo stesso con il codice ricevuto per mail.

    pierino 21 marzo 2014 19:43
  • Io direi che circa 200mila potrebbero essere e mi piacerebbe sbagliare

    DIEGO 21 marzo 2014 19:49
  • tv a3 news, diretta

    pierino 21 marzo 2014 19:54
  • Diego, in piazza sono circa in 400.

    Claudio 21 marzo 2014 20:00
  • diretta streaming che non va…chissà perché! il sistema regge “400mila” voti al giorno e non una banale diretta streaming.

    Claudio 21 marzo 2014 20:05
  • 400mila?! Scherzo, allora non mi sono sbagliato, poi che siano 100 o 300 mila cambia poco

    DIEGO 21 marzo 2014 20:08
  • Diego, ci sono le foto dei tweets di chi c’è. 200 persone o poco più. Un flop clamoroso.

    Claudio 21 marzo 2014 20:10
  • streaming funziona…
    XClaudio: Il sito del monitoraggio di cui sopra hai citato dà inesistente il sito della mia azienda… vedi tu!!

    Stefano 21 marzo 2014 20:11
  • tra un centianio di altri post del genere il mona CLAUDIO forse comincerà a sentirsi meno frustrato, nel frattempo continuate a farlo sfogare. un po di assistenzialismo gratuito ai meno fortunati e bisognosi.

    pierino 21 marzo 2014 20:14
  • Peccato, l’idea non era male ma così l’hanno bruciata e hanno fatto peggio
    Ci vuole la CI elettronica come l’hanno in alcuni paesi

    DIEGO 21 marzo 2014 20:15
  • Erano i primi anni 80 quando votai per la prima volta l’allora Liga Veneta. ( la Lega Nord era di la’ da venire…) dopo aver fatto anni di esperienze da Roma in giù’ e realizzando che l’ Italia proprio non esisteva. A tanti anni di distanza sono felice di vedere che anche le nuove generazioni ne abbiano preso coscienza e si diano da fare per 1) ristabilire la verità’ storica sulla unificazione d’Italia; 2) recuperare il nostro millenario formidabile passato; 3) ricostruire una nazione che possiamo chiamare finalmente PATRIA!

    Elisabetta 21 marzo 2014 20:19
  • 2180000 si
    250000 no

    pierino 21 marzo 2014 20:25
  • il live streaming si vede porca la madonaaaaaaaaa
    dai VENETO LIBEROOOOOOOO!!!!!!!!

    Andrea C 21 marzo 2014 20:26
  • per favore qualcuno mi passa il link dello streaming?

    matteo 21 marzo 2014 20:28
  • grazie andrea 🙂

    matteo 21 marzo 2014 20:34
  • Ma allora ghemmo vinto??

    GENESIO 21 marzo 2014 20:36
  • Che i 2000000 di voti siano veri e non fasulli sta a Busato dimostrarlo, mica può pretendere che gli crediamo sulla parola?
    Se i voti sono veri come mai ci sono solo poche centinaia di persone in piazza?
    Ce ne sarebbero dovute essere 10000.
    C’è qualcosa che non quadra

    Roberto 21 marzo 2014 20:37
  • Se non se vero spaco tutto dio c…..

    Andrea C 21 marzo 2014 20:39
  • Ho viaggiato per tutto il mondo per 38 anni.Senza radici fino al ’95,lavorare e sudare.Lontano da casa,per lunghi mesi alle dipendenze di tante compagnie petrolifere italiane ed estere.Ho calpestato i suoli più lerci di tutto il pianeta.Sono stato nei deserti più aridi del mondo.Ho navigato per 5 lunghi anni con le petroliere in sala macchine e negli ultimi anni ho trasmesso il mio bagaglio tecnico ai giovani dal momento che portarmelo nella tomba non mi sarebbe servito a nulla.Rimarrebbe li inutilizzato e sopratutto sprecato…Parlo 4 lingue e dal 95 ho sposato una veneziana conosciuta in una delle mie trasferte in questa meravigliosa terra che sognerei indipendente e sovrana priva dell’euro e con una moneta propria.Sono originario della Liguria,altra terra martoriata,violentata,derubata,impoverita dal PCI-PDS-DS-PD,dal 1945 ci sono stati sempre loro al governo di quella regione….. che a sua volta vorrei libera ed indipendente.Speriamo che il Veneto terra laboriosa,sia il Grimaldello per renderla tale anche se ci credo poco.Dal ’91 mi sento veneto a tutti gli effetti.Mia moglie è felice.Che dire?Grazie.mille volte grazie per questo referendum.

    mauro 21 marzo 2014 20:43
  • grazie pierino, il tuo nome dice molto.

    Claudio 21 marzo 2014 20:47
  • Stefano, il sito della tua azienda ce lo puoi citare? altrimenti sono solo parole. le spiegazioni a tal riguardo sono molteplici.

    Claudio 21 marzo 2014 20:49
  • Quello della mia azienda c’è. Si trova pure il corriere.it, beppegrillo.it giusto per citarne alcuni che ho provato.

    Claudio 21 marzo 2014 20:52
  • Io lo streaming lo vedo bene: o meglio lo vedrei bene, se la mia connessione andasse bene (no, senza scherzi, va male stasera, anche sui siti maggiori).
    Quanto ai presenti: pochi ma non importa nulla! Importano i voti dei veneti, importano le coscienze, importa che la valanga stia precipitando! A Treviso fan festa e basta, com’è giusto che sia. Vedrete che non festeggeremo i 150 anni da italiani!

    Filippo83 21 marzo 2014 20:53
  • finchè non ci sarà la prova che i voti sono autentici, e non credo che ci sarà mai, questa pseudo-votazione resterà nulla più che una goliardata

    Roberto 21 marzo 2014 20:53
  • ma chi grida il flop dico,forse la gente come il sottoscritto ha lavorato fino alle 18?e te Claudio?da quel che ho visto tutto il di qui a rompere i coglioni!

    matteo 21 marzo 2014 20:55
  • cazzo, avevo previsto il 90% ed è stato 89%.

    Claudio 21 marzo 2014 20:55
  • Roberto, anche io mi auguro che Busato dia le prove: ma se è solo una goliardata, perché darsi tanta pena a smontarla e deriderla? Forse perché sappiamo che i veneti la pensano davvero così? La cosa ti dà fastidio, che la gente la pensi diversamente da te?

    Filippo83 21 marzo 2014 20:56
  • Sonti drio sognare!?!?!?
    Ghemo vinto? Semo indipendenti!?!?!?

    Andrea C 21 marzo 2014 20:58
  • tutte le dichiarazioni di busato non hanno nessun valore, puro spettacolo, anzi è solo una buffonata

    Roberto 21 marzo 2014 20:59
  • Anche se fosse una buffonata sarebbe la più bella dagli ultimi 150 anni a sta parte..solo per sentire delle persone che gridano a squarcia gola SAN MARCO!!!!

    GENESIO 21 marzo 2014 21:01
  • io sono per l’indipendenza e ho votato sì, ma non ho nessuna prova su quanti siano effettivamente i voti validi

    Roberto 21 marzo 2014 21:01
  • Speriamo!!!
    Vuoi dirmi che è solo una farsa e fanno spettacolo
    Con dei Veneti che sono li in piazza per l’indipendenza e amore per la propria terra?
    Scoppia una guerra

    Andrea C 21 marzo 2014 21:04
  • ma in piazza ce ne sono 300 non 30000, secondo me i voti sono fasulli e ipergonfiati, rifacciamo un referendum cartaceo con tutti i crismi e allora crederò

    Roberto 21 marzo 2014 21:10
  • secondo me hanno fatto votare il sistema in modo automatico

    Roberto 21 marzo 2014 21:12
  • è tutto fasullo, hanno proclamato l’indipendenza del veneto senza neanche aver dato le prove dei voti, è solo una presa per il culo, e io mona che ci sono anche cascato

    Roberto 21 marzo 2014 21:18
  • Stiamo a vedere
    Fanno tutto per nulla secondo te?
    Hanno tempo da perdere allora
    E la gente in piazza? Che ne è convinta? E incazzata di questa Italia? Scoppia qualcosa…

    Andrea C 21 marzo 2014 21:26
  • Manuel, hai ragione tu, noi veneti amiamo tanto il governo di Roma, è sicuramente come dici tutto un imbroglio. Viva il governo italiano che ci fa vivere felici e contenti………..

    rodolfo 21 marzo 2014 21:29
  • lo stato italiano è uno schifo ma il referendum informatico non è la strada giusta perché il voto non è certificabile come in una votazione cartacea

    Roberto 21 marzo 2014 21:33
  • Roberto tanto il voto è anonimato che sia cartaceo o informatico
    e nell’era dell’informatica dove puoi votare seduto al cesso con lo smarthphone non me ne stupisce
    e i seggi c’erano per coloro che non sanno usare o non hanno la possibilità di farlo da internet
    torno a ripete se ci hanno illusi per nulla và a finire male…quindi spero per tutto che sia vero

    Andrea C 21 marzo 2014 21:36
  • Cari organizzatori la matrix in cui viviamo ha perso il primo round ma non la partita, la dominanza ha creato l’arca o le arche dalla politica al calcio alla religione etc. per controllare e mungere attraverso una scala egoica conflittuale tutti gli animali disposti a vendere l’anima pur di poterla salire, ora il tempo è maturo e attraverso questa mobilitazione avete la possibilità di dimostrare se siete capaci di trascendere il concetto di dominanza con una apertura di coscienza capace di creare un sistema dove l’energia possa fluire in maniera equa e non competitiva, in caso contrario il dominato passera dalla padella alla brace. Un caro saluto

    Elnis 21 marzo 2014 21:42
  • Non so, ma qualcosa non mi convince. Mi dispiacerebbe molto se si fossero presi gioco dei veneti che, profondamente, credono nella loro identità. Io non sono veneta, ma non si deve giocare con i sentimenti delle persone.

    gabriella messora 21 marzo 2014 21:49
  • nei voti con matita ci son SEMPRE stati brogli e schede validate quando non lo erano o scartate pur valide a seconda del colore politico del seggio. piu voti venduti etc etc.

    qui i voti son SOLO degli aventi diritto al voto. piu del 50%. è un referendum esecutivo. i voti son in fase di validazione da enti terzi internazionali.

    la volontà del Popolo è sacra e và rispettata. punto.

    mmarco 21 marzo 2014 21:49
  • è impossibile validare i voti, i voti provenienti da una stessa macchina dovrebbero essere tutti validi? chi può assicurare che non si tratta di doppioni? ma fatemi il piacere

    Roberto 21 marzo 2014 22:00
  • roberto va a cagare
    almeno fai qualcosa di serio

    sandro 21 marzo 2014 22:10
  • in effetti dopo essermi reso conto di essere stato preso per il culo non mi resta che andare a cagare

    Roberto 21 marzo 2014 22:12
  • beh fin che resti li almeno nn rompi i coglionio

    sandro 21 marzo 2014 22:13
  • scusa coglioni

    sandro 21 marzo 2014 22:15
  • come detto da qualcuno in questi post, le grando cose partono sempre dal basso, sicuramente ci sono anche “e tanti intessi economici” ma chi se ne frega!!!! Ci sono sempre stati ala base di tante rivolte, ma in questo caso a trarne vantaggio siamo tutti noi VENETI facciamo vedere o meglio RIVEDERE al mondo di cosa siamo capaci di fare .
    Siamo e saremo sempre tra i più grandi su tutto quello che tocchiamo!!!!!!!!!

    sandro 21 marzo 2014 22:23
  • “Outside of ancient Rome, and of course contemporary England, the founders of the American Republic had more fascination and affinity for the Republic of Venice than any other European experiment in government”. Capito? La Costituzione Veneta e’ stata un punto di riferimento per la stesura della Costituzione americana. Tutto questo la scuola savoiarda itagliana non lo dice, piuttosto glorifica la figura di Garibaldi, un furfante ladro di cavalli. Avanti! questo e’ un momento storico, il prossimo passo una nuova Costituione “We the people…”

    Paul 21 marzo 2014 23:59
  • Un suggerimento importante da qualcuno che da 20 anni (soprattutto i primi… poi ho mollato) ha dato il proprio contributo con l’obiettivo dell’indipendenza del Veneto.
    STIAMO UNITI
    Tempo fa siamo andati vicini ad ottenere grandi risultati e subito Roma ha fatto in modo di creare divisioni tra i movimenti indipendentisti Veneti, ed abbiamo perso inesorabilmente il treno.
    Divide ed impera.
    STIAMO UNITI
    – cerchiamo le ragioni che ci accomunano e non gli argomenti per dividerci
    – mettiamo da parte il passato e pensiamo al futuro
    – non pignoliamo troppo sulle forme di indipendenza, basta che sia indipendenza, avremo tutto il tempo per assestarci
    – non illudiamoci, la strada democratica per ottenere l’indipendenza è lunga e per niente facile
    STIAMO UNITI
    Non facciamoci intimidire da tutti coloro che remeranno contro, che diranno che è una buffonata, che sminuiranno, che distorgeranno l’informazione, che ci metteranno in ridicolo.
    E’ uno schema normale che si applica ad ogni movimento che vuole cambiare veramente le cose. Guardate la storia di questi due decenni e la più recente e trovate esempi chiarissimi.
    STIAMO UNITI
    Pensiamo all’obiettivo finale comune, e mettiamo come un dovere preciso di mettere da parte le piccole divisioni, i rancori e persino umiliazioni dai nostri fratelli.
    L’obiettivo è troppo grande lo possiamo raggiungere SOLO
    se STIAMO UNITI

    Roberto 22 marzo 2014 3:15
  • Dovremmo credere sulla parola a un tizio che dice che i voti sono quelli che dice lui?
    I voti non sono verificati né verificabili, nè validabili secondo criteri attendibili, e perciò fasulli.
    Per quel che mi riguarda sono stati generati automaticamente dal sistema o votati dagli attivisti, i voti reali sono solo una piccola frazione di quelli dichiarati, ma chi credono di prendere per il culo?
    Il referendum del 1866 è stato una truffa ma questo ancora peggio.
    Questo pseudo-referendum non ha neanche valore come sondaggio, perché i risultati sono del tutto inattendibili.
    E la dichiarazione di indipendenza ha lo stesso valore di una scoreggia al vento.

    Gianluca 22 marzo 2014 8:18
  • Io abito in Emilia-Romagna…. e tutti qui lavoriamo, otto ore al giorno e anche più….
    Ci tenevo a dirlo, perchè a sentir voi, solo in Veneto si lavora….

    Stefano 22 marzo 2014 11:15
  • @Stefano 8 ore al giorno in Veneto è vacanza, non Lavoro.
    ma pur rispettando le 8 ore, il residuo fiscale comunicato dal governo centrale è chiaro, nero su bianco. ci son regioni che versano miliardi alle altre alla faccia dell uguaglianza

    mmarco 22 marzo 2014 12:43
  • Da catalana, sono emozionata e felice. Spero che anche il mio piccolo paese ci riuscirà al più presto.
    TANTI AUGURI ALLA REPUBLICA VENETA!!!!
    VISCA CATALUNYA ||*||

    Catalana a Roma 22 marzo 2014 12:49
  • Sono un Veneto della DIASPORA, nato a Milano dove vivo. Il Veneto rimane la mia patria, anche se non ho potuto votare, ma sono orgoglioso di quello che la mia gente é riuscita a FARE! Gli italiani non riusciranno mai a cancellano gli oltre 1.100 anni di storia della nostra Repubblica e neppure i 3.000 anni precedenti ! Il sangue, la terra e la storia del nostro popolo non si possono cancellare e inevitabilmente risorgono quando l’oppressione diviene insostenibile. Avanti così, con tutta la forza e la determinazione di cui siamo capaci e che sta stupendo il mondo…solo gli italiani non se ne sono ancora accorti. Insegnate anche ai Lombardi come si fa a scrollarci l’italia di dosso !

    Loris Erminio Carraro 22 marzo 2014 15:06
  • @MMarco praticamente lavorate e basta…. lavorate mangiate e dormite…. se questa per voi è vita, preferisco non fare parte della vostra nazione di stakanovisti

    Stefano 22 marzo 2014 16:22
  • @Stafano, mi spiace per te , ma quando il Veneto si sarà liberato degli italiani, tu dovrai fare lo stakanovista per poter pagare a roma quelle tasse che il Veneto non pagherà più!

    Loris Erminio Carraro 22 marzo 2014 19:17
  • e chi ne ferma piu’

    guido 25 marzo 2014 16:21

Love me with a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *