background img
seggi-3

VENETO, OLTRE 240.000 VOTANO IL PARLAMENTO INDIPENDENTE NEL PRIMO GIORNO DI ELEZIONI

marzo 15, 2015

Nel silenzio assordante dei media, alle 17 di domenica affluenza superiore al 6%. Un leghista nervoso aggredisce i volontari di Plebiscito.eu in un seggio ad Oderzo. Sandro Colombo: “ai veneti piace votare via internet”. Gianluca Busato: “ci rubano l’80% del frutto del nostro lavoro, è normale che i veneti facciano la rivoluzione digitale”

seggi-3[Venezia, 15 marzo 2015] – Nel “laboratorio politico” del Veneto ancora una volta pare essere Plebiscito.eu ad avere individuato la formula chimica vincente.

Alle ore 17 della prima giornata di voto sono stati infatti 241.036, più del 6% degli aventi diritto di voto, i veneti che hanno espresso il loro voto attraverso il sito www.plebiscito.eu e nei seggi fissi e mobili allestiti nel territorio per permettere ai cittadini di esprimere la propria preferenza per il candidato deputato da eleggere nel Parlamento Veneto.

Si potrà votare fino alle 19 di oggi, mentre le urne digitali si riapriranno da lunedì a venerdì 20 marzo dalle ore 7 alle ore 23.

Farmacie, case private, uffici di aziende, bar e prefabbricati di legno sono solo alcuni degli esempi di seggi allestiti a determinare un nuovo esempio di democrazia e civismo in chiave originale veneta.

Nel corso della prima giornata si è registrato un solo episodio di nervosismo, in un seggio di Oderzo dove un attivista leghista forse un po’ disorientato dalla guerra lacerante che ha diviso il suo partito, ha aggredito i volontari di Plebiscito.eu, con frasi sconnesse e a volte comiche, tra le quali: “piuttosto che vinca Busato è meglio che vinca la Moretti”, denotando un certa qual coerenza “italiana”. Il tifoso padano è stato quindi riportato alla ragione, spiegandogli che Plebiscito.eu non entra nelle beghe interne ai partiti italiani e alle loro lotte per le poltrone.

seggi-4L’ing. Sandro Colombo, direttore della struttura organizzativa di Plebiscito.eu e già dirigente nei comuni di Venezia, Treviso e Chioggia ha così commentato le operazioni di voto nel corso della prima giornata: “tutti i seggi predisposti nel territorio del Veneto hanno permesso ai cittadini veneti di votare senza alcun problema operativo, registrando molta soddisfazione da parte degli elettori che paiono aver molto apprezzato la semplicità del meccanismo elettorale”.

Gianluca Busato ha dichiarato: “il silenzio assordante dei media ci sta aiutando, la Rivoluzione Digitale dimostra che i veneti hanno capito che non c’è alcuna speranza di ripresa come schiavi dell’Italia. Finchè ci ruberanno l’80% del frutto del nostro lavoro e le speranze di una vita dignitosa, è normale che i veneti cerchino una via originale e innovativa per salvarsi dal disastro italiano e per far ritornare Venezia e il Veneto al centro dei grandi cambiamenti geopolitici del prossimo decennio. Per tutelare i nostri interessi dobbiamo conquistare la nostra piena indipendenza e far entrare i veneti da protagonisti nella nuova civiltà globale interconnessa”.

Ufficio stampa – Plebiscito.eu


Categories
  • Sono assolutamente orgoglioso di essere veneto e di questa dimostrazione di civiltà e democrazia che stiamo dando all’itaglia. Oltre a questo qualcuno mi sa dire dove si trova il seggio in zona montebelluna?

    Cristian 15 marzo 2015 18:43
  • Siamo una razza a parte, è la nostra storia Ke lo dice, sempre pronti a “dare” in tutte le forme: lavoro, difesa del territorio, pagare tasse…ecc

    gianfranco mantovan 15 marzo 2015 20:30
  • 1minuto,1cell,la carta d’identità e una mail x votare!! Da casa senza rubare tempo alla famiglia, senza muovere la macchina spendendo tempo denero e inquinando, senza togliere dalle strade le forze dell ordine,senza rubare risorse

    Roberto 16 marzo 2015 1:36
  • Tanto basta x capire cosa fare.

    Roberto 16 marzo 2015 1:38
  • Finalmente agiamo da cittadini lideri… l’espressione della nostra volontà e’ la piu’nobile dimostazione di CIVILTA’per un popolo… W la libertà W S. Marco

    Pierluigi 16 marzo 2015 12:49

Love me with a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *