background img

UNO STATO VENETO LIBERO E DIGITALE

agosto 5, 2016

Mentre tutto crolla, Plebiscito.eu traccia le tappe per affrancarsi dall’Italia e tornare a recitare un ruolo da protagonisti

imgAnche nel mese di agosto tradizionalmente vocato alle vacanze, i segnali del degrado galoppante del sistema statale italiano e veneto si moltiplicano, in uno scenario globale ancora più preoccupante alla luce degli squilibri internazionali su vari fronti, dall’economia alla geopolitica.

Mentre alcuni ripropongono minestre riscaldate con nuove raccolte di firme per rifare vacui referendum sull’indipendenza e annacquati dalla presenza di quesiti autonomistici spuntati, che non fanno più sognare nemmeno gli illusi, dopo che la corte costituzionale ha calato la scure sulla possibilità di indirli per via istituzionale, riteniamo che sia doveroso per ognuno impegnarsi nella realizzazione del progetto concreto di Plebiscito.eu per la creazione delle basi del futuro Stato Veneto, libero e federale.

Il piano non viene di certo da politici, bensì da cittadini che si sono alzati in piedi e hanno messo in gioco le proprie capacità personali ed economiche, dimostrando come l’ottenimento dell’indipendenza sia possibile attraverso l’utilizzo di strumenti della modernità, tecnologia ed economia in primis.

La scelta deriva dalla presa d’atto della situazione dello stato italiano, in coma socio-economico e con una classe dirigente incapace di dare una prospettiva al paese, che ha avuto gravi ripercussioni anche in Veneto, dove il reddito pro-capite è arretrato a livelli precedenti il 1995 e il sistema bancario, colluso con la politica, è collassato.

Neanche una guerra riesce a creare effetti devastanti di tale portata.

Il nostro non vuole essere un lamento fine a sé stesso, come purtroppo è avvenuto oggi da parte di ogni rappresentanza politica di tutti i partiti. Noi veneti siamo contraddistinti dalla nostra concretezza e dalla determinazione che ci impone di agire prima di parlare.

Per tale ragione abbiamo creato Plebiscito.eu Club (www.plebiscito.club), la business community veneta che ha dato vita a una fitta rete di relazioni privilegiate di carattere riservato ed esclusivo tra imprenditori, professionisti e investitori veneti e internazionali per la creazione di progetti economici con fondi di capitali privati.

Abbiamo inoltre lanciato il progetto del Cripto-Stato, una nuova complessa piattaforma digitale per affrancarci dal controllo dello stato italiano, utilizzando lo stesso principio di disintermediazione tecnologica che ha permesso all’unicorno Uber di sfidare a livello globale la corporazione e il monopolio dei tassisti. Una rete informatica, anonima e sicura, in cui ognuno può mettere a disposizione i propri servizi in cambio di una moneta digitale da utilizzare all’interno del circuito (convertibile in qualsiasi altra moneta, tradizionale o digitale), senza dover dar conto delle proprie azioni alla burocrazia italiana.

Sono in atto cambiamenti macroeconomici e geopolitici di portata inimmaginabile fino a solo qualche mese fa, pensiamo, per esempio, alla Brexit, o ai fatti in Turchia. Noi l’avevamo previsto fin dal 2014, dopo aver vinto con risultati plebiscitari il Referendum di indipendenza del Veneto.

E, consapevolmente, ci siamo preparati a quanto avverrà nei prossimi anni, quando Venezia tornerà ad essere centro nevralgico delle rotte di scambio commerciale, finanziario e culturale tra Europa e Asia, lungo le Nuove Vie della Seta.

Il treno della storia sta passando ora e sta a noi essere pronti a prenderlo, o ad esserne travolti.

Gianluca Busato
Presidente – Plebiscito.eu


Categories
  • Sono arrivato, anche se in ritardo, a capire che il problema più grande per liberarsi dall’italia sono proprio i VENETI e magari molte delle loro mogli.
    Vengono calpestati ogni giorno da uno stato diventato un vero despota fiscale e non e fanno fatica ad andare avanti. Le loro mogli, invece, pur dibattendosi tra mille problemi e lavori di casa e non invece di sostenere coloro che cercano di fare qualcosa perché le cose cambino radicalmente, li contrastano con la scusa che: ” Xè mejo che te lassi star…vuto andar in galera, vuto che i nostri fioi no i trova laoro, vuto che la nostra fameia la vaga in disgrassia e via cussì”. Se scrivo questo è perché l’ho dovuto constatare di persona con alcuni miei amici. Loro cercano di liberarsi da questo impedimento ma tra litigare con la moglie e fare l’indipendentista vero….savemo come la và!!
    Ergo cari Veneti se no v’è basta veda e subir le banche tagliane con nomi Veneti……..cossa develi farve ancora par convincervi che siamo in guerra con l’italia??? Una guerra pacifica, democratica ma determinata perché non vi sono altre strade percorribili ormai e perché ce lo dobbiamo e lo dobbiamo ai nostri figli e nipoti. Fatevene una ragione perché il tempo stringe ed il DEFAULT o il fallimento dell’italia si avvicina sempre più….dopo avervi spennato a dovere e sino in fondo !!!
    WSM

    giancarlo 6 agosto 2016 16:43

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: