background img
1924731_10201774015056921_1534773986_n

PLEBISCITO.EU: SONO GIA’ OLTRE 700.000 I VOTI NEL REFERENDUM PER L’INDIPENDENZA DEL VENETO

marzo 17, 2014

Alle 18 di lunedì 17 marzo al voto il 18,7% dei veneti. Emerge con grande forza e visibilità mediatica internazionale lo spaccato di un Veneto determinato a decidere il proprio futuro.

1924731_10201774015056921_1534773986_nAlle ore 18 del 17 marzo, secondo giorno di votazione del Referendum di indipendenza del Veneto, sono 700.837 gli elettori che hanno espresso il loro voto via internet sul sito www.plebiscito.eu, al telefono al numero 0423 40 20 16 e nei seggi predisposti nel territorio.

Continua pertanto anche nel secondo giorno di votazione una tendenza per molti inaspettata di grande seguito popolare della consultazione referendaria, che fa emergere con grande forza lo spaccato di un Veneto determinato a decidere il proprio futuro.

La notizia del Referendum di indipendenza del Veneto sta avendo grande risalto e visibilità ancora soprattutto internazionale con grande richiamo su un’opera di organizzazione e di radicamento territoriale che sta dimostrando la grande spinta che il comitato referendario ha saputo dare all’esigenza di dare ai cittadini veneti la possibilità di decidere il proprio futuro.

1017143_10203289852675884_115234758_nIn merito ad alcune presunte notizie di stampa, si precisa infine che il controllo dei dati di voto è assicurato da procedure batch notturne di incrocio e verifica dati con il database delle anagrafiche elettorali. La query di verifica non viene fatta in tempo reale, in quanto gli indici di ricerca non consentirebbero dei tempi di risposta accettabili per la votazione. Grazie a tali procedure di controllo, i voti che emergono non apportati da persone iscritte all’anagrafe elettorale veneta vengono ripuliti e scomputati dal conteggio finale.

Ufficio stampa
Plebiscito.eu


Categories
  • Magnifico! Diamoci da fare allo spasimo! Tutto per la nostra Libertà! San Marco ci aiuta!

    Zarlino 17 marzo 2014 19:38
  • Pingback: Per l'Indipendenza del Veneto ( Oltre 700.000 voti espressi, CLAMOROSO) - Rischio Calcolato

  • Non ci sono dubbi, la risposta è esattamente quella che ci si aspettava, il primo passo importante è stato fatto, adesso bisogna incominciare a pensare all’attuazione del volere del popolo veneto sovrano.

    franco 17 marzo 2014 20:44
  • Fasemoeo par i nostri fioi: in italia no i ga futuro ma in un veneto indipendente, ricco e onesto, SI ! Viva el nostro leon.

    Franco Pra Levis 17 marzo 2014 20:49
  • chi controllerà che stanotte no siano manomessi i voti? Chi mi assicurra che chi ha votato in internet non voti anche al telefono e ai banchetti? Vi fate ridere dietro….

    Trotty 17 marzo 2014 20:55
  • TROTTY, non sei nemmeno degno di risposta

    Michele De Vecchi 17 marzo 2014 21:11
  • Fantastici VENETI!!Io mi son dato da fare x diffondere il verbo!!continuamo cosi’!!

    mattia 17 marzo 2014 21:13
  • Forza Veneti!!!avanti cosi’!votiamo tutti!!!

    mattia 17 marzo 2014 21:14
  • Vedo che qualcuno giustamente fa delle critiche. La cosa è normale, anzi questo dà colore a questa nobile causa. La cosa che deve essere chiara anche a questi signori/e è che comunque la gente che tutti i giorni si porta dentro il malcontento per una situazione Italiana a dir poco disastrosa, deve almeno avere la possibilità di esprimere la propria voglia di decidere per il proprio futuro e dei giovani che in questo momento stanno andando in giro per il mondo con la valigia di cartone ( le Samsonite costano troppo per questi poveri ragazzi )come hanno fatto i loro bisnonni o nonni. Quindi SIGNORI CONTESTATORI PERCHE’ DOBBIAMO ACCETTARE TUTTO QUESTO? Aspettiamo il miracolo Renzi?
    Saluti a tutti.

    el veneto 17 marzo 2014 21:21
  • TROTTY Prima di parlare,ha provato a votare più di una volta? Probabilmente siamo noi che ridiamo di Lei,visto che ha scritto una cavolata…

    Stefano 17 marzo 2014 21:49
  • caro sior Trotty.. queo che se fa ridare drio te si proprio ti: se no te se e robe xe meio che te tasi invese de far figure da ciodi… quando che se vota se da un codice personae che corrisponde a una carta de identità (speremo vaida ancora par poco…) quindi nessuno poe votare do volte..

    Alath 17 marzo 2014 22:01
  • Trotty, io sono un Veneto che si comporta onestamente e si riguarda dal considerare persone maliziose che deridono chi vuole solamente esprimere il proprio pensiero. QUESTO NON È UN SEGNO DI DEMOCRAZIA, ma un comportamento di regime. Si informi, lei se lo vuole, può anche votare no. Caro signore.

    el veneto 17 marzo 2014 22:10
  • Si al veneto indipendente!

    Giorgia montagner 17 marzo 2014 22:19
  • democratico? Bisognerebbe rispettare TUTTI i veneti (che poi, di preciso, chi sarebbe “veneto”?), non inventarsi un ridicolo sondaggio online e cercare di farlo passare come “volontà del popolo veneto”.
    Invece di scrivere sciocchezze qualcuno risponda alle mie semplici domande:
    1)dato che i referendum si fanno in UNA giornata proprio per evitare i problemi di sicurezza, ci sarà un membro in servizio delle forze dell’ordine a controllare le urne durante la notte?
    2)ai banchetti hanno una lista di chi vota online? E online sono registrati quelli che votano ai banchetti?
    3)quale organo istituzionale ha indetto il referendum e con quale strumento?
    E’ l’evidente risposta a queste domande che rende ridicolo il sondaggio E DI RIFLESSO ANCHE I VENETI. Quindi in quanto veneto (ammesso qualcuno sia in grado di definirlo) mi DISSOCIO da questa PAGLIACCIATA

    Trotty 17 marzo 2014 22:42
  • Capisco ci possa essere gente dubbiosa a riguardo. Io sono stato un militare ed ho giurato di difendere lo Stato, in questo caso il “nemico” dello Stato (inteso come popolo, perché lo Stato siamo noi) è il governo italiano. L’unica cosa che posso fare è aiutare il mio popolo ad uscire da questa situazione salvando, per ora, le nostre generazioni future.

    Federico H. V. 17 marzo 2014 22:45
  • @Trotty… Ha letto l’articolo o spara cazzate alla cieca?

    Marco 17 marzo 2014 22:57
  • Sono onorata di poter porre la mia firma per l’indipendenza del veneto..!

    rita Mannozzi 17 marzo 2014 22:57
  • TROTTY abbi almeno la decenza di leggerti il documento pdf presente nella pagina del plebiscito
    https://www.plebiscito.eu/public/perche-votare/le-ragioni-del-si

    li ci sono le risposte alle tue domande.

    Filippo 17 marzo 2014 23:11
  • Indipendenza da tutta la mafia che c’è? hahah. Poi mi sa un po da razzista. Veneto indipendente? Rendiamo indipendente l’Italia dal Veneto, perchè abbiamo molto da imparare su come comportarci con la gente. Meglio TERRONE che veneto

    Giulio 17 marzo 2014 23:21
  • SENTO IL RUGGITO DEL LEONE CHE SI AVVICINA SEMPRE DI PIU’,AVVISATE TUTTI COLORO CHE NON SONO CONVINTI E CONTENTI DELL’INDIPENDENZA DEL VENETO CHE IL LEONE SI STA AVVICINANDO COSI’POSSONO ALLONTANARSI IN TEMPO,ATTENTI AL LEON ATTINTI AL LEON W.S.M.

    Adriano 17 marzo 2014 23:27
  • Definizione di VENETO:
    persona che da sempre lavora per una cultura del lavoro radicata nel territorio.
    Polenton che si fa togliere le risorse per alimentare i suoi connazionali meno vogliosi di prestare la propria collaborazione nel mondo del lavoro.

    el veneto 17 marzo 2014 23:28
  • GIULIO, eccerto, finché i terroni li manteniamo noi! Troppo comodo dire così.

    Gio 17 marzo 2014 23:30
  • Ho fatto il mio dovere e ho votato, ma avrei necessità di sapere cosa si farà dopo questo referendum che tempi di risposta ci saranno e come avremmo le risposte, quanti sono i voti necessari per poter chiedere la nostra sovranità e……. incrocio le dita che tutto vada per il suo verso.
    Forza popolo veneto pensiamo ai nostri figli che ora non hanno un futuro
    San Marco e Lion, ti co nu e nu co ti !

    Antonio 17 marzo 2014 23:33
  • goldoni, ricordeve che el veneto xe sta fato anca dai teroni che xe motri soe montagne, ricirdeveo! ma fasi soeo che pietá, pensè che i magnoni che xe sta sentai a Roma i sia diversi da quei che se sentà ancora la…..quaji

    matteo 17 marzo 2014 23:45
  • Forza veneti..!! Ancora pochi peró, grazie ai nostri media ignoranti!
    Ma x curiosità, bisogna raggiungere una percentuale prefissata?? Questa percentuale ha piu o meno rilevanza nella futura approvazione da roma ladrona???

    Alberto 17 marzo 2014 23:48
  • Matteo, va in leto invese de scrivere solo i soliti luoghi comuni, nessuno critica o rinnega el passato, ma tuti xe scontenti e stufi del presente! Questa xe l’occasione de farghe vedare che non semo dei polentoni che se fa solo derubare da Roma sensa dir gnente! Un primo passo, speremo de un nuovo corso!

    Stefano 18 marzo 2014 0:06
  • Trotty sicuramente tu non fai parte dei Veneti da come parli, almeno spiritualmente e mentalmente, pagliacciata è solo la tua affermazione antidemocratica e disfatista. Altra cosa con il voto on-line c’è un controllo di coerenza sul database dei dati personali, per iscriversi e votare c’è bisogno di un’iscrizione con un documento valido, se dovessi fare una prova di votare telefonicamente o comunque con qualsiasi altro canale alternativo l’incrocio dei dati verificherebbe un incongruenza di voto. Prima di parlare accertati di aver verificato quello che dici e abbi almeno la faccia di mettere il tuo vero nome e non una caricatura con un nomignolo se vuoi parlare seriamente. comunque ognuno è libero di dire e fare democraticamente quelle che pensa e reputa giusto, se non sei d’accordo con il referendum vota NO e se non ci credi che problemi ti fai.. cambia sito e non curarti di NOI VENETI!!!

    Michele 18 marzo 2014 0:17
  • Pingback: un veneto indipendente....tutto da guadagnare..ma proprio tutto - Pagina 57

  • Lego con stuppore…..”batch”, “database”, “query”, ¿Cosa é sucesso in dieci anni che non sono la, nell Véneto??…¿¿hanno perso la lingua??…..anche io sono profesionista di sistemi di dati, ma ci sono parole da nostra lingua per utilizare, in vece di parole “english”…..
    Si dicono che gli italiani HANNO VERGOGNA DA LA SUA PROPIA LINGUA…..

    Carlos y Alejandra 18 marzo 2014 0:30
  • Attenzione, questa strada porterà a molte incertezze. soprattutto per quanto riguarda i nostri diritti.

    nessuno 18 marzo 2014 0:48
  • … In risposta ai commenti precedenti, è in parte vero, quello che dice trotty, nel senso che magari una persona non può votare più volte ma semplicemente prendendo un altro documento,può votare al posto di questa persona, che lei lo voglia o meno…

    Andrea 18 marzo 2014 2:37
  • Caro Trotty, hai ragione a dissociarti da quella che tu definisci una pagliacciata! Ma nn ho visto nessun altro TE compreso! provare a fare qualcosa di meglio!!! Quindi ti consiglo che prima di chiaccherare tanto agisci mona!!!

    Enrico 18 marzo 2014 2:46
  • La mammella che nutre il parassitismo rischia di andarsene, e a tanti questo fa paura 🙂 Veneto Nazione!! Lo dobbiamo per onorare i nostri Avi che ci hanno donato questa meravigliosa terra e per i nostri figli, a cui dobbiamo garantire un futuro di prosperità, sicurezza, serenità.

    Stefano 18 marzo 2014 7:45
  • i vostri avi(a serenissima) co xe sta el primo accenno de globaisaxion a xe morta (nuove rotte verso l’America), cosa ve fa pensare che deso saremo in grado de sopportarla? altro problema, tutto l’indotto FIAT, Avio, ENI e altri colossi Italiani, di sicuro ci cancelleranno dal libro fornitori! Probabilmente i napoetani i me rimandarà indrio e scoasr de marghera….Insomma sarà cacao

    matteo 18 marzo 2014 8:01
  • Trotty, scusa, ma il nome non mi sembra veneto. Sarà il solito italiota cattocomnuista di turno. Magari se ciama Ivo anca…

    Andrea 18 marzo 2014 8:10
  • Io voto,perche’ sono Cadorino,voto anche se sono poco convinto che che questa cosa si fara’…Il Veneto è il polmone d’Italia..se gli togliamo la nostra regione come fanno a mangiare gratis al sud?? riflettete..sara’ difficile che ci lascino staccare dallo Schifoitalia ! comunque..VOTO per la speranza!

    MAZ 18 marzo 2014 8:56
  • Pingback: 28.000 bellunesi hanno già votato per l’Indipendenza del Veneto (700.000 in tutto il Veneto) » BLOZ – il blog su Lozzo di Cadore Dolomiti

  • Hanno festeggiato i 150 anni dell’unitá d’Italia senza di noi, che siamo stati annessi nel 1866. Fanno decreti Salva-Roma, ma non ho mai sentito parlare di aiuto al Veneto. Tg e stampa ci ignorano di continuo basti pensare che han parlato per giorni “dell’alluvione” di Roma e noi dopo mesi abbiamo ancora gli scantinati allagati. A quanto pare l’Italia per prima non rispetta i veneti, ma sembra però dipendente dai nostri soldi. A questo punto credo che muovere le acque sia doveroso, il mio voto magari non servirà a staccarci dall’Italia, ma sicuramente sarà un’ennesimo tormento ai sonni di una pubblica amministrazione corrotta e indegna! Forza Veneti, che il Leone tenga alta la coda! Issiamo la bandiera da battaglia!

    Enrico Peruch 18 marzo 2014 9:19
  • Trotty anziché nominarti così, dicci tranquillamente che sei un Troller pagato dai cattocomunisti!!!

    Mauroner 18 marzo 2014 9:31
  • Mia nonna è nata a Venezia pure veneta io sto nel confine tra veneto e Friuli ( mi definisco veneta nel mio accento veneto) secondo lei non si farà nulla anche se voteranno in tanti perché sbaglio o il veneto e una regione a statuto speciale? Ecco la vostra risposta, ma se dovesse succedere ben venga 🙂

    Silvia 18 marzo 2014 10:14
  • si può votare dall’estero?

    monica 18 marzo 2014 10:34
  • Ma chi l’ha detto che chi lavora onestamente e da un certo numero di anni non è ben accettato nel Veneto?
    Forza col voto per mantenere alla la coda del Leon.

    el veneto 18 marzo 2014 11:30
  • Il bello della democrazia è proprio questo caro Sig. TROTTY,il confronto di idee diverse,il dibattito intelligente e costruttivo… Il Suo mi sembra un’intervento fuori luogo ed ignorante(nel senso che ignora),legga bene come funziona l’inserimento ad un server di tutti i dati provenienti da urne,telefono e internet,così avrà le Sue risposte e la finirà di dire le solite ovvietà da persona invidiosa… Si confronti e ci spieghi la Sua idea…

    Stefano 18 marzo 2014 11:41
  • e ti pareva, invece di riflettere sulle domande poste il mio sarebbe un intervento “ignorante” di un “troll cattocomunista” e di un “non veneto”. Tutti appellativi dati senza la benchè minima argomentazione ovviamente (il fatto che possa votare coi dati di alcuni documenti è sufficiente a spiegare qual’è il problema o è proprio così difficile riflettere? Sul resto ovviamente nessuno ha saputo rispondere).
    Purtroppo finchè certi imbecilli voteranno saremo sempre nella merda, come si domostra chiaramente anche da questi commenti il PRIMO problema sono gli italiani (o/e i VENETI). Ahimè.

    Trotty 18 marzo 2014 12:32
  • Trotty2 18 marzo 2014 12:45
  • se volete diventare indipendenti perchè non ve ne andate fuori dal c***o voi?mi fate venire lo schifo piu indicibile a sentire ste cazzate ma chi ve l ha chiesto. sono veneta e mi piace il veneto ma posso dirvela na cosa grazie all ignoranza e la superiorità che vi buttate addosso senza ritegno mi fate vergognare di essere veronese. ripeto, se ve ne andaste voi sarebbe meglio. pensateci, non vi vuole nessuno, fate solo comunella fra di voi ahhhaha fate anche ridere sembra na barzelletta

    alessandra ferrari 18 marzo 2014 14:11
  • ah si. io eviterei di scrivere in veneto, rischi di dimenticarti come si scrive in italiano. col cervello piccolo che hai. uffa come vi disdegno, dai fatevi prendere da un cagotto lancinante tutti insieme!!così per festeggiare!!daiiiiii 🙂 siiiii viva il veneto tutto pieno di merde come voi!!! continuerei a insultarvi all infinito, ispirate proprio cattiveria

    alessandra ferrari 18 marzo 2014 14:14
  • [QUOTE]mi fate vergognare di essere veronese.
    alessandra ferrari 18 marzo 2014 14:11[/QUOTE]

    Resterai sempre e comunque Veronese dentro, poi se vorrai devolverai i tuo bei 4000 euri, piu la differenza di altre tasse come IVA all italia, e potrai ure rinunciare a tutti i servizi in piuu che avrai rispetto ad oggi.
    oppure se ti piace soffrire spostati in lombardia fin che non son autonomi, ma NON ANDARE NEL LAZIO a far la mantenuta un lavoro ti serve, lampione a caso mal che vada

    Gianni 18 marzo 2014 14:39
  • Seconda fase: arrivano i disturbatori… tutto previsto: la puzza di paura si fa sempre più forte! Bene bene…

    Thomas 18 marzo 2014 14:41
  • Lasciando perdere ogni tipo di partito che affianca la mentalità di qualunque cittadino italiano, io penso che la posizione che il Veneto vive ora sia una posizione di frustrazione totale.
    È una regione ricca che lo Stato non vorrà perdere di certo. Io sono un giovane veneto che non vede un futuro prospero nella situazione odierna. Ma credo che una bella ristrutturazione ci sia da fare. Cari veneti noi stiamo subendo il volere del popolo di Roma, ahimè. Il nostro Stato se fosse democratico si farebbe un appello di coscienza per lasciarci questa benedetta indipendenza da una nazione che mi crea vergogna. Quando accadono certe circostanze mi sdegno di essere italiano, ma ambirei nel considerarmi veneto in uno stato veneto. Troppe bocche da sfamare e aggiungere quelle del sud non aiuta di certo a sollevare una regione come la nostra.

    sebastiano 18 marzo 2014 15:03
  • Votato!!!!
    Veneto libero subito!!!

    christian 18 marzo 2014 15:44
  • Alessandra mi pare che anche per te l’italiano (o quantomeno la grammatica e la punteggiatura italiana) sia una lingua sconosciuta… Sarai anche veronese come scrivi (anche se ne dubito), ma sinceramente tutta questa cattiveria non la capisco, puoi anche votare “no” ed evitare di visitare sto sito, invece di postare commenti che danno il voltastomaco.

    Stefano 18 marzo 2014 16:30
  • A tutti quelli che questo referendum popolare indetto dagli indipendentisti veneti da fastidio,possono guardare altre pagine nel web,senza offendere,oramai,il milione di veneti che hanno già votato. Grazie,penso,a nome di tutti quelli che hanno votato.

    Stefano 18 marzo 2014 18:48
  • Alessandra Ferrari sei il tipico esempio di persona che non accetta idee diverse dalle tue. Spero che tu non faccia parte di qualche schieramento politico che inneggia sicuramente alla dittatura. Lei penso si possa solo vergognare del suo comportamento.

    el veneto 18 marzo 2014 20:41
  • Purtroppo come potete leggere nei vari commenti… lo sfruttamento bieco del nostro prossimo per propria sopravvivenza è ben radicato in tutta la nazione… pertanto se VOLETE l’indipendenza o essere regione a statuto speciale, come altri nostri fratelli che non si vergognano minimamente di essere mezzi parassiti, e non si vergognano di sprecare il sudore dei loro fratelli, di questa bella nazione… dovete versare sangue… non avete altra via, date fastidio si date molto fastidio… nessuno di questi semi parassiti vuole ed è disposto a staccarsi al seno da cui si nutre…. In una famiglia dove vivono fratelli onesti… sarebbero tutti d’accordo a contribuire in egual misura al sostentamento e alla vita della famiglia stessa, mentre nella nostra famiglia accade il diverso, abbiamo la madre puttana, il padre ubriacone, e fra i 20 figli ce ne sono 5 che prendono dagli altri ma non mettono in casa quasi niente, vestono meglio degli altri… fanno vita sprecona, alcuni sono sporchi e luridi, altri maneschi e delinquenti, e tutto a spese di chi tace e contribuisce per il bene della disgraziata famiglia “La nostra”.
    Per concludere… pensate veramente che i vostri fratelli acconsentiranno a contribuire equamente alle spese per il sostegno della famiglia? Se ci credete siete degli illusi… chi ha vissuto per anni alle spalle degli altri fratelli non acconsentirà mai senza litigare… e questo vuol solo dire versare sangue… è solo questa la via!
    Se vivessimo in una famiglia tedesca, non avreste bisogno di chiedere uguaglianza, perché sarebbe normalissimo che tutti i figli vengano trattati allo stesso modo… ma purtroppo siamo in una famiglia italiana, ed è altra cosa.
    Un saluto con tanti auguri.

    Raffaele Favatà 19 marzo 2014 10:54
  • Pingback: Referendum Veneto Libero: gli strani numeri continuano | Zamax

Love me with a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *