background img

[VIDEO] AGORÀ RAI 3: INDIPENDENZA IN CATALOGNA E IN VENETO

novembre 11, 2014


Schermata 2014-11-11 alle 13.56.13AGORA’ Rai3
INDIPENDENZA IN CATALOGNA E VENETO
Intervento di Gianluca BUSATO da Treviso


Categories
  • quanto mi fanno venire il nervoso questi italiotti, che vogliono insegnare a noi veneti come si gestisce un paese. poi dati alla mano vediamo che il Veneto viene derubato costantemente dei sui soldi e altre regioni che ne ricevono.. a metà video ho dovuto spegnere altrimenti lanciavo il computer fuori dalla finestra

    toni 11 novembre 2014 14:49
  • Toni come ti capisco.
    Ma credimi se ti dico che è meglio PER NOI, che i politici e i mass media italiani, non capiscano nulla di che cosa siamo capaci noi di fare.
    Lo so, siamo da sempre stati trattati come gente che serve solo a pagare le tasse e lavorare, anche perché lo facciamo meglio di altri….
    Il fatto è che da diversi anni hanno iniziato a derubarci del frutto del nostro lavoro e questo è intollerabile per chiunque al mondo.
    Quello che mi ha fatto sorridere però è stata la difesa di SALVINI ai referendum indetti dalla REGIONE VENETO. Non si è mai visto che i cittadini debbano pagare i referendum. I 14 milioni chiesti ai Veneti, in realtà, con l’aiuto di molti volontari…che ci sono….avrebbero potuto diventare 3-4 milioni di euro per gli scrutatori a pagamento. Ci vogliono anche guadagnare questi spudorati di capre ! capre ! capre ! puzzolenti !!
    Azzardo che i referendum regionali non saranno mai fatti perché i Veneti a farsi derubare di altri milioni di euro non ci stanno.
    Quando il contesto internazionale ci riconoscerà indipendente questi signori e quelli che li hanno preceduti saranno oggetto da parte della nuova magistratura Veneta e giudicati per tutti i misfatti e le ruberie sin qui compiute. C’è ben poco altro da aggiungere.
    WSM

    giancarlo 11 novembre 2014 16:09
  • Ho ascoltato stamane su RAI 3 nel collegamento con Treviso il signor Busato ed ho visto le bandiere di San Marco : rispetto a quella canea urlante di gente” ben pasciuta”supinamente conformista esprimo
    grande apprezzamento per la capacità del movimento “plebiscito eu” nello svolgere il compito che si è prefisso e che sta portando egregiamente avanti,quello di raggiungere la indipendenza della antica vera Patria alzando la bandiera della Serenissima .Complimenti vivissimi a tutti i Veneti che in tale senso si impegnano !
    Io scrivo dal Sud e ,tenendo i vostri successi come un buon augurio, dico che sarei felice se anche in questa terra che è stata un tempo libera e florida,padrona di se stessa con un nome ben definito ,si potesse svolgere lo stesso percorso di riscossa

    giovanni salemi 11 novembre 2014 16:39
  • Non capisco se ci sono o ci fanno. L’importante è che continuino a fare finta di niente e lascino lavorare chi sta per cambiare il mondo. Salvini dice che la lega è da 20 anni che lavora x il Veneto…… APPUNTO!!!!!!

    Cristian 11 novembre 2014 19:25
  • La lega non dovrebbe nemmeno aprire la bocca, ha memoria molto corta e non ha specchi in casa, per vedere la faccia ridicola che sta facendo. Anche la vergogna non fa proprio parte del loro vocabolario.
    _
    Sentendo quei quattro “elementi” seduti attorno ad un giornalista, che si divertiva a ridicolarizzare un popolo ed un movimento, mi bolliva il sangue.
    _
    Con difficoltà, ho voluto arrivare fino in fine, per avere un’oppinione.
    Quando vedo trasmissioni come queste, “me vien el moto de stómego!”
    _
    Sono rimasto senza parole…
    _
    VIVA EL VÈNETO LIBERO!!!!

    Giancarlo dal Portogallo 11 novembre 2014 19:55
  • ma la lega ha preso solo sputi e insulti ma anche molti soldi?????

    Roberta 11 novembre 2014 20:07
  • Un caloroso saluto a GIOVANNI SALEMI.
    Siamo perfettamente a conoscenza dei fatti accaduti anche nel Regno delle due Sicilie. Più che fatti sono stati compiuti misfatti.
    Eravate anche voi uno stato avanzato per quei tempi e piuttosto ricco. Infatti i cari piemontesi la prima cosa che hanno fatto è stata quella…,dopo i vari eccidi ma che dico stragi, di rubarvi tutti i soldi delle vostre banche e rendervi da subito poveri.
    Insomma la storia dell’unità d’italia, una storia di guerre di conquista spacciate per qualcosa d’altro.. è stata l’inizio di una escalation di povertà,emigrazione e guerre anche civili. Insomma l’unità d’italia era iniziata male e finirà peggio come anche voi del sud potete constatare.
    Noi si andrebbe tutti d’accordo, ma sono i boiardi di stato, le caste ed i politici ladri e corrotti che hanno portato al disastro nazionale.
    La crisi economica non ha fatto altro che accelerare i tempi, ma la crisi in italia è iniziata ben 25 anni or sono e l’ho vissuta da dirigente e imprenditore e non ho dubbi su quanto asserisco.
    Ben venga quindi anche per il sud la liberà e l’autodeterminazione che la Sicilia ha già in parte conquistato con l’aiuto prima degli americani liberatori e poi per gli accordi e concessioni avute dai governi centrali.
    WSM

    giancarlo 12 novembre 2014 0:26
  • In realtà le ragioni di Salvini sono sensate. Si tratta di una questione di “tempi” e “modi”. Dentro il modello culturale e giuridico a cui Salvini ha deciso di adeguarsi, non è ragionevole dargli torto. Adeguarsi assolutamente:
    – alla Costituzione italiana del 1948;
    – alla Carta delle Nazioni Unite dello stesso anno;
    – (…)
    – Insomma, al mondo-terra dell’anno 1948 per stabilire le strategie dall’anno 1950 è sensato, giusto.
    Ma oggi è il 12 novembre dell’anno 2014. Se il mondo, in 64 anni, fosse rimasto inalterato nei suoi rapporti di forza, militari e geopolitici, io non eccepirei nulla.
    Ma a me pare che la semplice cartina Geopolitica del 1948 mostri differenze, rispetto al mondo di oggi, che sono macroscopiche.
    Le Carte di quei tempi, per quanto pregevoli, non rappresentano altro che documenti utili agli storiografi. Ed è bene così! (Usereste un’aquilotto d’oro da 1 dollaro del 1962, peso 30 grammi circa, per comprare un MacBurger?).
    Questo giochino di dare calci alla bomba innescata (lo sport che piace a Renzi e ai suoi stupri consiglieri), per favore! Non sia il nostro, mai.
    Onestà, correttezza assoluta, lealtà sempre e… tanta paura (troppa!) del Signore che ci governa: caratteristiche Venete, che gli italiani disprezzano e il Mondo intero loda e rispetta.
    WSM

    Andreher 12 novembre 2014 2:42
  • Caro Giovanni Salemi, io veneto che vivo nell’epicentro post-napoleonico, di cui i piemontesi sciacalli si avvalsero per rapinare la penisola intera…
    Ti chiedo di perdonare l’identità che un partito ha fatto del NORD: la nostra Patria aveva al Nord solo Venetia, e per il resto territori e genti con cui abbiamo condiviso alleanze e sentimenti comuni per tanti secoli: da Cipro a Creta, per tutte le coste Adriatiche.
    Forse per l’influenza del mare stesso, o forse per effetto dell’indole slava nel nostro sangue, noi siamo leali e vogliamo dire a fronte aperta sempre ciò che ci piace e ciò che non ci piace.
    Non nascondiamo nulla agli amici, ma solo agli amici.
    WSM

    Andreher 12 novembre 2014 2:58
  • Ai nemici, intendevo, e buona notte!

    Andreher 12 novembre 2014 3:03
  • зыо кан!

    Andreher 12 novembre 2014 3:08
  • ROBERTA, la LEGA NORD ha perso la sua identità vera quando è andata a roma ed è stata, si è fatta, fagocitare dal sistema italiota che tutto corrompe e tutto distrugge, se non ce ne siamo accorti.
    Le lotte di ieri ed anche di oggi sono giuste, ma a noi Veneti non interessano più perché vogliamo la nostra autodeterminazione e la nostra indipendenza.
    Sapremo governarci molto, ma molto meglio di quanto stanno facendo adesso a roma…vorrei dire che sarà facile farlo….visto che peggio di così come ora non è possibile governare un paese.
    Per quanto mi riguarda la LEGA NORD con Bossi è stata per un breve periodo utile, come si può dire del M5S..ma poi si sono persi nel limbo delle diatribe e perenni discussioni e polemiche politiche romane e come dimenticarlo anche nelle ruberie e menzogne tenendo nascosti i loro loschi affari.
    Sono convinto che nel Veneto la LEGA NORD non avrà mai più i consensi che aveva raggiunto in passato. Ci sentiamo traditi, sì traditi, è la parola giusta per esternare i sentimenti che oggi pervadono gli animi dei Veneti.
    Ed allora basta. Non andremo con nessun partito italiano, ma solo con chi è riuscito senza tante ciance a fare un referendum che piaccia o non piaccia dimostra quale distanza c’è ormai tra noi e l’italia.
    WSM

    giancarlo 12 novembre 2014 10:24
  • Vedendo el video me vien el volta stomego e non ghe altra frase mejo par dire coxa sento rento…
    Comunque siamo veneti e siamo pazienti e quel detto cinese: siedi sulla sponda del fiume e aspetta che il cadavere del tuo nemico passi… beh forse è il caso che rispecchi la nostra attuale situazione.
    Concludo dicendo ai vari italiani: ride bene chi ride ultimo…

    mikivr 12 novembre 2014 11:23
  • ARTICOLO 14 DE LA COSTITUSION TAGLIOTA:
    ” Il domicilio è inviolabile”.
    Altro articolo disatteso dal ministro ALFANO, ministro degli interni il peggiore mai visto prima. Ho assistito a FORUM di oggi in TV ed un vecchio anziano, malato appena dimesso dall’ospedale, trova la sua casa occupata dai soliti ROM coppia con tre figli. Chiama le forze dell’ordine Le quali gli dicono che non possono fare nulla. La serratura è stata cambiata e quindi non può nemmeno tentare di entrare a prendersi la sua roba.
    ECCO, i rom possono violare il nostro domicilio…mentre le forze dell’ordine non lo possono fare se non con tanto di autorizzazione della magistratura.
    Questo è un paese balordo. Se i poliziotti si comportano così è perché hanno ordini superiori…..AFLANO dice che ha salvato CON I NOSTRI SOLDI 150.000 poveri cristi…ma poi ce li dobbiamo “ciucciare noi” cittadini.
    Questo stato è a favore degli stranieri e contro i propri cittadini. Non rendersene conto in fretta può voler dire domani, se capita ad uno di noi, dover andare a dormire sotto i ponti senza aver fatto nulla di male.
    Loro però se ne stanno rintanati nelle loro ville e con tanto di scorte armate sempre pagate da noi….La Chiesa ha aperto le proprie proprietà ai poveri e agli immigrati ???? Predica bene e razzola male….perché ci occupano le nostre case e lo stato non interviene o non provvede ???
    Qualche Veneto italianizzato mi sa dare una risposta sensata ?? GRAZIE !!
    Fil de Fer
    WSM

    giancarlo 12 novembre 2014 13:53
  • Ultima chicca.
    Sempre alla TV di oggi, viene fuori che gli ospedali sono diventati il rifugio notturno di una miriade di migrati o senza tetto. Nessuno controlla, nessuno chiude le porta degli ospedali ad una certa ora, salvo i pronti soccorsi naturalmente. Ci sono ammalati che è pericoloso farli stare assieme a queste persone di strada perché con le difese immunitarie basse. Insomma negli ospedali ci possono stare solamente MEDICI,INFERMIERI E AMMALATI. P U N T O !!!!!
    Il ministro degli interni e quello della sanità cosa fanno ????
    N U L L A !!!
    Avanti così con l’andazzo ITALIOTA che da paese civile ( non lo siamo più già adesso) diventeremo un paese incivile e anarchico !!!
    E poi qualcuno si chiede perché ci sono oltre 2 milioni di Veneti che non ne vogliono più sapere dell’italia unita in questo abbraccio mortale !
    WSM

    giancarlo 12 novembre 2014 14:02
  • Signori di Plebiscito.eu, devo a tutti le mie scuse se talvolta ho ritenuto fattibile anche il percorso istituzionale per ottenere l’indipendenza condividendo, in parte, i metodi dei vari movimenti indipendentisti.
    In questi giorni mi sto rendendo conto purtroppo/per fortuna che tutti questi signori hanno sì in comune la nascita della Repubblica Veneta ma sono “ingenui”, usano i soliti mezzi per ottenerla. Questa non vuole essere assolutamente una critica nei loro confronti ma solo una constatazione…
    Se si parla di nuova nazione bisogna anche parlare di nuova era, ma per essere veramente “nuova” questa era deve per prima cosa essere innovativa e usare le esperienze passate per creare nuove metodologie. Abbiamo la necessità di nuove idee e di nuovi percorsi e non possiamo più permetterci di utilizzare i soliti strumenti perché ci rendono schiavi del sistema, bloccano le nostre azioni e le nostre menti.
    Le regole usate fino ad oggi non servono più a nulla, sono vecchie… non si può ristrutturare una vecchia casa usando solo mattoni vecchi… qualcosa di completamente nuovo lo dovrai pure usare se vuoi che duri nel tempo…
    Per quanto riguarda l’indipendenza solo adesso capisco veramente “il salto di qualità” che chiede il sig. Busato: bisogna sì muoversi all’interno di una legalità internazionale (purtroppo gli altri ti devono riconoscere come stato per essere tale…) ma NON utilizzando i soliti metodi: referendum, proteste di piazza, dibattiti televisivi, denunce pubbliche, “assemblee di rappresentanti eletti dal popolo” ecc. non portano più a nulla, hanno perso il loro potere, sono stati impoveriti.
    Ora è il momento di uscire dagli schemi, pensare “avanti” usando tecnologia e consenso internazionale.
    Scusatemi, ma solo oggi ho compreso che se qualcuno ha le capacità per farlo sono tutte le persone che lottano in Plebiscito.eu…

    MIKIVR 12 novembre 2014 15:48
  • @Gianluca Busato:
    I movimenti indipendentisti nel nostro amato Veneto sono molteplici.

    Non possiamo permettere che i legaioli insultino il nostro popolo.
    Le parole sono poche: mettere da parte tutti i dissidi senza se e senza ma. Avere il coraggio di guardarsi in faccia tutti attorno ad un tavolo e costituire un solo grande Movimento Veneto capace di presentarsi, a grandi numeri, alle elezioni regionali del 2015.
    Solo così si riuscirà a scardinare Zaia , tutti i suoi seguaci e non solo.
    L’UNIONE FA LA FORZA!!!!
    Un segnale di distensione e di pace e’ sempre un buon esempio per i cittadini.
    Un abbraccio a tutti. WSM!!!

    Sandro 13 novembre 2014 0:45
  • Sandro, Lei è un sognatore e non guarda in faccia la realtà… la frantumazione degli indipendentisti è un fatto endemico nella nostra società, ma a fronte della possibilità di esprimersi offerta da Plebiscito con il referendum di marzo si sono espressi già tutti per l’indipendenza del Veneto, tant’è vero che è stata già dichiarata… ed ora l’idea di ritornare ad elezioni nasce da chi si è trovato spiazzato e fa di tutto per rilanciare la sua leadership, Zaia, Morosin.., Chiavegato, e compagnia varia, senza rendersi conto che a qualsiasi prossima tornata elettorale la macchina da guerra della comunicazione italiana porterà alla vittoria della sinistra, qui ora la Moretti, alleati forse grillini, che marginalizzerà ancora tutte la miriade dei minori, fra i quali sarà la lega di Salvini, che nonostante la sua onnipresenza, si è già screditata… ma il secondo partito in assoluto sarà quello di chi non voterà più fra i quali ci sarà la sottoscritta…
    Sandrin, convinca i suoi amici a guardare in faccia alla realtà e a pensare non alle future proprie cadreghine ma al bene della nostra Repubblica Veneta, che già proclamata, continuano a calpestare e a non vedere… egoisti e masochisti sono, e sordi alle ormai esigue speranze della gente veneta di vedersi portata in salvo sottraendosi dalla piovra della politica romana…

    caterina 13 novembre 2014 9:18
  • Consiglio caldamente tutti ad andare a leggersi Il titolo I – RAPPORTI CIVILI –
    tutti gli articoli della costitusion tagliana e rapportarli a fatti gravi accaduti negli ultimi anni e mesi.
    Potrete constatare,leggendoli attentamente che la maggior parte sono disattesi o se preferite come se non esistessero.
    ———–
    WSM

    giancarlo 13 novembre 2014 10:09
  • @ Caterina:
    Probabilmente ha ragione lei, sono un sognatore…
    C’è stato anche un grandissimo politico degli anni sessanta che alla fine di un discorso davanti a migliaia di persone disse: ” I have a dream”.
    Credo che in politica si deve cominciare a ritornare un po’ a “sognare” anziché guardare sempre in faccia la dura realtà.
    Se la frantumazione degli indipendentisti Veneti continuerà ad essere un fatto endemico, allora probabilmente resterà un fatto endemico anche l’occupazione nelle Nostre Terre dello stato italiano.
    Un grande saluto. WSM!!!

    Sandro 13 novembre 2014 13:47
  • Il mondo, l’Italia, il Veneto può diventare un luogo ben vivibile, solo quando l’essere umano la smetterà di coltivare con interesse solo il proprio orticello. Il Veneto, la sua onorevole storia, calpestati dall’unico obiettivo dell’umano: il denaro e il possesso (anche dai Veneti). Due addendi di una somma che porta all’individualità estrema. Che porta a calpestare senza alcun rispetto i diritti altrui perdendo la propria dignità. E da individualisti senza dignità non si va da nessuna parte.
    Per tornare a creare famiglia, a volere la condivisione di ideali e conseguenti obiettivi, bisognerà ancora tornare ad avere fame e bisogno della vicinanza ?
    Si dovrebbero dimenticare anni di cultura becera legati ai “schei” e al “cueo xe mio”. C’è da rifare un bel po’. Ridare alla vita lo scopo della crescita personale a discapito del solo accumulo di denaro, della crescita delle arti, della conoscenza, a discapito del solo possesso.
    La cosa più diffusa dopo il denaro al giorno d’oggi è la mancanza di coscienza e conoscenza, chiusi a curare solo il nostro. E senza la conoscenza, dove vogliamo andare ? E senza la condivisione cosa vogliamo fare ? Tutto il nostro tempo dedicato a produrre, a lavorare, par farse magnare i schei dai altri ! Almeno la conoscenza non ce la può rubare nessuno ! E con questa ricchezza ancor meno ci ruberebbero tutto il resto.
    Che schifo tutti questi politici che parlano dall’alto di un loro illusorio trono, coscienti dell’ammasso di pecore che tentano di governare.
    Tutto deve partire dal basso, da noi pecore, se vogliamo cambiare le cose, non dall’alto di quella politica, truffaldina, illusione.
    Grazie a Plebiscito per ciò che sta facendo, sperando che il tutto non sia solo per non pagare, ma soprattutto per far crescere in questa Italia sfasciata, il rispetto per un popolo, quello Veneto, che ha una grande storia (ai più sconosciuta) e il diritto di avere un futuro. Sperando che sia modello giusto di crescita dal basso, rispettoso e ordinato per altre realtà !

    stefano 14 novembre 2014 12:03
  • Invito tutti a finanziare il Referendum Veneto perchè ne vale la pena in qualunque caso ed è per la nostra libertà.
    Sono solo 5 minuti del vostro tempo per fare un bonifico.
    Siamo veri indipendentisti, non la diamo vinta a Roma!

    francesco 15 novembre 2014 11:11
  • Francesco, ti sto rincorrendo perchè sei un mago che trasforma il tempo in denaro, e io ne ho tanto e se conoscessi la magia potrei imitarti…
    Non più però per finanziare un referendum che a marzo abbiamo già fatto, col risultato che non converrebbe a nessun veneto ignorare, se gli stesse veramente a cuore il Veneto… perchè, come sai, il 21 marzo con un risultato positivo eclatante che nessuno ancora ha potuto contestare, l’indipendenza l’abbiamo già proclamata, ed ora siamo invitati tutti a concorrere per renderne concreta e immediata l’attuazione…pensaci! e se te la senti, concorri ad operare anche tu là dove è ora conveniente farlo, perchè dipende da noi dare un’accelerata al cambiamento… che non è certo buttare gli enormi risultati ottenuti con il lavoro già fatto per ricominciare tutto d’accapo, con esiti come sai molto ma molto incerti!… lo sanno bene anche i promotori ai quali ti ispiri che hanno altro in testa, poltrone! altro che indipendenza del Veneto!…

    caterina 15 novembre 2014 13:52
  • da destra a sinistra corrono per le poltrone venete ma quando vedranno la carega misera pochi soldi via….

    oiram 16 novembre 2014 15:19

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: