background img

UN GRAZIE AI TESTIMONIAL DEL COMITATO REFERENDARIO DI INDIPENDENZA DEL VENETO

agosto 8, 2014

Gianluca Busato: “Plebiscito.eu, comitato promotore del referendum di indipendenza del Veneto, apre il conto corrente per la raccolta fondi”

Vogliamo ricordare oggi con grande piacere le molte personalità che a partire dal luglio 2013 hanno aderito come testimonial di Plebiscito.eu, inizialmente Plebiscito2013.eu, per la promozione del diritto di decidere dei cittadini veneti nel nuovo referendum regionale di indipendenza del Veneto.

rep-veneta-tv
È grazie anche a loro, come alle migliaia di veneti che ogni giorno si sono attivati per la promozione della questione veneta che ora possiamo dire con grande soddisfazione di aver conquistato la nostra piena libertà di espressione, condizione fondamentale e propedeutica per la piena indipendenza della Repubblica Veneta.

Ciò è ulteriormente confermato oggi nel momento in cui Plebiscito.eu, comitato promotore del referendum di indipendenza del Veneto, apre il conto corrente per la raccolta fondi, i cui riferimenti saranno annunciati il prossimo 15 agosto.

Spetta ora a noi veneti tutti senza alcuna esclusione di parte e a nessun altro essere artefici del nostro destino, in modo pieno e fattivo.

Gianluca Busato, presidente di Plebiscito.eu ha dichiarato: “l’intuizione geniale iniziale di Lodovico Pizzati fu che un partito o un movimento politico che aveva partecipato alle elezioni politiche italiane non poteva anche essere anche “comitato promotore” di un referendum: sarebbe venuta meno l’imparzialità necessaria. Fu quindi una naturale conseguenza la nascita di Plebiscito.eu, che ora si è già attivato per la raccolta fondi come da indicazioni dell’assessore regionale Ciambetti. Il 15 agosto comunicheremo l’IBAN presso il quale i cittadini e le imprese venete potranno fare le proprie donazioni”.

Ufficio comunicazione
Plebiscito.eu


Categories
  • Spero che tutti i movimenti/partiti/persone si adoperino di comune accordo per lavorare assieme alla raccolta fondi.
    Basta divisioni tra di noi.
    Un conto corrente unico per tutti. Per una volta remiamo dalla stessa parte!E’ importante far capire che si può far fronte comune. Basta andare in ordine sparso. WSM.

    Stefano A. 8 agosto 2014 16:11
  • a questo punto, dopo lo stop di Roma, si lascino i percorsi tradizionali e “istituzionali” cari ai legulei e ai loro tempi, e si riprenda con lena il percorso operativo tracciato da Plebiscito.eu e guidato ora dalla Delegazione dei Dieci… un popolo che cammina verso la sua piena libertà non può fermarsi ad aspettare ricorsi e sentenze che diventano delle esercitazioni astratte di meccanismi astrusi e sorpassati.
    Consapevoli del nostro diritto di esistere andiamo avanti per non essere trascinati nel baratro di un’Italia fallimentare, e perchè i nostri figli possano essere orgogliosi di essere Veneti e cittadini del mondo.

    caterina 8 agosto 2014 23:36

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: